MET



Newsletter di Met
Newsletter n°7/ 2022
La circolare dei Ministri Orlando e Brunetta sullo smart working nel lavoro pubblico e privato
05/01/2022
Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 55: per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni obbligo vaccinale e Green Pass Rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro

Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì 5 gennaio 2022, alle ore 18.25 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli. ***** COVID-19, MISURE DI CONTENIMENTO DELL’EPIDEMIA Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro e nelle scuole (decreto-legge) Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro e nelle scuole. Il testo mira a “rallentare” la curva di crescita dei contagi relativi alla pandemia e a fornire maggiore protezione a quelle categorie che sono maggiormente esposte e che sono a maggior rischio di ospedalizzazione. Obbligo vaccinale Il testo introduce l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni. Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green Pass Rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro a far data dal 15 febbraio prossimo. Senza limiti di età, l’obbligo vaccinale è esteso al personale universitario così equiparato a quello scolastico. Green Pass Base È esteso l’obbligo di Green Pass cosiddetto ordinario a coloro che accedono ai servizi alla persona e inoltre a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali fatte salve eccezioni che saranno individuate con atto secondario per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona. Smart working Il Consiglio dei Ministri è stato informato dal Ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta che è stata adottata d’intesa con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando una circolare rivolta alle pubbliche amministrazioni e alle imprese private per raccomandare il massimo utilizzo, nelle prossime settimane, della flessibilità prevista dagli accordi contrattuali in tema di lavoro agile. Scuola Cambiano le regole per la gestione dei casi di positività. Scuola dell’infanzia Già in presenza di un caso di positività, è prevista la sospensione delle attività per una durata di dieci giorni. Scuola primaria (Scuola elementare) Con un caso di positività, si attiva la sorveglianza con testing. L’attività in classe prosegue effettuando un test antigenico rapido o molecolare appena si viene a conoscenza del caso di positività (T0), test che sarà ripetuto dopo cinque giorni (T5). In presenza di due o più positivi è prevista, per la classe in cui si verificano i casi di positività, la didattica a distanza (DAD) per la durata di dieci giorni. Scuola secondaria di I e II grado (Scuola media, liceo, istituti tecnici etc etc) Fino a un caso di positività nella stessa classe è prevista l’auto-sorveglianza e con l’uso, in aula, delle mascherine FFP2. Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni, che sono guariti da più di 120 giorni, che non hanno avuto la dose di richiamo. Per tutti gli altri, è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’auto-sorveglianza e l’utilizzo di mascherine FFP2 in classe. Con tre casi nella stessa classe è prevista la DAD per dieci giorni. I ministri per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e del Lavoro, Andrea Orlando, hanno firmato una circolare per sensibilizzare le amministrazioni pubbliche e i datori di lavoro privati a usare pienamente tutti gli schemi di lavoro agile già presenti all’interno delle rispettive regolazioni contrattuali e normative.

 
Trasporto pubblico, garantiti i servizi per studenti e pendolari
05/01/2022
Riunione con Comune, Città Metropolitana, Autolinee Toscane e Prefettura in vista della completa ripresa delle attività scolastiche e lavorative

Garantire i servizi relativi alle fasce di ingresso/uscita per le scuole e i pendolari. È questa la richiesta portata oggi da Comune e Città Metropolitana insieme a rappresentanti della Prefettura di Firenze ad Autolinee Toscane in vista della prossima riapertura delle scuole e della ripresa a pieno delle attività lavorative. L’azienda concorda con questa richiesta e ha dato piena disponibilità ad attuare le necessarie riorganizzazioni del servizio. Inoltre nella riunione odierna, che ha visto la partecipazione dell’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, del sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini consigliere delegato ai trasporti della Città Metropolitana, dei vertici di Autolinee Toscane e di rappresentanti della Prefettura di Firenze, è emersa la necessità di elaborare un ulteriore piano d’emergenza a partire dalla prossima settimana anche alla luce di eventuali modiche delle disposizioni nazionali per la gestione della pandemia e del rientro completo a scuola di tutti gli studenti. Il piano sarà esaminato al tavolo convocato dalla Prefettura e a cui sarà presente anche la Regione Toscana. Sono comunque possibili disservizi in particolare nelle altre fasce orarie. Da parte sua At ha assicurato che farà il possibile per garantire il servizio soprattutto nelle fasce di maggior affluenza. E che prosegue nelle attività di sanificazione quotidiana dei mezzi in modo da garantire l’accesso in sicurezza ai viaggiatori. (mf)

 
Variante di Certaldo della SR 429 chiusa nella sera del 7 gennaio
05/01/2022
Dalle ore 19:00 del giorno 07/01/2022 alle ore 01:00 del giorno 08/01/2022

Per la rimozione con autogru di un mezzo pesante incidentato l'ufficio viabilità della Città Metropolitana ci Firenze ha previsto sulla S.R. n°429 "Di Val d'Elsa" (Variante di Certaldo) l'istituzione di un senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile o movieri, oltre alla localizzata limitazione di velocità a 30 km/h in prossimità del cantiere, nel tratto dal km 12+000 al km 17+000, nei Comuni di Certaldo e di Gambassi Terme e di San Gimignano, dalle ore 16:00 alle ore 19:00 del giorno 07/01/2022 e la chiusura al transito in entrambi i sensi di marcia dalle ore 19:00 del giorno 07/01/2022 alle ore 01:00 del giorno 08/01/2022. Segnalazioni in zona e lungo la FiPiLi e il raccordo Firenze-Siena.

 
Regione. Le pillole Merck al Meyer, Giani: “La prima cura specifica per combattere il Covid”
05/01/2022
Il farmaco, come già avviene per gli anticorpi monoclonali, sarà distribuito alle Asl e ai vari presidi sanitari toscani

“Sono venuto di persona al Meyer per l'arrivo dei primi 1.440 trattamenti orali per la cura del Covid, prodotti dall’azienda farmaceutica Merck. Si tratta di un’iniziale fornitura, a cui ne seguirà un’altra molto più consistente. Ancora una volta si conferma l’importanza del Meyer, non solo nel suo ruolo di riferimento per i bambini, ma anche come piattaforma logistica a servizio di tutto il sistema sanitario regionale. Da qui infatti le pillole, come già avviene per gli anticorpi monoclonali, saranno distribuite alle Asl e ai vari presidi sanitari toscani, confermando la piena sinergia tra Meyer e Regione”. Queste le parole del presidente Eugenio Giani che oggi si è recato al presidio ospedaliero Meyer di Firenze, individuato dalla Regione per ricevere le prime dosi dell'antivirale per il trattamento del Covid, distribuite dalla struttura commissariale del generale Figliuolo. “Le pillole - prosegue Giani - saranno subito disponibili per i soggetti fragili a cinque giorni dalla comparsa dei sintomi e rappresenteranno il primo antivirale orale specifico per la cura del Covid”. “Le pillole Merck sono un’arma in più nel nostro arsenale terapeutico contro il Coronavirus, insieme ai vaccini e agli anticorpi monoclonali, collocando la Toscana tra le prime Regioni in Italia per utilizzo, ricerca e sperimentazione di farmaci antivirali per il Covid19”, fa sapere l’assessore al diritto alla salute, Simone Bezzini. “Abbiamo una piattaforma di magazzino, messa al servizio dell’intero sistema regionale - spiega il direttore generale del Meyer, Alberto Zanobini -. Ci fa piacere che la nostra Azienda assolva il proprio ruolo nei confronti dei bambini e dia, nello stesso tempo, il proprio contributo a tutto il servizio sanitario della Toscana”. La terapia a base di antivirali per via orale è destinata ai pazienti affetti da malattia da Covid19, lieve o moderata, e che sono ad alto rischio di progressione severa della malattia. La terapia è stata autorizzata per coloro che presentano le seguenti condizioni: sono positivi al Covid; hanno sintomi del Covid19 da lievi a moderati da 5 giorni o meno con età pari o superiore a 18 anni; hanno un rischio elevato di sviluppare una forma grave di Covid19; tra questi vi sono coloro che hanno condizioni mediche preesistenti, quali obesità, diabete, malattia renale cronica e un sistema immunitario indebolito, eccetera. La Regione Toscana, per mezzo dei suoi settori competenti, ha individuato un percorso organizzativo necessario a garantire la corretta individuazione e gestione dei pazienti candidabili al trattamento con il nuovo farmaco antivirale.

 
Open day il 6 gennaio dell’hub vaccinale allestito all’esterno del Centro commerciale I Gigli
05/01/2022
L’orario di apertura del 6 gennaio dell’hub in open day è dalle 15 alle 21

Open day il 6 gennaio dell’hub vaccinale allestito all’esterno del Centro commerciale I GIGLI e gestito dalle farmacie comunali Farmapiana in collaborazione con gli Ambulatori della Misericordia di Campi Bisenzio. L’Open day si è reso necessario rispondere alle molte richieste di vaccinazione. L’orario di apertura del 6 gennaio dell’hub in open day è dalle 15 alle 21.

 
Medico no-vax Pistoia, l'ordine dei medici lo sospende e si costituisce parte offesa
05/01/2022
Il Presidente Montalti annuncia la decisione nei confronti del dottor Federico Calvani nel giorno dell’interrogatorio di garanzia presso il Tribunale di Pistoia

“L’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Pistoia ha sospeso il dottor Federico Calvani e nei prossimi giorni il consiglio direttivo dell’Ordine studierà la procedura per costituirsi come persona offesa dal reato in quanto il comportamento del medico può essere un grave pregiudizio alla professione medica, e sanitaria in senso lato, e questo ci consentirebbe di essere notiziati dello sviluppo delle indagini”. Con queste parole il Presidente dell’Ordine dei Medici di Pistoia, dottor Beppino Montalti, comunica la decisione assunta dal consiglio direttivo provinciale nel giorno dell’interrogatorio di garanzia presso il Tribunale di Pistoia. “Prima del dibattimento - prosegue Montalti - decideremo se costituirci o meno come parte civile in giudizio, così da poter essere ulteriormente tutelati”.

 
Maltempo, giovedì 6 gennaio pioggia, vento e neve a quota collinare
05/01/2022
Tempo in peggioramento

Tempo in peggioramento nel corso della giornata di oggi, mercoledì 5 gennaio, per l'ingresso di una perturbazione di origine nord-atlantica che porterà pioggia, locali temporali, neve anche a quote collinari e mari mossi e molto mossi. I fenomeni saranno più intensi sulle zone settentrionali e sulle province di Pisa e Livorno. Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale conferma il codice giallo emanato ieri e valido fino alle 22 di oggi mercoledì 5 gennaio. Un nuovo codice giallo sarà invece in vigore dalla mezzanotte fino alle 13 di domani, giovedì 6 gennaio. Nella notte e nella mattinata di giovedì sono previste forti precipitazioni sulla dorsale appenninica e sulle province centro meridionali (Arezzo, Siena, Grosseto, Livorno, Pisa), neve anche a quote collinari (Appennino, Mugello, Amiata), vento forte da nord-est su Appennino settentrionale e vallate sottovento, sul Valdarno medio e inferiore e sulla costa centrale

 
Morte di un uomo in lite per incidente: arrestato un 45enne di Certaldo
06/01/2022
Ritenuto responsabile di omicidio preterintenzionale e omissione di soccorso

Nel pomeriggio del 5 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Certaldo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio GIP presso il Tribunale di Firenze su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo toscano, nei confronti di un 45enne del luogo, per i reati di omicidio preterintenzionale e omissione di soccorso. In base a quanto emerso dalle indagini, supportate da molteplici elementi indiziari (testimonianze di persone informate sui fatti, immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza della zona, ecc.), la sera del 18 dicembre scorso, a seguito di un incidente stradale nel quale era rimasto coinvolto il figlio, l’uomo è ritenuto responsabile di aver colpito con un pugno al volto un 57enne di Certaldo, deceduto otto giorni dopo all’Ospedale “Careggi” di Firenze in conseguenza delle ferite riportate. L’indagato rimarrà in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione. Il procedimento penale si trova nella fase delle indagini preliminari.

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso