Login

MET


Comune di Empoli
‘Una città per lo sport’, lunedì sera il grande evento. Attesa per Luciano Spalletti
Edizione in rosa per lo storico riconoscimento: Toscana Atletica, Pallavolo Empoli, Empoli Ladies, Marta Giunti, Martina Nuti, Dragon Ladies, Radio Lady e menzione a Guia Sesoldi. Pergamene ai maratoneti di New York. Lunedì 12 marzo, dalle 21.15, Cinema La Perla di Empoli
La Toscana Atletica Empoli, le ragazze della Empoli Pallavolo e le calciatrice della Empoli Ladies, la sciatrice Marta Giunti, la pattinatrice Martina Nuti, le donne del Dragon Ladies, lo staff di Radio Lady, e poi ancora la giovane dirigente del basket Guia Sesoldi, i maratoneti che hanno corso a New York e infine, grande atteso, l’allenatore dell’Inter Luciano Spalletti.

Saranno loro i grandi protagonisti della 22a edizione del Premio ‘Albano Aramini’ – Una città per lo Sport, che il Comune di Empoli consegna ogni anno agli sportivi empolesi che si sono distinti nell’anno precedente.

Lunedì sera, 12 marzo, alle 21.15, al Cinema La Perla, saranno tutti premiati per aver raggiunto nel 2017 risultati particolari e sicuramente meritori. Una serata quasi tutto al femminile visto che a farla da padrona sarà una rappresentanza del ‘gentil sesso’. La cerimonia di consegna sarà condotta dal giornalista Alessandro Lippi, alla presenza di tutti coloro che riceveranno il riconoscimento. Presenti anche il sindaco di Empoli Brenda Barnini e l’assessore allo sport Fabrizio Biuzzi, oltre ai componenti della commissione, composta da rappresentanti degli organi di informazione locale e da esponenti del mondo sportivo empolese, dirigenti sportivi e giornalisti, che ha decretato i vincitori.

‘Una città per lo sport – Albano Aramini’ è dal 1996 il riconoscimento sportivo più importante di Empoli, ricompensa simbolica agli atleti e alle persone che si impegnano per dare l’opportunità a bambini, ragazzi, adulti e anziani di praticare una disciplina nella nostra città. Appuntamento ormai classico e atteso da tutti gli empolesi.


I VINCITORI - Ecco i vincitori di tutte le sezioni. (Ricordiamo che i premi si riferiscono all’anno sportivo 2017)

Prima sezione, per i risultati migliori raggiunti a livello promozionale: Toscana Atletica Empoli. Per aver organizzato i campionati regionali di cross al parco di Serravalle. Più di mille atleti, e altrettante persone tra il pubblico, per questa riuscitissima gara valida per la seconda giornata dei campionati regionali - individuali e di società - di cross, sia per il settore agonistico sia promozionale. Numeri mai registrati in tutta la Toscana. La gara, organizzata da Toscana Atletica Empoli Nissan Brogi e Collitorti, in collaborazione con il Comune di Empoli, si è svolta nel 2017 il 26 febbraio. E ha avuto una ottima conferma anche lo scorso 28 gennaio, sempre nel parco urbano empolese.

Seconda sezione (ex aequo), società sportiva che ha conseguito il miglior risultato a livello agonistico.

Empoli Pallavolo. La prima squadra, a tre giornate dalla fine dello scorso campionato è stata promossa in B1. Uno storico risultato per il club empolese.

Empoli Ladies: Nella stagione 2016/2017 promosse in Serie A per la prima volta.

Terza sezione (ex aequo), atleta che ha conseguito il miglio risultato a livello agonistico.

Marta Giunti, sciatrice, campionessa italiana Giovani di Slalom Gigante 2017. Appartiene al gruppo sportivo Fiamme Oro, Polizia. Prima ancora al Comitato Appennino Emiliano, come iscritta allo Sci Club Riolunato, vincitrice anche dello “scudetto” dello sci sulle nevi di Maranza, in Alto Adige. Ha partecipato due anni fa alle Olimpiadi Giovanili in Lichtenstein e un mese fa ha rappresentato l'Italia ai Mondiali Juniores a Davos, in Svizzera. Appena ventenne – ma con una carriera di tutto rispetto alle spalle – Marta Giunti si candida a diventare una delle atlete più importanti a livello nazionale, sicuramente la miglior sciatrice nella storia di Empoli.

Martina Nuti, pattinatrice della Polisportiva Coop Empoli, residente a Capraia e Limite. Bronzo ai Campionati Europei 2017, prima toscana a partecipare alla competizione internazionale, già campionessa italiana 2016 per la categoria Solodance – Uisp, pattinaggio artistico e danza a rotelle.

Quarta sezione, personaggio empolese che per meriti sportivi ha contribuito a divulgare l’immagine della Città: Luciano Spalletti. Un premio alla sua straordinaria carriera di allenatore, iniziata proprio a Empoli, nel settore giovanile del club azzurro; proseguita con risultati storici sulla panchina della prima squadra, e proseguita in modo eccezionale all’interno dei più importanti club italiani e con una splendida e vincente esperienza in Russia. Oggi è la guida tecnita dell’Inter. Un premio anche per la sua costante vicinanza ai settori giovanili empolesi, in particolare all’Avane Calcio.

Quinta sezione, per la promozione dello sport a livello sociale: Dragon Ladies (Astro - Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia). Un eccezionale gruppo di donne che promuove la riabilitazione delle signore operate di tumore al seno attraverso questa pratica sportiva. Un canottaggio ‘da applausi’ fatto di impegno e voglia di reagire alla malattia con un importante risvolto sociale e di esempio per tutti. Dragon Ladies che recentemente ha compiuto 5 anni di vita.

Sesta sezione, premio giornalistico ‘Antonio Bassi’: Radio Lady. Per la trasmissione giornalistica che nel 2017 ha raccontato lo sport al femminile, da luglio a dicembre è andata in onda la trasmissione “Ladies and Sport” grazie alla quale è stato dato spazio e risonanza mediata alle tante società sportive, atlete, allenatrici e allenatori legati allo sport femminile: tra gli ospiti presenti Uisp, scherma, calcio, basket e pallavolo femminile. Radio Lady, da sempre impegnata nel raccontare le vicende dell’Empoli FC, è stata anche presente nelle ultime due edizioni nell’area sport del Beat Festival.

Inoltre, per questa edizione, menzione speciale.

Menzione speciale a Guia Sesoldi (ex cestista della Use Basket Empoli), eletta nel consiglio direttivo della Lega Basket Femminile Nazionale.

NEW YORK MARATHON – Inoltre per questa edizione è stato deciso di premiare, con una pergamena ricordo, i tanti atleti e appassionati empolesi che hanno partecipato alla ultima edizione della Maratona di New York, a novembre 2017. Ogni singolo podista, appartenente a un gruppo organizzato e non, riceverà una pergamena ricordo.

LA STORIA DEL PREMIO ‘UNA CITTA’ PER LO SPORT’ – Istituito nel 1996 con lo scopo di consegnare, in un’unica cerimonia alla presenza di rappresentanti delle società sportive e delle autorità locali, il giusto riconoscimento ad atleti e atlete e società che ogni anno si distinguono particolarmente per i risultati sportivi raggiunti. Nel 1997 il Premio è stato intitolato alla memoria di Albano Aramini, assessore allo sport e vicesindaco, e rappresenta, quindi, il massimo riconoscimento per lo sport empolese consegnato dall'amministrazione comunale. L'assegnazione del premio "Una città per lo sport - Albano Aramini" è decisa da una apposita Commissione composta dai rappresentanti degli organi di informazione locale e da esponenti del mondo sportivo empolese.

10/03/2018 11.49
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto