Login

MET


Comune di Pistoia
Biblioteca Forteguerriana: giovedì un incontro sulle terrecotte robbiane
L'appuntamento è alle 16 in sala Gatteschi
Per il ciclo “La Forteguerriana racconta Pistoia”, giovedì 10 gennaio, alle 16, in sala Gatteschi, Costantino Ceccanti parlerà del tema “Un ciclo di terrecotte robbiane nell’Impero britannico durante l’era edoardiana”. A seguire è prevista una visita guidata al loggiato dello Spedale del Ceppo, con l’illustrazione del fregio robbiano.

Il fregio robbiano dello Spedale del Ceppo costituisce una delle testimonianze più significative che il Rinascimento ha lasciato a Pistoia.
Nel XIX secolo e all’inizio del XX, nelle isole Britanniche, l’interesse nei confronti dell’arte e dell’architettura toscane fu un fenomeno molto vasto. Vennero costruiti edifici che riprendevano, scopertamente, esempi toscani, come nel caso del Municipio di Bradford, la cui torre è ben più di una citazione di quella di palazzo Vecchio a Firenze. Anche la città di Pistoia, coi suoi monumenti, suscitò grande attenzione, a partire da John Ruskin, che inserì un dettaglio della facciata di San Pier Maggiore nel suo The Stones of Venice, arrivando a John Dando Sedding, che replicò la facciata di San Giovanni Battista nella chiesa dell’Holy Redeemer, a Clerkenwell, quartiere povero e operaio di Londra.
Nei primissimi anni del Novecento, a Dublino, su commissione della ditta Lever, venne costruito l’edificio delle Sunlight Chambers, sul quale è posto un monumentale fregio in terracotta, opera di Conrad Dressler, che replica quello del Ceppo. Questo episodio, fino a oggi pressoché sconosciuto, è una testimonianza di quanto fosse conosciuta e apprezzata la città di Pistoia in un momento cruciale per la storia britannica come l’età edoardiana.

Costantino Ceccanti è dottore di ricerca in architettura, ha collaborato alla realizzazione di diverse mostre di rilevanza nazionale; ha pubblicato numerosi articoli su riviste specialistiche e dal marzo 2018 ricopre il ruolo di funzionario architetto ai Musei del Bargello di Firenze.

08/01/2019 11.32
Comune di Pistoia


 
 

Google


Vai al contenuto