MET



Notizie

Newsletter di Met
Newsletter n°16/ 2022
Toscana, 13.341 nuovi casi
12/01/2022
Su 72.195 test di cui 25.068 tamponi molecolari e 47.127 test rapidi. 34 decessi

In Toscana sono 534.357 i casi di positività al Coronavirus, 13.341 in più rispetto a ieri (5.060 confermati con tampone molecolare e 8.281 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono il 2,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 347.888 (65,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 25.068 tamponi molecolari e 47.127 tamponi antigenici rapidi, di questi il 18,5% è risultato positivo. Sono invece 19.163 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 69,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 178.714, +1,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.276 (46 in più rispetto a ieri), di cui 123 in terapia intensiva (1 in più). Oggi si registrano 34 decessi: 19 maschi e 15 donne con un’età media di 80,5 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. L'età media dei 13.341 nuovi positivi odierni è di 38 anni circa (21% ha meno di 20 anni, 26% tra 20 e 39 anni, 36% tra 40 e 59 anni, 14% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più). Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (5.060 confermati con tampone molecolare e 8.281 da test rapido antigenico). Sono 159.600 i casi complessivi ad oggi a Firenze (4.110 in più rispetto a ieri), 43.662 a Prato (856 in più), 46.474 a Pistoia (1.081 in più), 26.101 a Massa (714 in più), 52.639 a Lucca (1.339 in più), 61.794 a Pisa (1.644 in più), 39.229 a Livorno (1.073 in più), 47.766 ad Arezzo (1.210 in più), 34.851 a Siena (738 in più), 21.686 a Grosseto (576 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 6.282 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 4.535 nella Nord Ovest, 2.524 nella Sud est. La Toscana si trova al 9° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 14.470 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 13.125 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 16.460 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 16.012, Firenze con 15.985, la più bassa Grosseto con 9.955. Complessivamente, 177.438 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (2.862 in più rispetto a ieri, più 1,6%). Sono 17.710 (2.290 in più rispetto a ieri, più 14,9%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 5.710, Nord Ovest 7.684, Sud Est 4.316). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.276 (46 in più rispetto a ieri, più 3,7%), 123 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,8%). Le persone complessivamente guarite sono 347.888 (10.362 in più rispetto a ieri, più 3,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 347.888 (10.362 in più rispetto a ieri, più 3,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo. Relativamente alla provincia di residenza, le 34 persone decedute sono: 11 a Firenze, 2 a Prato, 2 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 4 a Lucca, 4 a Pisa, 5 a Livorno, 3 a Siena, 2 a Grosseto. Una verifica effettuata nell’ambito territoriale di Livorno ha permesso di individuare 37 pazienti con Covid deceduti nell’arco di 6 mesi, dal 15 giugno al 6 gennaio, che non erano stati comunicati nei mesi passati. Si tratta di 26 uomini e 11 donne con età media 78,6 anni. Relativamente alla provincia di residenza, 35 sono a Livorno, 1 a Pisa e 1 a Lucca. Sono 7.755 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 2.476 a Firenze, 682 a Prato, 716 a Pistoia, 563 a Massa Carrara, 734 a Lucca, 778 a Pisa, 491 a Livorno, 573 ad Arezzo, 397 a Siena, 246 a Grosseto, 99 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 210,0 x100.000 residenti contro il 235,6 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (296,6 x100.000), Prato (257,1 x100.000) e Firenze (248,0 x100.000), il più basso a Grosseto (112,9 x100.000). Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19

 
Dal Canada arriva al Careggi di Firenze il professor Gabriele Baldini per avviare il primo programma italiano di Preabilitazione
12/01/2022
Il professor Gabriele Baldini, fiorentino rientrato in Italia dalla McGill University in Canada, fra i centri più avanzati nello studio delle tecniche di riabilitazione preventiva

L’Azienda ospedaliero-universitaria Careggi di Firenze sta realizzando un centro dedicato ai programmi di Preabilitazione per i pazienti che, destinati a importanti interventi di chirurgia maggiore, possono essere preparati ad affrontare questi eventi impegnativi. Il professor Gabriele Baldini, fiorentino rientrato in Italia dalla McGill University in Canada, fra i centri più avanzati nello studio delle tecniche di riabilitazione preventiva, è ritornato all’Università di Firenze dove ha studiato e a Careggi, nella Sod Anestesia oncologica e terapia intensiva diretta dal professor Stefano Romagnoli, per avviare il primo programma italiano di Preabilitazione. Il periodo che precede un intervento di chirurgia maggiore, dal momento della diagnosi al giorno dell’operazione - spiega Baldini - è normalmente considerato un tempo di attesa durante il quale i pazienti si sottopongono ad esami diagnostici che consentono di preparare la fase intra e post-operatoria. Questo periodo, che genera spesso ansia e timore, se ben impiegato in programmi personalizzati di preparazione psicofisica all’intervento, può diventare una fase preziosa per il paziente aumentando concretamente la capacità di affrontare lo stress operatorio e accelerare il successivo recupero. I programmi di Preabilitazione rappresentano inoltre un’opportunità per diffondere anche nei pazienti anziani e fragili stili di vita sani. L’esercizio fisico costante e buone abitudini alimentari potrebbero avere anche un impatto positivo nel miglioramento delle malattie cardiovascolari croniche, respiratorie e in alcune malattie metaboliche. È come prepararsi fisicamente e psicologicamente ad una maratona, la maratona della vita - aggiunge Baldini, che prosegue - la capacità funzionale di un paziente è determinata dall’efficienza cardiaca, polmonare, muscoloscheletrica e dallo stato nutrizionale e psicologico e viene ulteriormente ridotta dallo stress determinato dall’intervento chirurgico. Dopo la chirurgia la capacità funzionale necessita di molto tempo per ritornare ai livelli pre-chirurgici, ritardando quindi il ritorno alle attività normalmente svolte dal paziente. È per queste ragioni che il periodo che precede un intervento di chirurgia maggiore rappresenta un’opportunità fondamentale per preparare il paziente allo stress chirurgico aumentandone preventivamente la capacità funzionale e attenuando di conseguenza il declino indotto dalla chirurgia. I maggiori sforzi del periodo pre-operatorio - ricorda Romagnoli - sono attualmente impiegati per individuare fattori di rischio medici quali ad esempio: diabete, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie, con la finalità di poter predire il rischio di sviluppare complicanze postoperatorie e pianificare un adeguato trattamento chirurgico e anestesiologico. Scarsa attenzione è invece rivolta verso i fattori di rischio potenzialmente modificabili come la ridotta capacità funzionale, la malnutrizione e gli stili di vita poco sani e tendenzialmente sedentari come il fumo di sigaretta, l’abuso di alcol e la scarsa attività motoria, sebbene rivestano un equivalente valore prognostico. È ben noto - prosegue Romagnoli - che i pazienti con una ridotta capacità funzionale, ovvero con una ridotta capacità di compiere attività quotidiane, come pazienti anziani, pazienti con malattie oncologiche, fragili, malnutriti o socialmente emarginati, abbiano un rischio più elevato di sviluppare complicanze postoperatorie e una degenza ospedaliera prolungata con tassi di mortalità più elevati. Siamo impegnati - afferma Baldini - per avviare al Careggi di Firenze il programma innovativo di Preabilitazione (in inglese Pre-Habilitation) che è stato sviluppato negli anni dal professor Francesco Carli della McGill University, con l’obiettivo di sfruttare il periodo pre-operatorio, al contrario dei programmi di Riabilitazione che intervengono dopo la chirurgia, con percorsi specifici di esercizio fisico aerobico e di resistenza, ottimizzando lo stato nutrizionale e proteico del paziente e mitigando l’ansia associata all’attesa dell’intervento chirurgico. Questo tipo di preparazione richiede un approccio strutturato e multidisciplinare che include numerose figure professionali: anestesisti, chirurghi, dietisti, fisioterapisti, geriatri, medici dello sport e psicologi che, con le loro competenze specifiche, possono preparare il paziente ottimizzandone e aumentandone le capacità funzionali prima dell’intervento. La durata media è di circa 4-6 settimane, con sessioni di esercizio settimanali in centri specialistici o a casa a seconda delle necessità. I risultati degli studi svolti in questi anni hanno confermato che i programmi di Preabilitazione aumentano in modo significativo lo stato funzionale del paziente durante la preparazione all’intervento, mitigano il declino funzionale indotto dalla chirurgia e accelerano il recupero postoperatorio, raggiungendo a volte livelli funzionali anche superiori a quelli di partenza, soprattutto nei pazienti più fragili. Alcuni studi recenti hanno dimostrato anche una riduzione delle complicanze postoperatorie. La Pre-Habilitation - conclude Maria Teresa Mechi direttore sanitario di Careggi - costituisce un importante completamento del protocollo Enhanced recovery after surgery (ERAS) già attivato a Careggi da diversi anni e attualmente oggetto di un piano di sviluppo ulteriore e di estensione a più specialità chirurgiche. Questo si inserisce nelle risposte di eccellenza presenti a Careggi in campo oncologico e della chirurgia oncologia sia del fegato, del pancreas, del tubo digerente, ortopedica, toracica, otorinolaringoiatrica, neurochirurgica, oculistica, maxillofacciale. Si tratta di patologie per le quali la disponibilità di tecnologie quali la robotica e di altre tecniche innovative, messe a disposizione attraverso studi clinici per i quali viene chiesta la collaborazione dei professionisti di Careggi per le elevate competenze, costituisce un valore aggiunto importante. Vi è letteratura scientifica che dimostra come l'esecuzione di tecniche chirurgiche complesse in contesti altamente specializzati aumenti enormemente la possibilità di successo con esiti positivi per il paziente. A tale proposito i dati del Piano nazionale esiti (PNE) recentemente pubblicati mostrano risultati in termini di sopravvivenza per interventi per tumori del pancreas, rene, stomaco, retto, colon e tumori cerebrali operati a Careggi, migliori della media nazionale.

 
Il 14 gennaio sciopero di 4 ore per la tramvia possibili disagi dalle 12 alle 16
12/01/2022
Per il rinnovo del contratto di lavoro degli autoferrotranvieri

Venerdì 14 gennaio 2022 il servizio della tramvia potrebbe subire delle riduzioni a causa dello sciopero nazionale di 4 ore delle lavoratrici e dei lavoratori del trasporto pubblico locale. Per il personale viaggiante della tramvia lo sciopero è indetto dalle ore 12 alle ore 16. All’interno di questa fascia oraria il servizio dipenderà dall’adesione. Nelle altre ore si svolgerà regolarmente. Allo sciopero proclamato dalle rispettive segreterie nazionali lo scorso 27 dicembre 2021, aderiscono ora le segreterie regionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale Autoferrotranvieri, scaduto il 31 dicembre del 2017. A Gest l’adesione a precedenti scioperi indetti dalle medesime sigle è stata dell’88% del settore movimento. Per informazioni sull’andamento del servizio della tramvia si invitano i passeggeri a consultare i pannelli informativi elettronici alle fermate, a visitare il sito www.gestramvia.it, oppure a contattare il call center al numero verde 800.964424 (gratuito da numero fisso), o dal cellulare al numero 199.229300 (a pagamento). Invitiamo i passeggeri anche a consultare i nostri canali social Tramvia Gest: Twitter, Facebook e Telegram.

 
Autolinee Toscane. Bus: venerdì 14 gennaio sciopero di 4 ore
12/01/2022
Gli orari dello sciopero sono differenziati per città e province

Venerdì 14 gennaio 2022 i bus di Autolinee Toscane potrebbero subire ritardi o cancellazioni di corse a causa di uno sciopero nazionale di 4 ore indetto dai sindacati FILT Cgil, FIT Cisl, UILT Uil, UGL trasporti, UGL Autoferro FAISA Cisal. Lo sciopero è così articolato: Provincia di PISA Dalle 11:59 alle 15:59 per gli addetti al movimento e al personale viaggiante alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi. 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici Nella città di Firenze (FIRENZE URBANO) Dalle 18.00 alle 22.00 per gli addetti al movimento e al personale viaggiante, alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi. 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici Nelle province di LIVORNO, LUCCA, PISTOIA e nel bacino di MONTECATINI: Dalle 17.30 alle 21.30 per gli addetti al movimento e al personale viaggiante, alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi. 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici Nella provincia di PRATO, AREZZO, SIENA e GROSSETO, nel bacino di EMPOLI, nel bacino di PIOMBINO/VAL DI CORNIA e per il servizio FIRENZE EXTRAURBANO: Dalle 17.00 alle 21.00 per gli addetti al movimento e al personale viaggiante, verificatori, alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi. 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici Nella provincia di MASSA CARRARA: Dalle 11.00 alle 15.00 per addetti al movimento e personale viaggiante, alla biglietteria, al rifornimento, ai depositi; 4 ore a fine turno per addetti alle officine e agli uffici La regolarità del servizio dei bus e delle biglietterie di Autolinee Toscane dipenderà dal livello di adesione allo sciopero. Lo sciopero è stato indetto per protestare in merito all’interruzione del confronto per il rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri Internavigatori (Mobilità TPL). Per informazioni si invitano i passeggeri a consultare il sito www.at-bus.it, oppure a chiamare il numero verde di Autolinee Toscane: 800 14 24 24 (Lun-Dom 6-24). Si possono anche seguire le info pubblicate sui nostri canali social: Twitter: @AT_Informa Facebook: Autolinee Toscane Ricordiamo che la percentuale di adesione all’ultimo sciopero ad Autolinee Toscane indetto da Filt CGIL e UIL Trasporti è stata del 35,95%.

 
F-light, Nardella: "Dal prossimo anno un progetto nuovo"
12/01/2022
Dall’anno prossimo realizzeremo un progetto di illuminazione dei monumenti nuovo e vieterò la presenza degli sponsor nelle proiezioni sui monumenti; troveremo altre forme di riconoscimento per i sostenitori del progetto

In merito alle immagini di sponsor nella manifestazione F-light, il sindaco Dario Nardella dichiara quanto segue. “L'Amministrazione comunale sostiene da anni F-light, manifestazione sempre apprezzata dai fiorentini e dai turisti internazionali: si tratta di un progetto nato per valorizzare il patrimonio culturale che ha sempre avuto questa esclusiva finalità. In merito alle immagini degli sponsor, per quanto Mus.e ci abbia riferito che si è trattato di una proiezione di pochi istanti, ritengo che quelle immagini non siano appropriate a quei luoghi. Dall’anno prossimo realizzeremo un progetto di illuminazione dei monumenti nuovo e vieterò la presenza degli sponsor nelle proiezioni sui monumenti; troveremo altre forme di riconoscimento per i sostenitori del progetto. Rivendico con forza la linea che ho adottato da quando sono sindaco nei confronti dell’uso di messaggi pubblicitari nelle principali piazze del centro. Infatti ricordo che questa Amministrazione è stata la prima a regolare la pubblicità sui cantieri sui principali monumenti della città limindola solo nei casi di restauro del patrimonio culturale. In merito alle immagini proiettate in Piazza Santissima Annunziata - come ho ribadito questa mattina al telefono al Soprintendente Pessina - non è mai stato detto che la Soprintendenza avesse autorizzato le singole immagini proiettate sui monumenti. E’ stato invece detto che l’intero programma di F-light ha ricevuto il nulla osta preventivo da parte della soprintendenza come avviene ogni anno. Sono cose ben diverse”. (gc)

 
Firenze. Impianti sportivi e caro bollette, Guccione incontra la sottosegretaria Vezzali
12/01/2022
L'assessore: "Con il collega di Roma Onorato abbiamo affrontato un problema che mette a rischio tante realtà locali

Un incontro per manifestare preoccupazione da un lato e chiedere aiuto dall’altro. Il tema è il tanto temuto caro bollette, che farà aumentare in maniera vertiginosa i costi delle utenze, luce e gas in particolare. Questa mattina gli assessori allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione e quello del Comune di Roma Alessandro Onorato, in rappresentanza dei loro colleghi di Milano, Torino, Bologna, Napoli, Bari e Palermo, ne hanno discusso con la sottosegretaria con delega allo sport Valentina Vezzali. "Un salasso che colpirà famiglie e lavoratori e che potrebbe mettere a rischio il mondo dello sport locale, già duramente colpito dai due anni di pandemia - ha sottolineato Guccione - per le piscine, in particolar modo, rischia di diventare un qualcosa di davvero insostenibile". "Ringraziamo la sottosegretaria Vezzali che si è resa subito disponibile - ha aggiunto - c'è bisogno di azioni efficaci e immediate e siamo certi che il Governo saprà individuare le soluzioni migliori per sostenere il mondo dello sport nei tempi più rapidi possibili". "Gli impianti sportivi e in particolare le piscine – ha ricordato Guccione - sono state tra le prime attività a subire drastiche restrizioni e lunghe chiusure forzate a causa dell’emergenza sanitaria e ora, con l’aumento esponenziale del costo delle utenze, la situazione ha assunto contorni drammatici per i gestori e per le amministrazioni. L’intero settore è fondamentale e strategico per lo sport, per il mantenimento di corretti stili di vita, per la prevenzione delle patologie, per la riabilitazione, ma questi impianti sono logicamente energivori per l’attività che viene svolta. Senza ristori immediati, il settore rischia il fallimento". "Tra le proposte già fatte oggi - ha concluso - una nuova estensione delle concessioni e l'ampliamento del superbonus 110% all'intero impianto sportivo e non solo spogliatoi. Nei prossimi giorni proseguiremo gli incontri con i colleghi delle altre città per definirne altre da presentare al Governo". (fn)

 
Carabinieri. Danneggiamento del presepe in Piazza Duomo
12/01/2022
Identificati e denunciati in stato di libertà tre giovani di età compresa tra i 17 e i 19 anni

A seguito della denuncia sporta la scorsa settimana dall’Opera di Santa Maria del Fiore, i Carabinieri della Stazione Uffizi, al termine di serrate indagini, hanno identificato tre giovani, di età compresa tra i 17 e i 19 anni e residenti in provincia di Savona, ritenuti responsabili di “offesa ad una confessione religiosa mediante vilipendio o danneggiamento di cose”. Dall’analisi dei filmati registrati sia dal circuito di videosorveglianza interno al presepe che da quello urbano, è emerso che tre ragazzi nella notte tra l’1 e il 2 gennaio, tra le ore 03.30 e le 03.40, erano entrati più volte all’interno della capanna del presepe di Piazza Duomo per farsi fotografare in varie pose, con le statue in terracotta a grandezza naturale (realizzate in pezzi unici, a mano, da Luigi Mariani, artigiano di una storica fornace di Impruneta), prelevando la statua del Bambin Gesù, della Madonna e della pecora e sollevandole a mo’ di trofeo, stendendosi nel giaciglio del Bambinello e abbracciando la statua di San Giuseppe. Nella circostanza, la statua del Bambin Gesù era stata danneggiata con la rottura di quattro dita del piede destro. In base a quanto accertato, i tre soggetti identificati si trovavano a Firenze per finalità turistiche insieme ad altri coetanei, in occasione del Capodanno, e soggiornavano in una struttura ricettiva nei pressi del Duomo. I tre, formalmente escussi presso il luogo di residenza dal competente Comando dell’Arma, hanno ammesso le loro responsabilità riferendo tuttavia di non essersi accorti del danneggiamento di statue. A quel punto, essendo emersi elementi indiziari nei loro confronti, l’escussione è stata sospesa e i tre sono stati indagati per le ipotesi di reato sopra indicate. Il procedimento penale si trova ora nella fase delle indagini preliminari.

 
Metrocittà Firenze, bando per il servizio civile universale
12/01/2022
Tre posizioni disponibili per Parco Mediceo di Pratolino e Ufficio Informazioni Turistiche. Domande on line fino alle 14 del 26 gennaio

Nel 2022 la Città Metropolitana di Firenze finanzierà 3 programmi di intervento di Servizio civile universale, per un totale di 3 posizioni disponibili, per i settori turismo, cultura e ambiente. Le sedi di lavoro saranno presso il Parco Mediceo di Pratolino e l'Ufficio Informazioni Turistiche. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito 'SC! Servizio Civile Anci Lombardia' (https://www.scanci.it/), oltre che sul portale nazionale 'Home - Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale' all'indirizzo https://www.politichegiovanili.gov.it/ Si ricorda che la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online su https://domandaonline.serviziocivile.it/ entro le ore 14:00 del 26 gennaio 2022.

 
Vino, slittano a marzo le Anteprime Toscana 2022
12/01/2022
Regione Toscana e Camera di Commercio, d’intesa con tutti i Consorzi, hanno ritenuto opportuno rinviare lo svolgimento della manifestazione dal 19 al 25 marzo 2022 a causa della situazione pandemica

Le Anteprime di Toscana 2022 slittano a marzo. Lo Regione Toscana e la Camera di Commercio, d’intesa con tutti i Consorzi coinvolti, hanno ritenuto opportuno rinviare lo svolgimento della attesa manifestazione a causa della situazione pandemica. Per questo Anteprime di Toscana si terrà dal 19 al 25 marzo 2022, con il seguente programma: 19 marzo PrimAnteprima 20 marzo Chianti Lovers 21-22 marzo Chianti Classico Collection 22-23 marzo Anteprima Vernaccia di San Gimignano 23-24 marzo Anteprima Vino Nobile di Montepulciano 25 marzo Anteprima l’Altra Toscana. “Dopo esserci consultati - ha detto la vicepresidente e assessora all'agroalimentare Stefania Saccardi - alla luce del momento ancora di emergenza che stiamo vivendo e che ci auguriamo possa allentarsi nei prossimi mesi, abbiamo deciso di rimandare questo appuntamento che per la sua importanza è giusto si debba svolgere in tempi di maggiore tranquillità. Sappiamo quanti sono i giornalisti che attendono di partecipare alle Anteprime di Toscana e vogliamo consentire loro di farlo in pienezza e serenità, un dovere che abbiamo nei loro confronti e nei confronti dei nostri vini”.

 
Servizio civile, occasione da non perdere alla Misericordia di Empoli
12/01/2022
Due i progetti per cui è possibile candidarsi: “Soccorso e non solo”, in ambito socio-sanitario, con diciotto posti disponibili, e “S.I.R.E – Sistema Integrato Risposta all’Emergenza”, focalizzato sull’attività di Protezione Civile, con un posto disponibile

Esperienza, formazione, competenze e nuove amicizie sono le parole chiave del Servizio Civile Universale che offre l’opportunità a diciannove giovani dai diciotto ai ventotto anni di trascorrere un anno alla Misericordia di Empoli. Un’occasione per vivere dodici indimenticabili mesi come operatori volontari presso un’importante associazione che si occupa di rispondere alle numerose necessità del territorio in ambito sociale e sanitario. Oltre alla straordinaria esperienza formativa e umana, che consentirà ai ragazzi di dare il proprio contributo in tante attività fondamentali per la comunità, il Servizio Civile Universale offre anche una piccola entrata mensile, come rimborso, di 444,30 euro. I giovani saranno dotati di tutti i dispositivi di protezione individuale per svolgere il servizio in completa sicurezza, accanto a professionisti che li guideranno quotidianamente e da cui potranno acquisire conoscenze e competenze utili anche per il loro futuro professionale. Due i progetti per cui è possibile candidarsi: “Soccorso e non solo”, in ambito socio-sanitario, con diciotto posti disponibili, e “S.I.R.E – Sistema Integrato Risposta all’Emergenza”, focalizzato sull’attività di Protezione Civile, con un posto disponibile, entrambi consultabili sul sito della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia www.misericordie.it oppure contattando la Segreteria volontari della Misericordia di Empoli (tel. 0571-7255; volontari@misericordia.empoli.fi.it). I ragazzi interessati a svolgere il Servizio Civile Universale dovranno presentare la domanda di partecipazione entro le ore 14.00 del 26 Gennaio 2022 attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile da PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it, con accesso tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

 
Prefettura di Pistoia. Decreto flussi 2021
12/01/2022
Sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 gennaio 2022 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2021 concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale nel territorio della Stato per l’anno 2021

Si informa che in data 27 dicembre 2021 è stato registrato dalla Corte dei Conti e sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 gennaio 2022 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2021 concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale nel territorio della Stato per l’anno 2021. Per maggiori notizie e modalità tecnico-operative, si rinvia al sito di questa Prefettura, all’indirizzo internet www.prefettura.it/pistoia, nella sezione “SPORTELLO UNICO IMMIGRAZIONE”, alla voce “Decreto Flussi 2021”

 
Regione. “Sul colle più alto”, alle 17 presentazione del nuovo libro di Valdo Spini
12/01/2022
Racconto dell'elezione del presidente della Repubblica italiana dalle origini ad oggi

Alla vigilia del voto per il nuovo capo dello Stato, esce "Sul colle più alto" di Valdo Spini, il racconto dell'elezione del presidente della Repubblica italiana dalle origini ad oggi. Il libro (Solferino Editore) viene presentato alle 17 di oggi, mercoledì 12 gennaio, nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati. Insieme all’autore, interverranno il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il vicepresidente emerito della Corte Costituzionale Enzo Cheli e la direttrice del quotidiano “La Nazione” Agnese Pini.

 
Empoli ospite di Linea Verde Life su RaiUno
12/01/2022
Puntata quasi interamente dedicata alla nostra città sabato 15 gennaio alle 12.30. Dalla sostenibilità all'Arno fino al buon cibo

Linea Verde Life sbarca a Empoli. Qualche settimana fa la troupe della trasmissione televisiva della Rai è sbarcata in città, in molti hanno visto in pieno centro storico i mezzi di RaiUno. Sono stati girati vari spezzoni in alcune location cittadine. La puntata andrà in onda sabato 15 gennaio 2022, alle 12.30 circa, su RaiUno. Marcello Masi e Daniela Ferolla raccontano la città di Empoli e i suoi dintorni. Dopo aver parlato della Riserva di Montefalcone e dei suoi boschi nella zona di Castelfranco di Sotto, si entrerà nel vivo del distretto industriale di Empoli, luogo di innovazione e sostenibilità. Nella valle che dal 1300 è famosa nel mondo per il commercio delle pelli, Daniela Ferolla scopre un’azienda, la Pellemoda fondata da Bruno Morelli, ora gestita dai fratelli Azzurra e Giampaolo, che ha inventato un metodo di lavorazione al 100% sostenibile. Vedremo anche un passaggio suggestivo sul fiume Arno, da sponda a sponda, grazie alla Canottieri Limite. Marcello Masi ha poi seguito il tracciato di una bottiglia di vetro per raccontarci il suo riutilizzo, in un’azienda, la Revet, che ricicla il 70% di tutto il vetro della Toscana. E poi il buon cibo. Dal tartufo di San Miniato, al famoso carciofo di Empoli, fino alle rivisitazioni della tipica cucina povera toscana.

 
Empoli. Derattizzazione, primo ciclo di interventi dell’anno sul territorio comunale
12/01/2022
Si comincia lunedì 17 gennaio dalle frazioni al centro città e con il servizio affidato ad una nuova ditta incaricata, la Blitz Disinfestazioni

Primo ciclo dell’anno di interventi di derattizzazione su tutto il territorio comunale, dalle frazioni al centro città. Il servizio è stato affidato a una nuova ditta, la Blitz Disinfestazioni Srl con sede a Montelupo Fiorentino, che nei prossimi giorni opererà nelle attività di monitoraggio e trattamento con il proprio personale tecnico specializzato. Il personale addetto ha il compito di controllare il consumo delle esche rodenticide negli erogatori che sono posizionati su tutto il territorio e, laddove è necessario, provvedere ad integrarlo. «Si riparte con gli interventi di disinfestazione che interesseranno tutto il territorio comunale anche con delle modifiche come la nuova ditta incaricata del servizio – ha detto Massimo Marconcini, assessore all’ambiente del Comune di Empoli -. Molto utile è stata come sempre la collaborazione dei cittadini che non mancano mai di dare spunti per migliorarci». PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI LUNEDI' 17 GENNAIO - Tinaia, Serravalle, Cortenuova, Pontorme, Ponzano, Villanuova, Empoli zona est; MARTEDI' 18 GENNAIO - Carraia, Empoli città, Santa Maria, Avane, Pagnana, Marcignana, Pozzale/Casenuove; MERCOLEDI' 19 GENNAIO - Martignana, Monterappoli, Sant’Andrea/Fontanella, Ponte a Elsa, Brusciana; GIOVEDI' 20 GENNAIO - Bastia, Cerbaiola; Corniola; Pianezzoli, Terrafino.

 
Ortofrutticola: dalle Misericordie pieno sostegno ai lavoratori e servizio tamponi
12/01/2022
Il presidente del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina Andrea Ceccherini e il presidente della Misericordia di Marradi Giovanna Mazzoni in aiuto dei dipendenti: “Turni e volontà di dare una mano, il paese è unito”

“Pieno appoggio, un impegno che durerà finché non arriveranno buone notizie”. È la posizione del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina in relazione alla vertenza dell'Ortofrutticola del Mugello, la fabbrica dei marron glacés di Marradi (Firenze) che la proprietà vuole chiudere per trasferire la produzione a Bergamo. I lavoratori sono in presidio permanente davanti alla fabbrica. “Siamo anche noi, senza se e senza ma, a sostegno del paese di Marradi, dei lavoratori, di tutto l'indotto – commentano il presidente del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina Andrea Ceccherini e la governatrice della Misericordia di Marradi Giovanna Mazzoni -. La fabbrica è un valore per la Toscana e per tutta Italia, ha un bilancio in attivo, occupa tante lavoratrici e quindi chiudere il polo fiorentino è un'offesa che non possiamo tollerare. Da parte nostra ci sarà una assistenza continua, in attesa che la situazione possa sbloccarsi”. “Ci siamo attivati fin da subito – spiega Mazzoni -. Appena si è aperto il presidio dei lavoratori, all’80% donne, abbiamo dato una mano per l'allestimento del tendone e delle altre strutture necessarie. Da parte del paese vedo grande spontaneità, unità, tutti stanno dando una mano anche perché qui tutti si conoscono e ognuno di noi ha amici, parenti, conoscenti all'interno della fabbrica. La nostra disponibilità, con i volontari, è massima”. Sul lato emotivo, aggiunge Mazzoni, “per ora i lavoratori traggono sostegno dal paese, è una forza che si trasmette. Il momento più complicato arriverà magari in futuro, ma noi siamo pronti a continuare a sostenerli”. E sulla sicurezza sanitaria “facciamo due volte la settimana un servizio di tamponi rapidi, di concerto col Comune di Marradi, in modo che non ci siano problemi legati al Covid. Qui siamo una grande famiglia”.

 
Servizio civile all’Unione ciechi di Firenze: 4 posti disponibili
12/01/2022
Possono presentare domanda i giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti esclusivamente online

Sono 4 i posti per il servizio civile universale del 2022 proposti dall’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Firenze. Due i progetti: Percorsi di inclusione sociale permanente e Istruzione e formazione dei disabili visivi. Entrambi hanno la durata di 12 mesi e una modalità d’impiego che prevede un monte ore annuo di 1.145 per un massimo di 25 ore di servizio settimanale. Possono presentare domanda i giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti esclusivamente online, tramite Spid, collegandosi ad https://domandaonline.serviziocivile.it entro le 14 del prossimo 26 gennaio. I giovani che saranno selezionati riceveranno un trattamento economico pari a 439,50 euro al mese, parteciperanno a 120 ore di formazione, riceveranno l’attestato di partecipazione al servizio civile universale e beneficeranno di un periodo di tutoraggio, che consiste in un percorso di orientamento al lavoro. Per avere ulteriori informazioni: www.uiciechi.it

 
"Il direttore" di Maurizio Orlandi. La storia di un uomo, di una fabbrica e di un paese negli anni Settanta al cinema La Compagnia di Firenze
12/01/2022
Il regista delinea nel documentario il profilo di suo padre, Albo Orlandi, partigiano antifascista, originario di Gavorrano, diventato poi direttore del personale alla Farmitalia di Settimo Torinese. L'anteprima fiorentina giovedì 13 Gennaio alle ore 19.00, alla presenza del regista

Secondo appuntamento, al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50r), della rassegna Cinema, Scuola Città…un pensiero senza confini, proposta da Lanterne Magiche - il programma regionale di educazione all’immagine e al linguaggio audiovisivo - in collaborazione con il Liceo Galileo di Firenze e SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani - Gruppo Toscano). Cinque i titoli, in programma, per raccontare come è cambiato negli ultimi decenni il mondo intorno e dentro di noi. Giovedì 13 Gennaio, (ore 19.00), la rassegna propone la proiezione, in anteprima fiorentina, del documentario ‘Il direttore’ di Maurizio Orlandi. Girato tra Gavorrano e Torino, il documentario racconta la storia della Farmitalia-Montecatini di Settimo Torinese e di Albo Orlandi, il padre del regista, che di quella fabbrica fu “Il direttore” per tutti gli anni Settanta. Una storia collettiva e personale, allo stesso tempo, calata in uno dei periodi storici più drammatici del nostro Paese, attraversato da una crisi politica e sociale molto aspra, che è sfociata nel terrorismo e nelle Brigate Rosse. Il film è la storia di un personaggio e di un'epoca storica, ma è anche il racconto di un figlio che parte dal bisogno di ricucire una cesura, quel pezzo mancante nella storia di suo padre e della sua famiglia. Sinossi Albo Orlandi era nato a Gavorrano, nella Maremma toscana, dove faceva l’impiegato nella miniera di pirite della Montecatini, poi Montedison. Nel 1969, venne trasferito alla Farmitalia di Settimo Torinese come direttore del personale. Erano gli anni delle aspre lotte politiche e sociali che sfociarono in seguito nella stagione del Terrorismo e delle Brigate Rosse. Persona rigida ed intransigente, coerente con il ruolo di Direttore, gestiva i rapporti con il Consiglio di fabbrica, nelle dure vertenze sindacali, e decideva licenziamenti e cassa integrazione. Poi nel 1978 all’improvviso, le dimissioni. wwww.lanternemagiche.it Raccontare la parte mancante della storia di mio padre, quella relativa agli anni della Farmitalia e della Montedison, entrare dentro quella fabbrica in quel particolare periodo storico, significa per me, oggi, scavare dentro la vicenda esistenziale di un uomo che aveva dovuto fare i conti con le proprie contraddizioni, i propri dubbi e, soprattutto, con la propria solitudine, proprio per il ruolo, a dir poco scomodo, da lui rivestito all'interno di quella realtà produttiva, come direttore del personale; ancora di più, poi, se messo in relazione con il suo passato di antifascista e valoroso partigiano. (Maurizio Orlandi)   Per tutti gli studenti e i docenti è possibile acquistare alla cassa del cinema La Compagnia una card da 5 ingressi al costo di 25,00 Euro, valida per due persone. Il costo per l’ingresso ad una singola proiezione è di 5,00 Euro per gli under 30, e di 6,00 Euro per gli altri spettatori.

 
Figline e Incisa. Palio di San Rocco, al via il concorso per scegliere l’artista che realizzerà il drappo 2022
12/01/2022
Torna l’appuntamento clou del Perdono di Figline: c’è tempo fino al 12 febbraio per presentare i bozzetti e partecipare al bando indetto dalla Pro Loco Marsilio Ficino

È aperto il concorso indetto dalla Pro Loco Marsilio Ficino per realizzare il drappo da assegnare alla Contrada che vincerà il 49° Palio di San Rocco, la tradizionale sfida cavalleresca tra le quattro Contrade di Figline che, come da tradizione, sarà l’appuntamento clou del programma di rievocazioni storiche durante la Festa del Perdono in programma all’inizio del mese di settembre. Per presentare il proprio bozzetto c’è tempo fino al 12 febbraio. All’artista vincitore andrà un premio in denaro da 600 euro. Chiunque può partecipare al concorso con un proprio bozzetto originale. Il bozzetto deve misurare 50x25 centimetri, deve essere realizzato a mano e raffigurare un’iconografia che richiami la città di Figline e il Palio di San Rocco, oltre a contenere gli stemmi delle quattro Contrade e la scritta “Quarantanovesimo Palio di San Rocco Città di Figline”. I bozzetti dovranno essere accompagnati da una presentazione scritta dell’autore, in busta chiusa, nella quale siano riportati nome e cognome, una breve biografia, un recapito telefonico e un indirizzo per ricevere eventuali comunicazioni. Per partecipare al concorso è necessario versare alla Pro Loco un contributo di 20 euro, direttamente a mano al momento della presentazione del bozzetto o tramite bonifico intestato a Banca Cambiano 1884 Spa, con IBAN IT97I0842505463000031134851 e indicando come causale “Consegna bozzetto Palio 2022”. In caso di bonifico, la ricevuta andrà aggiunta alla documentazione richiesta. Per consegnare i bozzetti c’è tempo fino alle ore 12 di sabato 12 febbraio 2022. Devono essere consegnati all’ufficio della Pro Loco Marsilio Ficino presso Palazzo Pretorio, in piazza San Francesco 16 a Figline (aperto il sabato e la domenica dalle ore 10 alle ore 12), di persona o spediti tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. I lavori saranno valutati da una Commissione composta dal presidente della Pro Loco Alberto Bettini e da esperti d’arte. Il vincitore sarà proclamato entro il 16 febbraio. Ciascun artista garantisce l’originalità della propria opera si impegna a non pubblicare, diffondere o comunque rendere nota l’immagine raffigurata nel proprio bozzetto prima della proclamazione del vincitore. Il drappo in tela finito dovrà essere consegnato entro il 15 marzo, avere le dimensioni di 1x2 m e sarà infine utilizzato dalla Pro Loco per il confezionamento finale del Palio. Bozzetti e drappo diventeranno proprietà della Pro Loco “Marsilio Ficino”, che si riserva di esporli in mostre, di utilizzarli per la pubblicazione a mezzo stampa o online al fine di promuovere l’evento e di dare visibilità agli autori nei modi che riterrà opportuni. Per ulteriori informazioni sul concorso è possibile contattare la Pro Loco Marsilio Ficino al numero 055 9125303 in orario di apertura ufficio oppure visitare la pagina Facebook http://www.facebook.com/proloco.marsilioficino.

 
Certaldo. Edicole e attività con dehor diverse da pubblici esercizi, prorogata l'esenzione dal pagamento del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico
12/01/2022
Il Comune ha disposto il provvedimento alla luce della proroga dello stato di emergenza nazionale fino al 31 marzo 2022

Il Comune di Certaldo ha disposto la proroga dell'esenzione del pagamento del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico per i soggetti titolari di concessioni di occupazione del suolo pubblico con edicole e dehor. La decisione è seguita alla proroga dello stato di emergenza nazionale e delle misure per il contenimento dell'epidemia da Covid19, fino al 31 marzo 2022, da parte del consiglio dei Ministri. E' infatti volontà dell'amministrazione comunale, in considerazione della situazione di emergenza, sostenere i soggetti titolari di concessioni di occupazione del suolo pubblico con edicole e dehor non compresi nell’esonero previsto per i soggetti del comma 706, art. 1 della Legge di bilancio del 30.12.2021 n. 234 (che proroga al 31 marzo 2022 l'esonero del versamento del canone unico per gli esercenti pubblici esercizi e mercati, già esonerati per l'anno 2021 dall'art. 9 ter D.L. 137/2020) e anch’essi colpiti da difficoltà economiche e organizzative a seguito degli eventi eccezionali di emergenza sanitaria.

 
Firenze. Scatta l’allarme e invia le foto in tempo reale alla Polizia di Stato
12/01/2022
Arrestato 25enne per tentato furto aggravato

Ieri, martedì 11 gennaio, intorno alle 12.30, è scattato l’allarme installato dal proprietario in un appartamento in zona stadio. Il proprietario, ricevuto l’alert sul proprio smartphone, è riuscito a catturare, tramite telecamera connessa al suo cellulare, le immagini di due uomini che si stavano introducendo dalla porta e non ha perso tempo: messosi in contatto, su linea 112NUE, con la Polizia di Stato con un altro cellulare, ha inviato agli operatori in centrale, tramite piattaforma di messaggistica istantanea, i fotogrammi. I due uomini, appena entrati, si sono accorti della telecamera, verosimilmente appropriandosene, e si sono dati alla fuga. Nello stesso momento una pattuglia delle Volanti veniva inviata all’immobile e riusciva a sorprendere e catturare uno dei due uomini che, appena uscito dal portone dell’immobile, aveva iniziato a correre per poi nascondersi tra alcune auto in sosta. Raggiunto e bloccato, l’uomo, un 25 enne di origine georgiana, già noto alle Forze di Polizia, è stato trovato in possesso di strumenti utili alle effrazioni, come grimaldelli, ma anche di un ritaglio di plastica semirigida, di norma utilizzato per far scattare serrature, e calzini adatti a non lasciare impronte. Il 25enne è stato arrestato per tentato furto aggravato. Oggi la convalida dell’arresto al Tribunale di Firenze.

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso