Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Carabinieri. Via Canova. Arrestato un 38enne italiano per atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata
L'autore del fatto era stato più volte denunciato in passato per analoghi episodi nei confronti della donna e il 28 marzo non ha accettato la presenza dell'ex marito che si era recato a vedere il figlio
Nella tarda serata del 28 marzo, a seguito di richiesta pervenuta sul numero di emergenza 112, un equipaggio del Nucleo Radiomobile di Firenze veniva inviato in via Canova, dove una donna aveva segnalato la presenza di un 38enne italiano, con il quale aveva avuto una relazione iniziata nel marzo 2018, che aveva poco prima minacciato ed aggredito lei ed il suo ex marito.
L’autore, già più volte denunciato in passato per condotte analoghe nei confronti della donna, benché successivamente rimesse dalla stessa vittima, non aveva accettato la presenza di ieri sera dell’ex coniuge della malcapitata, che si era recato presso la sua abitazione solo per incontrare il figlio.
Infatti, mentre si stavano salutando, il 38enne si avvicinava all’uomo intimandogli di non recarsi più a casa dell’ex moglie; la donna si frapponeva tra i due per dividerli e, mentre l’ex marito si allontanava a piedi, il 38enne le sferrava uno schiaffo e la spingeva ripetutamente verso una ringhiera, facendole battere la testa, prima di allontanarsi in bicicletta essendosi avveduto della presenza di alcuni passanti.
Giunti tempestivamente sul posto ed acquisiti i primi elementi, i Carabinieri si facevano indicare dalla donna la direzione di fuga, riuscendo poco dopo a rintracciarlo e bloccarlo nonostante i suoi tentativi di nascondersi nei pressi di un palazzo. Lo stesso veniva inoltre trovato in possesso di un grosso coltello da cucina, nascosto nel suo zaino, che veniva sequestrato.
I Carabinieri, dopo aver ricostruito compiutamente la vicenda, lo dichiaravano in stato di arresto per il reato di atti persecutori, associandolo presso la casa circondariale di Sollicciano.

29/03/2019 11.41
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto