Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Attività repressiva contro lo spaccio di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio dei militari della Compagnia Carabinieri di Firenze
I carabinieri della stazione di Montelupo Fiorentino hanno arrestato 23 enne albanese di Santa Croce, per furto aggravato, altri interventi sul territorio
Spaccio (foto di Antonello Serino Redazione di Met
Nella serata di ieri 10 ottobre 2018, i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Firenze, coadiuvati dai militari della C.I.O. del 6° Btg. Toscana e di una unità cinofila antidroga, nell’’ambito di un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato alla repressione dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e reati contro il patrimonio traevano in arresto:
D.J., marocchino 43enne, pregiudicato, sorpreso in questa via Palazzuolo con grammi 6,4 di “hashish” e una bustina termosaldata contenente grammi 1,1 di “cocaina”;
M.S., originario di Foggia, 51enne, domiciliato a Sesto Fiorentino (FI), pregiudicato, sorpreso ad asportare una bicicletta del valore di euro 1.200,00 in questa Piazza Santa Croce, ai danni di un turista tedesco;
A.M.A., filippino 30enne, domiciliato a Barberino del Mugello (FI), che a seguito di un controllo risultava gravato da Ordine di Carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Firenze poiché deve espiare anni 1, mesi 1 e giorni 17 di reclusione, per reati contro il patrimonio, commessi in questo capoluogo nel 2012;
durante il controllo nel “parco delle cascine” venivano rinvenuti e sequestrati a carico di ignoti, grammi 32,00 di “hashish” e grammi 102,00 di “marijuana”, occultati tra la vegetazione e individuati dall’unità cinofila antidroga.

Dopo le formalità di rito, gli arrestati venivano associati presso la Casa Circondariale di Firenze Sollicciano

Montelupo Fiorentino. I carabinieri hanno arrestato A.K., 23 enne albanese di Santa Croce, per furto aggravato

Ieri sera presso lo Stadio del Montelupo United erano in corso gli allenamenti e il custode si è accorto che un soggetto si era intrufolato negli spogliatoi. Dopo aver chiamato i carabinieri ha chiesto aiuto anche ai giocatori che, insieme ai militari prontamente intervenuti, hanno bloccato il ragazzo. Negli slip, durante la perquisizione, sono stati trovati oltre 200 euro in contanti e due chiavi di autovetture che sono stati restituiti ai derubati. Il soggetto è stato quindi arrestato è trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa della direttissima prevista per questa mattina.

Firenze – Violenta lite in Via Pietri. Arrestato P.J., nigeriano 36enne, già noto alle forze dell’ordine, per il reato di lesioni gravi

Episodio di “ordinaria follia” avvenuto in pieno giorno nei pressi della Caritas di Via Baracca. Dalla ricostruzione fatta dai Carabinieri si appurava che l’ignara vittima, verso le ore 10.00 odierne, si trovava in via G. Pietri a sorseggiare un the caldo. In quel frangente veniva avvicinato da P.J. che gli chiedeva una sigaretta.
Al rifiuto, l’aggressore si avventava su di lui con ingiustificata violenza aggredendolo con calci e pungi al corpo ed al volto utilizzando anche un manico d’ombrello, non pago che la vittima fosse a terra.
Provvidenziale è stata la rapidità dell’intervento dei militari del Nucleo Radiomobile che giunti sul posto venivano subito avvicinati dalla vittima, malconcia e sanguinante in volto, mentre l’aggressore cercava di allontanarsi tentando inoltre di liberarsi dell’arma impropria utilizzata per compiere l’aggressione, ma venendo immediatamente bloccato.
Il malcapitato, un ivoriano 34enne regolare sul territorio nazionale, veniva prontamente condotto al pronto soccorso dell’Ospedale di Firenze Careggi con un’ambulanza del 118 dove venivano riscontrate e medicate varie contusioni e la frattura del setto nasale, dimettendolo con una prognosi di 30 giorni.
Per P.J sono invece scattate le manette per il reato di lesioni aggravate, con contestuale deferimento in stato di libertà per la violazione delle leggi sull’immigrazione, essendo emersa la sua clandestinità sul territorio nazionale. È altresì emerso che l’arrestato, pluripregiudicato, risultasse già sottoposto all’obbligo di firma presso il Commissariato di P.S. di Firenze Oltrarno, al quale tuttavia non aveva mai ottemperato.
Informato il P.M. di turno, verrà giudicato con rito direttissimo domani dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza nella Caserma di Borgo Ognissanti.


Firenze – Via di Novoli. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze hanno arrestato un 52enne marocchino, per rapina connessa al furto di 2 bottiglie di alcolici del valore di oltre 40 euro, presso un supermercato

Alle 20.20 circa di ieri presso il punto vendita di via di Novoli di una nota catena di supermercati, una dipendente con mansioni di addetta alla sorveglianza notava un cliente, un senza fissa dimora 52enne marocchino già conosciuto, il quale, guardandosi attorno, si era soffermato nella corsia di vendita dei superalcolici. Da posizione defilata l’impiegata poteva notare che l’uomo prelevava dagli scaffali due bottiglie di alcolici, occultandole all’interno dei pantaloni. Dopo averle coperte con la maglia che indossava, il malvivente si dirigeva verso la barriera adibita all’ingresso della clientela e cercava di allontanarsi approfittando dell’apertura della sbarra. Nel tentativo di fermarlo, l’addetta alla vigilanza veniva spintonata ma l’uomo veniva prontamente bloccato dai militari del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Firenze, fortunatamente già presenti presso il negozio per denunciare un 41enne per furto di generi alimentari commesso poco prima.
Il 52enne, già noto per simili delitti, veniva dichiarato in stato di arresto per il reato di rapina impropria e le 2 bottiglie di alcolici sono state restituite; sarà giudicato per direttissima nella mattinata odierna.

11/10/2018 12.45
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto