Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Figline e Incisa. TARI 2017: come richiedere le agevolazioni tariffarie
Confermate riduzioni (fino all’80%) a seconda di Isee e caratteristiche nucleo familiare. Sconti anche per under 36 e per chi rimuove le slot
È online, sul sito www.comunefiv.it, il bando 2017 che consente l’accesso alle agevolazioni tariffarie sulla tassa sui rifiuti.

Tre le tipologie di utenza individuate: tipologia A, per le utenze domestiche con Isee fino a 15.500 euro; tipologia B, per le utenze domestiche con Isee fino a 20mila euro oggetto nel biennio 2016-2017 di un provvedimento di licenziamento, messa in mobilità o cassa integrazione; tipologia C, per le utenze non domestiche che procedono alla disinstallazione di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici finalizzati al gioco lecito con vincite in denaro. Requisito comune a tutte le tipologie è quello di essere in pari con i precedenti pagamenti Tares/Tari.

Quanto al dettaglio delle riduzioni sull’intera tariffa per la tipologia A, costruita sulla base di quattro scaglioni di reddito del nucleo familiare di appartenenza, è prevista un’agevolazione del 12% (Isee compreso tra 13.000,01 e 15.500 euro), del 28% (Isee compreso tra 7.500,01 fino a € 13.000,00), del 50% (utenze fino a 7.500 euro) e del 70% (nucleo familiare composto da un membro portatore di handicap accertato o di disabilità al 100% e con reddito fino a 15.500 euro). La tipologia B, invece, consente di ricevere una riduzione del 50% sull’intera tariffa ed è riservata ai nuclei familiari con reddito fino a 20mila euro, purché residenti in un appartamento non di lusso e con uno dei suoi componenti in cassa integrazione, disoccupazione o mobilità a seguito di un provvedimento emesso nel biennio 2016-2017 (in questo caso, la documentazione relativa allo stato occupazionale può riferirsi al primo o al secondo semestre dell’anno). Infine, gli utenti che rientrano nella tipologia C devono avere installato da almeno 18 mesi slot machine o altri congegni per il gioco lecito con vincite in denaro, provvedere alla loro rimozione entro 60 giorni dalla richiesta di agevolazione ed evitare di dotarsene nuovamente per i successivi 4 anni. In questo caso, infatti, la riduzione sull’intera tariffa è pari al 20% (per un massimo di 500 euro) e valida per tre anni.

Oltre alla conferma delle agevolazioni sulla base dei diversi scaglioni di reddito e sulla base delle condizioni occupazionali dei componenti del nucleo familiare, il bando 2017 introduce una novità, rivolta agli under 36. Per la tipologia A, infatti, è previsto un’ulteriore riduzione del 10% sull’intera tariffa, in presenza di nuclei familiari in cui i componenti siano tutti nati dopo il 1° gennaio 1981. Inoltre, sarà possibile accogliere un maggior numero di domande rispetto allo scorso anno, grazie ad uno stanziamento di 10mila euro in più nel fondo comunale dedicato a questo tipo di agevolazioni (passato da 20mila a 30mila euro).

Le utenze che rientrano nella tipologia A e nella tipologia B (con attestazione dello stato di disoccupazione, cassa integrazione o mobilità riferita al primo semestre 2017) possono inoltrare domanda di agevolazione entro il 30 settembre. Quelle che rientrano nella tipologia B, ma con attestazione dello stato di disoccupazione, cassa integrazione o mobilità riferita al secondo semestre 2017, hanno tempo fino al 31 gennaio 2018. Infine, il termine di scadenza delle richieste per la tipologia C è fissata al 31 dicembre.

Le domande – disponibili sul sito www.comunefiv.it oppure presso lo Sportello FacileFiv del Comune – devono essere corredate di documento di identità e di attestazione Isee, insieme al provvedimento di licenziamento, cassa integrazione o messa in mobilità, nel caso di richiesta di tipo B. La consegna può avvenire a mano presso lo Sportello Facile Fiv di Figline (in piazza IV novembre 3, dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì anche dalle 15,30 alle 18,30 e il giovedì anche dalle 15,30 alle 19,30) o di Incisa (piazza del Municipio 5, dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 13,30, il martedì e il giovedì anche dalle 15,30 alle 18,30) oppure via pec all’indirizzo comune.figlineincisa@postacert.toscana.it oppure tramite posta raccomandata A/R. Non farà fede il timbro postale di spedizione.

Per eventuali chiarimenti rivolgersi all’ufficio Tributi ai numeri 055/9125219–223-231-250.

03/08/2017 12.58
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 

Google


Vai al contenuto