Login

MET


Comune di Empoli
L’ORT, con Federico Maria Sardelli, fa rivivere i ‘dimenticati’ Filz, Kraus e il figlio di Bach
L’appuntamento sarà il prossimo mercoledì, 10 gennaio, al Teatro Shalom
Al via la Stagione dei Concerti del Centro Studi Musicali ‘Ferruccio Busoni’. Il primo appuntamento è con l’Orchestra della Toscana e un esperto vivaldiano doc: Federico Maria Sardelli.

Il maestro farà rivivere autori dimenticati come Filz, Kraus, e il figlio di Bach, Carl Philipp Emanuel.

L’appuntamento sarà il prossimo mercoledì, 10 gennaio, al Teatro Shalom. A differenza di quanto programmato precedentemente, per motivi tecnici, il concerto si terrà nella sala di Via Busoni, anziché all’Excelsior.

Mercoledì 10 gennaio 2018, ore 21 - Teatro Shalom

ORCHESTRA DELLA TOSCANA

Federico Maria Sardelli, direttore


J. M. KRAUS Olympia, Ouverture VB 29

(1756-1792)

W.A. MOZART Don Giovanni K 527, Ouverture

(1756-1791)

F. J. HAYDN Sinfonia in sol minore Hob. I, 39

(1732-1809) Allegro assai

Andante

Minuetto

Finale*

J. A. FILTZ Sinfonia in sol minore op. II n. 2

(1733-1760) Allegro

Andante

Allegro assai

C. Ph. E. BACH Sinfonia in re maggiore Wq 176, H 651

(1714-1788) Allegro assai

Andante

Presto

W. A. MOZART Sinfonia n. 25 in sol minore K 183

Allegro con brio

Andante

Minuetto

Allegro

IL CONCERTO - Ambisce ad avere la densità di un saggio musicologico questo concerto diretto da Federico Maria Sardelli, accreditato tra i maggiori specialisti vivaldiani ma capace di muoversi con disinvoltura dalla musica medievale fino a quella di fine Settecento, e che è inoltre scrittore e disegnatore. Vi si disseppelliscono autori dimenticati dalla storia (come Anton Filtz, violoncellista nell’orchestra di Mannheim, e Johann Martin Kraus, coetaneo di Mozart e maestro di cappella alla corte di Gustavo III di Svezia), o come minimo trascurati (come Carl Philipp Emanuel Bach, attivo prima a Berlino presso Federico II di Prussia, poi ad Amburgo). Il tutto per comprendere meglio su quale terreno sia fiorito lo stile classico viennese espresso poi compiutamente da Haydn e Mozart.

IL DIRETTORE - Federico Maria Sardelli ha fondato nel 1984 l'orchestra barocca Modo Antiquo con cui svolge attività concertistica in tutto il mondo. È direttore principale dell'Accademia Barocca di S. Cecilia e dell'Orchestra Filarmonica di Torino, ed è regolarmente ospite dell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Orquestra de la Comunitat Valenciana, il Gewandhaus di Lipsia, la Staatskapelle Halle, la Kammerakademie Potsdam, la Moscow State Chamber Orchestra e molte altre.

Incide per Naïve, Deutsche Grammophon, Sony. Ha al suo attivo più di quaranta incisioni discografiche, sempre in veste direttore e solista. Due volte nominée ai Grammy Awards, Federico Maria Sardelli è un protagonista della rinascita del teatro musicale vivaldiano dei nostri tempi: sue sono le prime rappresentazioni, incisioni ed edizioni mondiali di numerose opere inedite del Prete Rosso. Membro del comitato scientifico dell'Istituto Italiano Antonio Vivaldi presso la Fondazione Cini di Venezia (per cui ha curato saggi e volumi monografici), ha al suo attivo molte pubblicazioni edite da Bärenreiter, Ricordi, SPES. Dal 2007 è il responsabile del Vivaldi Werkverzeichnis (RV).

La Regione Toscana lo ha insignito, «per l'eclettismo artistico e lo spessore culturale evidenti», della sua più alta onorificenza, il Gonfalone d'Argento. Nel 2015 il suo romanzo L'affare Vivaldi (Sellerio) ha vinto il Premio Comisso per la Narrativa ed è diventato un bestseller, tradotto in molte lingue. Federico Maria Sardelli è anche pittore, incisore ed autore satirico; ma questa è un’altra storia.

BIGLIETTI – Intero € 15; ridotto € 12 Soci Unicoop Firenze, under 26 e over 65

Prevendite Libreria Rinascita, Bonistalli Musica, Circuito Boxoffice Toscana e online su BOXOL.IT

Info: Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni

www.centrobusoni.org
csmfb@centrobusoni.org
0571.711122

03/01/2018 13.26
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto