Login

MET


Regione Toscana
No Profit: sviluppo ed etica, l’evoluzione dentro la rete
Presentata a palazzo Bastogi la piattaforma “donaction.org”. Il consigliere Bambagioni: “Progetto che mette in contatto imprese, progetti e pubblico”
Al servizio dell’etica, in nome dello sviluppo. È quanto promette “donaction.org”, la piattaforma che oggi, giovedì 19 giugno, è stata presentata in Consiglio regionale. Ad introdurre il convegno il consigliere Paolo Bambagioni, che ha tracciato gli aspetti salienti del progetto che promette una piccola grande ricoluzione nel mondo no profit, frutto dell’intuizione di un gruppo di imprenditori under 30. “L’idea di mettere nel portale, e cioè nella piazza virtuale, il corpo dei progetti no profit portati avanti dalle varie associazioni, permettendo di scegliere e investire in uno di questi, è per forza vincente”, spiega Bambagioni riferendosi a “donaction.org”. Cliccando, in modo assolutamente gratuito, l’accesso al portale, “si permetterà alle aziende e al pubblico tutto di interloquire e individuare un dato progetto, conoscendo in tempo reale, giorno dopo giorno, ogni progresso fatto grazie ai propri finanziamenti”, continua il consigliere, che vede nella piattaforma “un modo per stimolare l’etica delle imprese, ma anche di assicurare trasparenza e conoscibilità alle azioni finanziate”. Con Bambagioni, ad aprire i lavori anche l’assessore al welfare del Comune di Firenze, Sara Funaro.
Alla presentazione di “donaction.org”, in Consiglio regionale, è stato sottolineato che si tratta della prima piattaforma nel suo genere e che l’intento è comunque quello di agevolare la raccolta fondi attraverso nuove forme di finanziamento, in particolare tramite il Crowdfunding. Si tratta insomma di un mezzo che consente anche alle organizzazioni più piccole di avvalersi di uno strumento gestibile ed efficace. Sono intervenuti all’appuntamento in Consiglio regionale vari esperti di settore tra cui Michele Mariani, project manager donaction, Giorgio Capitanio responsabile dei progetti fondazione AVSI, Lorenzo Tordelli, consulente tecnico in cooperazione. E poi ancora Federico Garrea di Ceo di Treedom, Paola Pierri, consulente in filantropia e social business e Fulvio Vincenzo, membro del consiglio direttivo di Cospe. A moderare gli interventi Adriano Iaria, esperto in relazioni internazionali e politiche del disarmo.
Le conclusioni del convegno sono state affidate all’assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci. (Cam/ap)

19/06/2014 23.09
Regione Toscana


 
 

Google


Vai al contenuto