Login

MET


Comune di Empoli
Empoli. Ludicomix dà appuntamento al 2020: «Sabato il 40% in più di presenze, peccato per il clima domenicale»
Tommaso Alderighi, presidente dell’associazione organizzatrice, fa il bilancio

Locandina (fonte pagina fb ludicomix)
Ludicomix saluta con la consapevolezza che poteva essere l’edizione più bella e più frequentata quella che si è conclusa ieri, domenica 14 aprile, con pioggia, vento e temperature invernali.

La primavera aveva sempre baciato la due giorni dedicata all’“ambiente ludico fumettistico atipico”, divenuta parte integrante di Empoli e del suo programma di eventi.

Stavolta, dopo un bel sabato iniziale, la domenica è stata caratterizzata da un clima inatteso che ha fatto spostare tutti gli eventi previsti all’aperto in spazi chiusi e al coperto.

«Ludicomix 2019 era iniziato alla grande – spiega Tommaso Alderighi, presidente dell’omonima associazione che organizza l’evento da 16 anni – la prima giornata di sabato aveva fatto registrare il 40% di biglietti in più rispetto alle precedenti edizioni. Già sabato avevamo contato 20.000 presenze. A nostro modo di vedere questo era dovuto a molteplici fattori: l’investimento sulla promozione, l’ampliamento delle aree, la band serale e i vari eventi organizzati, oltre alla promozione che entrando di sabato la domenica sarebbe stata gratuita. Poi di domenica tanti eventi sono stati spostati in spazi chiusi, negli stand, sotto i porticati. In pratica si è svolto tutto, ma con quel freddo in molti hanno preferito stare a casa. Peccato perché dentro i padiglioni le presenze sono state comunque tante. Ringrazio comunque tutte le realtà coinvolte, Radio Lady, Paolo Picchi e non solo».

Da parte dell’amministrazione comunale arriva il ringraziamento a tutto lo staff dell’associazione Ludicomix per aver trasformato ancora una volta Empoli nel punto di riferimento in Toscana per tanti appassionai di gioco, mattoncini Lego, cosplayer, fumetti, videogame, illustrazioni: un mix sempre vincente. Una manifestazione ludica che caratterizza ormai Empoli. L’appuntamento è senza dubbio al 2020

15/04/2019 16.20
Comune di Empoli


 
 

Google


Vai al contenuto