Login

MET


Comune di Empoli
Arnovecchio, ad agosto due visite con liberazione di rapaci curati dal Cetras di Empoli
Per la visita gratuita di venerdì 17 con liberazione di alcuni rapaci notturni è obbligatorio prenotarsi per un numero massimo di quaranta partecipanti
L’oasi naturale protetta di Arnovecchio, gestita dal Centro RDP Padule di Fucecchio per conto del Comune di Empoli, resterà aperta come di solito anche nel mese di agosto: è possibile entrare domenica dalle 9 alle 12.

Due appuntamenti speciali sono previsti venerdì 17 e domenica 26 agosto, in collaborazione con Legambiente Empolese Valdelsa: due visite organizzate, un’occasione imperdibile per tutti coloro amanti della natura, del silenzio, di quel mondo animale proprio vicino a noi: 2018.



Sono in programma due visite guidate nell’area naturale protetta con liberazione di rapaci curati e riabilitati dai volontari del Cetras – Centro Toscano Recupero Avifauna Selvatica di Empoli.

Il Cetras, ricordiamo, nato nel 1993 e gestito da volontari che operano sul territorio dell’Empolese-Valdelsa, ha come fine il recupero, la cura, la riabilitazione e la reintroduzione in natura di avifauna selvatica in difficoltà, in particolare i rapaci.

PROGRAMMA DEI DUE EVENTI - Si inizia venerdì 17 agosto alle 19 con una suggestiva escursione serale-notturna: ad Arnovecchio in compagnia dei rapaci notturni e degli altri abitanti grandi e piccoli di quest’oasi di verde e di tranquillità a due passi dal centro di Empoli. Per questo evento è assolutamente obbligatoria la prenotazione, dato che per le caratteristiche della visita è previsto un numero massimo di 40 partecipanti.
Una bella passeggiata rinfrescante, immersa in questo luogo che offre la possibilità di osservare gli uccelli del lago ma anche, dopo il tramonto, mammiferi come la minilepre ed i pipistrelli che sfruttano gli specchi d'acqua e la vegetazione ripariale per cacciare insetti. Proprio all’imbrunire è prevista la liberazione di alcuni rapaci notturni: un'occasione unica per ammirare dal vivo e molto da vicino questi affascinanti animali ed assistere al momento emozionante del loro ritorno in natura con un battito d’ali.
Domenica 26 agosto alle 10 una Guida Ambientale del Centro accompagnerà gli interessati lungo il percorso naturalistico di Arnovecchio alla scoperta delle presenze estive del lago e del bosco, e nell’occasione verranno liberati due esemplari di Gheppio, rapaci diurni.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONE CONSIGLIATA - L’accesso in entrambi i casi è libero ma per la visita serale con liberazione di rapaci notturni è assolutamente obbligatoria la prenotazione, dato che per le caratteristiche dell’evento è previsto un numero massimo di 40 partecipanti. Contattare il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio 0573/ 84540, inviando una email all’indirizzo fucecchio@zoneumidetoscane.it); il programma completo degli eventi è pubblicato su www.paduledifucecchio.eu o sulla pagina Facebook “Oasi Arnovecchio”.


COME RAGGIUNGERE L’OASI - Si consiglia, per chi può, di raggiungere l’area naturale protetta in bicicletta, mentre chi viene in auto può parcheggiare nella vicina frazione di Cortenuova e proseguire a piedi su via Arnovecchio (500 metri) in direzione Fibbiana-Montelupo.



L’OASI NATURALE PROTETTA - L’area di Arnovecchio, collocata in un paleomeandro dell’Arno rettificato nel corso del XVI secolo, fu interessata in tempi più recenti da attività estrattive per la produzione di ghiaia, durate circa quarant'anni, che portarono alla formazione di alcuni bacini lacustri.

Attualmente è caratterizzata da un mosaico di ambienti diversi che, sebbene di origine artificiale, con il progressivo abbandono delle attività produttive sono andati incontro a processi spontanei di naturalizzazione; le cave in particolare sono state colonizzate da numerose specie faunistiche e floristiche.

Nella parte di proprietà comunale (ex Cava Pierucci) è stato realizzato un sentiero natura dotato di strutture che facilitano l'osservazione di piante ed animali selvatici e concepito per una completa accessibilità anche da parte di persone con difficoltà motorie o non vedenti: oltre a quattro osservatori della fauna ci sono infatti cartelli illustrativi e pannelli tattili con ambienti, piante ed animali in rilievo e testi in alfabeto braille.

10/08/2018 13.44
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto