Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Nelle scuole di Figline e Incisa arriva H@ppynet
Lezioni di cultura digitale per combattere il cyberbullismo. Il 15 novembre al Garibaldi la presentazione aperta a tutti i cittadini
Si chiama “H@ppynet” (letteralmente “Rete felice”) ed è il progetto sulla prevenzione del cyberbullismo e sulla promozione di una cultura digitale che, da fine novembre a gennaio, sarà realizzato nelle scuole secondarie di primo grado degli Istituti Comprensivi del territorio. A promuovere questo percorso è proprio il Comune che, in collaborazione con le scuole coinvolte, ha deciso di finanziarlo per sensibilizzare e formare gli adolescenti su questi temi. Sono proprio loro, infatti, la fascia d’età su cui il progetto è costruito, dal momento che si tratta dei fruitori più giovani (e spesso più inconsapevoli) di Internet e dei nuovi media e, quindi, più bisognosi di essere instradati e formati sia sui rischi (in termini di protezione dei dati personali, tutela della privacy e uso distorto del mezzo) sia sulle virtù (in termini di opportunità di sviluppo e crescita sociale e culturale) di questi mezzi di comunicazione. Il tutto seguendo un approccio multidisciplinare, già sperimentato con successo in alcune scuole fiorentine, che pone al centro lo studente e lo rende protagonista di una serie di attività, insieme a professionisti e docenti di varie discipline, come il teatro, la giurisprudenza e la tecnologia. Rientrano tra queste la realizzazione di murales e installazioni, autoprodotte ed esposte a scuola per stimolare il dibattito, lezioni interattive (tra cui quella sugli aspetti legali del cyberbullismo), giochi di ruolo (per far emergere le logiche di empatia ed emulazione, che si sviluppano in presenza di episodi di bullismo e, in generale, di violenza, ma anche per sviluppare senso critico e autoconsapevolezza), quiz ed esercitazioni su dispositivi mobili con finalità educative. Se le fasi operative sono pensate per gli studenti, però, ad esser coinvolti nella fase finale del progetto saranno anche genitori e insegnanti, in qualità di figure educative di riferimento per gli adolescenti. L’obiettivo, in questo caso, è quello di aiutare famiglie e operatori scolastici all’uso della Rete e delle piattaforme digitali, in modo da spingerli a integrarli (in casa come a scuola) nei percorsi formativi dei giovanissimi. A portare avanti il progetto sarà Federica Giuliana (project manager e formatrice dell’agenzia ForEda). Ed è proprio per far conoscere ad un maggior numero possibile di cittadini questo progetto e per sensibilizzarli al tema del cyberbullismo che mercoledì 15 novembre alle ore 18 il Teatro Garibaldi (piazza Serristori, Figline) ne ospiterà la presentazione. A prendere parola saranno Federica Giuliani, Andrea Spaghetti e Paolo Carnicelli (dell’agenzia formativa Foreda), Vera Gheno (tra gli autori del Manifesto della Comunicazione Non Ostile, oltre che sociolinguista e ricercatrice dell’Accademia della Crusca) e la Sindaca Giulia Mugnai. Sono partner dell’evento la Banca Credito Cooperativo Valdarno Fiorentino e l’agenzia di pubblicità e comunicazione Torelli. La cittadinanza è invitata a partecipare.

07/11/2017 13.07
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 

Google


Vai al contenuto