Login

MET


Comune di Montemurlo
A MONTEMURLO I CAMPI DI VOLONTARIATO INTERNAZIONALE DI LEGAMBIENTE
I ragazzi sono impegnati su via di Cicignano e nell’area protetta del Monteferrato. “Il prossimo anno - dice il sindaco - vogliamo estendere l’esperienza alle scuole del territorio”
Arrivano da mezzo mondo e in questi giorni sono a Montemurlo per dare una mano all’ambiente. Sono i ragazzi degli “International work camp” di Legambiente che ogni anno uniscono alla voglia di viaggiare e di conoscere un paese estero, un’ importante esperienza di volontariato per migliorare concretamente l’ambiente e le infrastrutture a servizio di un turismo sostenibile. Il Comune di Montemurlo quest’anno per la prima volta ha aderito con entusiasmo al progetto di Legambiente e fino al 14 luglio ospiterà alla scuola media “Salvemini- La Pira”, base logistica del campo, il gruppo di otto giovani dai 18 ai 24 anni, che arrivano dalla Turchia, Russia, Francia, Spagna, New York e Corea del Sud. “Siamo felici di potervi ospitare a Montemurlo. - ha detto il sindaco Lorenzini, incontrando questa mattina i ragazzi – Quella che state vivendo è un’esperienza importante per la conoscenza del nostro patrimonio storico - artistico e per la promozione di uno sviluppo sostenibile. Su questo fronte il Comune di Montemurlo è molto attivo, vorrei ricordare solo il progetto Piedibus o l’investimento in fotovoltaico, sul quale anche quest’anno abbiamo previsto 70 mila euro di risorse”. E per il prossimo anno Lorenzini lancia l’idea di aprire il campo alle scuole del territorio: “Sarebbe bello ed importante che potessero partecipare all’esperienza dei campi di volontariato internazionale di Legambiente anche i ragazzi delle scuole medie e superiori di Montemurlo, un modo per fare amicizia e per migliorare il proprio inglese”. Naturalmente, l’area scelta per gli interventi di ripristino e tutela è stata quella dell’area protetta del Monteferrato. In particolare, i volontari si stanno occupando della sistemazione del sentiero numero 1 in prossimità della Rocca di Montemurlo attraverso il taglio della vegetazione e la sistemazione degli sciacqui, della tinteggiatura con impregnate di circa 140 metri di guard rail lungo la via di Cicignano per evitare il deterioramento del materiale oltre alla ripulitura delle fossette laterali ed infine, della sistemazione e tinteggiatura degli arredi in legno che si trovano nell’area “pic-nic” nei pressi del lago di Rocca. I volontari lavorano la mattina mentre il pomeriggio è dedicato alla conoscenza del territorio e allo scambio “interculturale” con la comunità locale attraverso la partecipazione a momenti ricreativi e di socializzazione, come domani per l’evento del Festival delle Colline a Villa Giamari. “Ho scelto di fare l’esperienza dei campi di lavoro per conoscere un paese estero in un modo diverso rispetto al turismo - dice Natalia che arriva dalla Russia. Così, ho modo di essere a contatto con la vita reale, con le persone del posto ed ho la possibilità di fare amicizia Le fa eco Lory, che ha 18 anni e arriva da New York “Volevo provare un’esperienza diversa dal turismo e fare gruppo. Anche in America ho frequentato dei campi ma li non lavoravamo”. Nel progetto la Pro Loco di Montemurlo ha una parte molto importante, perché ogni giorno si occupa del trasporto dei ragazzi e dell'attrezzatura necessaria agli interventi di sistemazione “Spero che anche il prossimo anno potremo ripetere quest’esperienza, che è positiva sotto molti aspetti non ultimo quello dei rapporti umani che si instaurano con il gruppo dei giovani”, conclude Germano Cerretani. All’incontro con i giovani erano presenti anche l’assessore Gianluca Giancaterino, la responsabile dell’area protetta del Monteferrato, Claudia Baroncelli, la presidente di Legambiente Prato, Maria Rita Cecchini e Tiziana Fedi (Legambiente) e Arpad e Teja, due giovani volontari che partecipano ad un progetto di scambio internazionale.
Cos’è un campo di volontariato internazionale-Un campo di volontariato internazionale è una breve esperienza nella quale si offre ai partecipanti provenienti da tutto il mondo la possibilità di realizzare concretamente un progetto di ripristino, tutela e valorizzazione dell’ambiente. E’ anche l’occasione per conoscere luoghi da tutelare, risorse del territorio e persone che hanno condiviso la stessa scelta di volontariato. Un modo pratico per mettersi in gioco e dare il proprio contributo alla salvaguardia del nostro territorio, ma anche un modo per imparare “sul campo” cosa significhi vivere in modo più sostenibile. La maggior parte dei campi dura 10-15 giorni e ospita un numero di circa 10-15 volontari internazionali.

10/07/2013 17.59
Comune di Montemurlo


 
 

Google


Vai al contenuto