MET



Newsletter di Met
Newsletter n°395/ 2020
Università di Firenze. Percorsi formativi per una scuola inclusiva
16/09/2020
Venerdì 18 settembre al Salone dei Cinquecento il convegno internazionale dedicato al progetto europeo che ha coinvolto i docenti degli istituti superiori toscani

Come deve essere una scuola davvero inclusiva dal punto di vista multiculturale? La risposta sta in un’esperienza sul campo che ha coinvolto più di 80 insegnanti europei, di cui oltre 20 provenienti da altrettanti istituti secondari superiori della Toscana. I risultati dell’iniziativa, che ha messo al centro il contributo degli stessi studenti, saranno presentati venerdì 18 settembre, alle ore 9, durante il convegno internazionale “La scuola inclusiva”, in programma nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio (piazza della Signoria, Firenze). Il convegno, organizzato dal Dipartimento di Formazione, lingue, intercultura, letterature e psicologia (Forlilpsi) dell’Università di Firenze e dall’Ufficio scolastico regionale per la Toscana, con il patrocinio del Comune di Firenze, è l’evento conclusivo di un progetto triennale finanziato dall’Unione europea e coordinato da Raffaella Biagioli, associato di Pedagogia generale e sociale Unifi. Il progetto è stato dedicato alla creazione di percorsi formativo-didattici a supporto degli insegnanti per l’integrazione degli studenti nelle classi multiculturali. Iniziativa che ha visto la partecipazione di oltre 1.300 ragazzi di scuole italiane, greche e spagnole, di cui circa 500 di nazionalità non europea. Durante il percorso, gli insegnanti delle scuole secondarie superiori sono stati formati in modalità e-learning dai ricercatori del network europeo (composto anche da ricercatori danesi) su otto temi, fra i quali la legislazione, l’accoglienza e la cittadinanza attiva e l’apprendimento linguistico. Per poi portare nelle rispettive classi le proposte didattiche che i ragazzi hanno fatto proprie, in un processo di apprendimento attivo, focalizzato sul punto di vista scaturito dal contributo multiculturale. Il convegno sarà aperto dai saluti di Sara Funaro, assessora all’Educazione, Università e Ricerca, formazione professionale, diritti e pari opportunità del Comune di Firenze, Luigi Dei, rettore dell’Università di Firenze, Ernesto Pellecchia, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, ed Ersilia Menesini, direttrice del Dipartimento Forlilpsi. L’apertura dei lavori sarà affidata a Raffaella Biagioli, che introdurrà la sessione dedicata alle presentazioni del progetto e dei suoi risultati. (programma completo) “Il lavoro della rete europea – spiega Biagioli - intende rispondere alla complessità della Scuola e contribuire a ripensare il ruolo dell'insegnante, come persona capace di riflettere su se stesso e sulla società, per favorire l’inclusione, realizzare un’azione concreta per l’accoglienza di minori migranti e ridurre gli elevati livelli di abbandono e di dispersione scolastica”. Per quel che riguarda la Toscana, il progetto ha coinvolto i docenti di istituti secondari superiori di Firenze, Prato, Sesto Fiorentino, Arezzo, Figline Valdarno, Livorno e Pisa,

 
Empoli. Concorsi, tre bandi per sei nuovi posti a tempo indeterminato in Categoria D
16/09/2020
Riguardano i settore Lavori Pubblici-Patrimonio, Urbanistica e Sistemi Informatici. La scadenza per la presentazione delle domande è il 15 ottobre

Sei nuovi posti a tempo indeterminato all’interno dell’amministrazione comunale di Empoli. Sono stati pubblicati ieri, martedì 15 settembre, in Gazzetta Ufficiale, tre bandi di concorso per soli esami per la copertura di 6 posti a tempo pieno e indeterminato Categoria D – Posizione Economica D1. Si tratta di tre posti nel profilo professionale di “Istruttore Tecnico Direttivo” per il settore lavori pubblici e patrimonio; 2 posti nello stesso profilo per il servizio urbanistica; più un posto come “Programmatore Esperto” per il servizio sistemi informatici. Dunque sei posti categoria D, dei primi due concorsi un posto ciascuno ha riserva prioritaria per le forze armate ai sensi articoli 1014 e 678 D.Lgs 66/2010. Per i posti nel settore lavori pubblici occorre un titolo di studio fra questi: diploma di laurea vecchio ordinamento in Ingegneria civile, Ingegneria edile, Ingegneria edile, Architettura o equipollenti. Per le due posizioni nel servizio urbanistica Ingegneria Civile, Ingegneria edile, Architettura, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale o equipollenti; per quello nei sistemi informatici diploma di laurea in Informatica, Ingegneria Informatica o equipollenti. I candidati interessati a partecipare al concorso devono far pervenire domanda esclusivamente in via telematica utilizzando la piattaforma disponibile nella sezione "Bandi di Concorso" del sito istituzionale del Comune di Empoli (www.empoli.gov.it) entro le ore 23.59 del 15/10/2020. Gli elenchi dei candidati ammessi ed esclusi, gli esiti delle prove ed ogni altra comunicazione inerente il concorso in argomento saranno resi pubblici esclusivamente mediante affissione all’Albo Pretorio del Comune di Empoli e pubblicazione sul sito internet www.empoli.gov.it aprendo il link "Bandi di Concorso". Chi è interessato potrà rivolgersi al Servizio Gestione del Personale del Comune di Empoli (Via Giuseppe del Papa, 41 – Tel. 0571/757719-935-934-921-529 – mail: personale@comune.empoli.fi.it) o trovare ulteriori informazioni sul sito internet del comune all’indirizzo www.empoli.gov.it. o in questa pagina dedicata https://storico.comune.empoli.fi.it/Pretorio/concorsiaperti.html

 
Operatori sanitari e Covid, tra esperienza umana e professionale
16/09/2020
Se ne parlerà giovedì 17 settembre a Firenze

Coronavirus e operatori sanitari. Se ne parlerà il 17 settembre, in occasione del convegno “L’esperienza professionale e umana degli operatori sanitari durante l'emergenza Covid-19” che si terrà negli spazi de Il Fuligno a Firenze (Via Faenza, 48). Organizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze e dall’Ordine delle professioni infermieristiche interprovinciale Firenze-Pistoia, l’evento si tiene in occasione della Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti promossa a livello internazionale dall'OMS. Ad aprire i lavori (ore 9.30) saranno Teresita Mazzei presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze e Danilo Massai dell’presidente Ordine Professioni infermieristiche interprovinciale Firenze e Pistoia. A seguire, i saluti di Filippo Anelli presidente FNOMCeO, Franco Alajmo coordinatore dell’Assemblea territoriale di Firenze di Cittadinanza Attiva e Federico Gelli presidente della Fondazione Italia in Salute. A seguire (ore 10.30), sarà dato spazio alle storie di tre operatori sanitari: un medico ospedaliero, un medico di medicina generale e un infermiere. Le testimonianze sono tratte dalla survey internazionale ISQua-INSH "Racconta la tua storia". Coordina Michela Tanzini. A seguire (ore 11) Riccardo Tartaglia e Vittorio Fineschi presenteranno i dati preliminari dello studio epidemiologico ISQua-INSH sulla gestione della pandemia a livello internazionale. Si susseguiranno quindi gli interventi dei Presidenti dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri e dell’Ordine degli Infermieri di Brescia, di Roma e Bari, coordinati da Massimo Martelloni. Infine, la parola passerà ad alcuni esponenti delle professioni sanitarie: Leonardo Capaccioli, Antonella Cinotti, Maria Antonietta Gulino, coordinati da Francesco Venneri. L’evento sarà accessibile a un numero limitato di persone. Per confermare la propria partecipazione è possibile scrivere a insh@rossoevolution.com. Sarà comunque possibile seguire i lavori anche via web. L’evento è realizzato con la collaborazione di Italian Network for Safety in Healthcare, Società Scientifica dei medici legali delle aziende sanitarie del servizio sanitario nazionale, Ordine degli Psicologi della Toscana, Ordine della professione di ostetrica interprovinciale di FI, PO, AR, GR, SI, LU, PT, Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle professioni sanitarie tecniche.

 
Firenze. Tavolini e sedie all’aperto, ok alla proroga di un mese
16/09/2020
Il piano straordinario per aiutare la ripresa economica e garantire maggiore sicurezza ai clienti di bar e ristoranti e non solo, sarà prorogato per un mese

Il grande piano straordinario per tavolini e sedie fuori dai locali, lan?ciato lo scorso maggio per aiutare la ripresa economica post Covid e per garantire maggiore sicurezza ai clienti di bar e ristoranti e non solo, sarà prorogato di un mese. Lo ha deciso la giunta approvando una delibera dell’assessore al commercio che prevede la proroga fino al 31 ottobre 2020, alle stesse condizioni, per le occupazioni di suolo pubblico a carattere straordinario per il ristoro all’aperto partito nel giugno scorso e in scadenza il 30 settembre. La possibilità di proroga di un mese era stata prevista già nella delibera del 25 maggio scorso che dava il via al piano tavolini e sedie all’aperto, e adesso Palazzo Vecchio, valutato il positivo riscontro sul numero di occupazioni straordinarie richieste in tutta la città (oltre mille), e il positivo riscontro in termini economici e occupazionali, ha deciso di confermare per un mese la possibilità di tenere fuori tavolini e sedie gratuitamente ancora per un mese. Proroga che vale anche per i piccoli eventi speciali che non portano via posti auto. Per le nuove attività che hanno aperto in questo periodo post covid è stata inoltre prevista la possibilità di richiedere per il mese di ottobre suolo pubblico gratuito per mettere sedie e tavolini all’aperto. (sp)

 
Referendum e regionali 2020, servizi per favorire la partecipazione degli elettori di Castelfiorentino
16/09/2020
Quando e dove si vota, trasporti speciali ai seggi, voto assistito, elettori disabili, tessera elettorale, risultati in tempo reale

Tutte le informazioni utili per l’appuntamento elettorale di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020. Doppio appuntamento elettorale per il prossimo fine settimana per gli elettori di Castelfiorentino. Allo scopo di favorirne la partecipazione, per esprimere il voto per il referendum costituzionale confermativo sul taglio dei parlamentari e per la scelta del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio Regionale, il Comune di Castelfiorentino comunica i servizi approntati per l'occasione. Quando si vota – A differenza delle ultime elezioni, il prossimo fine settimana le urne resteranno aperte due giorni e precisamente: domenica 20 settembre dalle ore 7 del mattino fino alle ore 23 della sera e lunedì 21 settembre 2020 dalle ore 7 del mattino fino alle ore 15 del pomeriggio. Dove si vota – Per queste consultazioni elettorali, e in applicazione di un apposito protocollo nazionale sanitario e di sicurezza antiCovid, è stata confermata la necessità di trasferire i seggi delle frazioni come segue: all’Istituto Superiore F. Enriques (Viale Duca d’Aosta, 65) i seggi n. 14 (Cambiano), n. 16 (Castelnuovo d’Elsa) e n. 17 (Dogana, ricomprendente anche gli elettori di Granaiolo); al plesso Tilli dell’Istituto Comprensivo (Via Battisti, 7/A) il seggio n. 18 (Petrazzi). Per l'imminente appuntamento elettorale, i seggi sono quindi così ubicati: Plesso Tilli dell’Istituto Comprensivo (n. 4 accessi): seggi n. 1, 2, 3, 4, 5, 12, 13, 15 e 18 Istituto Superiore Enriques (n. 2 accessi): seggi n. 6, 7, 8, 9, 10, 11, 14, 16, 17 Trasporti speciali – Con il trasferimento provvisorio dei seggi delle frazioni nel capoluogo, sono stati organizzati servizi speciali di trasporto rivolti agli elettori dei seggi trasferiti: da Castelnuovo e Dogana istituite, la domenica, n. 6 corse straordinarie in andata dirette all’Istituto Enriques (tre la mattina e tre il pomeriggio e altrettante al ritorno), mentre il lunedì mattina il servizio di trasporto pubblico locale garantirà due corse in andata e due al ritorno. Servizio di trasporto gratuito anche per gli elettori di Granaiolo e Cambiano con 6 corse straordinarie la domenica in andata dirette all’Istituto Enriques (tre corse la domenica mattina e tre la domenica pomeriggio e altrettante al ritorno), e per gli elettori di Petrazzi diretti alla Scuola Tilli (due corse la domenica mattina e due la domenica pomeriggio e altrettante al ritorno). In giornata sul sito istituzionale saranno disponibili tutti gli orari, mentre manifesti appositi saranno collocati nelle adiacenze delle sedi originarie. Voto assistito - Gli elettori impossibilitati ad esprimere personalmente il voto possono avvalersi dell’aiuto di un accompagnatore di loro scelta, iscritto nelle liste elettorali di qualsiasi comune italiano. Per il cosiddetto voto assistito, è necessario esibire l’apposita certificazione medica, rilasciata gratuitamente da medici incaricati che saranno disponibili presso il distretto sanitario (via Pavese n. 4) sabato 19 e domenica 20 settembre (ore 9.30-10.30). Gli elettori affetti da cecità e muniti del tesserino possono presentarsi con l'accompagnatore direttamente al seggio. Gli elettori ai quali nella scheda elettorale è stato già apposto negli anni scorsi il timbro AVD, possono presentarsi con l'accompagnatore direttamente al seggio. Elettori disabili – Gli elettori disabili che non siano in grado di raggiungere il seggio elettorale e non abbiano possibilità di accompagnamento possono usufruire del servizio di trasporto organizzato dal Comune. Per usufruire del servizio trasporto disabili, è necessario prenotarsi al n. 0571 686355 o tramite email a elettorale@comune.castelfiorentino.fi.it. Per motivi organizzativi, stante il periodo di emergenza Covid, è richiesta la prenotazione entro sabato 19 settembre ore 13.00. Tessera elettorale – Chi avesse smarrito la tessera elettorale o ne avesse esaurito gli spazi può chiedere il duplicato all'Ufficio Demografico e elettorale nei seguenti giorni e orari: fino a giovedì 17 settembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (sono già state rilasciate circa 400 nuove tessere negli ultimi dieci giorni!), venerdì 18 settembre e sabato 19 settembre dalle ore 9.00 alle ore 18.00, domenica 20 settembre dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e lunedì 21 settembre dalle ore 7.00 alle ore 15.00. Oltre alla tessera elettorale, sarà possibile richiedere il tagliando adesivo da apporre sulla stessa a seguito di variazione di indirizzo di residenza, nonché la carta di identità elettronica, ai fini del riconoscimento dell'elettore al seggio. Si ricorda che per l’accesso a tali servizi non occorre l’appuntamento, necessario invece per gli ulteriori adempimenti dell’Ufficio Demografico, in ragione delle misure antiCovid. Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile comunque contattare l’Ufficio Elettorale Comunale (0571.686355, elettorale@comune.castelfiorentino.fi.it). Risultati in tempo reale – Fin dall’inizio degli scrutini ( alla chiusura dei seggi, lunedì 21 settembre ore 15.00, si procederà allo scrutinio del referendum e a seguire quello per le elezioni del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale) sarà possibile seguire i risultati in tempo reale sul sito del Comune di Castelfiorentino (www.comune.castelfiorentino.fi.it). Questi i link diretti per seguire sul sito del Comune i risultati: http://www.comune.castelfiorentino.fi.it/cc/elezioni/menu2020.htm (referendum e regionali) http://www.comune.castelfiorentino.fi.it/cc/elezioni/menu2020ref.htm (solo referendum) http://www.comune.castelfiorentino.fi.it/cc/elezioni/menu2020reg.htm (solo regionali)

 
Spostamenti dei seggi elettorali di Montefiridolfi e La Romola, busnavetta del Comune per accompagnare gli elettori non autonomi
16/09/2020
L’amministrazione comunale ha messo a disposizione un servizio di navetta gratuito (andata e ritorno) per gli elettori de La Romola che non dispongono di un mezzo di trasporto autonomo

Per garantire il rispetto delle norme sul distanziamento il Comune di San Casciano ha individuato nuove sedi temporanee per la collocazione dei seggi elettorali in occasione del Referendum confermativo e delle elezioni regionali che si terranno il 20 e il 21 settembre 2020. I trasferimenti riguardano nello specifico le frazioni de La Romola e di Montefiridolfi. Il seggio elettorale di Montefiridolfi n. 11 è stato spostato dai locali degli ambulatori medici in piazza Montefiridolfi agli spazi adiacenti al campo sportivo situati in via Sant’Anna. Per quanto riguarda la frazione de La Romola il seggio n. 16, abitualmente allestito negli ambulatori medici di via Treggiaia, per questa tornata elettorale è stato trasferito nella scuola dell'infanzia di Chiesanuova il cui ingresso è in via Torino. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione un servizio di navetta gratuito (andata e ritorno) per gli elettori che non dispongono di un mezzo di trasporto autonomo. La partenza è prevista nel parcheggio antistante Il Giardino del Tramonto nei seguenti giorni e orari:domenica 20 settembre 9.00 - 12.00 e 15.00 -19.00, lunedì 21 settembre 10.00 - 13.00. Uno spostamento, ma solo dell’ingresso dell’edificio, è stato effettuato anche per il raggiungimento delle sezioni 14 e 15 a Cerbaia, collocate in una porzione della scuola primaria Gianni Rodari di Cerbaia. “Nel caso di Cerbaia - dichiara il vicesindaco Elisabetta Masti - riusciamo a mantenere la scuola primaria aperta e a non sospendere l'attività didattica della scuola primaria”. L'ingresso alle sezioni 14 e 15 avverrà dall'accesso carrabile adiacente a quello principale, sempre su via Napoli. La porzione di edificio adibita a seggio elettorale sarà isolata da quella destinata alle attività didattiche che potranno continuare senza interruzione anche durante i lavori dei seggi. Per quanto riguarda i seggi del capoluogo n. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, allestiti nella scuola secondaria Ippolito Nievo, gli accessi alle sedi dei seggi saranno dal viale Pertini e via Montopolo. L’accesso di via della Libertà non è fruibile per la seconda tranche di lavori che sta interessando, come da progetto, un’altra sezione della scuola.

 
Con il nuovo anno scolastico, la didattica agli Uffizi raddoppia; attività al museo e sul web con "gli ambasciatori digitali dell'arte"
16/09/2020
Al via il nuovo progetto sperimentale che unisce l’educazione al patrimonio culturale con lo sviluppo di competenze digitali: con l’approccio misto di attività al museo e sul web l’offerta si amplia da Firenze alla Toscana e ad altre regioni d’Italia. Il direttore Schmidt: “i giovani sempre al centro di tutte le nostre iniziative”

Riaprono le scuole e ripartono, in grande, anche i nuovi progetti didattici delle Gallerie degli Uffizi. Proprio nell’anno segnato dalla pandemia, i programmi per le scuole del museo fiorentino crescono e si ampliano, estendendosi oltre il territorio di Firenze e toccando potenzialmente altre regioni grazie ad una nuova modalità da effettuarsi “a distanza”. È il percorso “Ambasciatori digitali dell’arte”, ora lanciato dagli Uffizi: alle classiche attività programmate per i ragazzi negli spazi museali (ed ora declinate in modo che possano svolgersi nel pieno rispetto del distanziamento sociale e delle norme anti-Covid) se ne affiancano adesso molte altre, da svolgere in collegamento con il museo attraverso internet, direttamente nella propria sede scolastica. Questo consente agli Uffizi di coinvolgere per la prima volta, oltre agli istituti del territorio fiorentino (da sempre protagonisti di questi programmi) anche scuole toscane ed extraregionali, ampliando esponenzialmente il numero di alunni coinvolti. I nuovi programmi, ora pubblicati online, sono consultabili all’indirizzo https://www.uffizi.it/pagine/didattica; i docenti interessati potranno presentare richiesta di partecipazione inviando il modulo di iscrizione, debitamente compilato, via mail a ga-uff.scuolagiovani@beniculturali.it dal 5 al 25 ottobre 2020. Il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Gli Uffizi sono il museo con la più antica tradizione didattica in Italia. Proprio cinquanta anni fa sono stati i primi ad aprire una propria sezione dedicata, e ora ogni anno migliaia di ragazzi partecipano alle nostre attività. Solo nel 2019 sono stati oltre 5000: adesso, con il nuovo sistema misto, l’obiettivo è aumentare questo numero in modo esponenziale. Al Meeting di Rimini 2020 Mario Draghi ha affermato che per quanto riguarda il futuro del paese ‘i giovani vanno messi al centro di ogni riflessione’. È lo stesso principio cui si ispirano da mezzo secolo gli Uffizi, e che intendono potenziare in questo periodo così difficile per gli studenti”.

 
Il pasto è servito "in presenza" nelle mense universitari
16/09/2020
Gli studenti potranno consumarlo in locali riorganizzati nel rispetto delle norme anti contagio

Gli studenti universitari potranno fruire del pasto in presenza all'interno di alcune mense universitarie di Firenze gestite direttamente dall'Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario o affidate dalla stessa a società private, dopo il lungo periodo di emergenza sanitaria in cui il cibo veniva erogato solo tramite l'asporto. Nello specifico sono accessibili le sale di consumazione delle mense "Caponnetto", "Santa Apollonia", "Santa Marta" e "Montedomini" in locali riorganizzati nel rispetto delle norme anti contagio. Gli orari di apertura sono consultabili nel sito www.dsu.toscana.it In questi spazi verranno rispettate le regole di distanziamento nei tavoli e di separazione nell'afflusso previste dalle linee guida stabilite dal Protocollo di sicurezza per il contenimento del contagio da Covid-19 adottato dal DSU Toscana a garanzia della tutela della salute dei frequentatori. L’accesso ai punti di distribuzione avviene in maniera scaglionata sotto il controllo di personale che verifica il rispetto del distanziamento interpersonale raccomandato. I layout ed i percorsi sono stati rivisti tenendo conto del contingentamento e del distanziamento sociale con indicazioni chiare ed esplicite. Nei refettori viene garantita la distanza sociale raccomandata e i posti destinati al consumo del pasto sono indicati da apposita segnaletica con un monitoraggio dell’afflusso da parte del personale preposto. Ciascuna postazione viene sanificata dopo l’utilizzo così come tutti gli ambienti e locali, inclusi gli impianti di areazione soggetti ad apposita procedura, con particolare attenzione alle aree comuni e alle superfici che vengono a maggiore contatto con l’utenza Rimarrà attivo nelle stesse mense anche il servizio da asporto per coloro che desiderano prelevare il pasto per consumarlo in luoghi diversi.

 
CRAS SEMIA: sempre più stretta la collaborazione con il Comune di Montespertoli
16/09/2020
Visto che il CRAS Semia collabora anche con tanti comuni limitrofi il Comune di Montespertoli si è proposto per fare da capofila per sottoscrivere una convenzione che coinvolga anche i Comuni del Chianti Fiorentino e dell'Empolese-Valdelsa

Il Comune di Montespertoli è da sempre al fianco del Centro Recupero Animali Selvatici Semia curato dalla Dott.ssa Donatella Gelli: il centro sta crescendo e sta ampliandosi e la collaborazione con il comune è sempre più stretta. La Giunta Comunale ha quindi deciso di rimodulare il contributo già deliberato concedendo subito 5.223,20 € per far fronte alle spese sostenute dal centro. Va ricordato che il centro svolge una funzione importante per la tutela della fauna selvatica in stretto contatto con l'unità di veterinaria della ASL Toscana Centro. Allo stesso tempo Comune e Associazione si stanno muovendo per portare avanti il progetto urbanistico per l'ampliamento futuro del centro mettendo a punto tutta la parte progettuale. Visto che il CRAS Semia collabora anche con tanti comuni limitrofi il Comune di Montespertoli si è proposto per fare da capofila per sottoscrivere una convenzione che coinvolga anche i Comuni del Chianti Fiorentino e dell'Empolese-Valdelsa.

 
Un sacchetto di riso per aiutare i malati di tumore
16/09/2020
L’iniziativa dell’ATT per rafforzare le cure domiciliari oncologiche

Dal 17 al 27 settembre ordinando un sacchetto di riso dell’Associazione Tumori Toscana sarà possibile, con una piccola offerta, aiutare i malati di tumore curati gratuitamente a domicilio. Le confezioni da un 1 kg conterranno Riso Superfino Carnaroli prodotto dalla Riseria di Morano, al confine tra Monferrato e Vercellese, nel cuore della risicoltura italiana. Sarà possibile ordinare i sacchetti di riso con ritiro presso le sedi di Firenze e Prato oppure con consegna a domicilio. Dall’inizio del Coronavirus l’Associazione Tumori Toscana sta continuando a registrare un importante aumento delle richieste di assistenza a domicilio da parte dei pazienti oncologici del territorio toscano che, ora più che mai, vanno protetti e curati a domicilio. I fondi raccolti con la campagna del riso saranno destinati all’inserimento di un nuovo medico per far fronte alla crescita del numero di pazienti. “Stiamo affrontando una situazione molto difficile a fianco dei malati di tumore –dice Giuseppe Spinelli, Presidente ATT- Per continuare a portare cure ed assistenza nelle case dei malati c’è davvero bisogno dell’aiuto di tutti. È un momento complicato per tutti ma sono certo che ancora una volta i cittadini toscani sapranno mostrare la loro generosità a chi sta combattendo una dura battaglia e non può essere lasciato solo”. Per ordinare il riso e per maggiori informazioni: www.associazionetumoritoscana.it oppure Firenze, Silvia Celli 055. 24.66.666 - ATT Prato e Pistoia, Francesca Magnani 0574. 57.08.35. Se si preferisce sostenere i malati di tumore con una donazione è possibile scegliere tra: - conto bancario: IT 20 I 03069 02898 000000001700 - Banca Intesa - donazione online sul sito ATT

 
150 dalla Breccia di Porta Pia. Le iniziative a Firenze
16/09/2020
In occasione del 150° Anniversario della Breccia di Porta Pia la presidenza del Consiglio comunale ha organizzato una serie di eventi

La città di Firenze è rimasta strettamente legata a quel che accadde il 20 settembre 1870 in quanto Capitale dell’allora Regno d’Italia. E’ stato l’ultimo atto vissuto da Firenze. La Breccia di Porta Pia fu infatti decisiva per lo spostamento della capitale da Firenze a Roma. Sabato 19 settembre, alle 11,30 in piazza dell’Unità il Presidente del Consiglio comunale, accompagnato dal Gonfalone, apporrà una corona al monumento ai caduti. A questa cerimonia saranno presenti Adalberto Scarlino del Circolo Piero Gobetti e Valerio Giannellini della Fondazione Rossi-Salvemini. Al termine della cerimonia si terrà una manifestazione con rievocazione presso il Salone della Fratellanza Militare in piazza Santa Maria Novella. Domenica 20 settembre, alle 11,30, si terrà una messa presso la Basilica di San Miniato al Monte con un breve saluto di Padre Bernardo. La sera di domenica 20 settembre le Porte storiche di Firenze saranno illuminate di verde, bianco e rosso, per creare i colori della bandiera italiana. La speciale illuminazione sarà a cura di SILFI Spa: un grande tricolore sarà formato da Porta San Niccolò che sarà accesa di rosso, Porta alla Croce di bianco e Porta San Gallo di verde, un altro da Porta al Prato rossa, Porta San Frediano bianca e Porta Romana verde. Martedì 22 settembre, alle 17, in Sala d’Arme il convegno “Firenze Roma, la lunga strada verso la Capitale”. Dopo i saluti del presidente del Consiglio Comunale di Firenze ci saranno gli interventi di Fabio Bertini, già docente di storia contemporanea presso la Facoltà “Cesare Alfieri” dell’Università degli Studi di Firenze su “La questione romana tra Firenze capitale e l’Europa prima di Porta Pia”, di Antonino Zarcone, presidente del Military Historical Center - Toscana su “L’esercito italiano a Porta Pia per proteggere il Papa”, di Fulvio Conti, presidente della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” dell’Università degli Studi di Firenze su “20 settembre 1870: una data e un simbolo nella storia d’Italia” di Bruna Bocchini Camaiani, docente di Storia del cristianesimo e delle chiese dell’Università degli Studi di Firenze su “1870. Un tornante nella storia della Chiesa” di Leonardo Scatarzi, già docente di educazione artistica - Military Historical Center su “La breccia di Porta Pia nella pittura. Gli artisti dell’800 e le lotte per la libertà”. Durante la manifestazione sarà proiettato un brano tratto dal film La presa di Roma (1905) di Filoteo Albertini. Mercoledì 23 settembre, alle 17,30 presso la Sala Firenze Capitale in Palazzo Vecchio presentazione del libro “La Breccia di Roma” di Claudio Fracassi – Mursia editore, a cura del circolo di cultura politica Fratelli Rosselli, del Comitato Fiorentino per il Rinascimento e della Fondazione Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini. (s.spa.)

 
Collezione Zeffirelli, apertura serale in ottobre
16/09/2020
Tutti i martedì dalle 14,00 alle 22,00

Per il mese di ottobre, la Fondazione Zeffirelli ha modificato l'orario di ingresso del martedì: dalle 14,00 alle 22,00 anziché dalle 10,00 alle 18,00. Gli altri giorni, dal mercoledì alla domenica, l'orario di ingresso sarà sempre lo stesso dalle 10,00 alle 18,00. Aperto anche il bookshop e la Zeffirelli's Tea Room negli stessi orari. Sempre nel mese di ottobre, continueranno le visite guidate a cura del personale interno comprese nel costo del biglietto intero d'ingresso, con i seguenti orari: - martedì: due turni alle 18,00 e alle 20,00 - venerdì e sabato: due turni la mattina alle 10,30 e alle 11,30 e due turni il pomeriggio alle 15,30 e alle 16,30. Le visite guidate saranno organizzate in gruppi di massimo 5 persone. Si richiede pertanto la prenotazione che potrà essere effettuata per email a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com e al numero +39 055 2658435.

 
Teatro del Maggio: Maurizio Pollini in concerto
16/09/2020
Venerdì 18 settembre alle ore 20

Venerdì 18 settembre, alle ore 20.00, presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, torna a Firenze Maurizio Pollini, uno dei nomi di maggior prestigio del pianoforte a livello internazionale. Il concerto è una coproduzione tra gli Amici della Musica e la Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e segna il ritorno di Pollini nel capoluogo toscano a cinque anni di distanza dal successo del concerto del febbraio 2015, tutto esaurito, sempre frutto della collaborazione tra gli stessi due Enti. Il programma del recital includerà i Tre Intermezzi op. 117 di Johannes Brahms, i Tre Pezzi op. 11 e i Sei Piccoli Pezzi op. 19 di Arnold Schönberg e la Sonata op. 106 “Hammerklavier” di Ludwig van Beethoven. Un percorso, quindi, che dall’intima e melodica cantabilità di Brahms procede nel tempo fino alle composizioni pianistiche di Schönberg del biennio 1909-1911, che sfidano la tonalità e la trasportano verso nuove concezioni, per poi concludersi - nell’anno delle celebrazioni dei 250 anni dalla nascita di Beethoven - con la Sonata op. 106, probabilmente la più ampia e complessa delle sonate beethoveniane. Il nome di Maurizio Pollini non ha bisogno di presentazioni: per mezzo secolo e` stato protagonista in tutte le piu` importanti sale da concerto e festival e ha suonato con le piu` celebri orchestre e direttori. Di lunga data è la sua frequentazione nelle stagioni degli Amici della Musica. Era il 1958 quando il sedicenne Pollini, da poco impostosi nel Concorso di Ginevra, fece il suo debutto al Teatro della Pergola, dove tornerà sabato 19 alle ore 12.00 per presentare il libro “La valigetta dell’accordatore” del suo storico collaboratore Angelo Fabbrini. Le informazioni contenute nella presente comunicazione ed i relativi allegati sono riservati e comunque destinati esclusivamente alle persone fisiche, agli enti e/o alle società in indirizzo. La diffusione, comunicazione, distribuzione e/o riproduzione del contenuto della presente email e dei suoi allegati da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario, o non autorizzato, è proibita ai sensi di legge e delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali (D.lgs n. 196/2003 modificato dal D.Lgs. n. 101/2018 - GDPR UE n. 679/2016). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio all’indirizzo e-mail mittente. Si fa, inoltre, presente che l’indirizzo di posta elettronica da cui è stata inviata la presente comunicazione è Aziendale e non personale, qualsiasi comunicazione ivi inviata può essere quindi letta anche da incaricati aziendali diversi dal suo utilizzatore principale.

 
Si sposta il mercato settimanale a Scarperia
16/09/2020
Da venerdì 18 settembre sarà in Via degli Alpini

Dopo lo stop del lockdown causato dal Covid-19, il mercato settimanale a Scarperia da maggio scorso è stato collocato in Viale Matteotti nel parcheggio davanti al plesso scolastico nell’area cosiddetta “Piazzale dei Boxes” dove l’ampiezza degli spazi ha garantito lo svolgimento del mercato nel pieno rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale necessarie per la prevenzione del contagio da virus. Come era stato comunicato al momento dello spostamento si è trattato di una sistemazione temporanea, praticabile con la chiusura delle scuole. Con il regolare funzionamento della scuola non è compatibile la presenza del mercato. Ecco allora che da venerdì 18 settembre il mercato settimanale si sposta nell’area a Scarperia nel parcheggio di Via degli Alpini dove sono stati realizzati i lavori di adeguamento e sistemazione che erano previsti per il miglioramento dell’intera area e che consentono anche la collocazione, in sicurezza e con spazi adeguati, del mercato settimanale. Allo scopo la Polizia Municipale ha disposto il divieto di transito e di sosta a tutti i veicoli, ad eccezione di quelli utilizzati dai commercianti del mercato, ogni venerdì dalle ore 7:00 alle ore 15:00 a partire dal 18 settembre 2020.

 
Torna a Marradi “Movida si... cura”, test sierologici anche a minorenni
16/09/2020
Il servizio sabato 19 settembre in piazza Scalelle dalle 18 alle 22

Torna a Marradi “Movida si... cura”, la campagna di prevenzione anti-Covid 19 promossa dalla Regione Toscana, a cui ha aderito anche il Comune marradese. Sabato 19 settembre in piazza Scalelle dalle 18 alle 22, con il supporto di operatori di Misericordia, Protezione civile e Croce Rossa sarà possibile sottoporsi, su base volontaria, a test sierologici. Il servizio, visto l'inizio dell'anno scolastico, è stato organizzato in paricolar modo per ragazzi minorenni (accompagnati dai genitori), ma anche giovani maggiorenni e i cittadini interessati potranno presentarsi e richiedere di effettuare il test, previa esibizione della tessera sanitaria. Le tre regole di “Movida si...cura” da ricordare sempre, come recita la campagna regionale, sono: "Indossare la mascherina, lavarsi le mani, mantenere la distanza di sicurezza". Qui link ala sezione del sito della Regione Toscana dedicata alla campagna di prevenzione: https://www.regione.toscana.it/-/movida-si...cura

 
94° Edizione Festa dell'uva di Impruneta
16/09/2020
Domenica 20 settembre inaugurazione del museo/archivio della Festa dell'Uva

Programma domenica 20 settembre Ore 11:30 INAUGURAZIONE DEL MUSEO/ARCHIVIO PERMANENTE? DELLA "FESTA DELL'UVA" NEGLI AMBIENTI DEL BANCO FIORENTINO IN PIAZZA BUONDELMONTI. Il museo sarà aperto da domenica 20 a domenica 27 inclusa dalle ore 10-12/15:30-19, l'accesso sarà regolamentato dalle disposizioni in materia di COVID19 Per chi volesse prestare o donare materiale all'archivio, scriva a archivio.museo.fdu@gmail.com Con la partecipazione della Filarmonica Giuseppe Verdi. Sabato 19 e Domenica 20 - Tutto il giorno Torneo di solidarietà rionale, Giornate di Donazioni del Sangue organizzate dal Gruppo Fratres di Impruneta in collaborazione con i Rioni presso il Poliambulatorio della Misericordia di Impruneta. Riportiamo di seguito l'invito alla Stampa degli organizzatori: L’Ente Festa dell’Uva di Impruneta e il Banco Fiorentino (Mugello-Impruneta-Signa) sono lieti di invitarvi all’inaugurazione del MUSEO/ARCHIVIO PERMANENTE DELLA FESTA DELL’UVA NEGLI AMBIENTI DEL BANCO FIORENTINO IN PIAZZA BUONDELMONTI, domenica 20 settembre, ore 11:30. "Vent'anni di desideri...due anni di progettazione e quattro mesi di lavoro di squadra...nasce finalmente il Museo Archivio della Festa dell'uva di Impruneta. Uno sforzo colossale ma dovuto ad una Festa ed a una comunità che ama profondamente il proprio gioiello! Si può racchiudere la magia della Festa dentro delle stanze? Di certo no ma la si può raccontare e testimoniare. Senz'altro, l'incontro tra Ente Festa dell'Uva e Banco Fiorentino è stato la formula magica per dare vita a questo risultato. Il Museo-Archivio nasce dalla comunità per la comunità. La Festa dell'Uva è la storia del Paese, della sua gente e della loro laboriosità; raccontarla attraverso un Museo, significa anche raccontare la Storia politica e sociale del Paese e soprattutto rendere omaggio a tutte le persone che si sono avvicendate nel tempo, consolidando tra mille difficoltà un evento unico nel suo genere. Il nostro intento è quello di trasportarvi, attraverso un percorso reale e virtuale, in quelle che sono le origini storiche ed emotive che permettono ogni anno il rinnovarsi di una vera e propria magia. Vogliamo anche omaggiare tutte e tutti coloro che se ne sono andati ma che hanno fatto parte di questa incredibile comunità che ogni anno si divide nei quattro Rioni, capaci di realizzare altrettanti spettacoli inediti che si contendono il "coccio" di terracotta, anch'esso simbolo della nostra terra e delle nostre eccellenze. Da almeno due decenni, sentivamo la necessità di un luogo che potesse diventare un punto di riferimento e di raccolta dell'infinito materiale prodotto ogni anno dalla creatività dei nostri rionali, l'unione di intenti dell'Ente Festa dell'uva e del Banco Fiorentino, hanno reso possibile la realizzazione del Museo della Festa dell'Uva. Infine, ci teniamo a ringraziare tutti coloro (e sono davvero tanti) che ci hanno sostenuto nella realizzazione di questo sogno; i rionali, le istituzioni e le aziende che, nonostante un momento difficilissimo, hanno deciso di starci vicino!" Per l'Ente Festa dell'Uva di Impruneta, il Presidente Riccardo Lazzerini Per il Banco Fiorentino, il Presidente Paolo Raffini e il vice Presidente Vicario Stefano Romanelli Per informazioni: info@festadelluvaimpruneta.it

 
Firenze. Sabato 19 settembre l’avvio del campionato al Franchi con Fiorentina-Torino
16/09/2020
L’incontro a porte chiuse. Fischio d’inizio alle 18. Attenzione ai provvedimenti di circolazione

Sabato 19 settembre lo stadio Franchi ospiterà la prima partita del campionato di serie A che vedrà la Fiorentina in campo contro il Torino. L’incontro inizierà alle 18 e si disputerà a porte chiuse. Scatteranno anche in questo caso i provvedimenti soft già adottati in occasione delle ultime partite. Si tratta della chiusura con le barriere di sicurezza del perimetro dello stadio. Questo comporterà dalle 15 la chiusura al traffico di viale Fanti (nel tratto viale Mille-viale Nervi), viale Nervi, viale Paoli (nel tratto viale Valcareggi-piazzale Campioni del ’56 all’altezza pista di pattinaggio e distributore escluso), viale Valcareggi. Chiusa anche via Carnesecchi (tra viale Fanti e via San Gervasio). Di conseguenza chi proviene da viale dei Mille dovrà svoltare in viale Fanti verso largo Gennarelli e viceversa; i veicoli in arrivo da viale Cialdini dovranno svoltare in viale Fanti (destra o sinistra); per le provenienze da viale Fanti lato viale Cialdini obbligo di imboccare viale Calatafimi. E ancora da viale Calatafimi si dovrà svoltare in viale Fanti verso viale Cialdini, chi arriva da via Volturno svolterà sempre in viale Fanti ma verso viale Calatafimi. Rimarrà libero l'accesso a piazza Berlinguer, piazzale Campioni del '56 e viale Paoli (tra viale Fanti e piazzale Campioni dei ‘56) che però diventeranno strade senza sfondo con accesso/uscita da viale Fanti lato via Cialdini. Il mercato rionale Fanti, dovrà terminare le attività e lasciare libera l’area entro le 13.30 per consentire le operazioni di pulizia. (mf)

 
GdF. Truffa del pellet, pagato e mai consegnato
16/09/2020
Concluse le indagini preliminari, oltre 220 truffati

Si sono concluse le indagini preliminari, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, in ordine ad un’attività fraudolenta realizzata ai danni di oltre 220 ignari cittadini residenti in Toscana ed altre regioni limitrofe. I fatti hanno inizio alcuni anni orsono allorché apparve, su diverse testate giornalistiche locali e sui social network, la pubblicità di un’allettante offerta di fornitura di pellet a prezzi concorrenziali, con tanto di consegna a domicilio gratuita. In molti aderirono all’iniziativa, sottoscrivendo i moduli di acquisto predisposti e versando, tramite bonifico bancario, le somme richieste. Senza tuttavia - nella quasi totalità dei casi - ricevere alcunché in cambio. I Finanzieri del Gruppo di Prato hanno ricostruito l’attività illecita, realizzata - con artifizi e raggiri - ad opera di una società con sede in Calabria ed unità locale a Prato, i cui amministratori - madre e figlio originari del cosentino - erano gravati da precedenti di polizia per ricettazione e truffa. L’uomo risultava inoltre indagato per fatti analoghi, precedentemente commessi in Lombardia avvalendosi di un’altra società. L’attenzione degli investigatori si è concentrata sul principale conto corrente utilizzato dall’impresa, sul quale - a fronte di più di mille operazioni in entrata, per un totale di oltre 400.000 euro in soli 5 mesi di operatività - sono corrisposti acquisti di merce per soli 36.000 euro. Il denaro accreditato era poi rapidamente prelevato per finalità non attinenti all’attività societaria, con l’evidente intenzione di “svuotare il conto” e far perdere le tracce degli introiti illeciti. Cospicui i debiti maturati nei confronti dell’erario, per oltre 600.000 euro, oltre ad un’esposizione debitoria, di oltre 200.000 euro, per le attività utili ad accreditare la società nel territorio ed infondere fiducia nei potenziali clienti. Anche in virtù delle investigazioni svolte, il Tribunale di Cosenza, competente per territorio, ha potuto dichiarare il fallimento della società. L’attività fraudolenta ha suscitato l’interesse mediatico di alcune importanti trasmissioni televisive a livello nazionale; numerose vittime avevano peraltro condiviso un apposito gruppo di “truffati” spontaneamente creato su un social network.

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso