Login

MET


Comune di Empoli
Empoli. Patrocinio e stemma, c’è un regolamento per concessione e uso
Alcuni i casi in cui lo stemma della Città è stato utilizzato impropriamente
Logo Empoli
Da ormai oltre un anno il Comune di Empoli, dopo l’approvazione del Consiglio Comunale, ha adottato un apposito regolamento per la concessione del patrocinio comunale e il susseguente utilizzo dello stemma cittadino.

Negli ultimi mesi, tuttavia, si sono registrati alcuni casi in cui lo stemma della Città di Empoli è stato utilizzato impropriamente, senza averne ricevuto autorizzazione dall’amministrazione.

Lo stemma costituisce il segno distintivo dell’ente comunale, l’elemento grafico rappresentativo della sua identità, è di proprietà dello stesso Comune e la sua tutela è riconducibile all’articolo 7 del codice civile.

L’ente può agire contro chiunque ne faccia un uso improprio o, comunque, non consentito.

Per questo va ricordato che l’uso e la riproduzione sono consentiti esclusivamente previa autorizzazione del Comune.

Come detto l’uso dello stemma è legato a stretto filo alla concessione del patrocinio comunale.

Per ottenerlo la procedura si trova al link del Suev, per lo Sportello Unico Eventi: http://www.comune.empoli.fi.it/suev/home_suev.htm dove si trovano il modulo per la richiesta e il regolamento per la concessione.

L’istituto del patrocinio è un’attestazione di riconoscimento morale, un apprezzamento, un’adesione a specifiche proposte ritenute meritevoli per le loro finalità sociali, educative, culturali, artistiche, storiche, istituzionali, sportive, scientifiche, umanitarie, turistiche, economiche e celebrative.
Il patrocinio è dunque una sorta di certificazione del valore dell’iniziativa e della sua importanza per l’amministrazione comunale.
Fino a maggio 2016 il Comune di Empoli non era ancora dotato di un regolamento che normava le modalità ed i criteri per la concessione del patrocinio pertanto la giunta ha ritenuto di regolamentare la materia includendo anche le regole per l’uso dello stemma del Comune.
Nel regolamento vengono chiariti tutti i soggetti che possono chiedere patrocinio e quali sono le responsabilità di chi lo chiede e del Comune, si precisano gli obblighi su come e chi può utilizzare lo stemma comunale.
Il patrocinio comunale può essere concesso dalla giunta comunale a manifestazioni e progetti a carattere storico e o sulle tradizioni locali, sociale e sanitario, culturale, educativo, sportivo, scientifico, turistico e del tempo libero, economico, ambientale, informativo e umanitario; ma anche convegni, congressi, iniziative di studio, ricerca e documentazione attinenti ad attività storiche, tradizioni locali, sociali e sanitario, culturali, educative, sportive, scientifiche, turistiche e del tempo libero, economiche, ambientali,informative e umanitarie.
Il regolamento chiarisce anche che il patrocinio non costituisce esonero od esenzione agli obblighi tributari che i beneficiari sono tenuti a corrispondere in base alle leggi; non comporta la messa a disposizione gratuita di strutture o servizi di pertinenza dell’Ente; che non è prevista l’erogazione di contributi, né alcuna partecipazione alle spese organizzative della manifestazione od iniziativa patrocinata, compresa la stampa di materiali informativi.
Non viene concesso a soggetti che svolgono attività di lucro, ad iniziative che costituiscono pubblicità o promozione di attività finalizzate prevalentemente alla vendita, anche non diretta, di opere, prodotti o servizi, di qualsiasi natura; o ad eventi e iniziative che siano promosse da partiti o movimenti politici,sindacati, da organizzazioni o associazioni, ad esclusivo fine di propaganda o proselitismo, o per finanziamento della propria struttura organizzativa.
Il patrocinio comunale, può essere concesso anche a soggetti che svolgano attività di lucro per le sole iniziative che abbiano come finalità la raccolta e la devoluzione di fondi in beneficenza.

17/08/2017 12.22
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto