Login

MET


Comune di Barberino Val d'Elsa
“Buone letture e buone avventure!”. Roberto Innocenti ha inaugurato la biblioteca dei piccoli
La Casa “Alda Merini” di Barberino val d’Elsa si specializza nella cultura dell’infanzia
Una grande festa per bambini con letture e racconti

"Ciò che nel cinema si muove e fugge, nei libri illustrati resta, si lascia immaginare, scrutare, analizzare. I miei libri raccontano il bisogno di sognare e condividere storie e personaggi che nascono dalla fantasia, quella che costruisce un ponte tra bambini e adulti". Roberto Innocenti, celebre illustratore italiano, Premio Andersen, scrittore pluripremiato, è stato l'ospite d'onore dell'evento con il quale l’Unione comunale del Chianti fiorentino ha riaperto la biblioteca "Casa della Cultura Alda Merini" di Barberino Val d'Elsa. Un grande personaggio, stimato in tutto il mondo, ripercorso e celebrato attraverso l'esposizione di alcune sue note illustrazioni, letture teatrali, poetiche e ad alta voce ispirate ai capolavori del maestro, tra cui La Casa del Tempo, Pinocchio. Da ieri sera la biblioteca di Barberino è la Biblioteca dei Piccoli, rinata sotto la stella di Roberto Innocenti che nel corso della serata ha regalato un augurio speciale a tutti i bambini, con un disegno realizzato a mano su una parete della biblioteca comunale, accompagnato dalla frase “buone letture e buone avventure!”.

Soddisfatti per l’esito del restyling e il successo dell’evento, condiviso da numerosissime famiglie con bambini, i sindaci di Barberino e Tavarnelle Giacomo Trentanovi e David Baroncelli e l’assessore Marina Baretta. “La biblioteca comunale Alda Merini - spiega il presidente dell’Unione comunale Giacomo Trentanovi - rinnovata negli spazi e negli allestimenti interni, riapre con un’importante novità, la specializzazione nella cultura dell’infanzia”. La biblioteca si qualifica infatti per la riorganizzazione degli spazi e la creazione di nuove sezioni destinate ai lettori baby, nella fascia 0-6 anni, con ambienti gioco e lettura, toilette e corner fasciatoio a misura di bambino”. Il Comune ha realizzato puntuali interventi di miglioramento, adeguamento e riallestimento dopo aver utilizzato gli spazi, tra il 2015 e il 2016, a favore della scuola dell’Infanzia con l’obiettivo di consentire ai 50 bambini del plesso di Marcialla, chiuso temporaneamente a cause di specifiche problematiche di carattere strutturale, di continuare a svolgere la loro attività didattica. Nei piani superiori le sale studio sono a disposizione di studenti e bibliofili.

Altro elemento di novità è legato al fatto che la struttura ospita per la prima volta e in maniera permanente il presidio Nati per Leggere di Barberino e Tavarnelle. Un importante lavoro è stato fatto anche sull’integrazione degli orari di apertura al pubblico per garantire un servizio continuato tra le due biblioteche che all’attivo hanno 21mila prestiti e 2mila utenti. All’inaugurazione hanno preso parte gli assessori di Barberino e Tavarnelle Cristina Pratesi e Davide Venturini, i consiglieri comunali Francesco Grandi, Roberto Fontani e il presidente del Consiglio comunale di Tavarnelle Alberto Marini, il luogotenente dei Carabinieri Giuseppe Cantarero. Ad arricchire il programma degli eventi la partecipazione dei Lettori Volontari Nati per Leggere Barberino Tavarnelle, dell'Associazione Poetica del Chianti Fiorentino e degli attori dell'Associazione Tealtro. L’inaugurazione è stata aperta dalle note della Filarmonica Verdi di Marcialla, diretta dal maestro Adriano Scoccati. L’iniziativa è stata realizzata con il contributo di Coop Mercatale - San Donato – Barberino.

13/03/2017 15.39
Comune di Barberino Val d'Elsa


 
 

Google


Vai al contenuto