Login

MET


Città Metropolitana di Firenze
Mus.e Firenze, alta soddisfazione dei visitatori per Palazzo Medici Riccardi, Novecento, Le Murate
Nel 2018 generato un volume di ricchezza di oltre 15 milioni di euro

Pubblicata la nuova edizione dell’Annual Report di Mus.e, l’associazione in-house del Comune di Firenze che cura la valorizzazione del patrimonio, dei Musei Civici Fiorentini e promuove attività espositive e culturali. L’Annual Report è una pubblicazione ricca di dati realizzata grazie al contributo di vari dipartimenti universitari e a un accurato lavoro di indagine che combina analisi qualitativa e quantitativa su tutti gli ambiti di intervento dell’Associazione.

Mus.e nel suo complesso, considerando i servizi di informazione e accoglienza, le attività di mediazione culturale (visite, laboratori, valorizzazione dei musei), l’organizzazione di mostre ed eventi, la gestione del Museo Novecento, de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e - a partire da settembre 2018 – di Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze, ha raggiunto in totale 1 milione e 800mila persone.



L’impatto economico dell’attività culturale e il calcolo S-ROI

Grazie a una costante attenzione all’assetto gestionale Mus.e ha chiuso il proprio bilancio in pareggio, in linea con la propria natura societaria no-profit. Ma a questa constatazione – apparentemente neutrale – va accompagnata l’analisi della produttività economica dell’Associazione sul territorio fiorentino. Grazie ad uno studio del Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze è stato possibile quantificare le esternalità generate dal pubblico attratto e servito da Mus.e, con un focus sul numero di utenti della mediazione (visite guidate, laboratori, accompagnamento alla visita) di Museo Novecento, Forte di Belvedere e Palazzo Medici Riccardi. Dall’analisi è emerso che queste attività culturali generano complessivamente un volume di ricchezza stimato in oltre 15 milioni di euro.

Il calcolo S-ROI, ovvero l’analisi del “Ritorno Sociale dell’Investimento” è una buona pratica che Muse.eha introdotto, prima in Italia tra le associazioni museali, e pubblicamente riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali. Il calcolo S-ROI – effettuato in collaborazione con l’Università di Genova e il suo spin-off Sigma NL, start up innovativa – permette di rispondere ad una domanda: per un euro investito, qual è il ritorno per la società? L’analisi condotta ha permesso di quantificare uno S-ROI valutativo di 3,83 (per un euro investito in Mus.e nel 2018 ve ne sono €3,83 di ritorno) e per la prima volta uno S-ROI previsionale - per il 2019 - di 4,28. Segno che investire in cultura porta sempre benessere, sia economico che sociale.



Customer satisfaction, giovani, imprese

Importante il lavoro di indagine qualitativa sui servizi: quasi 5.000 i questionari somministrati ai visitatori, tra privati e docenti delle scuole. Un percorso di customer satisfaction totalmente digitalizzato sui Musei Civici Fiorentini, per conto del Comune di Firenze, che ha permesso di analizzare il riscontro dei visitatori sui servizi museali.

E nell’indagine dell’annual report Mus.e Tra i dati più rilevanti quello relativo alla qualità del personale che svolge attività di mediazione culturale (il 95% li ha reputati come decisamente o molto professionali), il grande apprezzamento degli insegnanti che nel 100% dei casi ha riconosciuto come ottima o soddisfacente l’esperienza al museo. Da segnalare infine che il 75% dei visitatori dichiara di voler suggerire ad altri l’esperienza di visita; un dato che raggiunge il 100% nell’indagine per le scuole. Un riconoscimento importante, anche in relazione al lavoro che la Città sta svolgendo in termini di servizi culturali per i più giovani.

La stessa Mus.e ha attivato numerosi progetti dedicati ai bambini, dalla fascia 0-3 anni fino ai teenagers, senza contare il lavoro continuativo con i ragazzi e le ragazze provenienti dalle scuole superiori e dalle università: sono stati 40 i tirocini curricolari attivati e 9 le convenzioni siglate con le scuole per i progetti di alternanza scuola-lavoro.

A confermare la bontà dell’operato c’è stato anche il riconoscimento dei nostri partner e di importanti stakeholder: realtà importanti, pubbliche e private, che hanno creduto in Mus.e e ne hanno sostenuto le attività. Una crescita importante delle sponsorizzazioni (+53%) e un numero crescente di bandi aggiudicati (70% di progetti finanziati) sono un’ulteriore conferma di come la qualità sia riconosciuta anche dal mondo delle imprese.

Il report annuale su http://musefirenze.it/doc-area/AR2018-low.pdf - Da pag. 138 a 143 approfondimento su Palazzo Medici Riccardi

02/10/2019 13.05
Città Metropolitana di Firenze - Mus.e


 
 

Google


Vai al contenuto