Login

MET


Comune di Montelupo Fiorentino
Montelupo. Dal giorno della memoria alla notte dell'odio. Iniziative per coltivare, conservare e valorizzare la memoria
Venerdì 24 gennaio inizia ufficialmente un calendario di eventi dedicato alla memoria che include anche i viaggi ai campi di sterminio nazisti
«In questi anni abbiamo perduto quasi tutti i testimoni dei fatti della seconda guerra mondiale. Ciò complica il compito di tramandare alle future generazioni cosa è accaduto, per fare in modo che non accada mai più. La perdita di memoria rischia di diluire la gravità dello sterminio nazista e di tutto quanto avvenne intorno alla seconda guerra mondiale. Ciò rischia di lasciare uno spiraglio a chi alimenta il proprio consenso nutrendo un clima di odio e di discriminazione. Fino a qualche anno fa non sarebbero stati tollerati fatti e comportamenti oggi messi in atto con disinvoltura anche dalla classe politica.

Per questo è fondamentale che scuola e istituzioni e lavorino insieme per coltivare, conservare, valorizzare la memoria, continuando a mantenere vivo lo spirito critico della comunità. Da qui il nostro sforzo di quest’anno nel predisporre un programma articolato che riporti le tante iniziative in una cornice organica», afferma Lorenzo Nesi, assessore con delega alla memoria e alla legalità.

Il primo appuntamento rivolto alle scuole è per oggi venerdì 24 gennaio e vede il coinvolgimento degli studenti dell’Istituto comprensivo Baccio da Montelupo. Il successivo appuntamento è proprio lunedì 27 gennaio in occasione del GIORNO DELLA MEMORIA al cinema Mignon alle ore 21 sarà proiettato il film “La ragazza d'autunno” di Kantemir Balagov. In data successiva ancora da definire, sarà invece proiettato “Jo Jo Rabbit” di Taika Waititi.

Si prosegue il 23 febbraio alle 17 al teatro Aurora di Fibbiana con lo spettacolo, proprio davanti al luogo della sua deportazione, “Anna Frank giocava a calcio. Carlo Castellani, bomber dell'Empoli” de “la Conchiglia di Santiago”, regia di Andrea Mancini con Eva Ermelani - musiche di Jacopo Yahya, da un idea di Gianluca Rosucci, in collaborazione con “la scuola del tifo”.

Il 17 febbraio grazie ad ANED Empolese Valdelsa faremo una passeggiata assistita ed aperta al pubblico tra i luoghi della deportazione coi ragazzi del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze. Al termine sarà deposta una corona al cippo presso il cimitero comunale del Castello.

Uno degli appuntamenti più importanti di questo percorso è la presentazione sabato 7 Marzo alle ore 18 presso il MMAB della nuova edizione de “LA NOTTE DELL’ODIO” di Alfio Dini, il libro che racconta della deportazione politica dell’8 marzo 1944 nelle strade della nostra città. Un vero e proprio prontuario della memoria locale.

Domenica 8 Marzo si prosegue con le celebrazioni istituzionali, la messa in ricordo dei deportati e la deposizione della corona al monumento ai caduti e alla targa in ricordo dei deportati posta sulla facciata del Municipio.

Lunedì 9 marzo dopo la deposizione di una corona al macigno di Ebensee posto davanti alla scuola, la compagnia FDMDB (Figli Della Mamma Di Bresson) unusual photographers presenterà in auditorium uno spettacolo teatrale dedicato alla strage del Padule di Fucecchio. Lo stesso sarà replicato per tutta la cittadinanza giovedì 12 marzo alle ore 21 presso il MMAB.

Infine, il programma culmina con i viaggio studio nei campi di concentramento nazisti di Mauthausen, Ebensee, Gusen, Hartheim, e alla risiera di San Sabba a Trieste, ANED e Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa dal 6 all’11 maggio.

Ciò passando per le importanti ricorrenze del 10 febbraio, del 6 marzo e del 25 aprile.

24/01/2020 12.11
Comune di Montelupo Fiorentino


 
 

Google


Vai al contenuto