MET



Notizie

Newsletter di Met
Newsletter n°407/ 2020
Firenze. Stadio Franchi, consegnata al Comune la relazione dell'Università
23/09/2020
L’ateneo ha svolto un programma pluriennale di monitoraggi su incarichi dell'amministrazione dal 2016 ad oggi

È stata consegnata la relazione dell’Università di Firenze sullo stadio Franchi commissionata dal Comune di Firenze su volontà del sindaco. L’ateneo ha svolto un programma pluriennale di monitoraggi su incarichi dell'amministrazione dal 2016 ad oggi. Dopo la delibera dell’11 agosto 2020 sulla riqualificazione dell’area di Campo di Marte, il sindaco ha chiesto una relazione dettagliata sulla situazione dello stadio sia dal punto di vista della vulnerabilità sismica sia dal punto di vista delle condizioni statiche. Dalla relazione dell’Università di Firenze emerge l’urgenza di fare alcuni interventi che il Comune farà in tempi rapidi per un importo totale di circa 800mila euro. “Dallo studio emerge che lo stadio ha bisogno di continui interventi per la sicurezza – ha sottolineato il sindaco Dario Nardella – è una struttura di 90 anni in cemento armato sulla quale il Comune ha investito, negli ultimi dieci anni, 600mila euro all'anno per consentirne la fruzione. Se dobbiamo però immaginare il Franchi per i prossimi 90 anni non possiamo più permetterci di andare avanti così. Come suggerisce lo stesso studio dell'Università di Firenze per una soluzione definitiva sulla sicurezza e sulla stabilità dello stadio occorre un intervento straordinario e profondo”. “Questa relazione – ha aggiunto l'assessore allo sport Cosimo Guccione – incoraggia fortemente il progetto di restyling per avere un nuovo stadio Franchi. Non è in gioco soltanto il tema di rendere lo stadio funzionale ma quello di farlo diventare più sicuro per i prossimi anni. Ciò non significa che fino ad oggi non si sia utilizzato lo stadio in sicurezza, anzi, tutte le partite sono sempre state autorizzate. Per il futuro è evidente che non si può continuare in questo modo, sarà necessaria un’opera straordinaria”. "La relazione che abbiamo commissionato è molto chiara – ha concluso l'assessore Guccione – vanno eseguiti lavori estremamente costosi e impattanti. Noi faremo intanto spese immediate per 800mila euro per interventi non rinviabili.

 
Stadio, l'Ordine degli Architetti: “Il sindaco riporti ordine e ribadisca l'impegno perché il Franchi non venga distrutto”
23/09/2020
“Preferiamo non commentare nemmeno le dichiarazioni di Commisso, vogliamo però ricordare a Nardella quanto da lui stesso affermato e siamo certi che il Comune manterrà ferma la sua posizione. Si ripropone comunque la questione di Campo di Marte: la nostra proposta rimane quella di fare un concorso internazionale”

“Abbiamo letto le dichiarazioni del presidente della Fiorentina Commisso sul Franchi, che preferiamo non commentare nemmeno. Vogliamo però ricordare al sindaco Nardella quanto da lui stesso dichiarato nelle scorse settimane, riportato anche dalla stampa, quando sosteneva che 'credo che nessuno, nemmeno i tifosi, voglia che il Franchi venga completamente raso al suolo. Questo è un impegno che mi sento assolutamente di prendere perché ogniqualvolta sono emerse proposte, idee, progetti da parte della Fiorentina sullo stadio, non ho mai sentito parlare di distruzione o devastazione del Franchi'. Siamo quindi certi che il Comune di Firenze manterrà ferma la sua posizione e vorrà riportare ordine dopo le ultime affermazioni di Commisso, in cui si parla invece di 'distruggere e rifare da capo'”. È quanto sostiene l'Ordine degli Architetti di Firenze, che ormai da tempo, nel lungo dibattito che si è sviluppato in città sullo stadio, si è detto favorevole al restauro del Franchi, nella virtuosa direzione del recupero di un bene nel segno della riqualificazione che ne attualizzi l’uso alle esigenze contemporanee, ma che ha già ampiamente espresso le proprie perplessità riguardo al testo di un emendamento “che genererà certamente lunghi contenziosi legali: il testo, così come è stato approvato, rende impossibile un percorso amministrativo chiaro e fluido, ma soprattutto obbliga il proprietario (in questo caso il Comune) ad assumersi la responsabilità del risultato finale”, viene spiegato. “In ogni caso, in attesa che il sindaco ribadisca l'impegno preso e di conoscere quello che vorrà fare la proprietà della Fiorentina, se abbandonare la 'strategia della ruspa' per indirizzare magari le proprie scelte su terreni incolti nei quali la ruspa non serve perché non c'è niente da demolire, si ripropone comunque la questione di Campo di Marte e il Comune dovrà finalmente decidere cosa fare. La nostra proposta rimane la stessa: si faccia un concorso internazionale e il Comune di Firenze, proprietario dello stadio Franchi, dimostri che si può fare un ottimo progetto per uno stadio all'avanguardia e sicuro, nel quale i calcinacci siano solo un lontano ricordo”, conclude l'Ordine degli Architetti di Firenze.

 
Toscana. Coronavirus: 90 nuovi casi, 1 decesso, 93 guarigioni
23/09/2020
Dall’inizio dell’epidemia sono stati eseguiti 694.204 tamponi, 7.502 in più rispetto a ieri

In Toscana sono 14.060 i casi di positività al Coronavirus, 90 in più rispetto a ieri (36 identificati in corso di tracciamento e 54 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 90 casi odierni è di 41 anni circa (il 24% ha meno di 26 anni, il 20% tra 26 e 40 anni, il 46% tra 41 e 65 anni, il 10% ha più di 65 anni) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 70% è risultato asintomatico, il 18% pauci-sintomatico. Delle 90 positività odierne, 6 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero. 1 caso è ricollegabile a rientri da altre regioni italiane (Sardegna). Il 51% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso. I guariti crescono dell’1% e raggiungono quota 9.853 (70,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 694.204, 7.502 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 3.054, -0,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 121 (2 in più rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 80 anni, a Prato. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio. Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 4.097 i casi complessivi ad oggi a Firenze (19 in più rispetto a ieri), 827 a Prato (16 in più), 977 a Pistoia (2 in più), 1.492 a Massa (1 in più), 1.752 a Lucca (7 in più), 1.418 a Pisa (24 in più), 688 a Livorno (2 in più), 1.095 ad Arezzo (10 in più), 587 a Siena (5 in più), 581 a Grosseto (4 in più). Sono 546 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 37, quindi, i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 34 nella Nord Ovest, 19 nella Sud est. La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 377 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 499 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 766 casi x100.000 abitanti, Lucca con 452, Firenze con 405, la più bassa Livorno con 205. Complessivamente, 2.933 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (6 in meno rispetto a ieri, meno 0,2%). Sono 5.721 (254 in più rispetto a ieri, più 4,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 1.787, Nord Ovest 2.930, Sud Est 1.004). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 121 (2 in più rispetto a ieri, più 1,7%), 24 in terapia intensiva (3 in più rispetto a ieri, più 14,3%). Le persone complessivamente guarite sono 9.853 (93 in più rispetto a ieri, più 1%): 225 persone clinicamente guarite (4 in più rispetto a ieri, più 1,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 9.628 (89 in più rispetto a ieri, più 0,9%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo. Oggi si registra 1 nuovo decesso: un uomo di 80 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Prato. Sono 1.153 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 418 a Firenze, 54 a Prato, 81 a Pistoia, 177 a Massa Carrara, 148 a Lucca, 93 a Pisa, 65 a Livorno, 51 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,9 x100.000 residenti contro il 59,2 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (90,8 x100.000), Firenze (41,3 x100.000) e Lucca (38,2 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000). Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità all’indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

 
CCI Italy di Montelupo, la Regione incontra sindacati e azienda
23/09/2020
Insieme al sindaco l'Unità di crisi per scongiurare il trasferimento di 21 lavoratori

I problemi della CCI Italy, azienda del settore Oil&Gas con sede a Montelupo fiorentino, sono stati al centro dell'incontro promosso, su richiesta delle rganizzazioni sindacali e delle rappresentanze aziendali dei lavoratori, dall'Unità di crisi della Regione. All'incontro, che si è svolto in videoconferenza, hanno partecipato il sindaco di Montelupo Paolo Masetti, le organizzazioni sindacali di categoria, la Rsu e i rappresentanti dell'azienda. Le organizzazioni sindacali hanno manifestato la loro contrarietà alla decisione dell'azienda di trasferire, nel giro di poche settimane i 21 dipendenti della sede di Montelupo nello stabilimento di Bergamo. Raccogliendo la preoccupazione dei sindacati, Regione e Comune hanno chiesto con forza di ripensare alla decisione di trasferimento, che non appare giustificata da valide motivazioni. L'azienda ha però ribadito la volontà di procedere con il trasferimento, rifiutandosi anche di considerare la possibilità di mettere in atto forme di sostegno per i lavoratori o il ricorso a forme di home working. L'incontro si è concluso quindi senza alcuna apertura al confronto da parte ell'azienda e con un forte invito, rivolto ai rappresentanti dell'azienda dalle istituzioni, di riconsiderare ulteriormente la decisione ed evitare così un impatto sociale ed economico negativo per la regione e il territorio.

 
Firenze. Sharing mobility, individuati i gestori del servizio di auto, scooter e monopattini
23/09/2020
I cinque operatori hanno 90 giorni per mettere l’intera flotta in strada

Cinque le domande accolte, sette quelle non accolte per esaurimento del contingente previsto dall’avviso pubblico e una non ammessa per mancanza di documentazione. È questo il risultato del lavoro della commissione tecnica nominata per valutare le manifestazioni di interesse arrivate agli uffici della Direzione Mobilità dopo la pubblicazione del bando per i servizi a flusso libero di auto, scooter e monopattini. “A breve partirà un servizio integrato che potenzia la mobilità in città con mezzi elettrici grazie all’arrivo degli scooter a batteria e la mobilità ‘dolce’ con i monopattini – dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti –.. E presto sarà pubblicato il bando per il bike sharing che, oltre alle normali biciclette, prevederà anche una flotta di e-bike e di monopattini elettrici andando così a completare l’offerta dei mezzi in condivisione”. Per quanto riguarda gli operatori autorizzati si tratta di Adduma Car che ha confermato il suo interesse per il car sharing fiorentino con 120 auto (40 elettriche e 80 euro 6) aggiungendo 50 scooter e 300 monopattini sempre a batteria. Poi ci sono le new entry: Bit Mobility e Reby Italia con 200 veicoli per lo scooter sharing e 300 per il servizio dei monopattini ciascuno; RTI Helbiz Italia/MiMOTO con 100 scooter e RTI Bird Rides Italy/Smartventure con 50 scooter. Gli operatori hanno 90 giorni di tempo per mettere in strada l’intera flotta, anche con immissioni a step successivi

 
Venerdì la seconda puntata dell’operazione “rastrelliere pulite” nel Quartiere 2
24/09/2020
Attenzione ai cartelli di avviso: per i mezzi funzionanti scatta da rimozione. A ottobre sarà la volta del Quartiere 5

Venerdì è in programma la seconda puntata dell’operazione “rastrelliere pulite” nel Quartiere 2. Si tratta degli interventi di pulizia e piccola manutenzione delle rastrelliere cittadine organizzati dall’assessorato alla Mobilità in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente e il coinvolgimento operativo di Polizia Municipale, personale di Avr e di Alia. Saranno interessate le rastrelliere di via Piagentina/largo San Giovanni Bosco, via Quintino Sella (con spostamento dal numero civico 7/R al civico 3), via Quintino Sella 39 e 44, via del Mezzetta 2, via Capodimondo 74, via Gabriele D’Annunzio fronte numero civico 7/A, via Ramazzini 27, via Rondinella (con spostamento dal numero civico 17/R al civico 18), viale Verga 47, viale Duse 25 e 5, via Domenico Maria Manni 47. Si ricorda di spostare le biciclette: gli avvisi saranno collocati sul posto in anticipo e si raccomanda di prestare attenzione alla segnaletica. Si ricorda che in caso di rimozione di un mezzo funzionante, il proprietario può recarsi per il recupero alla depositeria di via Allende dove gli viene contestato un verbale da 43 euro. Ad ottobre sarà la volta del Quartiere 5. (mf)

 
Scandicci. Scuole, inizio servizio mense nelle primarie e nelle materne slitta al 5 ottobre per mancanza personale statale
23/09/2020
Gli uffici della Pubblica istruzione del Comune assieme alle dirigenze scolastiche dei tre Istituti comprensivi hanno già predisposto tutte le misure per la ripartenza delle mense scolastiche nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid già a partire dalla prima settimana di settembre

Slitta a lunedì 5 ottobre – in ritardo di una settimana rispetto alla prima data comunicata – il servizio mensa nelle scuole primarie e d’infanzia statali di Scandicci, mentre nei nidi e nelle materne comunali all’interno dei servizi 1-6 anni il servizio è già partito rispettivamente nelle date dell’8 e del 14 settembre. Le tre dirigenti scolastiche cittadine hanno comunicato l’impossibilità per gli Istituti comprensivi di organizzare l’avvio del servizio per la data fissata inizialmente, ovvero il 28 settembre, in quanto al 23.9 non è stato ancora nominato il personale del corpo docente, il personale Ata e il il personale di sostegno. Ricordiamo che gli uffici della Pubblica istruzione del Comune assieme alle dirigenze scolastiche dei tre Istituti comprensivi hanno già predisposto tutte le misure per la ripartenza delle mense scolastiche nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid già a partire dalla prima settimana di settembre.

 
Sei nuove corse scolastiche per gli studenti di Barberino Tavarnelle e San Casciano
23/09/2020
Su richiesta delle amministrazioni comunali si potenzia il servizio Tpl nei territori del Chianti e della Valdelsa per rispondere alle esigenze degli studenti

Sei nuove corse sono state attivate in Valdipesa e Valdelsa per consentire agli studenti di recarsi nelle aree fiorentine in base ai diversi orari di ingresso e uscita delle rispettive scuole. Sono i rinforzi del servizio di Trasporto pubblico Locale che i Comuni di Barberino Tavarnelle e San Casciano in Val di Pesa hanno richiesto e ottenuto dalla Città Metropolitana in virtù della stretta collaborazione che le amministrazioni comunali hanno attivato con l’ente fiorentino e il consigliere delegato, Francesco Casini. “Non solo sono state ripristinate tutte le corse dello scorso anno – dichiarano le assessore alla Mobilità Serena Fedi ed Elisabetta Masti - ma abbiamo potuto contare su due nuovi veicoli di supporto, autobus in aggiunta che garantiscono un utilizzo corretto del mezzo, di cui su indicazioni del Ministero è fruibile l’80 per cento della capienza massima, e una corretta applicazione delle norme antiCovid, soprattutto per le corse che registrano una maggiore affluenza da parte degli utenti. Il dato più rilevante è il potenziamento di 6 nuove corse attivate nelle settimane scorso per andare incontro alle esigenze del pendolarismo scolastico e alla complessa organizzazione delle entrate scaglionate stabilite dalle scuole”. Gli orari delle nuove corse sono passibili di variazioni in quanto adeguati alla forma provvisoria degli orari scolastici che potranno poi passare ad una forma definitiva. “Invitiamo gli studenti – aggiungono le assessore - a compilare il questionario in visione dell’orario definitivo delle scuole per conoscere gli spostamenti degli studenti da casa agli istituti e le modalità per effettuarli”. Il questionario può essere compilato dagli studenti all’indirizzo web https://cittametropolitanafirenze.055055.it/wfol/questionario-spostamento-casa-scuola-casa-istituti-superiori. I Comuni precisano il dettaglio delle corse aggiuntive. Sono state introdotte due corse la mattina di cui una in partenza da Barberino Val d’Elsa, l’altra in partenza da Montespertoli, con fermate a Cerbaia, dirette al Liceo – Istituto Tecnico Russel Newton e all’Itis Meucci di Scandicci. Altre due sono state attivate per il ritorno da Firenze passando per San Bartolo a Cintoia, dirette a San Casciano e Barberino. La quinta corsa in partenza da Barberino, transita da Tavarnelle e San Casciano per raggiungere piazza della Libertà a Firenze. La sesta corsa, attivata per il ritorno, parte da viale Matteotti, a Firenze, e fa capolinea a Barberino dopo essersi fermata a San Casciano e Tavarnelle. Le amministrazioni comunali, pur restando a disposizione dei cittadini per eventuali richieste di informazione e segnalazioni, indicano recapiti e contatti utili del servizio di competenza della Città Metropolitana di Firenze: 800570530 numero verde, email: numeroverdetpl@regione.toscana.it, 800373760 numero verde Busitalia, email: clienti.firenze@fsbusitalia.it, 0552760697 numero Osservatorio TPL della Città Metropolitana di Firenze, email: osservatorio.trasporti@cittametropolitana.fi.it.

 
45° Bacco Artigiano. Nel prossimo fine settimana torna la festa del vino nel rispetto di tutte le normative di sicurezza
24/09/2020
Sabato 26 il consueto appuntamento con “L’Offerta del Vino del Contado alla Signoria di Firenze”

A Rufina il 26 e 27 settembre si festeggia il vino ed i prodotti tipici in tutta sicurezza e sabato 26, in forma rivisitata, si terrà “L’Offerta del Vino del Contado alla Signoria di Firenze”. Nel prossimo week-end si celebra il Bacco Artigiano giunto alla sua 45° edizione. Si tratta di una manifestazione ridotta e riorganizzata, ma per questo motivo ancora di più incentrata sull’indiscusso protagonista: il vino del Consorzio Chianti Rufina. “A Firenze – ricorda l’assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci – siamo abituati a chiamare il Bacco Artigiano il “Carro Matto”. Perché tutti rimangono meravigliati nel vedere questo magnifico carro, trainato dai buoi, con tanti fiaschi di vino impagliati da artigiani e volontari di Rufina che attraversa il centro storico della città per poi andare a consegnare simbolicamente i fiaschi alle autorità cittadine. E’ la rievocazione storica dell’offerta del vino dal contado alla Signoria. E’ diventato, negli anni, una straordinaria occasione d’incontro tra il Comune di Firenze e quello di Rufina, un incontro tra il corteo storico della Repubblica fiorentina ed il corteo di Rufina. E’, tra l’altro, l’unica manifestazione dove il saluto alla voce si conclude con un ‘Viva Fiorenza e Rufina’ a dimostrazione del forte legame esistente. E’ bello riprendere il calendario delle tradizioni popolari, in sicurezza”. “Dopo essere già usciti in occasione dell’evento Ferrari prima in piazza della Signoria con i bandierai, e poi al Mugello, il Calcio Storico Fiorentino torna in piazza per questa bella iniziativa che si ripete da anni. Il Bacco Artigiano – aggiunge il presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi – è una grande manifestazione alla quale partecipiamo col corteo della Repubblica Fiorentina nonostante i problemi del periodo”. “Siamo consapevoli che sarà un Bacco, per forza di cose, molto diverso da quelli passati – afferma il Sindaco di Rufina Vito Maida – ma quello che vogliamo dare è un segnale ed è quello che l’amministrazione supporta e sostiene tutti perché insieme tutta la nostra comunità deve ripartire e lo deve fare grazie ad uno dei prodotti più prestigiosi del territorio: il vino Chianti Rufina, il nostro orgoglio che ci ha fatto conoscere in tutto il mondo. Siamo voluti anche tornare a Firenze per la nostra sfilata, sarà un po’ diversa perché a causa del Covid i nostri artigiani non hanno potuto realizzare il consueto Carro Matto, ci sarà invece la ‘Cesta del Bacco’ uno speciale e grande fiasco”. Il programma della due giorni prevede dall’alba al tramonto in piazza Umberto I sabato e domenica il “Mercatino di Bacco”, mostra di antiquariato, mode, oggettistica varia e opera di ingegno, ed in entrambi i giorni intrattenimento musicale. Il pomeriggio di sabato e domenica dalle 15,30 alle 18 nel salone centrale di villa Poggio Reale ci sarà “Bacco in Villa” ciclo di degustazioni guidate del Vino Chianti Rufina a cura del Consorzio. Le degustazioni saranno solo su prenotazione (contattare direttamente il consorzio eventi@chiantirufina.it) nel rispetto del necessario distanziamento. Sabato in una nuova veste si ripropone a Firenze “L’offerta del Vino del Contado alla Signoria di Firenze” evento con la regia di Filippo Giovanelli. L’appuntamento è alle 15,30 con il corteo della Repubblica Fiorentina e il Corteo della Vite e del Vino di Rufina partiranno dal Palagio di Parte Guelfa e attraverseranno via Calimala, via Roma e piazza San Giovanni. A capo del corteo “La Cesta del Bacco” un grande fiasco con alla base decine di altri fiaschi di vino, realizzato dai ragazzi del Comitato per il Carro Matto. Il vino sarà benedetto sul sagrato del Duomo, poi la carovana passerà per via Calzaioli e arriverà alla Chiesa di San Carlo dei Lombardi per l’offerta di un’ampolla. Infine, in piazza Signoria, dove si ritorna dopo due anni, ci sarà l’offerta del vino della Cesta del Bacco alla Signoria di Firenze rappresentata dal Sindaco Dario Nardella. La storia di questa manifestazione parte da molto lontano. Sull’Arengario di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria, il Sindaco della comunità di Rufina, offriva alla città di Firenze il vino del Chianti insieme alle chiavi della “Contea di Turicchi”. Un tradizionale carro sormontato da una piramide di 1500 fiaschi pieni di Chianti, trainato dai tipici “bovi” di razza Chianina, storicamente ritratto nelle più belle foto storiche dei Fratelli Alinari. Il “Carro Matto” (che quest’anno si presenterà in dimensioni ridotte), così è stato battezzato, è un’opera di eccezionale maestria costruttiva dei maestri vignaioli della Val di Sieve adesso riuniti nel Comitato per il Carro Matto di Rufina. I “Fiaschi”, tipici contenitori in vetro di aspetto panciuto e rivestiti di paglia, vengono impilati in una piramide ed intrecciati con paglia e legamenti naturali in modo da contenersi l’un l’altro. Un geniale sistema di trasporto che permetteva al carro di trasportare grandi quantità di vino dal contado alla città. (s.spa.) Per consultare il programma integrale www.comune.rufina.fi.it. Altre info nelle pagine Facebook del Comune di Rufina e del Consorzio Chianti Rufina.

 
Corri la vita, presentata la XVIII edizione. Nardella: “Anno speciale. Felice che gli organizzatori abbiano trovato il sistema per organizzarla”
23/09/2020
Arturo Galansino starter e Myrta Merlino madrina della manifestazione

Sarà Arturo Galansino, direttore della Fondazione Palazzo Strozzi, con il sindaco Dario Nardella a dare il via domenica, 27 settembre, alla XVIII edizione di Corri la vita. Madrina d’eccezione di questa speciale edizione, che promuove la raccolta di fondi per progetti dedicati alla prevenzione e cura del tumore al seno, è la giornalista Myrta Merlino. Quest’anno non ci sarà la tradizionale corsa cittadina lungo percorsi prestabiliti, ma verrà promosso lo sport individuale da svolgere all’aria aperta in compagnia di amici e famigliari, con i testimonial di Corri la vita che si collegheranno nell’arco della intera giornata con dirette social, attraverso i canali ufficiali dell’evento (Facebook e Instagram ore 9.30, 12, 15, 18), che vedranno la partecipazione di moltissimi ospiti, tra cui l’attore Maurizio Lombardi, protagonista del video promozionale 2020, la cantante LuColombo con la sua chitarra,il professore Stefano Mancuso, la attrice Serra Yilmaz, lo scrittore Marco Vichi, l’atleta Leonardo Fabbri e l’attore Luca Calvani che condurrà le dirette con Eva Edili di Lady Radio. La mattina sarà principalmente dedicata all’attività fisica, partendo alle 9.30 con il riscaldamento in streaming svolto dagli insegnanti della palestra Wellness Firenze Marathon che prepareranno gli amici di Corri la vita più sportivi alla ‘social run’ a distanza. Alle 12 le premiazioni: Agnese Pini, direttore de La Nazione, per il contest “La Vetrina più bella per Corri la vita”, scelta dal Maestro Pier Luigi Pizzi per il premio Speciale del Comitato organizzatore; Sara Pagliai per il“Premio ERASMUS/Indire”, nonché la premiazione della nuova “Staffetta delle botteghe”. Grazie alla collaborazione con l’associazione Città Nascosta, spazio alla cultura: la manifestazione dà infatti la possibilità nell’arco dell’intera giornata di visitare gratuitamente più di 55 mete culturali - a Firenze e in gran parte della Toscana - semplicemente indossando la maglietta ufficiale di Corri la vita 2020: chi si è già prenotato sul sito nelle scorse settimane avrà l’accesso. “Corri la vita è arrivata alla diciottesima edizione e festeggia il compleanno della maturità - ha detto il sindaco Dario Nardella, che ha partecipato alla presentazione a Palazzo Vecchio della manifestazione insieme all’assessore allo Sport Cosimo Guccione -. È un anno speciale e sono felice che gli organizzatori abbiano trovato, con tenacia e creatività, il sistema per organizzare comunque questa edizione nel periodo dell’emergenza Covid, tenendo conto di tutte le limitazioni per ridurre il contagio”. “Quella di domenica prossima sarà un’edizione che ha una buona dose di virtualità - ha continuato il sindaco -, ma nonostante questo rimane sempre un momento straordinario di interazione sociale e culturale. Corri la vita non è solo un evento sportivo, culturale e di solidarietà, ma è tutte queste cose insieme”. “Contro ogni previsione, anche nell’anno più difficile per il nostro paese e per il mondo intero, grazie all’impegno di tanti amici - spiega Bona Frescobaldi, presidente dell’Associazione Corri la vita onlus - abbiamo organizzato un evento dove ogni nostro singolo sostenitore è un “vincitore”. Abbiamo rinunciato alla tradizionale corsa per le strade di Firenze per salvaguardare la nostra salute, ma non rinunceremo mai alla voglia di creare una rete di solidarietà fatta di persone generose e attente, che vogliono testimoniare la propria vicinanza nei fatti - e con entusiasmo - a chi lotta contro questa tremenda malattia”. Mete culturali gratuite per chi indossa la maglietta ufficiale di Corri la vita 2020: Firenze: Carro del Fuoco, Cimitero agli Allori, Cimitero degli Inglesi, Cimitero delle Porte Sante, Complesso Monumentale di Santa Croce, Complesso Monumentale di Santa Maria Novella, Fondazione Osservatorio Ximeniano, Forte Belvedere, Giardino della Villa medicea di Castello, Il Conventino Caffè Letterario, Museo Bardini, Museo Casa di Dante, Museo degli Innocenti, Museo Galileo, Museo Gucci, Museo Novecento, Museo Salvatore Ferragamo, Museo Stibbert, Osservatorio Astrofisico di Arcetri, Palazzo Davanzati, Palazzo Medici Riccardi, Palazzo Strozzi, Villa medicea della Petraia, Sinagoga e Museo Ebraico, Gipsoteca di Porta Romana Bagno a Ripoli: Cimitero dell’Antella, Oratorio Santa Caterina delle Ruote Borgo San Lorenzo: Chini Museo & Chini Contemporary, Museo della Civilta` Contadina Casa d’Erci Calenzano: Museo del Figurino storico Cerreto Guidi: Villa medicea di Cerreto Guidi e Museo storico della Caccia e del Territorio Certaldo: Casa Boccaccio, Museo d’Arte Sacra, Palazzo Pretorio Colle Val D’Elsa: Museo San Pietro Empoli: Museo della Collegiata, Museo del Vetro Fiesole: Area archeologica, Fondazione Michelucci, Museo Bandini, Museo Civico Archelogico, Museo Primo Conti Gaiole in Chianti: Giardini del Castello di Brolio, Badia a Coltibuono Impruneta: Tesoro di Santa Maria Lastra a Signa: Museo Enrico Caruso Pistoia: Museo d’Arte Antica, Museo dello Spedale del Ceppo, Palazzo Fabbroni Poggio a Caiano: Villa Medicea Prato: Museo dell’Opera del Duomo, Museo del Tessuto, Museo Pecci, Palazzo Pretorio San Casciano Val di Pesa: Museo di Arte Sacra Giuliano Ghelli Sesto Fiorentino: Giardino di Villa Guicciardini Corsi Salviati, Tomba della Montagnola Signa: Museo della Paglia e dell’Intreccio Vicchio: Casa di Giotto, Museo Beato Angelico Vinci: Casa natale di Leonardo, Museo Leonardiano Il “testimonial grafico” di questa edizione è Agnolo Doni, mercante e mecenate fiorentino del XVI secolo ritratto superbamente da Raffaello Sanzio: l’opera, conservata nelle nuove sale della Galleria degli Uffizi dedicate a Michelangelo e Raffaello, è stata scelta in occasione del cinquecentenario della morta dell’artista. La versione 2020 della maglia firmata da Salvatore Ferragamo è verde militare ed il suo packaging è totalmente biocompostabile. Di seguito i punti dove è possibile iscriversi fino a domani, giovedì 24 settembre: LILT Firenze Viale D. Giannotti, 23 Firenze Marathon Viale Fanti, 2 L’Isolotto dello Sport Via dell’Argingrosso, 69 A/B Ottica Fontani Viale Filippo Strozzi, 18 FILE Via San Niccolò, 1 – Firenze Universo Sport Via Masaccio, 201 Universo Sport Via Sandro Pertini, 36 / Viale Guidoni Game 7 Athletics Piazza Duomo, 6/r Game 7Athletics / I Gigli Via San Quirico, 165 Mercato Centrale Piazza del Mercato Centrale Erboristeria Natura Verde Via Gioberti, 52/r In via Martelli saranno allestiti degli appositi gazebo nei giorni di venerdì 25 e sabato 26 dalle 10 alle 17, mentre domenica 27l’orario sarà dalle 10 alle 14. Aspettando Corri la vita si può sostenere la raccolta fondi nelle province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo con tante iniziative. A partire dalla spesa:fino al 27 settembre?Unicoop Firenze devolverà a Corri la vita il 5% delle vendite di frutta e verdura fresca Vivi Verde Coop (sfusa e confezionata), mentre Conad del Tirreno donerà il 10% dell’incasso delle vendite sulle linee “Sapori&Dintorni”, “Verso Natura”, “Alimentum” e “Piacersi”, oltre alle linee Bio, Veg, Equo ed Eco. Inoltre, nei giorni 25, 26 e 27 settembre, il ristorante di Firenze Obicà donerà 5 euro all’Associazione Corri la vita onlus per ogni menù “Food to Love” consumato. Nella sede di LILT in viale Giannotti è possibile anche acquistare il merchandising ufficiale e contribuire ulteriormente alle donazioni. Venerdì 25 e sabato 26 settembre in piazza della Repubblica sarà allestito il camper della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Firenze - dove saranno svolte visite di prevenzione melanoma totalmente gratuite e senza bisogno di ticket mentre le mammografie a cura di Ispro - Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica –saranno effettuate direttamente a Villa delle Rose: in entrambi i casi le prenotazioni sono già esaurite. I nuovi testimonial che hanno indossato la maglietta 2020 vengono dal mondo del cinema e sono Maurizio Lombardi, Astrid Meloni, Cinzia TH Torrini e Ralph Palka con Sergio Castellitto - e i tanti volti giovani del cast di “Pezzi Unici” come Anna Manuelli, Lucrezia Massari, Carolina Sala, Margherita Tiesi e Lorenzo De Moor – ma anche da quello della musica con il grande Gilberto Gil, la violoncellista Naomi Berrill, la cantante Lu Colombo che partendo dalle note della sua hit “Maracaibo” ha dedicato un nuovo pezzo proprio a Corri la vita ma anche il botanico Stefano Mancuso, l’artista iraniana Shirin Neshat, la giornalista Lucia Annunziata, la virologa Ilaria Capua, lo scrittore ed influencer Paolo Stella, l’economista Loretta Napoleoni. Oltre ai singoli donatori, tra le aziende più generose che hanno aderito all’appello di Corri la vita, quest’anno segnaliamo e ringraziamo: Salvatore Ferragamo,Erasmus+/Indire, Intesa Sanpaolo, Conad Nord Ovest, Unicoop Firenze, Fondazione CR Firenze, Devon&Devon, UniversoSport/Game7Athletics, Ristorante Frescobaldi, Eli Lilly, Beyfin, Federfarma Firenze, Findomestic Banca, Farmacie Fiorentine con Ippodromo del Visarno, Il Consorzio Il Cappello di Firenze, Cartiere Carrara, Dondino Wine Bar, Obicà, Valsoia, Angela Caputi e molti altri. Corri la vita può inoltre contare fin dalla prima edizione su alcuni partner che permettono la perfetta riuscita della manifestazione: LILT e Firenze Marathon con i loro tantissimi volontari, nonché la consulenza dell’Associazione Città Nascosta e la media partnership con Lady Radio/RDF. Si ringraziano i volontari della LILT - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Firenze Marathon, FILE e Città Nascosta; le Gallerie degli Uffizi per l’utilizzo dell’opera di Raffaello e l’artista Gianluca Gori per aver “vestito” Agnolo Doni di Raffaello con la maglietta di CORRI LA VITA; il videomaker Juri Ciani ed i fotografi Matteo Brogi e Matteo Bonan. Ogni euro donato sarà destinato come sempre ad azioni concrete per sostenere le donne che affrontano la sfida del tumore al seno: per questo è fondamentale il contributo di tutti! Nato nel 2003 per iniziativa della presidente Bona Frescobaldi e organizzato da Associazione CORRI LA VITA Onlus, l’appuntamento sportivo non competitivo ha raccolto e distribuito nelle precedenti 17 edizioni oltre 6.318.000 euro, riunendo quasi 372.300 partecipanti e consentendo un’assistenza di qualità a quasi 450.000 donne. Obiettivo della raccolta fondi 2020 garantire il sostegno ai tre progetti storici: il Ce.Ri.On. Centro Riabilitazione Oncologica ISPRO-LILT di Villa delle Rose in collaborazione con LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Firenze, SenoNetwork Italia Onlus, portale che riunisce le Breast Unit italiane e FILE Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus. Grazie ai fondi raccolti sarà finanziato ancora il Progetto EVA, promosso e messo a punto dall’Associazione CORRI LA VITA Onlus in collaborazione con LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Sezione di Firenze, per sostenere le donne malate di tumore rispetto alle problematiche legate alle conseguenze delle cure nell’intera Area Vasta Fiorentina (Firenze, Prato, Empoli, Pistoia): osteoporosi, fertilità, genetica, menopausa.

 
Aria più pulita a Firenze, gli inquinanti crollano del 20% con tramvie e mobilità sostenibile ambiente
23/09/2020
I dati sulla qualità dell’aria nell’agglomerato urbano segnano un importante calo di biossido di azoto e Pm10. L'assessore Del Re a chiusura della Settimana europea della mobilità: “Un risultato che incoraggia le politiche intraprese in questi anni”

Crolla la concentrazione di inquinanti da biossido di azoto e Pm10 a Firenze e nell’agglomerato urbano, che negli ultimi cinque anni segna un -20 % grazie alle tramvie e agli interventi per la mobilità sostenibile. È quanto emerge a chiusura della Settimana europea della mobilità dai dati estrapolati dai rapporti annuali sulla qualità dell’aria realizzati da Arpat. Sul biossido d’azoto, i dati della centralina di Signa, entrata in funzione nel 2014, confrontati con quelli del 2019 evidenziano un calo del 20%, confermati dalla centralina di Firenze-Mosse -20% e dalle riduzioni nelle altre stazioni che sono state del 13% a Settignano, del 5% a Bassi, del 14% a Gramsci e del 7% a Scandicci. Per il Pm10 i valori rilevati negli ultimi anni segnano la metà del valore limite di 40 µg/m3 (ad esempio 18 µg/m3 a Fi- Boboli e Fi - Bassi e persino la centralina di traffico di Fi – Mosse ha registrato nel 2019 una concentrazione di 21 µg/m3). Se si considerano poi gli sforamenti annuali, dal 2014 il numero non è mai stato superato né nelle centraline urbane fondo, né in quelle urbane traffico. Nel 2019 il minor numero di superamenti è stato registrato nella centralina di Boboli (quattro) e il maggior numero nella centralina UT di Viale Gramsci (13), dati anche questi ampiamente inferiori al limite di 35 giorni/anno. “Recenti studi affermano che il contagio da Covid 19 si è diffuso più velocemente nelle zone maggiormente inquinate – ha detto l'assessore all'Ambiente Cecilia Del Re a chiusura della Settimana europea della mobilità -. I dati sul miglioramento della qualità dell’aria nell’agglomerato di Firenze incoraggiano le politiche intraprese in questi anni, nonché l’importanza di continuare a lavorare su questi temi. Dalle due linee di tramvia inaugurate lo scorso anno, a quelle da realizzare, dagli investimenti sul potenziamento e raccordo delle piste ciclabili, alle centinaia di colonnine elettriche di ricarica presenti in città, al car sharing, bike sharing, taxi elettrici e alla nuova flotta di bus ibridi ed elettrici: tutti interventi che si inseriscono in una visione di città sempre più incentrata sulla sostenibilità come leva per programmare le scelte. Una città che punta a ridurre le emissioni, incrementando al tempo stesso e in modo deciso la presenza di verde, con il piano del verde che sarà al centro dello sviluppo urbanistico della città nei prossimi anni”. Il rapporto Legambiente Città MEZ 2020 di giugno scorso aveva anticipato questa tendenza collocando Firenze al quinto posto in Italia per mobilità green. La qualità dell’aria nell’agglomerato di Firenze, costituito dai comuni di Firenze, Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Scandicci, Sesto F.no, Calenzano, Lastra a Signa, Signa, è monitorata da sette stazioni di misura (una stazione sub urbana FI-Settignano, quattro stazioni urbane-fondo FI-Boboli, FI-Bassi, FI-Scandicci, FI-Signa e due stazioni urbane-traffico FI-Gramsci e FI-Mosse). Le stazioni di riferimento, rappresentative dell'esposizione media della popolazione sono quelle di tipo urbana-fondo. (sc)

 
Il Comune di Fucecchio di nuovo impegnato nella lotta agli abbandoni di rifiuti
23/09/2020
Spinelli: "Amministrazione comunale e cittadini contro l'inciviltà di coloro che abbandonano i rifiuti"

Il Comune di Fucecchio di nuovo impegnato nel contrasto agli abbandoni di rifiuti. Ieri, martedì 22 settembre, è stato segnalato da alcuni cittadini un nuovo abbandono lungo il Rio di Fucecchio, nei pressi di via della Querciola. Cittadini ben poco virtuosi non si sono affatto curati dell'ambiente lasciando sul posto moltissimi rifiuti, in gran parte videocassette. Peraltro la zona era stata pulita e bonificata da operatori di Alia nelle giornate di lunedì e martedì mattina, quindi pochissime ore prima del nuovo abbandono. Si pone ancora, dunque, il problema della mancanza di senso civico da parte di chi, ben lontano dall'interesse di preservare l'ambiente e il paese in cui vive, utilizza aree verdi come discariche. Un problema di fondo a cui il l'amministrazione comunale, grazie al servizio adottato in collaborazione con Alia, cerca di far fronte, ma la cui soluzione primaria resta sempre quella di appellarsi alla responsabilità individuale di ciascun cittadino. L'impegno del Comune di Fucecchio per le tematiche ambientali è stato recentemente ampliato con l'introduzione di due guardie ambientali e con la prosecuzione della pulizia delle banchine stradali dai rifiuti gettati dai veicoli in transito. Anche altre iniziative collaterali vengono svolte: tra queste Puliamo il Mondo (25, 26 e 27 settembre) che prevede attività di educazione ambientale nelle scuole e con le associazioni in giornate ecologiche dedicate alla pulizia di determinate aree del paese e la distribuzione, già completata, di borracce ecologiche a tutti gli alunni delle scuole di Fucecchio per ridurre il consumo di plastica. Si ricorda, inoltre, l'importanza della collaborazione dei cittadini per segnalare eventuali casi di abbandono contattando Alia ai numeri 800 888 333 (da rete fissa), 199 105 105 (da rete mobile), 0571 1969333 (da rete fissa e mobile) attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 19,30 e il sabato dalle 8,30 alle 14,30. In alternativa è possibile segnalare gli abbandoni al servizio segnalazioni del Comune di Fucecchio telefonando al numero 0571 268268 o scrivendo a segnalazioni@comune.fucecchio.fi.it.

 
Pelago: Enel rinnova impianti elettrici con progetto E-Grid 2020, domenica 27 settembre i lavori all'alba per diminuire i disagi
23/09/2020
Innovazione tecnologica per automatizzare la cabina elettrica del centro paese con benefici per la qualità del servizio elettrico; necessaria un’interruzione temporanea del servizio: grazie a bypass elettrici con circuiti di bassa tensione, quasi tutta la clientela sarà rialimentata e non subirà disagi

Proseguono in Valdisieve e nel Valdarno fiorentino gli interventi di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete ettrica di media e bassa tensione, per il potenziamento del sistema elettrico territoriale nell’ambito del Progetto E-Grid 2020 attraverso cui l’azienda elettrica sta effettuando il restyling e la digitalizzazione degli impianti con un’attenzione particolare all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità ambientale. In questo contesto, dopo i lavori svolti negli scorsi mesi a Pontassieve e Rufina, domenica 27 settembre i lavori di potenziamento riguarderanno Pelago: i tecnici dell’azienda elettrica opereranno sulla cabina elettrica del centro paese, che alimenta l’area compresa tra via Sant’Andrea, via Vittorio Emanuele, via del Madonnino, via Nenni, via Le Case, via de’ Renai fino agli incroci con via via Vallombrosana e viale Rimembranza. Le squadre operative di E-Distribuzione rinnoveranno con innovativi interruttori ed apparecchiature motorizzate l’impianto elettrico, che sarà in tal modo automatizzato e potrà essere telegestito garantendo qualità del servizio in situazioni ordinarie e tempi di rialimentazione più rapidi in caso di disservizio, grazie alla selezione automatica e all’isolamento immediato dell’eventuale tratto di rete danneggiato. Le operazioni devono svolgersi in orario giornaliero per ragioni di sicurezza e richiedono un’interruzione temporanea del servizio che E-Distribuzione ha programmato eccezionalmente di domenica per diminuire i disagi alle attività commerciali operative nei giorni feriali: venendo incontro alle richieste degli esercizi aperti anche la domenica, E-Distribuzione è riuscita inoltre a circoscrivere l’area del “fuori servizio” a pochissime utenze (molte meno rispetto a quelle indicate sui volantini già diffusi in zona per avvisare dei lavori), grazie all’attivazione di bypass elettrici con circuiti di bassa tensione che consentiranno di garantire l’approvvigionamento elettrico alla gran parte dei clienti. I lavori inizieranno alle ore 6:30 e si concluderanno entro metà mattinata. Un intervento analogo seguirà nelle prossime settimane a Rignano sull’Arno: anche in questo caso E-Distribuzione informerà i cittadini attraverso affissioni, con il dettaglio dei numeri civici coinvolti, nella zona interessata. L’Azienda raccomanda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e di non commettere imprudenze contando sull'assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di maltempo, i lavori potrebbero essere rinviati. E-Distribuzione ricorda anche che per segnalazioni e guasti è utile contattare il numero 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social facebook e twitter di E-Distribuzione nonché sul sito web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

 
Alla scoperta di ‘Firenze attraverso i giardini’, presentata la nuova guida tascabile per un viaggio a piedi nel verde cittadino
23/09/2020
Sarà distribuita gratuitamente fino a 4mila copie negli Infopoint

Un viaggio attraverso secoli e luoghi alla scoperta delle meraviglie paesaggistiche, talvolta nascoste, dei tanti giardini in città. E’ “Firenze attraverso i giardini, tutto quello che c’è da sapere sul verde in città”, una guida tascabile pensata per offrire al lettore spunti per un viaggio a piedi dentro Firenze, nello spazio e nel tempo dei suoi giardini. La guida tascabile, a cura di Anna Lambertini, è organizzata in due sezioni: Giardini di città e Itinerari. La prima raccoglie le schede descrittive di diciotto luoghi, scelti con l’intento di fare emergere la complessità del sistema fiorentino di giardini e spazi verdi di pubblica fruizione. Ai giardini storici e ai siti patrimoniali, componenti dello straordinario e consistente repertorio di beni culturali e paesaggistici di cui dispone la città, si combinano tessere di paesaggi del quotidiano di recente riconfigurazione. Il risultato è la definizione di un misurato atlante di luoghi, per documentare l’evoluzione delle idee e delle forme di giardino urbano coltivate a Firenze nel corso dei secoli, dal Quattrocento ad oggi. Nella seconda parte della Guida altre letture invogliano anche a sconfinare, a provocare incontri ravvicinati con altri luoghi e figure che hanno fatto la storia del paesaggio fiorentino. Cinque Itinerari conoscitivi, culturali, storici e geografici, invitano il lettore/esploratore a considerare con maggiore consapevolezza il sistema del paesaggio urbano fiorentino, patrimonio mondiale Unesco; a seguire in città il filo dell’Arno; a organizzare un tour dei giardini Medicei e di quelli fiesolani. E a conoscere l’opera di un indiscusso protagonista della cultura del progetto del giardino e del paesaggio del Novecento: Pietro Porcinai. “Una nuova guida per condurre cittadini e turisti alla scoperta delle tante aree verdi in città – ha detto l’assessore all’Ambiente e turismo Cecilia Del Re -, sempre più attrattive specie dopo la pandemia e l’affermarsi di un diverso tipo di turismo orientato all’outdoor e più sostenibile. Vivere all’aria aperta rappresenta infatti un modo per visitare le città in grande sicurezza e per scoprire zone della città meno conosciute. Nella fase di lancio e fino a 4mila copie, la nuova guida sarà distribuita gratuitamente presso gli Infopoint in abbinamento alla Firenze Welcome Card, la card gratuita che fino a Febbraio 2021 consentirà a chi arriva a Firenze di ottenere una serie di sconti”. “La differenza di sguardi, di attitudine narrativa e di percorsi di ricerca che si riflette nella scrittura dei vari contributi rende questo piccolo volume un elogio alla biodiversità culturale. Risorsa preziosa da coltivare, assieme ai nostri giardini. Andando per giardini, al piacere del camminare si unisce quello di conoscere luoghi dove la “natura si è fatta pensiero” e di vedere, comprendere, immaginare quali e quante idee di natura potremmo (dovremmo) coltivare, come individui e come società, nel nostro tempo e nel prossimo futuro” scrive Anna Lambertini, Curatrice della guida. “Siamo orgogliosi e anche emozionati di presentare questo bel progetto, progetto cui, insieme a noi, ha creduto fin dall’inizio la Fondazione CRF, il Presidente Salvadori, il direttore Gori e Barbara Tosti: ci hanno seguito e sostenuto con passione e competenza” sottolinea Francesca Pacini, Edizioni Edifir Firenze. “La novità di questa guida è che non è solo cartacea: inquadrando con il proprio smartphone il QR Code presente sulla pubblicazione della guida, si entra sul sito https://florencebygardens.com/ e da lì si può godere di una visita virtuale dei giardini con i video realizzati dalla Pmg. Firenze deve essere rilanciata non solo attraverso il suo patrimonio artistico e architettonico ma anche con il verde “storico” dei suoi giardini che raccontano la storia della città” dichiara Anna Santucci, Pmg Italia. La guida è un supplemento alla rivista “Architettura del Paesaggio” (Edizioni Edifir Firenze), ed alla sua costruzione hanno contribuito tredici autori/autrici, studiosi/e di arte e di storia del giardino e del paesaggio e progettisti/e, dei/delle quali undici sono socie/i di AIAPP, Associazione Italiana Architettura del Paesaggio. I video della guida sui giardini sono a cura della Pmg Italia. Un progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio. Il sito online, https://florencebygardens.com/, offre la possibilità di acquistare la guida, che viene anche distribuita gratuitamente negli Infopoint fino al numero di 4 mila copie con la Firenze Welcome card.

 
Firenze. Una cerimonia in omaggio a Giovan Pietro Vieusseux
23/09/2020
Giovedì 24 settembre, col presidente del Consiglio comunale Luca Milani

Si terrà domani, giovedì 24 settembre alle 17,30, presso il Cimitero degli Inglesi in piazzale Donatello, una cerimonia in omaggio a Giovan Pietro Vieusseux, il mercante ginevrino che fondò a Firenze il Gabinetto scientifico letterario. L’iniziativa è promossa dal Vieusseux nell’ambito delle celebrazioni per il bicentenario della fondazione e organizzata congiuntamente alla Chiesa evangelica riformata Svizzera. Sarà presente per l’amministrazione il presidente del Consiglio comunale Luca Milani. Parleranno, inoltre, Francesca Paoletti, Gloria Manghetti, Cosimo Ceccuti, Valdo Spini e Julia Bolton Holloway. (s.spa.)

 
Daniele Rustioni è il nuovo direttore artistico dell’ORT
23/09/2020
Il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione ORT si è riunito oggi ed ha ratificato il nuovo incarico. A Rustioni assegnato anche il titolo di “direttore laureato”. Martedì 29 settembre la presentazione ufficiale

Il consiglio di Amministrazione della Fondazione ORT si è riunito oggi per deliberare la nomina del nuovo direttore artistico dell’istituzione. L’organismo, presieduto dall’avv. Maurizio Fritteli, si è espresso all’unanimità indicando il nome del Maestro Daniele Rustioni. Dopo aver trascorso gli ultimi nove anni con noi, prima come direttore ospite principale e poi come direttore principale, Daniele Rustioni guiderà le future scelte artistiche dell’Orchestra della Toscana. A soli 37 anni è il più giovane direttore artistico di una ICO (Istituzione Concertistica Orchestrale) di sempre. La nomina di Rustioni garantisce una continuità con la storia quarantennale di questa istituzione, ma si propone di realizzare un progetto totalmente nuovo nel panorama italiano, con un team e delle modalità di gestione artistica completamente rinnovate. Il M° Rustioni presenterà nel dettaglio le caratteristiche della sua direzione martedì prossimo 29 settembre alle 11,30 presso il Teatro Verdi, poche ore prima dell’inaugurazione della stagione ORT da lui stesso diretta. Per sottolineare il solido e proficuo rapporto con l’Orchestra della Toscana, il CdA ha conferito al Maestro Rustioni anche il titolo di direttore laureato che era già stata valutata a giugno dall’organismo che guida la Fondazione come atto finale del lungo lavoro svolto insieme, ma non ancora ratificata. Tutti i membri del consiglio intendono esprimere gratitudine al M° Nazzareno Carusi per l’ottimo lavoro svolto in questi mesi come consigliere delegato alla direzione artistica.

 
Fotografa Certaldo e vinci un apericena per due, libro e musei
23/09/2020
#fermatiacertaldo – su Instagram il contest per ricordare un’estate speciale. Da oggi al 22 ottobre caccia alla foto più rappresentativa

Quella di quest’anno è stata per il borgo di Certaldo un’estate che non si dimenticherà facilmente. Prima la timida riapertura dopo il lockdown, tra timori e attese, poi il boom di turisti e di presenze che ha visto un luglio e agosto incredibili, con numeri di ingresso ai musei superiori addirittura al 2019. Infine gli eventi, che, nonostante la mancanza di Mercantia, si sono riaffacciati con il teatro, il cinema all’aperto, i concerti del Maggio, le mostre e i racconti dei cittadini del festival “Ci sono sempre parole” a cura del MuDEV; eventi che proseguiranno i primi di ottobre con la XXII edizione di Boccaccesca. Così, per celebrare questa estate, il cui “clima” tutti sperano prosegua anche durante l’autunno, la pagina Instagram VisitCertaldo, pagina ufficiale di promozione turistica di Comune di Certaldo e Associazione Pro Loco, lancia il contest fotografico #Fermatiacertaldo A partire da oggi e per un mese, fino al 22 ottobre, chi vorrà partecipare dovrà postare sul proprio profilo Instagram una foto caratterizzata dagli hashtag #FermatiaCertaldo e #VisitCertaldo Al termine del periodo indicato, una giuria costituita da fotografi e appassionati di fotografia decreterà lo scatto più bello. Il vincitore si aggiudicherà un apericena gentilmente offerto dal locale "La Dolce Vita", per due persone, composto da: drink, tagliere di salumi e pecorini con marmellata di cipolle, caffè, Cantuccini e Vin Santo. Oltre a ingresso gratuito nei musei e una copia del libro "Gli stemmi dei vicari di Certaldo" di Carlo Tibaldeschi (edizione Polistampa). L’iniziativa rientra nella campagna di marketing “Certaldo – Fermati e respira la Toscana” promozza dal Comune di Certaldo. Altre iniziative analoghe si annunciano poi per le prossime settimane, per promuovere Certaldo in tutta Italia grazie ad iniziative culturali ed eventi originali. Info: www.facebook.com/visitcertaldo https://www.instagram.com/visitcertaldo/

 
Bagno a Ripoli - Le note di Beethoven sotto il cielo della Villa medicea di Lilliano
23/09/2020
Sabato 26 settembre nella suggestiva location immersa nelle colline ripolesi l’omaggio al grande compositore tedesco a 250 anni dalla nascita con due musicisti di fama internazionale: il violinista Dan Zhu e il pianista Michel Dalberto. Prima del concerto, degustazione dei vini dell’azienda Malenchini. L’iniziativa patrocinata dal Comune

In occasione del 250° anniversario della nascita del grande Ludwig Van Beethoven, la Villa Medicea di Lilliano organizza un evento esclusivo con un concerto unico che vedrà protagonisti due musicisti di fama internazionale: il violinista Dan Zhu e il pianista Michel Dalberto. Sabato 26 settembre alle 18.30 le note di Beethoven risuoneranno nella bellissima villa immersa tra le colline di Bagno a Ripoli. Il concerto sarà preceduto, a partire dalle 17.00, da un cocktail di benvenuto presso la terrazza panoramica, con degustazione dei vini dell’azienda Malenchini. I due musicisti suoneranno una selezione di Sonate per violino e piano del compositore tedesco, in un Duo Recital intitolato“The Two Beethovens, a Poet and a Titan”. Questo il programma della serata: - Sonata per Violino e Piano in A minor, Op.23 (1801) I. Presto; II. Andante scherzoso,più allegretto; III. Allegro molto; - Sonata per Violino e Piano in F major, Op.24 “Spring” (1801). I. Allegro; II. Adagio molto espressivo; III. Scherzo: Allegro molto; IV. Rondo: Allegro ma non troppo; - Intervallo - Sonata per Violino e Piano in G major, Op.96 (1812). I.Allegro moderato; II. Adagio espressivo; III. Scherzo: Allegro – Trio; IV. Poco allegretto. Una performance unica e irripetibile a cui potranno accedere un massimo di 104 partecipanti, nel rispetto di un adeguato distanziamento sociale e di tutte le misure di prevenzione anti-Covid. Per informazioni scrivere a events@medicivilla.com. L’iniziativa si svolgerà con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli. Villa di Lilliano si trova in via Lilliano e Meoli, 82 nella frazione di Grassina. In allegato la locandina dell'iniziativa. Al seguente link il presskit integrale: https://drive.google.com/drive/folders/12uQ_nvFaqSw7AbHyQhAICv9pTAql4mt0 . ******* Bagno a Ripoli, 23 settembre 2020

 
Pistoia. Giornate Europee del Patrimonio: musei comunali aperti e gratuiti sabato 26 e domenica 27 settembre
23/09/2020
In programma anche una visita alla casa-studio Fernando Melani su prenotazione entro venerdì 25 settembre alle ore 13

Anche quest'anno, come di consueto, i Musei Civici di Pistoia partecipano alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), con un programma di ingressi gratuiti e una visita guidata, anch'essa gratuita, alla casa-studio Fernando Melani. Sabato 26 e domenica 27 settembre il Museo Civico d'arte antica in Palazzo Comunale, il Museo dello Spedale del Ceppo, il Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni e la mostra Io Non Sono Leggenda di Andrea Mastrovito (che sabato apre al pubblico dopo l'inaugurazione di venerdì 25) sono aperti con ingresso gratuito, sabato dalle 11 alle 19 e dalle 21.30 alle 23.30 e domenica dalle 11 alle 19. Sabato 26 settembre è possibile visitare anche la casa-studio Fernando Melani con una visita accompagnata e gratuita alle ore 11. La casa-studio dell’artista pistoiese Fernando Melani (1907-1985), oltre a rappresentare un ideale completamento della raccolta d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Fabroni, permette di entrare nella testimonianza concreta di un originale processo creativo. Poiché non è stata alterata la collocazione delle opere negli ambienti così come l’artista le aveva disposte, la visita alla casa-studio corrisponde a un’immersione dentro lo stesso percorso poetico di Melani. Per questo, oltre che per motivi di sicurezza, si prefigura come un percorso guidato, necessariamente selezionato nella quantità di persone e nelle modalità di accesso. Per la sicurezza del pubblico, nel rispetto delle normative anti Covid-19, alla visita possono partecipare al massimo 6 persone, su prenotazione, da effettuare entro le ore 13 di venerdì 25 settembre, al numero verde di Pistoiainforma 800 012146. Il punto di ritrovo è all'ingresso della casa-studio, in corso Gramsci 159, dieci minuti prima dell’inizio della visita. Nel fine settimana si celebrano in Italia le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. Si tratta di un evento promosso dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le nazioni europee. All’iniziativa, com’è ormai tradizione, aderiscono anche moltissimi luoghi della cultura non statali, tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata. “Imparare per la vita” è lo slogan scelto quest'anno dal MiBACT, prendendo spunto da quello proposto dal Consiglio d’Europa “Heritage and Education – Learning for Life”, per richiamare i benefici che derivano dall'esperienza culturale e dalla trasmissione delle conoscenze nella società moderna. Il programma completo delle iniziative è consultabile sul sito web del Mibact: https://www.beniculturali.it/GEP2020. Info: Unità Operativa Musei e Beni Culturali del Comune di Pistoia tel. 0573 371214, 371277 Museo Civico d'arte antica tel. 0573 371296 Museo dello Spedale del Ceppo tel. 0573 371023 Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni tel. 0573 371817 http://musei.comune.pistoia.it/

 
L’empolese Ginevra Bruscino, aspirante regista, premiata a Venezia
23/09/2020
L’assessore Giulia Terreni: «La sua storia parla di passione». Empolese, 31 anni, ha vinto la IX edizione del concorso Bookciak, Azione! 2020

Il suo sogno nel cassetto è quello di intraprendere un percorso nell’ambito della regia cinematografica. Il primo passo, il suo primo lavoro in assoluto, ha già ricevuto un premio che la ha portata niente meno che a Venezia per la consegna del riconoscimento per la IX edizione del concorso Bookciak, Azione! 2020. La premiazione si è svolta il 1 settembre, nel corso di una serata con la stampa nell’ambito delle Giornate degli Autori alla Mostra del cinema di Venezia. Lei si chiama Ginevra Bruscino, 31 anni, empolese. Dopo la laurea magistrale in filosofia all’Università di Pisa ha collaborato con una tv locale pisana. Ha frequentato il master in drammaturgia e sceneggiatura dell’Anad Silvio d’Amico, durante il quale ha svolto un tirocinio per un programma di Rai 4. Adesso vive a Roma a caccia di qualche set in cui mettere a disposizione il suo talento. «Ho voluto incontrare Ginevra – spiega l’assessore alla cultura Giulia Terreni – dopo essere venuta a conoscenza di questo premio che le è stato conferito in una location cosi prestigiosa. La sua storia parla di passione, di studi, di cultura. È una giovane donna che sta iniziando un percorso tortuoso, ma l’avvio mi pare ben augurante e a lei va tutto il sostegno della città. Il suo lavoro verrà sicuramente proposto agli empolesi in un’occasione importante». Si tratta di un cortometraggio ispirato a un libro che gli autori hanno scelto a loro piacimento fra quelli proposti. Ginevra Bruscino, che ha lavorato al fianco di Lorenzo Fontana, un giovane romano, si sono fatti ispirare dalla raccolta di racconti “Gli e­ffetti invisibili del nuoto” di Alessandro Capponi (Hacca 2020). Il loro ‘corto’ si intitola Stile libero ed è disponibile a questo link: https://vimeo.com/440915217

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso