Login

MET


Comune di Vinci
Vinci. "Migranti bonificatori" sulle sponde dell’Arno
I ragazzi richiedenti asilo volontari al lavoro per i Comuni di Vinci e Capraia e Limite
Qualcuno avrà notato alcuni ragazzi richiedenti asilo camminare sulle sponde dell’Arno con la pettorina colorata e lo sguardo attento al terreno raccogliendo carte, pezzi di plastica e piccoli rifiuti di ogni genere: si tratta del progetto “Migranti Bonificatori”.

Mutuando un progetto pilota voluto e finanziato dalla Regione Toscana, il Consorzio 4 Basso Valdarno ha promosso complessivamente 4 progetti coinvolgendo alcuni comuni nel cui territorio scorre l’Arno, ricadenti nella competenza consortile: un progetto è stato presentato per la sponda tra i comuni di Vinci e Capraia e Limite, 2 progetti per la destra e sinistra idraulica nel comune di Pisa e, se pur non riferito all’asta dell’Arno, un progetto ha interessato il Padule di Fucecchio con i comuni di Larciano, Monsummano Terme e Ponte Buggianese.

Complessivamente sono stati oltre 40 i ragazzi richiedenti asilo facenti parte di differenti associazioni e cooperative del territorio che hanno operato nel programma. Lo scopo è quello di promuovere l’integrazione biunivoca tra ragazzi che provengono da paesi con cultura e abitudini differenti e la cittadinanza: se da un lato gli abitanti possono interagire con i migranti e vederne l’impegno, dall’altro i migranti possono conoscere sia il territorio che li circonda che le modalità di fruizione dello spazio comune, regole non scritte per una giusta e proficua convivenza civile.

Il Consorzio 4 Basso Valdarno ha scelto, in accordo con gli enti locali interessati, alcuni tratti urbani dell’Arno, argini e golene dove più forte è l’impatto antropico e ambientale, molto frequentati dalla cittadinanza per la presenza di piste ciclabili e percorsi verdi. Numerosi i rifiuti rinvenuti, per lo più carta, piccoli oggetti e frammenti di plastica che, senza una pulizia attenta e capillare, rimangono nel terreno provocando un inquinamento duraturo e persistente. Attivato in primavera, le attività sono state suddivise in due tranche: la prima si è svolta tra giugno e luglio mentre la seconda, iniziata a settembre, si concluderà presumibilmente a fine ottobre.

Marco Monaco, presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno: “Da sempre sono un fautore della sinergia tra enti, istituzioni, associazioni e cittadini per una migliore e più efficace tutela del territorio. Il Consorzio, pur non competente in materia di pulizia delle opere arginate, siano esse di competenza consortile o affidate in gestione dalla Regione Toscana, ha messo a disposizione volentieri il proprio supporto e le proprie competenze a favore di tutta la comunità. Sono fermamente convinto che l’attivazione di questo progetto possa consentire a tutti una più attenta e consapevole fruizione dello spazio comune, troppo spesso abbandonato e preda di atti di vero vandalismo ambientale, e che potrà essere un punto di partenza non solo in tema ambientale e di valorizzazione delle aree verdi ma anche per la conoscenza e la convivenza umana”.

Stefano Mugnaini, presidente di Multicons: "Questi ragazzi ci aiutano a scuotere le nostre coscienze e a sfatare lo stereotipo ormai diffuso che li vuole come scansafatiche che vengono qua senza desiderio di fare nulla. Con il progetto 'Migranti bonificatori' vogliamo dare invece un'immagine diversa di loro, perché non sono diversi dai nostri ragazzi, dai nostri figli".

L'assessore alle Politiche sociali del Comune di Capraia e Limite, Rosanna Gallerini: “Si tratta di un progetto importante per favorire l'integrazione dei ragazzi ospitati dalle nostre comunità. Da mesi i ragazzi si stanno impegnando nella pulizia di porzioni del nostro territorio per ricambiare l'accoglienza ricevuta e lo ritengo un percorso formativo positivo per tutti i soggetti in gioco”.

Il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia e la sua vice con delega alle Politiche sociali, Cristina Pezzatini: “Questo progetto è un buon modo di fare accoglienza e al contempo un'opportunità per i ragazzi di rendersi utili alla comunità. Li ringraziamo per aver aderito al progetto: per loro è l'importante inizio di un processo di integrazione e inserimento e rappresenta anche un trampolino di lancio per ulteriori possibilità. Ricordiamo che tutti i centri di accoglienza presenti a Vinci hanno fatto accordi per attivare lavori socialmente utili”.

Migranti bonificatori

10/10/2017 15.31
Comune di Vinci


 
 

Google


Vai al contenuto