Login

MET


Comune di Calenzano
Calenzano. L’educazione gentile come antidoto alla violenza
E’ il tema della sesta edizione di “Cosa fa la differenza?”, progetto sulle pari opportunità educative promosso dal Comune, dall’associazione Sale in Zucca e dall’Istituto Comprensivo
Per raggiungere una reale parità tra uomo e donna è necessario partire dall’educazione dei bambini. È l’obiettivo di “Cosa fa la differenza?”, progetto sulle pari opportunità, giunto alla sesta edizione, promosso dal Comune e dall’associazione Sale in Zucca, che quest’anno vede anche la collaborazione dell’Istituto Comprensivo di Calenzano.

“Il nostro obiettivo è quello di creare una grande comunità intorno alla scuola – ha commentato l’Assessore alle Pari Opportunità e alla Pubblica Istruzione Lara Burberi –, mediante un’alleanza educativa che promuova progetti condivisi dall’Amministrazione, dagli insegnanti e dai genitori”.

Il progetto “L’educazione gentile, un antidoto alla violenza e alla disparità di genere” coinvolge i genitori in incontri serali e i ragazzi e le ragazze in percorsi scolastici. I genitori avranno a disposizione un ricco programma di incontri suddiviso per fasce di età: ascolto delle emozioni nei primi anni di vita (0/3 anni); laboratori ludici per acquisire competenze genitoriali (3/6 anni); l’alimentazione come strumento per un corretto stile di vita e ad un rapporto sereno con il cibo e con il corpo (per diverse fasce di età); l’uso del web nell’età pre-adolescenziale e adolescenziale; l’importanza di una relazione non violenta e senza l’uso di un linguaggio sessista durante l’adolescenza; la costruzione dell’identità femminile e maschile (3/10 anni).

“Quest’anno ‘Cosa fa la differenza?’ giunge alla sesta edizione – ha spiegato Monica Zamperini dell’Associazione Sale in Zucca – e il coinvolgimento dell’Istituto Comprensivo è una novità per noi molto positiva, che ci dà la possibilità di dialogare con la scuola e di coinvolgere maggiormente i genitori”.

Altri percorsi si terranno all’interno della scuola, nelle classi quinte della primaria e alle medie, dove si lavorerà sull’educazione alla sessualità e all’affettività. Sarà inoltre promosso un cineforum sulle pari opportunità, la lettura di “Mia” di Antonio Ferrara e l’incontro con l’autore, la creazione di uno spot contro la violenza di genere.

“Siamo orgogliosi di collaborare con il territorio – ha detto il Dirigente dell’Istituto Comprensivo Giuseppe Tito – con progetti finalizzati all’abbattimento di pregiudizi e alla formazione di cittadini liberi e consapevoli”.

Programma completo al link
http://web.comune.calenzano.fi.it/portale/schede/Affari-generali-e-istituzionali/ufficio-stampa/allegati/2017/cosa-fa-la-differenza/view

19/12/2017 13.21
Comune di Calenzano


 
 

Google


Vai al contenuto