Login

MET


Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Al Teatro del Maggio, il mese di Rossini è anche il mese dei “record
43 recite (più un concerto straordinario nella basilica di santa Croce) per i tre titoli dedicati al compositore e 30mila adesioni del pubblico di adulti e ragazzi. “Tifo da stadio” alle recite a loro dedicate

In occasione dei 150 anni dalla morte del compositore, il Teatro del Maggio celebra Gioachino Rossini con una serie di proposte per tutta la famiglia: 44 appuntamenti che contemplano “La Cenerentola, ossia la bontà in trionfo” nella versione originale, “Un lampo, un sogno, un gioco” nella riduzione da “La Cenerentola”, per ragazzi, lo spettacolo per bambini “The Rossini Game” e un concerto celebrativo nella Basilica di Santa Croce il 13 novembre, giorno dell’anniversario. Un grande successo di adesioni del pubblico di adulti e ragazzi. Già sono circa 15mila i biglietti venduti e altrettante le prenotazioni delle scuole per gli spettacoli dedicati ai ragazzi e ai bambini

A soli due giorni dall'inizio delle celebrazioni rossiniane al Teatro del Maggio (mercoledì 7 novembre ha debuttato La Cenerentola in versione integrale e ieri, giovedì 8 novembre, la riduzione per ragazzi) si contano già dei numeri memorabili. Delle 43 recite in calendario (7 de La Cenerentola, 5 di La Cenerentola: un lampo, un sogno, un gioco e 31 di The Rossini Game: Giocando con Rossini) sono già stati venduti oltre 15mila biglietti e altrettanti ne sono stati prenotati (per le scuole). Le adesioni del pubblico per questo mese di tributo al compositore, arrivano dunque a sfiorare quota 30mila.

Per ricordare Gioachino Rossini nell’anno in cui se ne celebrano i 150 anni dalla morte il Teatro del Maggio ha deciso di dedicare un mese intero di programmazione al compositore marchigiano con 44 appuntamenti in calendario, suddivisi tra La Cenerentola, ossia la bontà in trionfo, nella versione originale, Un lampo, un sogno, un gioco, versione di La Cenerentola ridotta per ragazzi, lo spettacolo – anche questo per famiglie e ragazzi –The Rossini Game e infine un concerto celebrativo fissato per il 13 novembre (data della morte) che verrà eseguito davanti alla tomba del compositore, nella Basilica di Santa Croce.

La prima ad andare in scena è stata La Cenerentola, ossia la bontà in trionfo, nell’allestimento che porta la firma del teatro fiorentino e che il pubblico in una versione simile, ha potuto applaudire nel cortile di Palazzo Pitti nella stagione estiva nel giugno 2017. L’opera, melodramma giocoso in due atti su libretto di Jacopo Ferretti liberamente ispirato alla fiaba di Charles Perrault, ha debuttato sul palcoscenico del Teatro del Maggio il 7 novembre alle 20 (altre recite 8,9,10,13 e 14 novembre ore 20 – 11 novembre ore 15:30) e ha visto il maestro Giuseppe Grazioli sul podio e Manu Lalli alla regia. Nel ruolo di Angelina, ossia la Cenerentola, Tersa Iervolino, una delle voci più acclamate e apprezzate del repertorio belcantista qui al suo atteso debutto al Maggio Fiorentino.

In cartellone per sette recite, anche la riduzione per ragazzi (dai 6 ai 14 anni) La Cenerentola. Un lampo, un sogno, un gioco, cominciata l’8 novembre (altre recite 9, 13, 14 alle 10:30 e 10 novembre alle 15:30). Lo spettacolo, tratto dall’opera di Rossini, scritto e diretto da Manu Lalli con il maestro Giuseppe La Malfa sul podio a dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino ha come protagonista Marta Pluda che si è formata all’Accademia del Maggio. La “cenerentolina” rientra nel progetto “All’Opera”, ed è una nuova produzione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione con Venti Lucenti e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e il contributo del Comune di Firenze e Chiavi della Città.

Martedì 13 novembre, data della morte di Rossini, è in programma un concerto celebrativo ad ingresso libero (posti limitati) all’interno della Basilica di Santa Croce, davanti alla tomba del compositore. Ad esibirsi il Coro di voci bianche e il Coro femminile del Maggio che interpreteranno una selezione di brani tratti dal repertorio rossiniano.

A partire poi dal 17 novembre per un totale complessivo di 31 recite (che sconfineranno nel mese di dicembre), spazio a The Rossini Game. Giocando con Gioachino (20, 21, 22, 23, 27, 28, 29, 30 novembre alle 10 e alle 11.30; 4, 5, 6, 7 dicembre alle 10 e alle 11:30; 17, 24, 1 dicembre alle 16:30; 18 e 25 novembre, 2 e 9 dicembre alle 11), nuova produzione del Maggio in coproduzione con Venti Lucenti che vedrà i protagonisti coinvolgere direttamente il giovane pubblico in sala (ragazzi tra i 6 e i 14 anni) in un divertente “gioco” sulle note di Rossini. Il Rossini Game verrà portato dal Maggio anche nel circuito del Maggio Metropolitano nel mese di dicembre per altre 13 recite il che porta al totale per questo titolo a 44 recite tra la sede del Maggio e gli appuntamenti in Città metropolitana ripercorrendo il grandissimo successo del precedente WAM Game, il gioco di Mozart che ha già superato le settanta rappresentazioni.


Le informazioni contenute nella presente comunicazione ed i relativi allegati sono riservati e comunque destinati esclusivamente alle persone fisiche, agli enti e/o alle società in indirizzo. La diffusione, comunicazione, distribuzione e/o riproduzione del contenuto della presente email e dei suoi allegati da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario, o non autorizzato, è proibita ai sensi di legge e delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali (D.lgs n. 196/2003 modificato dal D.Lgs. n. 101/2018 - GDPR UE n. 679/2016). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio all’indirizzo e-mail mittente. Si fa, inoltre, presente che l’indirizzo di posta elettronica da cui è stata inviata la presente comunicazione è Aziendale e non personale, qualsiasi comunicazione ivi inviata può essere quindi letta anche da incaricati aziendali diversi dal suo utilizzatore principale.

09/11/2018 14.48
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino


 
 

Google


Vai al contenuto