Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Per ottenere denaro per acquistare stupefacenti malmena i genitori
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze intervenuti in Via Abba
Alle 02.50 di questa notte, a seguito della richiesta di aiuto pervenuta sul numero di emergenza 112, due equipaggi del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via Giuseppe Cesare Abba per una violenta lite familiare. Appena giunti i militari vedevano un giovane in forte stato di agitazione e con un dito sanguinante uscire dal portone condominiale, che veniva prontamente fermato. Il ragazzo, un 31enne italiano già conosciuto dalle forze dell’ordine e con problemi psichiatrici, immediatamente ammetteva di aver avuto una lite con i genitori. Presso l’abitazione il personale operante apprendeva dagli anziani genitori che il figlio, con loro convivente, si era rivolto per l’ennesima richiesta di denaro per acquistare dello stupefacente. In tale occasione, al rifiuto del padre, il ragazzo dava in escandescenza e con la mostra di una porta iniziava a percuoterli procurando ad entrambi lesioni guaribili in 7 giorni e la rottura di una vetrinetta del salotto.
Il 31enne, che attualmente si trova piantonato presso il SPDC delle Oblate, veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali e dopo le cure sarà tradotto presso la Casa Circondariale di Firenze Sollicciano.
Purtroppo non si tratta del primo caso di violenza subita dai due malcapitati, già denunciati alle forze dell’ordine, e le continue richieste di denaro per acquistare droga, che si susseguono con cadenza quotidiana, li hanno costretti a richiedere nuovamente l’aiuto dei carabinieri.

15/05/2018 15.24
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto