Login

MET


Regione Toscana
Lavoro: esuberi Italiaonline, mozione a sostegno lavoratori
L’atto presentato da Sì Toscana e illustrato da Paolo Sarti è stato approvato all’unanimità. La Giunta è impegnata per “tutte le iniziative possibili nei confronti dell’azienda” affinché siano mantenuti i posti di lavoro nelle attuali sedi regionali
Primo piano sugli esuberi comunicati da Italiaonline che investono anche le sedi regionali di Firenze e Pisa, con una mozione approvata all’unanimità e presentata dal gruppo di Sì Toscana a Sinistra. Ha illustrato l’atto il consigliere Poalo Sarti. La mozione esprime solidarietà ai lavoratori e impegna la Giunta a promuovere tutte le iniziative possibili nei confronti dell’azienda, “a sostegno dell’iniziativa del Mise affinché siano ritirati i licenziamenti annunciati e anche mantenuti i posti di lavoro nelle attuali sedi regionali”.

Sarti ha ricordato i 400 esuberi comunicati, in questi giorni, da Italiaonline, ex Seat Pagine Gialle: “Sarebbero interessati, oltre a Torino, anche i lavoratori delle sedi toscane di Pisa e Firenze che danno lavoro a circa 60 persone, 40 a Pisa e 20 a Firenze”. Già nel 2016 ci fu una situazione analoga con diversi esuberi dovuta proprio alla fusione tra Seat Pagine Gialle e Italianonline, avvenuta dalla necessità di quest’ultima di entrare in borsa e dei conseguenti tagli sul lavoro senza tenere conto, anche allora, della professionalità in campo.

L’azienda non sembra avere nessuna intenzione di prendere in considerazione la possibile ricollocazione sul territorio toscano, presso altre società presenti sotto il completo controllo di Italiaonline, ha aggiunto il consigliere. “Non c’è un problema produttivo o economico, ma solo speculativo e finanziario”. In attesa del “tavolo e dell’incontro con il Ministero dello sviluppo economico” i lavoratori “faranno sciopero a staffetta”. (Cam)

14/03/2018 11.29
Regione Toscana


 
 

Google


Vai al contenuto