Login

MET


Comune di Firenze
Intervento anti spaccio ai giardini di via Sestese
La Polizia Municipale denuncia due persone
Materiale sequestrato in via Sestese
I controlli predisposti dopo le segnalazioni dei cittadini. Uno dei due trovato in possesso di quasi 2.500 euro in contanti e nella perquisizione presso l’abitazione rinvenuta cocaina

Due persone denunciate, una per spaccio e una per la violazione delle leggi sull’immigrazione. È questo l’esito di un intervento anti spaccio effettuato dalla Polizia Municipale lunedì sera nei giardini di via Sestese.

Tutto è partito dalle segnalazioni dei cittadini che in diverse occasioni, anche durante l’incontro dello scorso maggio con l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi e il comandante Alessandro Casale, avevano evidenziato la presenza di spacciatori nei giardini di via Sestese.

La Polizia Municipale ha quindi iniziato a tenere sotto controllo l’area verde anche sulla base delle precise indicazioni dei cittadini: la fascia oraria (intorno alle 20), la descrizione del presunto spacciatore e addirittura l’indicazione della panchina dei giardini su cui sedeva in attesa dei compratori.

E lunedì sera gli agenti in servizio nel giardino, come spesso è accaduto nei mesi scorsi, quando intorno alle 21 hanno visto arrivare e sedersi sulla panchina due uomini, uno dei quali corrispondeva alla descrizione dei cittadini. I due hanno iniziato a parlare tra di loro e, quando sembrava che si stessero salutando, gli agenti sono intervenuti chiedendo loro i documenti. Il primo, risultato sprovvisto, è stato accompagnato alla Polizia Scientifica per essere fotosegnalato: si tratta di un 22enne marocchino.

Il secondo ha presentato agli agenti documenti validi: anche in questo caso un cittadino marocchino, 34 anni residente a Campi Bisenzio.

Gli agenti li hanno perquisiti e in tasca al 34enne hanno trovato 2.430 euro in contanti (tutte banconote da 50, 20 e 10 euro). In considerazione dell’ingente quantitativo di denaro e del fatto che l’uomo è risultato noto alle forze dell’ordine (a suo carico anche una misura cautelare di obbligo di dimora dalle 22 alle 07 presso la propria residenza) gli agenti hanno avvisato il magistrato di turno che ha disposto l’immediata perquisizione della sua abitazione a Campi Bisenzio. Gli agenti hanno quindi chiesto l’ausilio dei Carabinieri di Signa e proceduto con la perquisizione. Sono stati trovati - una bilancina di precisione (sporca di polvere bianca), 2 involucri contenenti polvere bianca (uno da 12 grammi risultato positivo alla cocaina al test di laboratorio e uno di circa 3 grammi che, pur non risultato negativo come sostanza stupefacente, serviva probabilmente come materiale da taglio), 4 cellulari e un tablet.

Su disposizione del magistrato è scattato il sequestro di tutto il materiale, compreso il denaro contato. Il 22 enne è stato denunciato per violazione della legge sull’immigrazione mentre il 34enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. (mf)

25/07/2018 19.20
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto