MET



Newsletter di Met
Newsletter n°404/ 2020
Coronavirus: 74 nuovi casi, nessun decesso, 34 guarigioni
22/09/2020
Dall’inizio dell’epidemia sono stati eseguiti 686.702 tamponi, 5.632 in più rispetto a ieri

In Toscana sono 13.970 i casi di positività al Coronavirus, 74 in più rispetto a ieri (34 identificati in corso di tracciamento e 40 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 74 casi odierni è di 44 anni circa (il 22% ha meno di 26 anni, il 19% tra 26 e 40 anni, il 44% tra 41 e 65 anni, il 15% ha più di 65 anni) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 68% è risultato asintomatico, il 14% pauci-sintomatico. Delle 74 positività odierne, 2 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero. Il 49% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 9.760 (69,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 686.702, 5.632 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.058, +1,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 119 (2 in più rispetto a ieri), di cui 21 in terapia intensiva (2 in meno). Oggi non si registrano nuovi decessi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio. Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 4.078 i casi complessivi ad oggi a Firenze (32 in più rispetto a ieri), 811 a Prato (6 in più), 975 a Pistoia (2 in più), 1.491 a Massa (7 in più), 1.745 a Lucca (13 in più), 1.394 a Pisa (7 in più), 686 a Livorno (1 in più), 1.085 ad Arezzo (5 in più), 582 a Siena (1 in più), 577 a Grosseto. Sono 546 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 40, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 28 nella Nord Ovest, 6 nella Sud est. La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 375 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 496 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 765 casi x100.000 abitanti, Lucca con 450, Firenze con 403, la più bassa Livorno con 205. Complessivamente, 2.939 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (38 in più rispetto a ieri, più 1,3%). Sono 5.467 (239 in più rispetto a ieri, più 4,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.678, Nord Ovest 2.778, Sud Est 1.011). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 119 (2 in più rispetto a ieri, più 1,7%), 21 in terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri, meno 8,7%). Le persone complessivamente guarite sono 9.760 (34 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 221 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 9.539 (34 in più rispetto a ieri, più 0,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo. Oggi non si registrano nuovi decessi. Restano, quindi, 1.152 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 418 a Firenze, 53 a Prato, 81 a Pistoia, 177 a Massa Carrara, 148 a Lucca, 93 a Pisa, 65 a Livorno, 51 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,9 x100.000 residenti contro il 59,2 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (90,8 x100.000), Firenze (41,3 x100.000) e Lucca (38,2 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000). Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità all’indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

 
Ringraziamenti del prefetto a tutti i soggetti coinvolti nell'organizzazione delle elezioni del 20-21 settembre
22/09/2020
Si sono appena concluse le prime elezioni per le quali è stato necessario adottare specifiche misure nei seggi per contenere la diffusione del virus Covid 19

Il Prefetto Laura Lega ringrazia tutti i Sindaci dell’area metropolitana e il relativo personale amministrativo, la Regione Toscana e le Aziende USL per lo sforzo organizzativo a garanzia del diritto di voto per tutti i cittadini, compresi gli elettori in trattamento domiciliare, in quarantena e in isolamento fiduciario. Un particolare plauso va ai Presidenti di seggio, agli scrutatori, al personale U.S.C.A. (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) e al personale volontario di Protezione Civile nonché alle forze di polizia e alle polizie municipali, soggetti che hanno concretamente consentito il pieno ed effettivo esercizio del diritto-dovere di voto nella massima sicurezza. Un ringraziamento particolare è rivolto, infine, ai tantissimi cittadini che sono andati a votare, dimostrando così fiducia nelle misure precauzionali adottate. Il capillare e coordinato impegno di tutti i soggetti coinvolti nell’organizzazione della macchina elettorale ha permesso di fronteggiare, con successo, la complessità dell’attuale situazione a difesa delle istituzioni democratiche.

 
Toscana. Elezioni regionali, verifiche in corso in 17 sezioni di quattro Comuni
22/09/2020
I comuni interessati dalle verifiche sono Arezzo, Viareggio, Cascina e Pisa

L'ufficio elettorale regionale comunica che non è stato ancora possibile pubblicare i dati completi e definitivi delle elezioni regionali, a causa della mancata conclusione dei lavori dello scrutinio in alcune sezioni, per la precisione 17. In alcuni casi si sta procedendo alla verifica dei dati; in altri casi la conclusione dello spoglio - come previsto dalle norme - sarà svolta dall'Ufficio centrale circoscrizionale. I comuni interessati da queste verifiche sono Arezzo, Viareggio, Cascina e Pisa.

 
Camera Commercio. Pec obbligatoria, ora scattano le sanzioni
22/09/2020
Chi non si mette in regola entro il 1° ottobre rischia una multa fino a 2mila euro. Mancano all’appello 16mila imprese

Sono circa 16mila le imprese che nell’area metropolitana fiorentina hanno la Pec irregolare (mancante, inesistente o non funzionante) e che dal 2 ottobre prossimo potrebbero incorrere in una sanzione piuttosto elevata. Possedere un indirizzo di posta elettronica certificata, che facilita i rapporti con la Pubblica amministrazione, era già un obbligo dal 2008 per le società e dal 2012 per le imprese individuali. Ma se la mancata comunicazione prevedeva finora solo un blocco temporaneo per l’invio di pratiche telematiche al Registro imprese, ora invece può comportare una multa da 30 a 1.500 euro per le imprese individuali e da 206 a oltre 2mila euro per le società. Lo stabilisce la recente conversione in legge (avvenuta lo scorso 15 settembre) del decreto Semplificazioni. Dunque è necessario non solo che le imprese possiedano un indirizzo Pec, ma anche che lo comunichino entro il primo di ottobre alla Camera di commercio. Chi ha già provveduto a farlo è opportuno che ne verifichi periodicamente il regolare funzionamento e l’utilizzo. Da un controllo effettuato da Infocamere, risulta infatti che a Firenze sono ancora tante (circa 16mila appunto) le imprese con indirizzo Pec irregolare e che dunque rischiano il provvedimento pecuniario. Comunicare un indirizzo Pec al Registro imprese è semplice ed immediato attraverso un modulo da compilare sul sito www.registroimprese.it fornendo il codice fiscale dell’impresa e del legale rappresentante e, appunto, l’indirizzo Pec. Maggiori informazioni sul supporto specialistico Registro Imprese della Camera di commercio di Firenze (https://bit.ly/32bTkGj)

 
Palazzo Medici Riccardi, visite guidate e attività per famiglie
21/09/2020
Ogni sabato e domenica. Prenotazione obbligatoria

Proseguono a Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze, visite guidate e attività per famiglie, a cura di Mus.e e col sostegno di Tenderly, grazie alle quali si può andare alla scoperta della residenza privata dei Medici prima e dei Riccardi poi. 'Visita a Palazzo Medici Riccardi' e 'A casa Medici nel Quattrocento' sono le due proposte a cui poter partecipare tutti i sabati e le domeniche, prenotandosi obbligatoriamente all’indirizzo info@palazzomediciriccardi.it o al numero 055 2760552 (dal lunedì al venerdì h 9.00 – 13.30), indicando nome – cognome – giorno e orario desiderato (11.00, 12.00, 13.00, 15.00, 16.00, 17.00). Guidati dai mediatori culturali Mus.e, i visitatori, divisi in piccoli gruppi per ragioni di sicurezza, potranno fare un salto nel passato. 'Visita a Palazzo Medici Riccardi' vedrà protagonisti Cosimo il Vecchio, Piero il Gottoso e Lorenzo il Magnifico, figure di assoluto rilievo in ambito sia culturale sia politico, capaci di disegnare la storia della Firenze del Quattrocento e di dare impulso alla fioritura del Rinascimento fiorentino, come testimonia la Cappella dei Magi, sacello prezioso al primo piano del palazzo affrescato sapientemente da Benozzo Gozzoli. La visita, aperta a giovani e adulti e della durata di 50 minuti, prende avvio dall’esterno, al fine di apprezzare le peculiarità architettoniche dell’edificio (progettato nel 1444 da Michelozzo e con celebri varianti michelangiolesche), per poi proseguire nel cortile e nel giardino ed evocare qui le tappe dell’ascesa medicea. Il percorso si conclude con la visita della sfavillante Galleria degli Specchi, che consente di approfondire la “seconda età” del palazzo corrispondente all’acquisto a metà Seicento e alla successiva residenza della famiglia Riccardi. 'A casa Medici nel Quattrocento' consente di esplorare i meandri del palazzo che, nato come residenza privata della famiglia Medici negli anni Quaranta del Quattrocento, diventa il fulcro della vita della famiglia fino al trasferimento in Palazzo Vecchio nel 1540. Qui abitava Cosimo il Vecchio, vi trascorrevano le loro giornate Lorenzo e Giuliano e vi si insedierà poi Alessandro de’ Medici, primo Duca di Firenze. La visita, pensata per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni e della durata di 50 minuti, propone un percorso che, dalla panca di via e dall’originaria loggia “per commodo e ragunanza de cittadini” (poi inglobata nel palazzo) al raffinato cortile interno e all’orto domestico destinato a diventare giardino, segue l’itinerario di un anonimo redattore d’inventario di fine Quattrocento. Si andrà alla scoperta di cantine, appartamenti privati, cappelle e scrittoi, “munitioni”, soffitte e terrazzini rispolverando, grazie a testi, immagini, ma anche suoni e profumi, “frammenti di un discorso mediceo” che ancora oggi è, a buon diritto, magnifico.

 
Giornate Europee del Patrimonio 2020 in Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
22/09/2020
Sabato 26 e domenica 27 settembre

Il MiBACT aderisce al tema scelto quest’anno dal Consiglio d’Europa Heritage and Education. Learning for Life, dedicato alla formazione continua veicolata attraverso il patrimonio culturale materiale, immateriale e digitale. Con “Storie di amore e di (in)fedeltà. Possessori, eredi, custodi del patrimonio culturale”, la BNCF propone al pubblico percorsi di visita dedicati a illustrare alcuni episodi di uno dei suoi nuclei documentari più importanti, la Biblioteca Palatina dei Granduchi di Toscana. Attraverso il racconto di alcune delle principali vicende che hanno costruito la fisionomia della “biblioteca di palazzo”, conservata in origine nelle stanze di Palazzo Pitti, i diversi focus previsti per le Giornate Europee del Patrimonio delineano quindi l’origine e la provenienza di alcuni segmenti della raccolta libraria granducale, individuandone il percorso compiuto per arrivare fino ad oggi e consegnarsi in eredità quale preziosa testimonianza di quel passato in cui risiede la nostra identità culturale. Tra continuità e fratture, tradizione e innovazione, si rivivono le vicende di grandi passioni collezionistiche che durano nel tempo, che si mantengono fedeli ad un particolare tipo di oggetto “amato”, i libri, ma cambiando l’orizzonte d’interesse, mutano e si rinnovano per accendersi di nuovi fuochi e desideri. Cambiano i gusti, ma resta e permane immutato l’amore. Percorsi di visita per piccoli gruppi con prenotazione obbligatoria da effettuarsi su Eventbrite, entro le ore 12.00 del 26 settembre p.v. Ciascun biglietto è valido per una sola persona: è necessario prenotare tanti biglietti quante sono le persone che intendono partecipare alle visite. È possibile effettuare la prenotazione per due distinti percorsi di visita, ciascuno della durata di circa 60 minuti (escluse le operazioni preliminari previste per l’ingresso in Biblioteca e il controllo prenotazione): Percorso 1: include due incontri e si sviluppa tra le Sale di Consultazione (dove si assiste al focus dedicato a Nullus ordo, nulla cognitio: il viaggio della scienza attraverso i libri a stampa del Fondo Palatino) e la Sala Manoscritti della Biblioteca (focus Le biblioteche di famiglia si fanno biblioteca di Stato: itinerari tra i manoscritti della Palatina Lorenese). Per saperne di più: https://www.bncf.firenze.sbn.it/wp-content/uploads/2020/09/PERCORSO-1-GEP-2020.jpeg Percorso 2: include due incontri e si sviluppa tra la Sala Cataloghi (dove si assiste al focus dedicato a La Biblioteca Palatina degli ultimi Granduchi di Toscana: custodire il passato, creare la modernità) e il Laboratorio di Restauro della Biblioteca (focus Passione per i libri e tradimenti della storia. L’alluvione del 1966: distruzione e rinascita). Per saperne di più: https://www.bncf.firenze.sbn.it/wp-content/uploads/2020/09/PERCORSO-2-GEP-2020.jpeg Sabato 26 settembre Percorso 1: alle 16.15 e alle 17.30 Percorso 2: alle 16.45 e alle 18.00 Domenica 27 settembre Percorso 1: alle 10.15 e alle 11.30 Percorso 2: alle 10.45 e alle 12.00 L’ingresso avverrà esclusivamente su prenotazione e all’orario previsto per la visita. Si raccomanda la massima puntualità per lo svolgimento delle operazioni di accesso all’istituto e il controllo della prenotazione: prima dell’accesso, il pubblico sarà sottoposto al controllo della temperatura corporea; se tale temperatura risulterà superiore ai 37.5°, non sarà consentito l’accesso. L’ingresso è consentito solo con mascherina propria. Info: bnc-fi.manifestazioniculturali@beniculturali.it Tel. 055-24919280

 
Fucecchio cuore pulsante della grande musica classica
22/09/2020
Dal 24 al 27 settembre una serie di eventi dedicati al pianoforte con la Masterclass di pianoforte e il Festival Pianistico Internazionale dedicato a Ferruccio Benvenuto Busoni

Proseguono a Fucecchio gli appuntamenti dedicati alla grande musica classica. Dal 24 al 27 settembre la Fondazione Montanelli Bassi ospiterà una serie di eventi dedicati al pianoforte con protagonisti giovani talenti provenienti da tutta Italia che parteciperanno alla Masterclass Internazionale di pianoforte tenuta dal Maestro Alessio Cioni, concertista di pianoforte e responsabile dell'Associazione Culturale SilVer e dell'Orchestra Ferruccio Benvenuto Busoni di Empoli. Il corso, della durata di quattro giorni, si articolerà attraverso una serie di lezioni che inizieranno giovedì 24 settembre per concludersi domenica 27 alle ore 21.30 con il Concerto dei partecipanti e la consegna dei diplomi. Parallelamente, negli stessi giorni, sempre presso la Fondazione Montanelli Bassi, si terranno concerti serali inseriti all'interno del Festival Pianistico Internazionale dedicato a Ferruccio Benvenuto Busoni e tenuti da giovani pianisti di grande talento. Si partirà venerdì 25 settembre con l'esibizione di Andrea Tamburelli, giovane talento milanese che eseguirà musiche di L.V. Beethoven, F. Chopin,F. Liszt e C. Debussy. Sabato 26 sarà la volta di Arianna Salvalaggio ed Arianna Castellani, due giovanissime pianiste già vincitrici di Concorsi nazionali ed internazionali che eseguiranno musiche di W.A. Mozart, F. Chopin, C. Debussy e S. Prokofiev. Domenica 27 suonerà invece Matteo Bortolazzi, altro giovane pianista che proporrà musiche di L.V. Beethoven, F. Liszt e F. Chopin. "Fucecchio per quattro giorni diventerà il cuore della musica per pianoforte - spiega il Maestro Alessio Cioni - con eventi davvero imperdibili per tutti. La Masterclass vedrà la partecipazione di tanti giovani studenti ed appassionati e segnerà un'occasione per approfondire alcuni dei maggiori capolavori della letteratura per pianoforte attraverso interessanti lezioni quotidiane. Il Festival, inoltre, rappresenterà la punta di diamante di queste intense giornate con l'esibizione di alcuni dei più straordinari talenti del panorama pianistico nazionale. In un periodo così arduo – prosegue - segnato da incertezze e difficoltà, questi appuntamenti con giovanissimi pianisti rappresentano una rinascita culturale ed una speranza nelle nuove generazioni, chiamate a dimostrare la loro infinita bravura ed il loro amore per il pianoforte attraverso l'esecuzione delle grandi sinfonie classiche. Non è un caso, infatti, che il Festival sia dedicato al principe dei pianisti, l'empolese Ferruccio Benvenuto Busoni. Ringrazio sentitamente l'Amministrazione comunale di Fucecchio e l'assessore alla cultura Daniele Cei per la partecipazione e il grande interesse dimostrato nella realizzazione di questo progetto, il dott. Alberto Malvolti e la Fondazione Montanelli Bassi per la gradita disponibilità e collaborazione, Sara de Il Melo Allegro e Sonia di Maison Mamì per la squisita ospitalità nelle loro bellissime strutture ricettive. Confido, infine, in un'ampia partecipazione di pubblico ai singoli eventi musicali". Tutti gli eventi saranno aperti al pubblico con prenotazione obbligatoria e seguiranno i protocolli di sicurezza sanitaria anti Covid-19. Per informazioni e prenotazioni contattare l'Orchestra Ferruccio Benvenuto Busoni Associazione Culturale SilVer 333 2708867 / 333 3764731, orchestradarchibenvenutobusoni@gmail.com, www.alessiocioni.com/orchestra-busoni.

 
Scomparsa Dino Vettori, il cordoglio del Presidente del Consiglio comunale
22/09/2020
Luca Milani: “Un testimone della resistenza senza armi fatta dagli internati militari italiani”

“E’ venuto a mancare, all’età di 100 anni, Dino Vettori presidente onorario dell’associazione nazionale ex internati nei lager nazisti e memoria storica della resistenza. Vettori – ricorda il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – fu arrestato dopo l’8 settembre e deportato nei campi di concentramento; è stato un testimone della resistenza senza armi fatta dagli internati militari italiani. Storia troppo poco conosciuta anche se fondamentale per gli esiti della guerra. Ai familiari le condoglianze mie personali e di tutto il Consiglio comunale”. I funerali di Dino Vettori si terranno oggi, alle 15, nella chiesa di via Santo Stefano in Pane in via delle Panche. (s.spa.)

 
Montespertoli valorizza lo sport
22/09/2020
Ginnastica dolce e una "sgambata" intorno al Castello di Sonnino

Lo scorso sabato pomeriggio,12 settembre, il Parco Urbano si è riempito di bambini e bambine alla scoperta dello sport. Tante associazioni del territorio hanno risposto e i bambini hanno potuto provare tanti sport diversi. La Giunta Mugnaini quest'anno ha raddoppiato ed ha pensato anche agli adulti e per sabato 26 settembre è stata organizzata una giornata di promozione dello sport. La giornata inizierà con orario dalle 7 alle ore 12 con sedute di ginnastica dolce che si svolgeranno nelle aree a verde del Parco Urbano. Già nei giorni scorsi è stata pubblicata dal Comune di Montespertoli una manifestazione d'interesse alla ricerca di associazioni, che hanno sede sul territorio, interessate a fare da guida con la propria competenza per la mattina. Nel pomeriggio, alle 17, prenderà avvio da Piazza dei Machiavelli una esperienza campestre di nome "Sgambata intorno al Castello" con percorso tra i vigneti e gli oliveti del Castello di Sonnino. Il percorso prevede una distanza di circa 5 km e all'arrivo sarà organizzato da parte dei proprietari del Castello un piccolo snack di ristoro. "Vi aspettiamo la mattina per un risveglio con l'aria frizzante e la sera per percorrere qualche chilometro, all'aria aperta godendo in entrambi i momenti del nostro bel panorama." annuncia Paolo Vignozzi, Assessore allo sport L'iscrizione sia per la mattina che per il pomeriggio è obbligatoria ed è gratuita, contattando l'Ufficio Sport del Comune al numero 0571600230 oppure scrivendo una email a cultura@comune.montespertoli.fi.it entro venerdì 25 settembre ore 10.00. Per tutti i partecipanti ci sarà una piccola sorpresa.

 
Firenze. Nuovo verde urbano, arriva il primo sponsor per la messa a dimora di 100 alberi
22/09/2020
E' il Centro procreazione assistita Demetra

È arrivato il primo sponsor per gli interventi di forestazione urbana in città: è il Centro di procreazione assistita Demetra che ha risposto al bando di sponsorizzazione pubblicato dall’assessorato all’Ambiente ad agosto scorso. Il Centro contribuirà, con una sponsorizzazione finanziaria, ad accrescere il patrimonio arboreo cittadino attraverso la messa a dimora di 100 nuovi alberi. Gli alberi saranno scelti e piantati dal Comune in un’area prescelta da Demetra e saranno riconoscibili grazie ad apposite targhette con il logo del Centro, che celebra il 25esimo anno di attività e rende così omaggio ai bambini nati grazie al lavoro svolto. Allo sponsor sarà garantita anche visibilità sui canali web e social del Comune di Firenze. “Un bellissimo binomio per il futuro della città tra nuovo verde urbano e bambini nati – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re -. Con l’offerta del Centro Demetra abbiamo la prima risposta al bando che abbiamo lanciato in agosto per coinvolgere soggetti esterni nella realizzazione di interventi di forestazione urbana in una delle zone individuate in città. Un segnale importante che va nella direzione intrapresa per rendere la nostra città sempre più verde, resiliente e sostenibile per il futuro di tutti”. “Quest'anno abbiamo festeggiato i nostri primi 25 anni di attività - ha detto la responsabile del Centro Demetra Claudia Livi -. Con il nostro lavoro nato, cresciuto e sviluppato a Firenze, hanno visto la luce in questi anni moltissimi bambini, che al Centro Demetra dallo stadio di poche cellule hanno trovato un posto accogliente nell'utero delle loro mamme. I bambini sono nati e cresciuti in tutta Italia, perché è da tutta Italia che arrivano le coppie al nostro Centro, ma è a Firenze che sono diventati realtà. Un albero che cresce, si sviluppa e mette radici ci è sembrata la metafora più bella per festeggiare tutti i bimbi del Demetra, che hanno messo radici nella vita. E' per questo che abbiamo aderito subito al progetto del Comune di Firenze". Obiettivo del bando pubblicato dall'assessorato all'Ambiente è quello di selezionare sponsor disposti a contribuire alla realizzazione di interventi di 'forestazione urbana' o di recupero e manutenzione straordinaria del patrimonio arboreo cittadino nei quartieri. Le zone individuate dalla direzione Ambiente per gli interventi vanno da via del Guarlone a Trespiano nel Quartiere 2, all'area verde di Rusciano e via Fortini nel Quartiere 3, ai parchi del Cavallaccio e dell'Acquedotto di Mantignano e alle aree di San Bartolo a Cintoia e quelle residuali lungo l'Arno nel Quartiere 4, fino all'area verde Montughi davanti al Museo Stibbert nel Quartiere 5. L'avviso si propone di individuare sponsor pubblici e privati (persone fisiche o giuridiche), anche in forma associata. La sponsorizzazione può essere finanziaria, con erogazione di una somma di denaro al Comune per finanziare l'intervento; tecnica, con la realizzazione diretta degli interventi. Nel dettaglio, la sponsorizzazione tecnica riguarderà gli interventi necessari a rendere le aree incolte fruibili e idonee alla messa a dimora di alberi, arbusti e cespugli, oltre alle attività successive di cura e manutenzione necessarie a mantenere il decoro e la fruibilità dell’area e a garantire l’attecchimento delle piante (comprese le irrigazioni di soccorso), per un periodo dipendente dalle dimensioni iniziali degli alberi e comunque non inferiore quattro anni per i giovani alberi e a sette anni per le piantine forestali. L’impegno dello sponsor si estenderà anche all’impianto di irrigazione, agli interventi di ripristino che si rendessero necessari in caso di mancato attecchimento delle piante, atti vandalici o eventi accidentali, compresi i danni causati dalla fauna selvatica, dagli eventi atmosferici o legati alla circolazione stradale. (sc)

 
Reading Pratolini: torna l'appuntamento con le pagine dello scrittore fiorentino
22/09/2020
Giovedì 24 settembre 2020 ore 21.00 Chiostro del Museo Novecento

Il programma di eventi del mese di settembre 2020 al Museo Novecento continua con il terzo dei quattro appuntamenti di Reading Pratolini, progetto teatrale in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana incentrato sull'opera del celebre romanziere fiorentino e su un ideale confronto con le opere di Ottone Rosai conservate nella collezione permanente del Museo Novecento. Giovedì 24 settembre alle 21 Anastasia Ciullini, Athos Leonardi, Claudia Ludovica Marino e Luca Pedron leggono pagine tratte dal romanzo più celebre di Vasco Pratolini, Le ragazze di San Frediano. I reading coinvolgono i giovani attori del progetto teatrale ‘iNuovi’, già noti al pubblico fiorentino e non solo per essersi cimentati al Teatro Niccolini ne Le Ragazze di San Frediano, piece ispirata al romanzo. Il chiostro del Museo Novecento è in grado di ospitare fino a cento posti a sedere dando la possibilità di assistere a spettacoli di teatro, musica e arte in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anti Covid19. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale. Tutti i visitatori sono invitati a evitare assembramenti e a rispettare le norme di sicurezza sul distanziamento fisico.

 
Il mondo dell'alta finanza in Corea del Sud nella prima italiana di “Black Money” inaugura la 18/ma edizione del Florence Korea Film Fest
22/09/2020
Mercoledì 23 settembre alle 20.30 al cinema La Compagnia di Firenze

La prima italiana di “Black Money” di Chung Ji-young, un eccitante thriller politico ambientato nel mondo corrotto dell’alta finanza e della politica in Corea del Sud inaugura la 18/ma edizione del Florence Korea Film Fest, mercoledì 23 settembre, alle 20.30 al cinema La Compagnia di Firenze (fino al 30/09, 60 film in otto giorni, tra prime italiane e internazionali, ospiti in video). Protagonista del film è la star del cinema coreano Cho Jin-woong – che sarà omaggiato al festival con una retrospettiva dei suoi film – che interpreta il procuratore Yang Min-hyuk, che si è guadagnato il soprannome di “bulldozer” per i suoi modi bruschi. Il protagonista finisce nel caos dopo l’accusa di molestie sessuali mossagli da una donna, coinvolta in un caso che sta seguendo, che viene trovata morta. Deciso a fare chiarezza e a salvare la sua reputazione “Bulldozer” inizia delle indagini che portano presto alla luce la corruzione e gli illeciti che si celano all'interno del mondo dell’alta finanza. “Un film politico e rigoroso - come si legge nella scheda critica del catalogo - sulla storia di un uomo che per riabilitare il proprio nome si addentra nello spietato universo dell’alta finanza e dei suoi più reconditi e loschi segreti. Cho Jin-woong eccelle in un ruolo, quello del burbero ma giusto procuratore Yang Min-hyu /Bulldozer. Un uomo energico, abituato a navigare nel mondo, che si trova faccia a faccia con l’universo del capitalismo finanziario e della corruzione. Uno di quei personaggi che sanno distinguere ciò che è giusto da ciò che non le è e che si assumono il rischio di lottare, anche se soli, per vivere la propria vita senza ombre e sotterfugi”. Il festival, dedicato al meglio della cinematografia sudcoreana contemporanea, si terrà fino al 30 settembre dal vivo al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50/r) e on line sulla piattaforma Più Compagnia e la collaborazione con MyMovies. La manifestazione, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, è organizzata in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Comune di Firenze, Confesercenti Firenze; KOFIC - Korean Film Council con i main sponsor Asiana Airlines e Conad. Ingresso 6 euro. I posti al cinema La Compagnia saranno ridotti e gli ingressi contingentati secondo le disposizioni dell’emergenza sanitaria. Il festival è organizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, Consolato Onorario della Repubblica di Corea in Toscana, Istituto Culturale Coreano di Roma, Comune di Firenze, Quartiere 1, Città Metropolitana di Firenze, MAD-Murate Art District, FST - Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Sponsor: Asiana Airlines, Conad, Hotel Savoy, Hotel Number Nine, Klab, Hotel degli Orafi, Grand Hotel Mediterraneo, Hotel Pierre, The Student Hotel, Hotel Palazzo Ricasoli, PAC Prodotti alimentari Coreani, Jinro, Ristorante Coreano Gangnam, Trattoria Dall’Oste, Ristorante Boccanegra, Osteria del Borgo, Ristorante La Cocotte, Ristorante Acqua al 2, Hyundai- Brandini, Barunson, Istituto Alberghiero Saffi, Sbigoli Terrecotte, ARCI, Mazzanti Piume Media partner: AsianFeast.org, AsianWorld, Cinematographe, K-Tiger, Firenze Spettacolo, Movieplayer, Mugunghwa Dream, Mymovies, Novaradio, Radio Italia Cina, Radio Toscana, TaxiDrivers. Informazioni: Florence Korea Film Fest; Via San Domenico, 101 (Fi); Tel: 055 5048516; info@koreafilmfest.com; www.koreafilmfest.com; Cinema La Compagnia: 055 268451 Prezzi: Giornaliero 3 film: biglietto giornaliero intero: € 12,00; Biglietto giornaliero ridotto: € 10,00 Proiezione Pomeridiana: Biglietto intero: € 5,00; Biglietto ridotto: € 4,00 Proiezione Serale - dalle ore 20:00 Biglietto intero: € 6,00 /Abbonamento intero del Festival: € 49,00 Sala fisica Compagnia /Abbonamento ridotto del Festival: € 39,00 ---------------------------------------------------------------------------- Abbonamento On-line del Festival: € 9,90 53 Film in Sala virtuale Più Compagnia + 12 VR

 
Signa. Al via a ottobre i lavori di riasfaltatura di via Roma
22/09/2020
Comprenderanno l’intero tratto dal sottopasso a via Santelli e da via Santelli a p.zza Pratelli

Partiranno ad ottobre i lavori della riasfaltatura di via Roma che comprenderanno l’intero tratto dal sottopasso a via Santelli e da via Santelli a p.zza Pratelli. Da qualche settimana infatti sono in corso i lavori per la posa della fibra ottica FTTH sul territorio comunale grazie all’accordo che il Comune di Signa ha firmato con Estracom nei mesi scorsi. I lavori di posa, grazie ai quali cittadini e imprese potranno navigare ad una velocità di connessione fino a 1 Gigabit/sec, hanno coinvolto gran parte di via Roma; le tracce visibili, attualmente richiuse in maniera provvisoria, saranno quindi coperte definitivamente grazie all’asfaltatura di ottobre che sarà svolta direttamente da Estracom. L’Amministrazione Comunale, che lo scorso luglio aveva già previsto in bilancio lo stanziamento di fondi per questo intervento, contribuirà all’operazione prevedendo l’estensione dei lavori di asfaltatura su maggiori tratti del territorio comunale con interventi che possibilmente contribuiscano all’abbattimento acustico di via Roma. L’intervento ha l’obiettivo di garantire la sicurezza del tratto interessato e migliorare la viabilità di via Roma e delle vie limitrofe.

 
Gli Etruschi a Fiesole. Dall’alba al tramonto
22/09/2020
27 settembre 2020: Giornata degli Etruschi

Nell'ambito delle celebrazioni per la Giornata degli Etruschi, domenica 27 settembre il Comune di Fiesole organizza nei Musei di Fiesole, con la compartecipazione del Consiglio della Regione Toscana, un'intera giornata di attività per tutti! Gli Etruschi a Fiesole. Dall'alba al tramonto è, infatti, un'occasione unica per conoscere i vari aspetti di una cultura affascinante, le cui tracce sono ancora visibili in tutta la città. Fiesole, attraverso le testimonianze che ancora conserva, sarà la narratrice di un racconto che non riguarda solo il suo territorio, ma che tocca molti dei temi più importanti della civiltà etrusca. Passeggiate in città immerse in insolite atmosfere, laboratori per bambini, visite guidate e attività a tema saranno solo il mezzo per avvicinarci alla cultura etrusca. Tutte le attività sono gratuite, ma, per garantire il rispetto delle norme anticovid, è necessaria la prenotazione. PROGRAMMA COMPLETO: · Gli Etruschi e Fiesole agli albori Ore 6:15 – 8:30 | passeggiata in città all'alba Una passeggiata all’alba permetterà di apprezzare la città nel momento in cui si sta svegliando. Immersi in un’atmosfera insolita, scopriremo le origini degli Etruschi e di Fiesole etrusca ed apprezzeremo sotto una nuova luce i monumenti archeologici presenti in città. Per tutti | Ritrovo ore 6:15 all’ingresso dei Musei di Fiesole (Via Portigiani 1). Oltre la morte: culti e riti nella Fiesole etrusca Ore 9:30 – 10:30 | visita guidata Area e Museo Archeologico conservano numerose tracce del forte rapporto degli Etruschi con il mondo dell’Aldilà; il tempio, i bronzetti votivi e le stele fiesolane sono solo alcuni dei reperti che vedremo durante la visita guidata e che ci raccontano l’importanza dei culti e dei riti etruschi. Per tutti Non solo pietre: forme e significati delle stele fiesolane Ore 10:30 – 12:30 | laboratorio di argilla Tra i reperti etruschi più importanti per il territorio fiesolano troviamo senz’altro le pietre fiesolane. In questo laboratorio per famiglie, conosceremo le forme e i significati di questi particolari oggetti e ciascuno potrà produrre una stele unica e speciale da portare a casa! Per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni Conoscere il destino. La divinazione nella cultura etrusca e non solo Ore 11:30 – 12:30 | visita guidata Insieme ai mediatori del progetto AMIR ci avvicineremo alla divinazione, ovvero l’insieme di pratiche che permettono di interpretare la natura per conoscere il destino. Partendo dal tempio etrusco e dalle pratiche antiche, arriveremo a scoprire tradizioni ancora in uso nel mondo. Per tutti Possibilità di pranzo con alcune pietanze etrusche presso il bar del Teatro Romano Donne etrusche…non soltanto bellezza Ore 15:00 – 16:00 | visita guidata Come vestivano le donne etrusche? Cosa usavano per farsi belle? Potevano partecipare ai banchetti? Sapevano scrivere? Queste e molte altre domande troveranno risposta con questa visita guidata, che ricostruisce il ruolo della donna nella società etrusca tramite i reperti del Museo Archeologico. Per tutti Risplendere di bellezza con oro e ornamenti etruschi Ore 15:30 – 17:30 | laboratorio di incisione In questo laboratorio, le famiglie potranno scoprire come gli Etruschi (uomini e donne!) si dedicavano alla cura del corpo e alla bellezza. Sotto un’abile guida, riprodurremo insieme ornamenti e gioielli etruschi da portare a casa! Per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni Aromi e sapori della cucina etrusca Ore 16:00 – 17:30 | attività a tema Profumi e sapori antichi torneranno a rivivere grazie a questa speciale attività. Con l’aiuto del gusto e dell’olfatto, riscopriremo gli odori tipici della cucina etrusca e avremo così un piccolo ‘assaggio’ di quelli che erano i gusti degli Etruschi. Per tutti, particolarmente consigliata alle persone non vedenti e ipovedenti Fiesole al tramonto…degli Etruschi Ore 18:00 – 20:00 | passeggiata in città al tramonto Una passeggiata in uno dei momenti più suggestivi della giornata ci farà riflettere sulla fine della civiltà etrusca e sulla trasformazione di Fiesole da città etrusca a città romana. I monumenti archeologici della città, illuminati ora da una luce crepuscolare, si riempiranno di nuovi significati. Per tutti | Ritrovo ore 18:00 in piazza Mino, davanti al Palazzo Comunale. Se non diversamente indicato nel programma, le attività si svolgono presso l'Area e il Museo Archeologico di Fiesole, via Portigiani 1. Si raccomandano abbigliamento comodo e mascherina. Per informazioni e prenotazioni: tel. 055 5961293 - e-mail: infomusei@comune.fiesole.fi.it

 
Centro Pecci. Attraverso la mostra "The Missing Planet" con Max Collini
22/09/2020
Giovedì 24 settembre 2020 ore 18:30 occasione imperdibile per visitare la mostra accompagnati da Max Collini, voce e autore degli Offlaga Disco Pax, collettivo di culto della scena musicale indipendente italiana

Giovedì 24 settembre 2020 alle ore 18.30 il Centro Pecci di Prato offre un'occasione imperdibile per visitare la mostra The Missing Planet accompagnati da un ospite d’eccezione: Max Collini, voce e autore degli Offlaga Disco Pax, collettivo di culto della scena musicale indipendente italiana, incontrerà il pubblico e lo guiderà insieme al curatore Stefano Pezzato attraverso le opere esposte. La mostra, che termina domenica 27 settembre, è dedicata alle ricerche artistiche sviluppate nelle ex repubbliche sovietiche e intitolata alla scomparsa o piuttosto alla perdita del cosiddetto "Pianeta Rosso" oltre trent'anni dopo la caduta del muro di Berlino, in un momento in cui le "stelle" del capitalismo si muovono liberamente lungo le proprie orbite, senza più pressioni o attriti con corpi "alieni" come l'ideologia comunista o socialista. Max Collini è stato invitato in qualità di testimone e interprete originale del passaggio epocale dalla guerra fredda al mondo globale. Insieme al curatore della mostra Stefano Pezzato affronterà alcuni dei più significativi lavori in mostra, tra utopia e memoria, dove fantasmi e realtà cercano di fare i conti con le "rovine del futuro". Nell’intento di agire sul tempo, ma anche "contro" di esso, in favore di ciò che deve ancora accadere, tra metafora e realtà, la mostra e l'incontro con il musicista reggiano propongono un immaginario cosmico e utopistico che ha accompagnato l'epopea dell’Unione Sovietica. Ingresso libero con prenotazione su centropecci.it/eventi MAX COLLINI Max Collini (all'anagrafe Massimiliano, classe 1967) è stato per circa undici anni la voce narrante e l'autore dei testi degli Offlaga Disco Pax, collettivo neosensibilista di Reggio Emilia in cui ha militato dalla sua fondazione avvenuta nel 2003 fino allo scioglimento, seguito alla dolorosa scomparsa di Enrico Fontanelli nel 2014. Con gli ODP ha pubblicato tre album, tra cui il pluripremiato esordio "Socialismo Tascabile", uscito nel 2005 - tra i dischi più influenti della scena indipendente italiana degli anni zero - e collezionato oltre quattrocento concerti. Dopo la fine dell'esperienza con gli Offlaga Disco Pax ha iniziato a collaborare continuativamente con Jukka Reverberi dei Giardini di Mirò nel duo " Spartiti", di cui è uscito un album nel 2016 ( Austerità) e un Ep nel 2017 ( Servizio d'ordine). Ha partecipato in questi anni, sempre come ospite, a diversi concerti del tour per i trent'anni di Ortodossia dei Cccp con Massimo Zamboni e ai concerti dedicati ai 25 anni di Epica Etica Etnica Pathos dei post-CSI ed è stato uno dei protagonisti dello spettacolo teatrale/musicale I SOVIET + L'ELETTRICITA'. Attualmente Max è in tour con un nuovo spettacolo intitolato "Max Collini legge l'indie", dove reinterpreta alla sua maniera la nuova scena musicale italiana dell'ultimo decennio. Collini da anni sta pensando di scrivere un romanzo, ma ancora non se ne è saputo niente.

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso