Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Furti in abitazioni a Vinci, due arresti
Tentano di rubare in una lavanderia di Fucecchio, denunciati
PONTASSIEVE. 1 arresto a seguito di ordine di esecuzione della pena + n. 1 denuncia in s.l. per guida in stato di ebbrezza.
I Carabinieri della Stazione di Londa hanno tratto ieri in arresto un cittadino albanese 52enne, da tempo residente in quel territorio, condannato in via definitiva alla pena di 4 mesi di reclusione per essersi appropriato indebitamente, alla fine del 2012, al termine della raccolta delle olive, di un macchinario agricolo che gli era stato messo a disposizione da un coltivatore della zona col quale aveva collaborato. Al reo il Tribunale di Firenze ha concesso il beneficio dell’espiazione in regime di detenzione domiciliare.
E’ stato invece denunciato a piede libero dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, per guida in stato di ebbrezza, un 20enne di origini bulgare, temporaneamente in zona, che, nella tarda serata di venerdì, nella Frazione Molino del Piano di Pontassieve, alla guida di un pulmino con targa estera, aveva causato un incidente stradale in cui era rimasta coinvolta, per fortuna senza conseguenze, un’altra autovettura condotta da una giovane del luogo: lo straniero, sottoposto ad esame etilometrico dagli operanti,, che ne avevano immediatamente intuito lo stato di alterazione psico-fisica, palesava un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore al limite di legge (0,5 g/l). Per lui, peraltro autista di professione, è scattato anche il ritiro della patente di

VINCI. Arresto di due soggetti autori di furti in abitazione.
Il giorno 02 Dicembre, alle ore 21:00 circa, a Vinci (FI), loc. Vitolini, i militari dell’Aliquota Operativa del N.O.R. della Compagnia di Empoli, in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Vinci, hanno tratto in arresto gli albanesi M.L. di anni 27 e M.K. di anni 39 (quest’ultimo gravato da precedenti penali), per aver commesso e tentato una serie di furti in abitazione in danno di soggetti residenti nella predetta località.
L’operazione ha avuto inizio grazie alla chiamata di un cittadino che ha notato un soggetto sospetto scendere da un veicolo, appena parcheggiato, ed addentrarsi sul retro delle abitazioni presenti in quell’area. Immediatamente, i militari operanti hanno predisposto un servizio di osservazione che ha permesso loro, al termine dell’attività criminosa posta in essere da due malviventi, di coglierli di sorpresa proprio mentre, carichi dell’ingente refurtiva consistente in orologi, monili in oro e denaro contante, appena asportata da almeno tre abitazioni site in quella zona, stavano cercando di risalire a bordo del veicolo, risultato poi rubato, per poi dileguarsi in fuga.
I malviventi, irregolari sul territorio italiano, si presentavano travisati, con guanti indossati ed in possesso di una torcia ed un cacciavite ciascuno, occultati sulla loro persona. La perquisizione effettuata sul veicolo, rubato qualche giorno prima nell’hinterland pisano, ha consentito di rinvenire un’accetta, una pinza pappagallo ed un flessibile verosimilmente utilizzati come strumenti di effrazione.
Ulteriore perquisizione, effettuata presso il domicilio di M.L., ha consentito di rinvenire anche del munizionamento illegalmente detenuto.
In attesa del rito direttissimo, gli arrestati sono stati posti a disposizione dell’autorità giudiziaria.

FUCECCHIO. Denuncia in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso.
Il giorno 02 Dicembre 2017, i militari della Stazione di Fucecchio (FI), hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Firenze i marocchini E.A.H. di anni 19 e E.Y. di anni 20, nonché il tunisino B.M.A. di anni 21 poiché sono stati individuati quali autori del tentato furto, commesso a Fucecchio in data 25 novembre 2017, presso una lavanderia self service sita in via Battisti.
Gli autori, al fine di asportare il denaro contenuto all’interno delle macchine di lavaggio automatico, avevano danneggiato in più punti la porta di accesso senza però riuscire nel loro intento e desistendo infine dall’azione criminale.

03/12/2017 16.09
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto