Login

MET


Comune di Scandicci
Una città per cambiare, incontro sul Piano Operativo a Casellina
Martedì 17 ottobre alla Casa del Popolo
Quattordicesima assemblea pubblica con il Sindaco, gli amministratori e i tecnici del Comune di Scandicci a Casellina martedì 17 ottobre 2017 alle 21, presso la Casa del Popolo in piazza Di Vittorio, per illustrare e discutere l’avvio del procedimento di Formazione del Piano Operativo e di variante del Piano Strutturale. Titolo del nuovo Piano Operativo, ovvero della revisione del Regolamento urbanistico, è “Una città per cambiare – Scandicci 2018-2023”. L’avvio del procedimento per il Piano Operativo è stato approvato dal consiglio Comunale nella seduta dello scorso 31 marzo. Il procedimento nei prossimi mesi coinvolgerà l’Amministrazione Comunale, l’intera città con diciassette assemblee pubbliche, le forze politiche e i professionisti, che come tutti i cittadini potranno inserire progetti e idee su una pagina web specifica sul sito del Comune. L’incontro di martedì 17 ottobre a Casellina segue il tredicesimo appuntamento del ciclo di assemblee, che si è tenuto il 2 ottobre a San Michele a Torri; l’assemblea pubblica successiva si terrà a Le Bagnese lunedì 23 ottobre alle 21 al Circolo Arci (via delle Bagnese, 20). Per informazioni Comune di Scandicci, 055.7591548/549, sindaco@comune.scandicci.fi.it , www.comune.scandicci.fi.it.

Questo l’elenco completo delle 17 assemblee pubbliche in città: a Scandicci Centro, sabato 13 maggio alle 10,30 nella Biblioteca di Scandicci (via Roma, 38/a); nella Piana di Settimo lunedì 22 maggio alle 21 all’Arca della Pieve, presso la parrocchia (via della Pieve); a Casellina in zona largo Spontini martedì 30 maggio alle 21 presso la scuola d’infanzia Italo Calvino (via Boito, 1); nella Piana di Settimo a San Colombano lunedì 5 giugno alle 21 presso la scuola d’infanzia Rita Levi Montalcini (via Barontini, 1); a Scandicci Centro, lunedì 12 giugno alle 21 presso il Ginger Zone (piazza Togliatti); a Vingone lunedì 19 giugno alle 21 alla Casa del Popolo Rita Atria (via Roma, 166); a San Giusto lunedì 26 giugno alle 21 al Circolo Arci (via Ponte a Greve, 119); in zona collinare a San Martino alla Palma lunedì 3 luglio alle 21 al Circolo Arci I 5 Martiri (via di Calcinaia, 20); nella Piana di Settimo, a Capannuccia, lunedì 10 luglio alle 21 al Circolo ricreativo Casa dei Lavoratori (via Pisana, 636); a Rinaldi lunedì 17 luglio alle 21 alla scuola d’infanzia Rinaldi (via di Triozzi Basso, 1); al Viottolone lunedì 18 settembre alle 21 al Giardino delle Ghiaie (interno via Pisana, 142); a Vingone lunedì 25 settembre alle 21 al Villaggio Socet Vingone (piazza Nenni, 7); in zona collinare a San Michele a Torri lunedì 2 ottobre alle 21 al circolo Uisp di San Michele; a Casellina martedì 17 ottobre alle 21 presso la Casa del Popolo (piazza Di Vittorio); a Le Bagnese lunedì 23 ottobre alle 21 al Circolo Arci (via delle Bagnese, 20); a San Vincenzo a Torri lunedì 30 ottobre alle 21 al circolo Mcl di San Vincenzo (via San Niccolò, 6); a Badia a Settimo lunedì 6 novembre alle 21 alla Casa del Popolo Vittorio Masiani (via dell'Orto, 7).


“In piena puntualità con quanto fissato adattiamo gli strumenti di governo della città e del territorio ai mutamenti sociali ed economici – ha detto il Sindaco Sandro Fallani in occasione dell’approvazione dell’avvio del procedimento - il lavoro che porterà alla redazione e all’approvazione del nuovo Piano Operativo coinvolgerà tutta la città, i quartieri, le persone. I principi che ci ispirano nel dare il via al nuovo Piano Operativo sono quattro: il completamento del Centro Rogers, che è il motore dell’innovazione, con risorse private e funzioni pubbliche; la riqualificazione a cemento zero e sotto zero delle zone di quartiere, perché la vita delle persone sta nei quartieri; più turismo e agricoltura sulle colline, che sono il 70% del nostro territorio; per le aree produttive infine seguiremo le logiche della riconversione, dello sviluppo, del lavoro, proseguendo con il principio del cemento zero come già fatto per il recupero di 150 mila mq di luoghi industriali riqualificati (ex elettrolux per Univergomma, ex Matec per Gucci, Ex Superpila per GT Pelletterie, ex Moranduzzo per Prada)”.


“Il nuovo Piano Operativo sarà finalizzato alla qualità della vita di chi abita in tutti i quartieri cittadini, e al lavoro in città – ha detto l’assessore all’Urbanistica Andrea Giorgi – con un’attenzione alle aziende che vengono e a quelle che si vogliono ingrandire. Puntiamo al tempo stesso ad un miglioramento delle infrastrutture. Abbiamo pensato a procedure trasparenti, con uno spazio sul nostro sito web riservato a tutti coloro che desiderano presentare un contributo di idee o di progetti in vista dell’adozione e dell’approvazione del Piano”.


Lo spazio web dell’Amministrazione per la raccolta e la pubblicazione di idee e progetti “per la città Scandicci del futuro” è raggiungibile dall’home page del sito del Comune www.comune.scandicci.fi.it ; gli interessati possono cliccare sul banner “Progetto Comune – Invia il tuo contributo”. “Il futuro della Città si traccia a partire da strumenti urbanistici e strategici che inquadrano nuove prospettive e funzioni del territorio”, è scritto nella pagina “Progetto Comune”, “È un processo di confronto e valutazione non solo tecnico ma anche culturale su cui è importante generare un dibattito fatto di proposte, idee, richieste che provengono dai vari attori locali, dai cittadini, da chi il territorio lo vive ogni giorno, secondo varie esigenze ed esperienze” (il Comune rimane estraneo a responsabilità concernenti l’utilizzo del materiale pubblicato, in particolare per quanto concerne la proprietà intellettuale dei contributi forniti).

12/10/2017 12.33
Comune di Scandicci


 
 

Google


Vai al contenuto