MET



Notizie

Newsletter di Met
Newsletter n°17/ 2022
Caro energia, la Regione istituirà un osservatorio
12/01/2022
L’annunciano gli assessori all'economia Marras e alla transizione ecologia Monni

Schizza in alto il prezzo dell’energia, con aziende di diversi settori preoccupate dalle conseguenze e il rischio che i rincari possano frenare la ripresa e il Pil che era tornato a crescere. La giunta toscana ha deciso così di dar vita ad un osservatorio, per monitorare la situazione ed offrire, con il supporto di Irpet (l’istituto regionale per la programmazione economica), i dati necessari per disegnare politiche dedicate. Un occhio alla tenuta dell’economia - e i prezzi finali per le famiglie – e l’altro sulle emissioni in atmosfera e la transizione ecologica verso fonti rinnovabili. “L’aumento del costo dell’energia sta diventando un problema sempre più grande per le imprese toscane. Siamo in costante dialogo con i settori più esposti, ma la situazione rischia di mettere in ginocchio il sistema economico nel suo complesso - commenta l’assessore allo sviluppo economico della Toscana, Leonardo Marras – Dobbiamo anzitutto avere dati chiari e certi su chi consuma cosa e quanto. E lo faremo, già dai prossimi mesi, grazie all’aiuto di Irpet”. Ma i dati raccolti serviranno anche a gettare uno sguardo verso il futuro. “Vogliamo capire cosa potrà cambiare variando l’attuale ricetta energetica attuale", spiega l’assessore all’ambiente e alla transizione ecologica e allo sviluppo sostenibile, Monia Monni. "In questo modo potremo simulare gli scenari connessi alle ricadute della transizione energetica: un aiuto nella programmazione futura”. Con approfondimenti, magari, per tipologia di impresa. Dall’industria del vetro alla carta, dalla chimica alla siderurgia numerose sono le incertezze per il futuro, su una partita che si gioca essenzialmente sui tavoli internazionali dove tensioni geopolitiche – ma anche squilibri tra domanda ed offerta o fattori legati ad una transizione energetica già in atto, maggiori tasse sulle fonti fossili e limiti produttivi delle rinnovabili – hanno fatto impennare i costi. Del gas, ad esempio. Un quadro complesso e in evoluzione. Già alla vigilia di Natale il presidente della Toscana Eugenio Giani aveva scritto una lettera al ministro dello sviluppo economico Giorgetti. “Alcune aziende - aveva lanciato l’allarme il presidente, riferendosi in particolare alle vetrerie - sono già di fronte alla scelta di dover spegnere i forni e mandare in cassa integrazione i propri dipendenti, con alte probabilità di non poter ripartire. Altre non sono neanche in condizione di spegnere temporaneamente i forni, se non al prezzo di danneggiarli irrimediabilmente”. In Germania e Francia, ricordava Giani, lo Stato sta già intervenendo a sostegno: bene dunque sarebbe che anche l’Italia facesse altrettanto. “La nuova disciplina europea in materia di aiuti di Stato a favore del clima - scrive sempre Giani - prevede la possibilità di concedere sgravi alle industrie energivore esposte alla concorrenza extra-Ue".

 
Regione. Ristori Covid-19, sei bandi in scadenza a gennaio ed un settimo che apre a giorni
12/01/2022
Riguardano più settori: dal mondo delle neve alla terme, dai matrimoni ed eventi privati a fiere e convegni, dai bus turistici a centri storici e comuni finiti in zona rossa a causa della pandemia

Sei bandi ancora aperti e un settimo che lo sarà da lunedì 17 gennaio. C’è ancora tempo per richiedere ristori da parte di chi, nel 2020, ha patito perdite e cali di fatturato prima per il lockdown e poi per le restrizioni e la crisi innescata dalla pandemia da Covid-19. Bandi tutti pubblicati sul sito dell’azienda regionale Sviluppo Toscana, dove è possibile scaricare la documentazione necessaria e compilare le domande. Riguardano le imprese turistiche dei comprensori sciistici, i maestri e le scuole di sci, i bus turistici, gli stabilimenti termali, chi lavora nel vasto settore dei matrimoni e degli eventi privati (dai fiorai ai parrucchieri ai fotografi o musicisti, tanto per fare qualche esempio) e chi opera, artigiano o impresa, a supporto dell’allestimento di fiere, convegni ed eventi pubblici. Per il mondo della neve, come per i bus turistici, la scadenza è il 21 gennaio: le richieste vanno inviato entro le ore 17 di quel giorno. Per le terme valgono gli stessi termini di presentazione, ma si lavora ad un proroga fino al 21 febbraio. Per matrimoni, eventi privati, fiere, convegni ed eventi pubblici la scadenza è il 31 gennaio. Il settimo bando, quello che riguarda le imprese commerciali, turistiche e della ristorazione dei centri storici di tutti i comuni toscani - ma anche dei comuni termali e dei comuni finiti in ‘zona rossa’ tra il 21 marzo marzo e il 17 aprile 2021 – si aprirà invece a giorni, il 17 gennaio, e le richieste potranno essere inviate fino alle ore 17 del 4 febbraio. Gran parte delle misure stanno dentro l’ultima ‘manovra’ sui ristori Covid, quella varata dalla giunta regionale prima della fine dello scorso anno e che valeva ben 21 milioni di euro: 21 milioni di ristori e contributi a fondo perduto che si sommano ai 34 milioni già stanziati con i precedenti bandi, per oltre 61 milioni di euro di risorse messe in campo in un anno. Il 20 dicembre complessivamente erano già state più di 19 mila le domande pervenute e 15 mila quelle finanziate. “Si tratta di interventi dai pesi diversi, che tengono conto del diverso impatto che sui singoli settori ha avuto la pandemia” spiega l’assessore allo sviluppo economico Leonardo Marras. Si va da contributi a fondo perduto da cinque fino a 50 mila euro per i bus turistici a quelli da mille a 10 mila euro per il mondo di fiere e convegni, dai 2500 euro per l’indotto di matrimoni ed eventi privati ma anche per l’attività dei centri storici, dei comuni termali o dei territori finiti in ‘zona rossa” (dal 21 marzo al 17 aprile 2021) a ristori fino a 10 mila euro per le imprese turistiche dei compresori sciistici (nove comuni in tutta la Toscana) e fino a cinquemila eurro per le scuole e tremila per i maestri di sci. Contributi da mille fino a 500 mila euro per le micro, piccole e medie imprese che gestiscono stabilimenti balneari. Per terme e mondo della neve il requisito per accedere agli aiuti è di aver registrato nel 2020 una flessione di fatturato o corrispettivi di almeno il 20 per cento rispetto all’anno precedente. In tutti gli altri casi la soglia sale al 30 per cento.

 
Autolinee Toscane. Emergenza Covid: servizio e riduzioni previste per giovedì 13 gennaio
12/01/2022
Il programma di Autolinee Toscane per la giornata di domani, quando saranno previste 684 assenze tra gli autisti

Anche per la giornata di domani, giovedì 13 gennaio 2022, a causa di malattie e quarantene legate al Covid che stanno interessando anche molti conducenti, sono previste riduzioni ai servizi urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane in tutto il territorio regionale. In questo momento sono 684 le assenze causate, direttamente o indirettamente, dalla Pandemia Covid-19. Nel Dipartimento Sud è prevista l’assenza complessiva di 130 autisti, di cui 60 a Siena, 39 a Grosseto, 23 ad Arezzo e 8 a Piombino. Nel Dipartimento Nord, 171 autisti assenti causa malattie-infortuni-covid: gli autisti assenti a Massa Carrara sono 25, 47 a Lucca, 50 Pisa e 46 a Livorno. Per il Dipartimento Centro sono 383 gli autisti assenti: 280 a Firenze (tra servizio urbano ed extraurbano), 45 a Pistoia e 58 tra Prato ed Empoli. Autolinee Toscane sta continuando a fare di tutto per garantire le corse essenziali, rimodulando la programmazione del servizio e dando priorità alle corse scolastiche e dei pendolari, chiedendo a chi può lavorare di fare straordinari. Di seguito l’elenco delle criticità previste, divise per provincia e servizio. Tutto ciò al netto di altri possibili disagi, derivanti da altri autisti in malattia o finiti in quarantena, nel frattempo, che al momento non sono preventivabili. Pertanto, Autolinee Toscane invita a consultare il proprio sito (https://www.at-bus.it/it/) e i propri canali social per essere costantemente aggiornati sui servizi. FIRENZE URBANO Sono garantite tutte le corse scolastiche. Verranno ridotte le frequenze sulle linee urbane distribuendo le risorse sulle varie linee per massimizzare i mezzi a disposizione. All’occorrenza saranno attivati piani con riduzione dei servizi sulle linee a minor domanda. Per aggiornamenti e informazioni in tempo reale si raccomanda la consultazione del sito at-bus.it alla sezione “prossimi passaggi”. Si stima di perdere circa 130 turni su circa 770. FIRENZE EXTRAURBANO Queste le linee che non saranno garantite: • Linea 371 A: San Casciano Autostazione (15:55) – Stazione Orti Oricellari (16:35) • Linea 370 A: Tavarnelle Centro (6:45) – Stazione Orti Oricellari (7:38) • Linea 33: Castelfiorentino (7:10) – Empoli Autostazione (07:40) PISTOIA - SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI Il servizio di Pistoia, nell’area urbana, sarà pressoché regolare anche se subirà una riduzione di corse sulla linea M nella fascia oraria 6.30-8.00. EMPOLI- SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI Il servizio sarà pressoché regolare, con qualche corsa saltata a causa di un turno saltato. Si coprono comunque le corse scolastiche e si distribuiscono le soppressioni sulle linee urbane a frequenza. PRATO- SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI A partire da domani, giovedì 13 gennaio, e fino a cessate esigenze, il servizio è stato rimodulato con la soppressione e modifiche di alcune corse delle seguenti linee: LAM MT azzurra PO-FI (Extraurbano): Da lunedì al venerdì sono soppresse le corse in partenza da Prato alle ore 6:25, 8:45; 11:00; 13:30; 15:30; 18:30. Sempre da lunedì al venerdì sono soppresse le corse in partenza da Firenze alle 7:15; 9:45; 12:00; 14:30; 16:15; 19:30. Il Sabato invece saranno soppresse le corse in partenza da Prato alle 7:15; 10.00; 12:45 e quelle in partenza da Firenze alle 8:30; 10:45; 13:30. LAM blu (urbana): Dal lunedì al sabato saranno soppresse 45 corse durante tutto l’arco della giornata, tra le 5:30 e le 20:30. LAM rossa (urbana): Dal lunedì al sabato saranno soppresse 11 corse tra le 13:00 e le 19:30. Linea 10 (urbana): Da lunedì al sabato saranno sempre garantite le partenze da Iolo per l’Ospedale e Maliseti con partenza da Iolo alle 6:20; 7:18; 7:20 (Sab); 8:20; 9:20; 10:20; 11:20; 12:20; 13:20; 13:50 (sab); 14:50; 15:50; 16:50; 17:50; 18:50; 19:50. Da Maliseti garantite le corse in partenza alle 6:45; 7:45; 8:45; 9:45; 10:45; 11:45; 12:45; 13:45; 14:15 (sab); 15:15; 16:15; 17:15; 18:15; 19:15; 20:15. Invariati invece gli orari delle corse del servizio festivo. Tutte le informazioni sulle linee soppresse e garantite saranno presenti anche con avvisi specifici alle relative fermate. SIENA- SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI La situazione del servizio resta critica e si rende ancora necessario rimodulare il servizio dato che alcuni turni risultano scoperti. Le modifiche interessano il cadenzamento orario dei servizi urbani di Siena e Poggibonsi, nonché alcuni collegamenti extraurbani. Pur con disagi capillari, non sono previste cancellazioni di servizi ma possibili disservizi in determinate fasce orarie, descritte di seguito. Per i servizi urbani di Siena, sono interessate le linee s1 (dalle 13.10 alle 14.40), s3 (dalle 11.02 alle 12.19), s5 (dalle 15.18 alle 20.20), s7 (dalle 16.27 alle 19.07), s9 (dalle 12.37 alle 13.20), s10 (dalle 21.15 alle 22.40), s18 (dalle 13.20 alle 13.37), s19 (dalle 16.08 alle 18.21), s30 (dalle 13.53 alle 14.55), s33 (dalle 13.13 alle 13.48), s35 (dalle 7.05 alle 8; dalle 13.40 alle 17.50 e dalle 20.15 alle 20.45), s51 (dalle 13.45 alle 15.26), s53 (dalle 7.05 alle 8.55), s54 (dalle 13.57 alle 15.59), s77 (dalle 8.38 alle 10.36 e dalle 16.08 alle 17.08), 50N (dalle 22.00 alle 1.10), 60N (dalle 22.40 alle 1.55) e 590 (dalle 5.23 alle 6.25). Per il servizio urbano di Poggibonsi potrebbero esserci ripercussioni sulla frequenza delle corse delle linee 301 (dalle 11.50 alle 12.20) e 305 (dalle 17.35 alle 20.35). Infine, per i servizi extraurbani sono interessate le linee 107 (dalle 13.40 alle 14.40), 114 (dalle 6.50 alle 8.00 e dalle 13.40 alle 15.00), 127 (dalle 7.15 alle 8.40 e dalle 14.20 alle 15.00), 129 (dalle 7.15 alle 8.00 e dalle 13.30 alle 14.10), 130 (dalle 13 alle 14), 131 (dalle 6.50 alle 8.25 verso Firenze, dalle 9.05 alle 11.30 verso Siena) e 135 (corsa delle 7.40 Poggibonsi/Piazza Mazzini-Calcinaia e corsa delle 7.55 corsa Poggibonsi/Piazza Mazzini-Colle Liceo). GROSSETO- SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI Per la sede operativa di Grosseto, pur in presenza di assenze tra gli autisti, tutti i turni sono coperti e quindi i collegamenti urbani ed extraurbani saranno svolti regolarmente. AREZZO - SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI Per quanto riguarda i servizi di Arezzo, grazie alla copertura di alcuni turni scoperti con straordinari del personale, i collegamenti saranno regolari. PIOMBINO- SERVIZI URBANI ED EXTRAURBANI A Piombino, stando alle attuali previsioni di assenze, i servizi saranno coperti grazie al ricorso a turni straordinari. Salterà una corsa per la scuola materna di Piombino a causa della quarantena preventiva del personale di assistenza a bordo, gestito da ditta esterna. LUCCA - SERVIZIO URBANO Lam Rossa tutto il giorno soppressa 1 corsa su 3 Lam Verde Metà frequenza al mattino Linea 53: soppresse le corse delle ore 11.45 P.le Verdi S.M. Giudice e ritorno delle 12.15 S.M.Giudice-P.le Verdi Linea 55: soppressa la corsa delle ore 7.15 Maggiano-P.le Verdi Linea 59: soppresse le corse delle ore 7:40 P.le Verdi - FS -ITC - Marlia e ritorno da Marlia ore 8:23 Linea 67: soppresse le ore 8:50 P.le Verdi-Cerasomma e ritorno da Cerasomma ore 9:05 LUCCA - SERVIZIO EXTRAURBANO Linea E3: soppressa la corsa delle ore 10.00 Pisa-Ripafratta-Lucca Linea E3: soppressa la corsa delle ore 10.00 Lucca-Ripafratta-Pisa Linea E3: soppressa la corsa delle ore 13.00 Pisa-Ripafratta-Lucca Linea E3: soppressa la corsa delle ore 12.30 Lucca-Ripafratta-Pisa Linea E10: soppressa la corsa delle ore 6:35 Lugliano- Fornoli + 1 delle due corse delle 7.05 Fornoli FS - Lucca Linea E10: soppressa una delle due corse delle 13.05 Lucca-Fornoli FS-Bagni di Lucca Linea E18: soppressa la cora delle ore 7:26 Capannori-Tempagnano-Lucca Linea E18: soppresse le corse delle ore 7:55 Lucca - Vorno e ritorno da Vorno delle ore 8:24 VIAREGGIO – SERVIZIO URBANO Linea 21 metà frequenza tutto il giorno Linea 27 ultima corsa delle 20.00 Linea 31 metà frequenza dalle 14.00 in poi MASSA CARRARA 1 turno scoperto ad Aulla su corse coperte da bis Lorenzini, 2 turni a Massa su linee urbane 60 (in orario serale) e 61 scoperte corse linea 79 Massa - Casette coperte comunque da bis Lorenzini LIVORNO Si fermeranno: Una linea 8N dalle 12.50 a termine Una linea 9/11 dalle 13.50 a termine, Una Lam Rossa dalle 13.30 a termine Una linea 8R dalle 17 alle 21.30. La riduzione di una vettura significa che la frequenza media si riduce, ma che vengono comunque garantiti i passaggi. Si ricorda che la Lam Blu ha una frequenza media di 7’, Lam Rossa e la Linea 3 hanno una frequenza ogni 10’, la Linea 4 ha una frequenza media ogni 20', la Linea 8R ha una frequenza ogni 15'. PISA – SERVIZIO URBANO Riduzione delle frequenze di servizio per tutte le linee con soppressioni in tutte le fasce orarie da inizio a fine servizio. PISA – SERVIZIO EXTRAURBANO Linea 190 soppressa corsa Pisa-Pontedera delle 18:00 e soppressa corsa Pontedera-Pisa delle 18:50

 
Il sindaco Spinelli: “Importante la riapertura del Drive Through a Fucecchio, la sanità deve essere sempre più vicina ai bisogni dei cittadini”
12/01/2022
Da martedì 11 gennaio tamponi molecolari in Piazza Aldo Moro grazie all'impegno delle Pubbliche Assistenze

Quello riaperto ieri a Fucecchio in piazza Aldo Moro è l'unico Drive Through presente nel Comprensorio del Cuoio. Si aggiunge a quello di Empoli, grazie all'impegno e alla collaborazione offerta dalle Pubbliche Assistenze della zona Empolese Valdarno alle istituzioni sanitarie. Così i cittadini che hanno una prescrizione medica possono prenotare il proprio tampone su sito regionale prenotatampone.sanita.toscana.it e recarsi in auto nel piazzale antistante la Buca del Palio e sottoporsi gratuitamente al test per verificare la propria positività al Covid-19. Un servizio fondamentale, svolto attraverso tamponi molecolari, che va ad aggiungersi a quelli offerti dalle farmacie e dai laboratori di analisi presenti sul territorio. “Dobbiamo ringraziare le Pubbliche Assistenze della zona, e quella di Fucecchio con il suo presidente Luigi Checchi – dice il sindaco Alessio Spinelli – perché ancora una volta dimostrano tutta la loro organizzazione e la disponibilità verso il territorio e i cittadini, fornendo un servizio di primaria importanza in questa fase di recrudescenza dei contagi. Un servizio che, dietro prescrizione medica, per le persone è totalmente gratuito. Anche questo, in un momento in cui molte famiglie sono costrette a verificare spesso un eventuale contagio, è un aspetto tutt'altro che da sottovalutare. La riapertura del Drive Through a Fucecchio, un servizio di prossimità per i cittadini, rappresenta proprio quel modello di sanità che vogliamo e che personalmente, anche come presidente della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, cerco di portare avanti con grande impegno. Questa pandemia ci ha insegnato ulteriormente quanto sia importante avere dei presidi medici a portata di mano. Ne abbiamo avuto dimostrazione anche con l'importante supporto offerto del nostro ospedale San Pietro Igneo nel momento di maggiore emergenza”. “Le Pubbliche Assistenze dell’Empolese e del Valdarno – spiega il presidente della Pubblica Assistenza di Fucecchio, Luigi Checchi - sono attualmente impegnate in vari servizi per l'emergenza Covid, in particolare nei Drive Through e nel supporto all’Hub vaccinale di Empoli. La decisione di riaprire il servizio di tamponi in piazza Aldo Moro è nata a seguito di un incontro con il sindaco Spinelli con il quale ho condiviso la necessità di ripristinare questo importante Drive Through proprio come avevamo fatto in passato. I nostri volontari e i nostri sanitari sono al lavoro da ieri in Piazza Aldo Moro con orario 9-12 con una disponibilità di 100 tamponi al giorno”.

 
Dario Nardella e la Metrocittà: "Tutta la nostra vicinanza ad Angela Bagni"
12/01/2022
Il Sindaco: "Insulti degni della pochezza di chi li scrive. Orgogliosi di un'Amministratrice come lei"

"Esprimo ad Angela Bagni tutta la vicinanza mia e del Consiglio della Città Metropolitana di Firenze per avere subito insulti degni della pochezza umana di chi li scrive e non si accorge del lavoro attento, scrupoloso, continuativo di Angela, ottima Sindaco di Lastra a Signa e consigliera delegata della Metrocittà. Ai Sindaci si attribuisce la causa di tutto, anche gli eventi come quello occorso sulla FiPiLi e in via a Carcheri, determinato da problemi idrogeologici e di traffico su un'arteria stradale appesantita, sulla quale investiamo risorse e per la quale cerchiamo soluzioni sostenibili, con procedure di sicurezza che richiedono tempi che in sé non possono essere immediati. Ma prima di tutto questo, viene il fatto che le persone civili non insultano e non disprezzano il prossimo e questo dovrebbe essere ancora più doveroso di fronte a una persona come Angela. A lei tutta la nostra solidarietà"

 
Regione. Scritta contro sindaca Bagni, solidarietà di Giani: “Gesto vile, offende tutte le donne”
12/01/2022
Apparsa lungo via dei Carcheri a Lastra a Signa

Una scritta ignobile “Ad un anno dalla frana, Angela Bagni puttana” è apparsa stamani lungo via di Carcheri nel Comune di Lastra a Signa, subito dopo il ponte di via di Mazzetta. L’ha segnalata alla sindaca di Lastra un cittadino e Angela Bagni ne ha dato notizia. Sconcerto da parte del presidente Eugenio Giani che anche a nome della Giunta esprime ferma condanna per il vergognoso gesto. “Voglio bene ad Angela Bagni – ha detto Giani-, è un’ottima amministratrice, una sindaca sempre in prima linea per il suo territorio, una sindaca particolarmente impegnata a più livelli proprio contro tutte le forme di violenza fisica e verbale. Oggi riceve un insulto gravissima che lede la sua persone e la offende profondamente. Chi usa quella parola è imperdonabile, colpisce Angela, ma colpisce anche tutte le donne del mondo Auspico che l’autore della indicibile scritta venga scoperto e venga punito per ciò che ha fatto. Alla bravissima sindaca tutta la mia solidarietà, tutta la mia vicinanza e tutta la mia amicizia”

 
Toscana: Mazzeo, scritta contro sindaca Bagni atto violento e sessista
12/01/2022
Solidarietà del presidente alla prima cittadina di Lastra a Signa a nome di tutto il Consiglio regionale: "No ad attacchi subdoli, sì al confronto democratico. I responsabili vengano puniti"

La scritta "violenta e sessista" comparsa questa mattina contro la sindaca di Lastra a Signa, Angela Bagni, "è un atto vile di chi non ha la forza e il coraggio di manifestare apertamente, in modo civile e democratico, il proprio dissenso. Colpisce tutte le donne, oltre alla persona di Angela Bagni e, con la figura della prima cittadina, l'intera comunità di Lastra a Signa". Così il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, appresa la notizia, diffusa dalla stessa sindaca, della scritta comparsa questa mattina lungo via di Carcheri. "Ad Angela Bagni va la solidarietà mia e di tutto il Consiglio regionale – aggiunge Mazzeo –. Chi svolge ogni giorno, con impegno e dedizione, il proprio compito al servizio dei cittadini e delle cittadine, non deve essere oggetto di attacchi subdoli e violenti come questo. Un conto sono le critiche e il confronto costruttivo, altra cosa la violenza e le minacce verbali o fisiche che non possono essere mai tollerate. Quello di questa mattina è un atto grave. Auspico che i responsabili vengano individuati al più presto e giustamente perseguiti".

 
Bilancio di previsione 2022. Più servizi per il sociale e l’istruzione. Congelate tasse e tariffe
12/01/2022
Approvato dal Consiglio comunale di Greve in Chianti il documento che traccia le linee di programmazione politica ed economico-finanziaria del 2022. Il sindaco Paolo Sottani: “la mensa centralizzata assicura i pasti ai bambini di oggi e domani attraverso un servizio accurato e attento alla qualità dei pasti, preparati in maniera espressa a in una cucina interna al territorio”

Abbattere le diseguaglianze sociali, offrire risposte alle necessità dei più fragili, continuare a lavorare e fare rete con il territorio perché nessuno resti indietro. Pur facendo fronte alla complessità dell'emergenza e alle difficoltà del momento che hanno comportato spese impreviste nel sociale, l'obiettivo del Comune di Greve in Chianti si consolida ed alza l'asticella delle risorse a favore della qualità e della sostenibilità della vita delle cittadine e dei cittadini. Riservando una particolare attenzione ai bisogni sociali ed educativi del territorio, la giunta Sottani si impegna a potenziare i servizi senza prevedere alcuna variazione sulla pressione fiscale. Nessun aumento per tariffe e tributi che, secondo una scelta puntuale, intrapresa sulla base delle priorità stabilite, resteranno inalterate. L'intento è quello di sostenere la comunità e le sue fasce più deboli, rafforzare le condizioni di benessere collettivo volte a moltiplicare opportunità e possibilità di accesso ai servizi, concorrere allo sviluppo sostenibile e alla crescita dell’intero territorio. Una manovra economica sana, incentrata sul tema dell'equità sociale, ispirata dai principi e dalle azioni di una corretta gestione della cosa pubblica. È questo uno dei punti fermi del bilancio di previsione 2022, approdato ai banchi del Consiglio comunale che ne ha varato i contenuti e le finalità. Il documento è percorso dal filo rosso della piena aderenza alle principali esigenze espresse dalle tante frazioni che compongono un territorio vasto ed eterogeneo. Dalle pagine del bilancio di previsione emerge chiara la volontà di mantenere un'elevata qualità dei servizi, incrementare le risorse destinate all'istruzione, alla sfera sociale, alla cultura, agli investimenti tesi a riqualificare spazi e immobili pubblici sul piano della sicurezza e dell'innovazione, della sostenibilità e dell'efficientamento energetico. "Abbiamo deciso di congelare la pressione fiscale e confermare le aliquote e le detrazioni rispetto all'anno precedente – annuncia il sindaco Paolo Sottani - sono bloccate Imu, addizionale comunale IRPEF, ferma già da molti anni, Tosap e imposta sulla pubblicità anche per le tariffe dei servizi a domanda individuale non abbiamo previsto adeguamenti". Un dato positivo, confermato dal bilancio di previsione, riguarda l'Imu e consiste nell'esenzione per il Comune di Greve in Chianti, che rientra fra gli enti ricadenti in aree montane o svantaggiate, a favore dei fabbricati strumentali all'attività agricola.

 
Wander and Pick arriva a Sesto con 16mila tulipani per colorare il Bardo
12/01/2022
La progettazione paesaggistica dell’intervento è stata curata dall’architetto Duccio Pampaloni

Un'isola-labirinto di oltre 16mila tulipani di 45 varietà rare colorerà in primavera il Giardino del Bardo. È il progetto Wander and Pick che, dopo Scandicci, Settignano e Lastra a Signa, arriva anche a Sesto grazie all’associazione Tribù della Terra. La messa a dimora dei tulipani si è conclusa da qualche giorno e l’attesa, adesso, è tutta per il corso della natura. La progettazione paesaggistica dell’intervento è stata curata dall’architetto Duccio Pampaloni. “Con questo progetto - sottolinea la coordinatrice dell’iniziativa Alessandra Benati - rendiamo accessibile a tutti un bene elegante ed educativo come il valore leggiadro e simbolico del fiore. La fioritura sarà interattiva, i visitatori potranno infatti raccogliere i fiori, ovvero avranno la possibilità, a fronte di un’offerta volontaria, di raccogliere e portare a casa i tulipani”. “Il progetto Wander and Pick vuole arricchire da un punto di vista ambientale e paesaggistico gli spazi verdi urbani - spiega l’assessora all’Ambiente Beatrice Corsi - Abbiamo colto al volo l’opportunità di collaborazione offerta dall’associazione Tribù della Terra, insieme alla quale continueremo a lavorare nei prossimi mesi. Il progetto non solo renderà più bello uno spazio verde come i giardini del Bardo, ma offrirà anche la possibilità di utilizzare questa esperienza per collaborazioni sul campo e sperimentazioni coinvolgendo i partner dell’associazione. Sarà un’occasione di partecipazione e incontro, di passeggiata e libertà, con l’auspicio che possa anche essere un momento di ripartenza e ritorno alla normalità dopo le settimane complicate che stiamo attraversando”.

 
Firenze. Sicurezza stradale, attivato il nuovo semaforo in via degli Artisti-piazzale Donatello a servizio delle ambulanze
12/01/2022
L’assessore Giorgetti: “Un importante elemento di sicurezza per i pedoni e per l’uscita dei mezzi di soccorso”

È stato attivato oggi pomeriggio il nuovo semaforo in via degli Artisti-piazzale Donatello all'altezza di Villa Donatello dove ora ha sede un presidio del 118. Un dispositivo che migliora la sicurezza sia dell’attraversamento pedonale verso la piazza sia dell'immissione dei mezzi di soccorso su via degli Artisti. “Questo impianto rappresenta un importante elemento di sicurezza per i pedoni, che potranno prenotare il verde sull’attraversamento, e per gli operatori del 118 che potranno far scattare il rosso agevolando l’uscita dei mezzi di soccorso in emergenza” spiega l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti. Il nuovo impianto è articolato su due fasi: la principale di via degli Artisti e la fase secondaria a chiamata relativa all'attraversamento pedonale che collega la strada con piazza Donatello. La particolarità di questa installazione è la possibilità da parte del personale dei mezzi del 118 in caso di uscita di un mezzo di premere un pulsante all'interno della struttura in modo che, in un tempo prestabilito e congruo, scatti il rosso per il flusso veicolare di via degli Artisti e il verde al pedonale (collocato prima del passo carrabile) facendo uscire l’auto medica in sicurezza. L'impianto, provvisto di avvisatori acustici, pulsanti per non vedenti e lanterne count-down sul pedonale, è controllabile da remoto attraverso un apparato di telecontrollo, in modo da poter intervenire per regolarlo direttamente dalla centrale operativa di Firenze Smart in caso di necessità. (mf)

 
Scandicci. Nuova Fermi, pubblicato il bando di Concorso internazionale per la progettazione
12/01/2022
La scuola sarà finanziata con 10 milioni di euro da contributi per rigenerazione urbana. Il bando pubblicato anche sul sito web del Comune di Scandicci; i professionisti potranno inviare gli elaborati dal 21 febbraio fino alle 12 del 23 marzo 2022.

Due passi avanti importanti per la progettazione e la realizzazione della nuova scuola secondaria di primo grado Fermi - che sarà costruita nell’area Turri assieme alla nuova Scuola di Musica, ad un auditorium e a due palestre - con la pubblicazione mercoledì 12 gennaio 2022 da parte dell’Amministrazione Comunale del Bando per il Concorso internazionale di progettazione; in contemporanea il Comune ha ricevuto comunicazione del finanziamento da 10 milioni di euro per la costruzione della nuova scuola, a seguito della partecipazione dell’Amministrazione Comunale al bando del Ministero dell’Interno “per contributi finalizzati a progetti di rigenerazione urbana”, all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza Pnrr. Il Concorso internazionale di progettazione è curato da un gruppo di professionisti individuati a seguito di un accordo tra il Comune di Scandicci e l’Ordine degli Architetti di Firenze. Il bando è pubblicato anche sul sito web del Comune di Scandicci; i professionisti potranno inviare gli elaborati dal 21 febbraio fino alle 12 del 23 marzo 2022. La nuova scuola Fermi sarà costruita nell’area Turri accanto alla fermata Aldo Moro della tramvia, assieme alla nuova Scuola di Musica, a due palestre e ad un auditorium, e avrà 24 spazi aula. “La nuova Fermi sarà il benvenuto a Scandicci per chi arriva da Firenze – dice il Sindaco Sandro Fallani - una scuola di ultima generazione come primo segno cittadino rappresenta le fondamenta della nostra identità, che da sempre è basata sul sapere e sul pensiero. L’identità cittadina prende forma con lo sviluppo urbanistico di Scandicci e oggi, proprio nella definizione del segno primo della città prossima, si arricchisce di due importantissimi contributi, che nel merito rappresentano il riconoscimento sostanziale di Scandicci in ambito nazionale e non solo: nello stesso giorno in cui sappiamo ufficialmente che la nuova scuola Fermi sarà finanziata con 10 milioni di euro del Pnrr, pubblichiamo il bando per il Concorso internazionale che porterà alla selezione del progettista tra i migliori disponibili, per dare forma a un’idea di scuola alla quale hanno già dato il proprio apporto l’Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa Indire, l’Ordine degli Architetti, Cassa Depositi e Prestiti. Altro punto importante: l’Amministrazione Comunale si sta impegnando assieme allo Scandicci Calcio a trovare una soluzione per lo stadio per le partite di Serie D nel territorio comunale”. L’investimento complessivo dell’Amministrazione comunale per il Concorso e la progettazione è di 126.880 euro; il Concorso di progettazione prevede premi per i primi cinque classificati, con la proprietà intellettuale delle idee premiate che sarà acquisita dal Comune di Scandicci. Già fissato dal Protocollo d’intesa tra Comune di Scandicci e Ordine degli Architetti, il Concorso è appunto a due gradi, permettendo una partecipazione con diversi progetti tra cui scegliere il migliore, e ha come oggetto lo sviluppo del progetto per la nuova scuola Fermi e del masterplan della riqualificazione dell’intera area Turri, per la quale la Giunta Comunale a fine 2020 ha già approvato il “Documento di fattibilità delle alternative progettuali”. Al vincitore del concorso sarà affidata la progettazione della scuola. La nuova media Fermi, la nuova Scuola di Musica, le due palestre, l’auditorium e uno spazio esterno per eventi musicali e sportivi, riqualificheranno l’area Turri, accanto al nuovo centro cittadino progettato e costruito da Richard Rogers. La nuova Scuola Fermi sarà realizzata secondo le indicazioni del sistema educativo di Indire 1+4. Per il nuovo “Polo Scolastico Scuole Fermi”, nei mesi scorsi Cassa Depositi e Prestiti e Comune di Scandicci hanno siglato un Protocollo d’intesa finalizzato a rafforzare la collaborazione per la realizzazione, con un investimento stimato di circa 12,7 milioni.

 
Da sabato l’Hub di Sesto vaccinerà anche i più piccoli. Una volta alla settimana fino a 180 dosi
12/01/2022
Proseguono prime e terze somministrazioni

Da sabato 15 gennaio l’Hub vaccinale di Sesto Fiorentino apre anche alle vaccinazioni pediatriche. Ogni sabato dalle 8.30 alle 18.30 nella tensostruttura presso il parcheggio scoperto del Centro Commerciale Centro Sesto in via Petrosa, saranno effettuate le somministrazioni anche ai bambini nella fascia 5-11 anni per una copertura stimata di 180 dosi giornaliere. Si rafforza ulteriormente la collaborazione tra le parti interessate, Asl Toscana centro, Croce Viola-Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino e l’Azienda Farmacie e Servizi S.p.a. e imprime una nuova spinta anche alle vaccinazioni dei più piccoli, grazie anche al prezioso supporto di Cna della Piana fiorentina ed Anpas Toscana. L’Hub di Sesto Fiorentino rimane disponibile per prime dosi, in Open Day, e terze dosi programmate su tre linee vaccinali dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 (da lunedì 17 gennaio l’orario sarà 8.30-18.30), con una copertura stimata di almeno 360 vaccini al giorno. Il percorso vaccinale è gestito da farmacisti formati e personale sanitario e della Croce Viola, anch’esso appositamente formato. Le prenotazioni per la vaccinazione potranno essere effettuate tramite il portale della Regione https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

 
Firenze. Permessi ZTL e ZCS, ulteriore proroga di validità fino al 29 giugno
12/01/2022
Invito ai cittadini a programmare il rinnovo in modo da evitare un eccessivo concentramento in prossimità della scadenza

Ancora una proroga dei permessi ZTL e ZCS e i contrassegni disabili (CUDE). Il provvedimento è legato al rinnovo dello stato di emergenza sanitaria fino al 31 marzo 2022 come previsto dal DL 221/2021. Quindi i contrassegni ZTL (con validità superiore a tre mesi), i contrassegni ZTL autobus (con validità superiore a tre mesi), i contrassegni disabili (CUDE) e i contrassegni ZCS (limitatamente ai residenti) in scadenza tra il 31/01/2020 e il 31/03/2022 sono prorogati fino al 29 giugno 2022. La proroga automatica non è valida per i permessi per l'accompagnamento scolastico e per quelli "W la mamma". Si invita i cittadini a programmare il rinnovo con debito anticipo in modo da evitare un eccessivo concentramento delle pratiche in prossimità della scadenza. Per informazioni: www.serviziallastrada.it (mf)

 
Impruneta. Sportello Tari: nuovi orari e sedi
12/01/2022
Gli appuntamenti verranno fissati nella fascia oraria 08:30 - 14:00. I giorni e le sedi

Lo SPORTELLO TARI, gestito direttamente da Alia Servizi Ambientali spa, amplia la sua disponibilità di sedi e giornate di apertura da gennaio 2022, a Impruneta e Tavarnuzze. Lo sportello è il riferimento per informazioni e per le pratiche di pagamento della tassa rifiuti e per comunicazioni a seguito di cambi residenza o modifiche della superficie dell'abitazione. L'apertura è solo su appuntamento, da prendere direttamente al Call Center Alia, attivo dal lunedì al venerdì in orario 8.30-19.30 e il sabato 8.30-14.30: - Numero verde 800.888.333 (gratuito da rete fissa); - 199.105.105 o 0571 1969333 (per chiamate da cellulari o da fuori distretto a pagamento secondo il proprio piano tariffario). Si può anche scrivere alla e-mail dedicata: tariffa.info1@aliaserviziambientali.it o impruneta@aliaserviziambientali.it Gli appuntamenti verranno fissati nella fascia oraria 08:30 - 14:00 nei seguenti giorni e sedi: 1° e 3° mercoledì di ogni mese, sportello Tari c/o Ufficio URP, piano terra Palazzo Comunale di Impruneta 2° e 4° venerdì di ogni mese, sportello Tari c/o Ufficio URP, Via Fratelli Rosselli 6 a Tavarnuzze

 
Empoli. Biblioteca comunale, un’area verde esterna all’altezza del restauro dell’edificio. Avvio dei lavori a marzo
12/01/2022
Ulteriore investimento da 99mila euro per valorizzare l’intera opera di recupero della struttura culturale

Procede il recupero dell’edificio principale della biblioteca comunale ‘Renato Fucini’. Il consolidamento strutturale e la ristrutturazione dei locali sono praticamente conclusi, rimane da concludere la fase di collaudo per poi passare a quella di allestimento e arredo delle sale principali previsto a partire dal 24 gennaio, per la quale l’amministrazione comunale ha sostenuto una spesa complessiva di 296.000 euro. «Continuano i lavori per la rigenerazione urbana del centro storico. A breve – ha detto Fabio Barsottini, vice sindaco del Comune di Empoli - toccherà alla piazza davanti la biblioteca comunale. Oltre a recuperare l’ingresso da via Cavour, questi lavori ci consentiranno di migliorare l’accessibilità ai servizi della biblioteca, rendendo questo spazio urbano più bello e più sicuro». Adesso si pensa alla sistemazione dell’area verde di fronte all’ingresso che diverrà il vero e proprio accesso alla struttura culturale, accogliente ed esteticamente gradevole. Dopo la pubblicazione di tutti gli atti, progetto definitivo e esecutivo, nelle prime settimane di gennaio sono state attivate le procedure di affidamento dei lavori per il recupero dell'area di Via Cavour. L’investimento da parte dell’amministrazione comunale è di 99mila euro. Entro la fine del mese di gennaio le procedure si prevede siano concluse e l’avvio dei lavori dell’intervento è previsto a inizio marzo, per una durata di circa 14 settimane. Quello slargo sarà completamente rivisto e ridisegnato. I lavori prevedono la demolizione e sostituzione dei muretti in mattoni di contenimento delle aree a verde, realizzati nella seconda metà degli anni ’70 e in evidente stato di degrado, la realizzazione di nuova pavimentazione in calcestruzzo architettonico e pietra, la creazione di un'area accessibile a prato e la valorizzazione del nuovo ingresso della Biblioteca, oltre che l’abbattimento delle principali barriere architettoniche presenti e la creazione di una nuova rampa a norma per disabili. Si prevede inoltre di realizzare tutte le predisposizioni e sistemazioni impiantistiche e l’inserimento di nuova vegetazione, alberi e piante, a integrazione di quella esistente. L’intervento di riqualificazione dello spazio antistante la Biblioteca comunale di via Cavour ha il prioritario obiettivo di valorizzare il restauro appena ultimato del Complesso degli Agostiniani e dotare la città di nuovi spazi pubblici inclusivi e sicuri. L'area di accesso alla biblioteca sarà recuperata con l'intento di creare uno spazio all’aperto come estensione della biblioteca stessa, direttamente collegato con gli ambienti interni, dove svolgere attività didattiche e di studio, approfondimenti interdisciplinari, eventi culturali.

 
Vicchio: oltre 112mila euro per riduzioni Tari per utenze non domestiche penalizzate da Covid
12/01/2022
Stanziamento con le ultime variazioni di bilancio 2021

“Nelle ultime variazioni al Bilancio di previsione 2021, con un contributo statale e l’avanzo vincolato del Fondone 2020, abbiamo stanziato oltre 112mila euro per le richieste di abbattimento Tari 2021 per le utenze non domestiche interessate da chiusure totali o parziali causa Covid. Nei primi mesi del 2022 arriveranno i ristori per coloro che ne hanno fatto richiesta. Un ulteriore sforzo che facciamo e che si aggiunge all’abbattimento strutturale del 30% per le attività senza fini di lucro”. Lo afferma l’assessore al Bilancio e vicesindaco Laura Bacciotti in risposta a un’interrogazione presentata dal gruppo consiliare Officina Vicch19 riguardante “Interventi a sostegno di enti del terzo settore in materia di Tari”. L’assessore ricorda inoltre che “il Regolamento comunale TARI già da anni prevede per circoli territoriali, associazioni di volontariato e istituzioni riconosciute dal Comune che svolgono attività esclusivamente di carattere sociale, ricreativo e sportivo senza fini di lucro, una riduzione del 30%” mentre “per le associazioni sportive che gestiscono impianti di proprietà comunale da alcuni anni addirittura si applica l’esenzione”.

 
Montemurlo. “Alimentazione e sostenibilità”, a mangiar bene e sano s'inizia a scuola
12/01/2022
Partono il prossimo 20 gennaio le lezioni di educazione alimentare, promosse dal Comune e destinate agli studenti delle classi terze della primaria del comprensivo “Margherita Hack” e della paritaria “Ancelle del Sacro Cuore”

Si chiama “Alimentazione e sostenibilità” il progetto di educazione alimentare, promosso dal Comune di Montemurlo, e destinato ai bambini delle classi terze della scuola primaria dell'istituto comprensivo “Margherita Hack” e della scuola paritaria “Ancelle del Sacro Cuore”. Dal prossimo 20 gennaio (salvo imprevisti legati alla pandemia) inizieranno le lezioni per imparare a mangiar sano e acquisire buone abitudini alimentari, prediligendo il tradizionale modello della dieta mediterranea. In classe arriverà Alessandra Siglich, dietista nutrizionista, che spiegherà ai bambini perché è importante nutrirsi correttamente, conoscere gli alimenti e i loro principi nutritivi. I bambini lavoreranno sulla “piramide alimentare”, una vera guida per capire di quali nutrienti ha bisogno il nostro corpo per crescere bene e restare in forma. Inoltre, il progetto prevede un incontro con gli agricoltori della Filiera corta di Montemurlo che racconteranno ai bambini cos'è l'agricoltura sostenibile e per quale motivo i prodotti a chilometro zero sono così importanti per ridurre l'inquinamento e aiutare l'ambiente. L'esperienza si concluderà con una visita in un'oliveta del territorio per capire da dove arriva l'olio extra-vergine di Montemurlo e per quale motivo è un alleato prezioso per la nostra salute. Anche i genitori dei piccoli studenti saranno coinvolti nel progetto sulla sana alimentazione e con loro la dietista affronterà anche la questione dei messaggi ingannevoli in tema di corretta alimentazione e dei “falsi bisogni” proposti quotidianamente dalla pubblicità. «Fare educazione alimentare nella scuola significa formare le nuove generazioni all'acquisizione di una sempre maggior consapevolezza sull'importanza di una corretta alimentazione per restare in salute. – spiega l'assessore alla pubblica istruzione, Antonella Baiano – Il progetto di educazione alimentare fa seguito allo sportello di consulenza alimentare“AlimentiAmo”, proposto lo scorso anno dall'amministrazione comunale ai bambini del comprensivo Hack e Ancelle del Sacro Cuore e alle loro famiglie. Educare alla salute significa anche insegnare ai bambini a mangiare insieme alla mensa scolastica, affrontando menù vari ed equilibrati dal punto di vista nutrizionale». Strettamente legato al tema del cibo è anche l'attenzione all'ambiente: nelle scuole di Montemurlo è bandito il monouso, le stoviglie non devono essere portate da casa ma sono fornite dalla scuola che le lava, grazie alle lavastoviglie installate in ogni plesso. Infine, dallo scorso 13 dicembre nelle scuole montemurlesi è ripartito il progetto di raccolta del cibo non somministrato nelle mense scolastiche, che, invece di finire in discarica, viene distribuito alle famiglie indigenti del territorio.I volontari dell'associazione San Vincenzo De' Paoli, infatti, ogni lunedì e giovedì recuperano i pasti non sporzionati alla scuola media Salvemini La Pira mentre il venerdì sono alle scuole primarie Hack e Manzi.

 
Calenzano. Partecipazione, assemblee rinviate causa covid
12/01/2022
I momenti pubblici annunciati per disco orario, parco delle Carpugnane e riqualificazione urbana del Pino saranno organizzati da febbraio

Le assemblee annunciate dalla giunta per tre importanti temi che riguardano il territorio, saranno programmate non appena la situazione epidemiologica lo consentirà, non prima di febbraio. Lo annuncia il Sindaco Riccardo Prestini: “l’andamento dei contagi a Calenzano ci impone di rinviare i momenti di partecipazione che avevamo annunciato. In questo momento dobbiamo mantenere la massima cautela e non possiamo organizzare eventi pubblici in presenza con i cittadini. Nelle scorse settimane avevamo annunciato l’inizio a gennaio di un percorso di partecipazione sul disco orario nel centro cittadino, il parco delle Carpugnane e la riqualificazione urbana della zona del Pino. Li riprogrammeremo non appena sarà possibile”.

 
Pubblicata la procedura di selezione degli atleti con disabilità fisiche e sensoriali della "sezione paraolimpica Fiamme Gialle" Anno 2022
12/01/2022
Bando di concorso, per soli titoli, per la selezione di 6 atleti con disabilità fisiche e sensoriali, distinti per discipline sportive

Sul portale concorsi online della Guardia di Finanza, per la prima volta nella storia del Corpo è stato pubblicato il bando di concorso, per soli titoli, per la selezione di 6 atleti con disabilità fisiche e sensoriali, distinti per discipline sportive, che faranno parte della Sezione Paralimpica Fiamme Gialle, istituita nell’ambito dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle, così ripartite: a. per l’atletica leggera: • n. 2 specialità “100 metri” categoria disabilità T63 (sesso femminile); • n. 1 specialità “100 metri” categoria disabilità T35 (sesso femminile); • n. 1 specialità “100 metri” categoria disabilità T64 (sesso maschile); b. per il nuoto: • n. 1 specialità “stile libero 50 metri” categoria disabilità S4 (sesso maschile); c. per lo sci alpino: • n. 1 specialità “polivalente” categoria disabilità visually impaired (sesso maschile). Al concorso possono partecipare coloro che abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, compiuto il 17° anno e non abbiano superato il giorno di compimento del 35° anno di età e che abbiano conseguito nella propria disciplina risultati agonistici di livello almeno nazionale, regolarmente certificati dal Comitato Italiano Paralimpico (C.I.P.). Ai fini della presentazione della domanda di partecipazione è necessario essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado e in possesso di valido certificato di idoneità all'attività agonistica rilasciato ai sensi della vigente normativa di settore per la specialità per la quale partecipano alla selezione. La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 24.00 del 31 gennaio 2022, dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it”, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato. I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (“P.E.C.”), dopo aver effettuato la registrazione al portale potranno accedere, tramite area riservata, al form di compilazione della domanda di partecipazione. Sul predetto sito internet e tramite l’APP Mobile “GdF Concorsi” è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sul concorso e prendere visione del bando.

 


a cura di: Città Metropolitana di Firenze - Direzione Urp, E-Government
© copyright e licenza d'uso