Login

MET


Comune di Fucecchio
“Cittadini d’Europa”, protagonisti gli studenti delle scuole medie di Fucecchio

L’Istituto Montanelli –Petrarca di Fucecchio, attraverso la partecipazione al progetto Pon-Fse sulla cittadinanza europea, ha dedicato un totale di 90 ore alla formazione degli studenti interessati delle classi seconde, offrendo l’opportunità di avviare un percorso propedeutico al superamento della certificazione esterna Delf alla fine della terza media
L'11 maggio, presso i locali della "Casa del Fanciullo", si è tenuto l'incontro dal titolo "Cittadini d'Europa" realizzato dalla scuola media, in collaborazione con il comitato di gemellaggio Fucecchio-Nogent sur Oise e il Comune di Fucecchio.

Si tratta di un'offerta di qualità, che ha il fine ultimo di trasferire un messaggio di impegno educativo e di consapevolezza dell’essere cittadini del mondo per mezzo della conoscenza approfondita di una lingua che spazia in paesi del nostro continente e anche oltre, rendendosi spendibile in più contesti, non ultimo quello economico e commerciale.

Il percorso didattico è non a caso iniziato nel momento in cui in Francia veniva celebrato il centesimo anniversario della fine della Grande Guerra sancito dall’armistizio di Compiègne e un bel gruppo di alunni della scuola fucecchiese ha potuto partecipare alle cerimonie recandosi proprio in Francia, grazie al comune e ai comitati di gemellaggio di Fucecchio e di Nogent Sur Oise.

I primi incontri, dedicati alla cittadinanza europea (per un totale di 30 ore), si pongono in particolare l’obiettivo di sviluppare negli studenti le competenze trasversali, sociali e civiche, compresi in un concetto più ampio di cittadinanza europea, per far sì che questi ultimi diventino cittadini più consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente. Nella società odierna, infatti, gli studenti dovranno essere in grado di inserirsi in un contesto sociale sempre più europeo, in cui il benessere si estende oltre i confini territoriali dell’ambiente che li circonda. Attraverso la realizzazione di questo progetto in modo integrato e complementare, si intende determinare negli allievi motivazioni per la creazione e lo sviluppo di contenuti, riflessioni e dibattiti sulla rilevanza e le implicazioni dell’Unione europea sulla vita quotidiana.

I successivi incontri (60 ore), tenuti da un docente madrelingua qualificato, hanno avuto come obiettivo quello di promuovere l’uso concreto della lingua francese e consentire di attivare un percorso formativo, di sensibilizzazione e di insegnamento di questa lingua, creando nel contempo le condizioni necessarie per garantire agli studenti un percorso educativo e culturale il più possibile organico e coerente, nella prospettiva della costruzione di un curricolo di lingua straniera unitario e continuo. L’apprendimento della lingua francese come seconda lingua comunitaria, infatti, permette agli alunni di sviluppare una competenza plurilingue e pluriculturale e di acquisire i primi strumenti utili ad esercitare la cittadinanza attiva nel contesto in cui si vive, anche oltre i confini del territorio nazionale. La consapevolezza della cittadinanza europea attraverso il contatto con due lingue comunitarie, lo sviluppo di un repertorio diversificato di risorse linguistiche e culturali per interagire con gli altri e la capacità di imparare le lingue concorrono all’educazione plurilingue e interculturale, nell’ottica dell’educazione permanente.

Il dirigente Tommaso Bertelli ha dichiarato la sua soddisfazione verso l'attività svolta dai docenti Pamela Cecconi, Cristiano Papucci e Isabelle Bariller.

Presenti a questa bella iniziativa la delegazione francese del comune di Nogent sur Oise, guidata dal sindaco Jean Francois Dardenne e dall'assessore Valerie Lefevre, i rappresentanti dell'amministrazione comunale di Fucecchio e del comitato di gemellaggio.

13/05/2019 8.21
Comune di Fucecchio


 
 

Google


Vai al contenuto