Login

MET


Comune di Barberino Val d'Elsa
Nella notte delle stelle cadenti si realizza un sogno: osservare il cielo più limpido d’Italia
Chianti di Stelle è l’esperienza che l’Osservatorio propone venerdì 10 agosto dalle ore 21.30. Osservazioni e visite, immersi nella natura, in assenza totale di luce. L'Osservatorio è frutto di un investimento pubblico, di proprietà dell'Unione comunale del Chianti fiorentino
A naso all’insù, a rimirar le stelle, aiutati dall’occhio della scienza, uno dei più grandi d’Italia, immersi nella totale assenza di luce. E’ un’esperienza genuina, naturalistica e scientifica, quella proposta dall’Osservatorio polifunzionale del Chianti che nella notte di San Lorenzo, venerdì 10 agosto, dalle ore 21.30, aprirà le porte al pubblico con l’iniziativa “Chianti di Stelle”, in collaborazione con l’Unione comunale del Chianti fiorentino. La cupola apre una finestra su uno dei cieli più limpidi e puliti del paese e la magia del cosmo ha inizio. Sarà il telescopio Macron, di cui è dotato l’osservatorio chiantigiano, a mostrare l pubblico, adulti e bambini, che gli unici corpi a brillare, nel giorno che invita ad esprimere desideri e a realizzare sogni proiettandoli nell’universo, saranno le stelle, in un abbraccio che la natura regalerà alle colline immerse tra Chianti e Valdelsa. La serata, guidata dai volontari dell’associazione Amici dell’Opc, propone visite all’Osservatorio e osservazioni guidate fino alla mezzanotte. La prenotazione è obbligatoria. E' ammesso un numero massimo di visitatori pari a 100. Info e preno: telefono: 333 1192517 e.mail: prenota@osservatoriochianti.it.

Nella struttura, caratterizzata da quattro sezioni (astronomica, ambientale, meteorologica, sismica), coabitano scienza, ricerca e cultura. Con l’imprimatur di una madrina d’eccezione, Margherita Hack, che lo ha tenuto a battesimo otto anni fa, l’Osservatorio è un fulcro sociale dove in ogni stagione dell’anno si tengono osservazioni e visite guidate per cittadini e turisti, science camp per ragazzi, incontri, convegni, mostre d’arte contemporanea ed eventi musicali. “Le caratteristiche e le potenzialità del telescopio, – spiega l’astrofisico Emanuele Pace - che si distingue per la grandezza dello specchio primario che raggiunge gli 80 cm di diametro, ci permettono di puntare i riflettori sul sistema planetario, nel buio dello spazio, alla ricerca di presenze lontane, "gemelli" terrestri di cui potremmo studiare l’indice di similarità con la terra”.

I Comuni di Barberino Val d'Elsa e Tavarnelle Val di Pesa sono i proprietari dell’Osservatorio polifunzionale del Chianti. “La struttura - dichiarano i sindaci Giacomo Trentanovi e David Baroncelli – è uno dei punti di orgoglio del nostro territorio, nato dalla passione di un gruppo di astrofili di Tavarnelle e Barberino, un sogno che i Comuni dell’Unione per un investimento complessivo pari a 400mila euro circa hanno tradotto in realtà, oggi l’Osservatorio è uno spazio poliedrico finalizzato alla divulgazione della cultura scientifica che entra nelle scuole, porta le stelle alle famiglie, collabora con le associazioni locali e il nostro tessuto economico”. Info: www.osservatoriodelchianti.it. Opc su Facebook.

06/08/2018 22.07
Comune di Barberino Val d'Elsa


 
 

Google


Vai al contenuto