Login

MET


Comune di Firenze
Pedone provoca un incidente e si dà alla fuga, la Polizia Municipale lo rintraccia e lo denuncia per lesioni stradali
Il conducente del ciclomotore rimase ferito gravemente. L’identificazione dopo una lunga indagine che ha coinvolto anche colleghi dell’hinterland romano
Ha provocato un incidente e non si è fermata per prestare soccorso. La Polizia Municipale la rintraccia dopo settimane di indagini e per la donna, che sembra abbia attraversato a piedi la strada senza dare la precedenza al conducente del ciclomotore, è scattata la denuncia.

L’episodio risale al 2 giugno quando una pattuglia dell’Autoreparto intervenne in via Baracca nei pressi di via del Barco per i rilievi di un incidente che vide coinvolti un ciclomotore e un pedone. Il conducente del ciclomotore rimase ferito in maniera grave mentre, come riferito da un testimone, il pedone, una ragazza presumibilmente peruviana, si era allontanata senza soccorrere il ferito e lasciare i propri dati. Secondo una prima ricostruzione sembra che la donna stesse attraversando via Baracca senza dare precedenza al ciclomotore che, per non urtarla, cadeva rovinosamente a terra. Sempre secondo il racconto del testimone dopo l’incidente la donna era stata vista salire su un’auto, per poi scendere e allontanarsi a piedi. Il testimone ha fornito il numero di targa della vettura, che da ulteriori accertamenti è risultata appartenere a una persona peruviana residente nella provincia di Roma. Con l’aiuto dei colleghi dell’hinterland romano, gli agenti hanno rintracciato il nominativo della persona che aveva in uso il veicolo a Firenze e dopo ripetute richieste, mercoledì scorso, il proprietario del veicolo insieme alla donna coinvolta nell’incidente si sono presentati negli uffici della Polizia Municipale. Per la donna è scattata una denuncia per lesioni stradali personali gravi (il conducente del ciclomotore ha riportato lesioni giudicate sul momento guaribili in 90 giorni) oltre alle sanzioni per aver provocato un incidente ed essersi allontanata senza prestare soccorso né lasciare le proprie generalità. Adesso la donna rischia la reclusione da tre a cinque anni per le lesioni a seguito di incidente stradale. (mf)

02/11/2018 16.27
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto