Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Verde, energia, rifiuti e promo territorio: ecco le principali aree di intervento a Figline e Incisa
Le politiche ambientali ComuneFIV, dal 2014 a oggi, raccontate nell’edizione speciale di Figline&IncisaInforma
Alberi (piantati e sostituiti), interventi su arredi urbani e aree verdi, incontri informativi e promozionali, controlli ambientali (su cassonetti rifiuti e materiali abbandonati), aree cani, raccolta differenziata, bioedilizia, efficientamento e risparmio energetico. Sono queste le aree tematiche su cui ha lavorato (e investito risorse) la giunta Mugnai, dal 2014 a oggi, e di cui si parla nell’edizione speciale del periodico di informazione istituzionale Figline&Incisa Informa, distribuito nelle scorse settimane sul territorio comunale e scaricabile (in versione pdf) dal sito www.labuonastrada.com.

Ad accomunare queste aree tematiche è l’attenzione rivolta all’Ambiente, inteso come “il territorio in cui viviamo, l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, l’energia che consumiamo, i giardini in cui giocano i bambini, le aree verdi dove corrono i nostri amici a 4 zampe”, ha scritto l’assessore Tilli nell’introdurre questa categoria di politiche pubbliche all’interno del periodico.

Ed è proprio in virtù di questa visione del macro-tema che, dal 2014, sul territorio comunale sono stati piantati 1.350 piante, 200 rosi e oltre 2.000 arbusti, mentre ad essere abbattuti sono stati 305 alberi, giudicati pericolosi per la sicurezza urbana.

Sempre a proposito di cura del verde, sono stati investiti 1,8 milioni di euro in manutenzioni che, oltre alle alberature (abbattute, piantate e potate), hanno interessato 50 giardini pubblici e 20 aree verdi per lavori di tinteggiatura, installazione e riparazione giochi e arredi, spesso oggetto di atti vandalici. A questo proposito, si ricorda che la scorsa estate il Comune ha speso 10mila euro per sanare danni da furti, da atti vandalici e da uso improprio di arredi e spazi verdi (come ad esempio l’uso di giochi da parte di ragazzi di età superiore ai 12 anni, nonostante siano concepiti per fasce di età inferiori). Si ricorda, inoltre, che molti di questi interventi sono eseguiti su segnalazione dei cittadini, che arrivano attraverso vari canali (tra cui il sistema di segnalazioni online, disponibile a questo indirizzo: http://maps2.ldpgis.it/figlineincisa/?q=segnalazioni-urp ) e che dal 2014 ad oggi sono state oltre 200.

Sempre in tema verde pubblico, il Comune ha realizzato in totale 3.300 mq di aree cani, che si trovano in queste 4 zone della città: in via La Pira-Incisa, in via Resco-Matassino, nei Giardini Dalla Chiesa-Figline (restyling dell’area già esistente) e in via Petrarca-Figline. A queste, se ne aggiungeranno presto altre due, in arrivo rispettivamente a Figline e a Incisa.

Quando si parla, invece, di Ambiente inteso come territorio, da promuovere e da salvaguardare, sono due le linee di azione portate avanti dall’Amministrazione Mugnai: la realizzazione di incontri e percorsi tematici, per professionisti, cittadini e scuole su agricoltura e alimentazione (in occasione di Autumnia, ma non solo); il controllo ambientale, attraverso i sistemi di videosorveglianza (20 telecamere di contesto attive su tutto il territorio) e il lavoro dell’ispettore ambientale e della Polizia municipale (307 violazioni amministrative, 18 notizie di reato e 453 accertamenti dal 2016), mirato a verificare il corretto smaltimento dei rifiuti e ad individuare i responsabili di abbandono indiscriminato di materiali. Per sanare queste criticità e per evitare ulteriori innalzamenti della tariffa Tari (dovuti principalmente agli alti costi di smaltimento dei rifiuti indifferenziati prodotti dai cittadini o conferiti nei cassonetti del territorio da residenti in comuni limitrofi), l’Amministrazione comunale sta lavorando all’introduzione del metodo di raccolta “porta a porta” sia a Figline che a Incisa, in modo da garantire a ciascuna utenza il pagamento della tassa in funzione della reale produzione di rifiuti (entro il 2019).

Infine, quando si parla di Ambiente non si può prescindere dal tema del risparmio energetico. Ed è proprio nell’ottica di risparmiare risorse non rinnovabili, come l’acqua, che il Comune ha istallato sul territorio quattro nuovi fontanelli di acqua potabile, che hanno permesso di risparmiare quasi 1,3 milioni di tonnellate di plastica derivanti dall’acquisto di acqua in bottiglia (info su http://www.figlineincisainforma.it/hcm/hcm46718-0-Fontanelli_2017:_risparmiate_1,2_milioni_di_bottiglie_d’acqua.html )

Infine, per evitare lo spreco energetico a Figline e Incisa si è investito in illuminazione al led e in bioedilizia, come nel caso del nido La Girandola oppure della scuola da vinci (dove sono in partenza interventi per l’efficientamento energetico).

Per approfondire gli interventi in tema ambientale e per scaricare la timeline dei progetti realizzati e da realizzare, si rimanda alla versione cartacea del periodico “Figline&Incisa Informa” e al sito http://www.labuonastrada.com/inostripassi .

16/04/2018 12.49
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 

Google


Vai al contenuto