Login

MET


Ordine degli Architetti di Firenze
Sicurezza di piazza Stazione, Ordine e Fondazione Architetti: “Aprire e far vivere gli spazi a tutti i cittadini, via le recinzioni”
Ha preso il via stamani il laboratorio operativo promosso nell'ambito di “Spazi Sospesi” per valorizzare e far vivere maggiormente uno degli spazi di piazza Stazione, l'area esterna della Palazzina Reale attualmente delimitata da una cancellata
Locandina laboratorio 'L'area esterna della Palazzina Reale'
“La cancellata che delimita l'Esedra della Palazzina Reale e che costeggia piazza Stazione e via Valfonda era nata per essere provvisoria, un presidio per la sicurezza: ora questo presidio può essere rappresentato dalla Palazzina Reale stessa e dalle attività aperte a tutti i cittadini che vengono organizzate al suo interno, ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti”: a dirlo sono Ordine e Fondazione Architetti Firenze, che hanno organizzato stamani un incontro con rappresentanti di Comune, Soprintendenza, Firenze Fiera, Confesercenti e Fondazione Michelucci, e a cui era stata invitata a partecipare anche Grandi Stazioni.

Incontro nel corso del quale sono emerse le criticità che riguardano la zona, a partire da quella della sicurezza. “Non sono le recinzioni e le chiusure a poterla garantire, bensì l’utilizzo reale degli spazi da parte dei cittadini, le relazioni, l'accessibilità e la vivibilità, la varietà dell’offerta culturale. Altre soluzioni rischiano solo di creare situazioni di degrado”, spiega la presidente della Fondazione Architetti Firenze Colomba Pecchioli.

Un'altra questione emersa nel corso della discussione è stata quella dell'accesso alla zona della Stazione dall'area della Fortezza e di piazzale Montelungoda quando è stato chiuso il passaggio lungo il binario 16. “Il nuovo percorso che è stato creato non è adeguato, non può essere questo il biglietto da visita per chi arriva a Firenze”, è stato segnalato: da qui la richiesta di trovare una soluzione per risolvere la questione.

L'incontro di questa mattina si è tenuto in occasione del laboratorio operativo in programma da oggi a domenica alla Palazzina Reale, tre giorni in cui riflettere e immaginare un futuro che valorizzi e faccia vivere maggiormente uno degli spazi di piazza Stazione, quello dell'Esedra della Palazzina Reale, ovvero la sua area esterna attualmente delimitata da una cancellata. Il laboratorio, promosso dalla Fondazione Architetti Firenze e condotto da Ground Action, proseguirà anche per tutte le giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre, durante cui Ground Action coordinerà una installazione-azione per valorizzare alcuni spazi della Palazzina Reale, con l'obiettivo, attraverso un allestimento temporaneo, di svelarne gli spazi interni ed esterni e le loro potenzialità. Il tutto si concluderà domenica pomeriggio, con performance, messa in scena e la presentazione del lavoro svolto. Il laboratorio è aperto gratuitamente a tutti i cittadini, mentre gli architetti che vorranno ricevere i crediti formativi dovranno iscriversi e seguire le procedure indicate sul sito.


SPAZI SOSPESI

“Spazi Sospesi” è un ciclo di incontri e passeggiate urbane tenuti da architetti italiani e stranieri protagonisti di interventi sugli spazi pubblici, per indagare le aree irrisolte o indeterminate di Firenze e alimentare una riflessione per innescare un dibattito consapevole intorno a possibili azioni da avviare nel breve periodo negli spazi della città. Il progetto, promosso da Ordine degli Architetti, Fondazione Architetti e Comune di Firenze, con la curatela scientifica di Ground Action, ha preso il via a fine settembre occupandosi di piazzale Vittorio Veneto, ed è proseguito a ottobre, quando al centro dell'attenzione è stata messa piazza Luigi Dalla Piccola. L'appuntamento successivo, il 22 e 23 novembre prossimi, sarà dedicato a viale Tanini.

08/11/2019 16.22
Ordine degli Architetti di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto