Login

MET


Comune di San Casciano
Gruppo Lingua, l’italiano come veicolo di apprendimento e socializzazione tra bambini e ragazzi del territorio
Il progetto, promosso dal Comune di San Casciano, è coordinato dall’educatrice professionale Laura Dainelli. L’assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti: “il progetto risponde alle necessità di alcuni studenti di diversa età, dalle primarie agli istituti superiori, di approfondire la conoscenza della lingua italiana”
Nasce dal bisogno di approfondire la lingua italiana e si realizza con il progetto “Gruppo lingua”, promosso dal Comune di San Casciano. Gioco e dialogo facilitano l’apprendimento della lingua italiana per i bambini e i ragazzi di origine straniera residenti nel territorio. Sono questi i principi che stanno alla base del gruppo scaturito dal progetto formulato dall’educatrice professionale Laura Dainelli, in collaborazione con le ex-volontarie del Servizio Civile Nazionale Chiara Iacovelli e Nadeesha Aputhanthri e il corpo docente delle scuole primarie dell'Istituto Comprensivo di San Casciano.

“Lavoriamo con i bambini in un piccolo gruppo - dichiara Laura Dainelli - attraverso una metodologia in un clima di familiarità e condivisione, il gruppo permette di stimolare gli studenti e di farli socializzare attivando un dialogo tra i partecipanti, è importante anche l’aspetto dell'autostima, ogni bambino porta i propri pensieri, condivide le proprie difficoltà, scorge quelle dell'altro e tutti trovano un comune denominatore nelle proprie risorse”. Il lavoro del “Gruppo Lingua” coinvolge dieci bambini iscritti alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado e agli istituti superiori. Iniziati lo scorso autunno, gli incontri proseguono fino a maggio. Il progetto si tiene il sabato pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 presso i locali del Circolo Arci San Casciano. “E’ un’iniziativa che supporta i bambini che hanno necessità di approfondire la conoscenza della lingua italiana che diventa uno strumento di interazione con i coetanei – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti – l’obiettivo non è solo quello di offrire un supporto nella comprensione della lingua, ma permette di osservare e monitorare le risorse e le difficoltà dei bambini e mantenere un contatto con gli specialisti del territorio e le famiglie”.

16/04/2018 19.06
Comune di San Casciano


 
 

Google


Vai al contenuto