Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Sequestrato un agriturismo a Montespertoli per violazione di norme in materia ambientale
Deposito di rifiuti pericolosi, fumi incontrollati di una centrale di cogenerazione a biomassa, inquinanti in piscina
L’8 novembre i Carabinieri della Stazione di Montespertoli hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo di un agriturismo, emesso dal GIP Dott.ssa Paola Belsito, su richiesta del Sost.Proc. della Repubblica di Firenze Dott.ssa Alessandra Falcone, a conclusione di un’attività d’indagine avviata nel luglio 2017.
Il provvedimento è stato disposto poiché è stata accertata la commissione di reati di natura ambientale, quali la presenza di rifiuti pericolosi sul suolo, con conseguente rischio di inquinamento del terreno sottostante e di eventuali falde, di emissioni incontrollate in atmosfera di ceneri derivate dalla combustione incontrollata di ceppati di legno.
Infatti, gli accertamenti svolti hanno consentito di verificare l’utilizzo di una centrale di cogenerazione di energia elettrica a biomassa per la quale erano omessi i controlli annuali delle emissioni in atmosfera, nonché la presenza di un deposito di rifiuti pericolosi direttamente sul suolo, senza le previste precauzioni e autorizzazioni, quali olio esausto, filtri dell’olio e d’aria, lana di vetro, ceneri e segatura, non osservando le condizioni di utilizzo della biomassa.
I titolari della residenza, inoltre, risultano indagati per non aver rispettato un’ordinanza emessa dal Sindaco del Comune di Montespertoli di cessazione immediata delle attività con divieto assoluto di utilizzo della piscina, in attesa del ripristino delle condizioni di normalità, ove erano stati rilevati valori inquinanti molto elevati nell’acqua di balneazione, permettendone l’uso ai clienti della struttura.

10/11/2017 18.18
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto