Login

MET


Comune di Firenze
Via dei Bardi restituita alla città, oggi l’inaugurazione con il sindaco Nardella
Terminati i lavori di sostituzione delle reti idrica e fognaria da parte di Publiacqua con un’importante riqualificazione della zona
È stata inaugurata nel tardo pomeriggio la rinnovata via dei Bardi. Al taglio del nastro il sindaco Dario Nardella, l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e Eva Carrai e Carolina Massei, membri del CdA di Publiacqua che ha effettuato gli interventi. Un appuntamento atteso anche e soprattutto da residenti e commercianti che in questi mesi hanno dovuto fare i conti con un cantiere importante ma che adesso possono festeggiare per il completamento di un lavoro che comporta benefici che vanno ben oltre la sola via dei Bardi. “Gli interventi sui sottoservizi rappresentano un tassello importante della modernizzazione infrastrutturale della città – hanno sottolineato il sindaco Nardella e l’assessore Giorgetti – . In questi ultimi quattro anni sono stati realizzati lavori di grande rilievo nell’ambito della sostituzione delle reti di sottoservizi: non solo Publiacqua ma anche Toscana Energia ha portato avanti il programma di rinnovo delle infrastrutture senza dimenticare poi la partita della telefonia e della fibra ottica. Un impegno che andrà avanti perché dotarsi di reti di sottoservizi nuove ed efficienti riduce gli sprechi ed evita il verificarsi di criticità che hanno ripercussioni sulla vita dei cittadini e della città. Per quanto riguarda via dei Bardi, l’intervento di Publiacqua è stato l’occasione per un’importante riqualificazione della zona che va da via Guicciardini a piazza Santa Maria Soprarno passando per Ponte Vecchio”. “Siamo particolarmente orgogliosi del lavoro fatto su via de’ Bardi – ha aggiunto Eva Carrai –. Si tratta di un’opera strategica per Firenze e per i Comuni limitrofi. Sappiamo che questi grandi cantieri non possono essere ad impatto zero sulla popolazione in termini di disagi ma contiamo sulla loro collaborazione e pazienza. Publiacqua ha in programma altri interventi importanti come quello realizzato in via de’ Bardi, alcuni dei quali già in corso (piazza Santissima Annunziata, via dei Serragli, via Baccio Bandinelli). Opere importanti per oltre 25 milioni di euro che alla fine restituiranno ai fiorentini un sistema acquedottistico rinnovato e quindi ancora più efficiente”. Tornando all’intervento, si tratta di lavori fondamentali per il sistema acquedottistico non solo della città di Firenze ma anche dei limitrofi comuni della Piana. Sono infatti state sostituite le vecchie tubazioni presenti con una condotta di adduzione DN 800 (del diametro di 80 cm), che è parte integrante della cosiddetta autostrada dell’acqua e che quindi trasporta l’acqua in uscita dall’Impianto di potabilizzazione dell’Anconella verso i comuni dell’area metropolitana. Tra le finalità dell’intervento anche rendere migliore e più sicuro il servizio per i cittadini e per le attività commerciali della zona interessata dal cantiere. Il lavoro ha previsto infatti anche la posa di una nuova condotta di distribuzione DN 150 (15 cm di diametro), il rifacimento completo dei relativi allacci, il rifacimento completo della pavimentazione stradale, dei marciapiedi, delle caditoie e griglie per la raccolta delle acque meteoriche ed infine anche la manutenzione del collettore fognario meridionale, che passa al centro della carreggiata. Contestualmente nel tratto interessato sono stati effettuati interventi di miglioria e rinnovamento anche da parte di altri soggetti come Silfi per l’illuminazione pubblica, Telecom per la rete telefonica, Open Fiber per fibre ottiche, Enel che ha sostituito la linea di media tensione interrata e Toscana Energia che invece è intervenuta sulla rete del gas. Inoltre, nel corso del cantiere, è stata anche ricostruita piazza Santa Maria Soprarno. Con il termine dei lavori è stata riorganizzata anche la viabilità della zona. Da oggi in via dei Bardi torna il doppio senso di marcia con riattivazione della porta telematica la direttrice verso l’Oltrarno che quindi è utilizzabile solo dai veicoli già autorizzati al transito nell’area pedonale in vigore prima dei lavori. Per quanto riguarda Borgo San Iacopo, il primo tratto da Ponte Vecchio a via Belfredelli è diventato area pedonale, mentre il tratto da Belfredelli a piazza dei Frescobaldi è tornato a senso unico verso quest’ultima. I veicoli autorizzati in arrivo da via dei Bardi possono quindi imboccare via Barbadori e arrivare in Borgo San Iacopo da via Belfredelli; oppure possono proseguire in via Ramaglianti per arrivare in via Guicciardini. Confermato il senso unico in via dello Sprone nel tratto via Ramaglianti-via Guicciardini. Nessun cambiamento per quest’ultima strada che rimane in uscita verso via dei Bardi-piazza Santa Maria Soprarno. Confermato anche il doppio senso di marcia, attivo da qualche giorno, in lungarno Torrigiani. (mf)

10/08/2018 20.41
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto