Login

MET


Arcidiocesi di Firenze
La Giornata Mondiale dei Poveri a Firenze, domenica 17 novembre
Tante iniziative organizzate da parrocchie e associazioni che aiutano chi ha bisogno. Il card. Betori alla mensa della Caritas, un gruppo invitato da Papa Francesco a Roma

La Giornata Mondiale dei Poveri, che si celebrerà domenica prossima 17 novembre, è stata istituita da Papa Francesco con "lo scopo di aiutare le comunità cristiane ad essere sempre di più e sempre meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e per i bisognosi" (Messaggio 2017).
Un appello a cui quotidianamente risponde la Chiesa fiorentina grazie al cuore e all'impegno delle parrocchie, di tante realtà, associazioni e volontari; una carità che nasce dalla fede e che si ingegna dando vita ad azioni e progetti concreti e originali.
Quella di domenica sarà quindi per molti volontari una domenica come tante, di servizio a chi chiede aiuto. L'Arcivescovo, card. Giuseppe Betori la mattina presto andrà ad incontrare proprio loro alla mensa della Caritas in via Baracca: un gruppo dei 200 volontari che cucinano e lavorano per assicurare 400 pasti a pranzo ogni giorno, dal lunedì alla domenica. E proprio qui nel magazzino della Caritas, che si trova sotto la mensa dei poveri, è nato il progetto "Perché niente vada perduto". Ciò che rimane inutilizzato, soprattutto i prodotti freschi e a breve scadenza (verdura, frutta, formaggi ecc), viene prontamente recuperato da una rete di 37 parrocchie, collegate anche tramite gruppo whatsapp. Risultato: sono state aiutate più di 2000 famiglie, ma soprattutto si sono sviluppati incontri, relazioni, amicizie. Nel tempo le parrocchie hanno iniziato ad utilizzare la rete di solidarietà per richieste di altro tipo, non limitate solo al cibo, cosa che ha permesso di aiutare tante persone per altri bisogni.
Dopo aver fatto visita ai volontari della Caritas della mensa di via Baracca, il card. Betori alle 10.30 celebrerà la santa messa per la Giornata Mondiale dei Poveri nella parrocchia di San Cristofano a Novoli, comunità molto attiva nei servizi di carità.
Al termine della celebrazione il card. Betori si tratterrà alla "Casa della carità" di via Corelli per un pranzo organizzato per 80 persone indigenti, anziani, e ospiti del condominio solidale.
Altre parrocchie della diocesi, dal centro storico di Firenze fino a quelle dei comuni vicini, hanno organizzato per domenica pranzi e momenti particolari di incontro con i più bisognosi di cui normalmente si occupano.
Un gruppo di 55 persone seguite dalla Caritas diocesana domenica saranno invece a Roma, accompagnate dai volontari, perché invitati a partecipare alla messa nella basilica di San Pietro, e poi come ormai da tradizione, prenderanno parte nell'Aula Paolo VI al pranzo con Papa Francesco e altri 1500 poveri che provengono da Roma, dalle diocesi del Lazio e da altre diocesi d’Italia.
Infine La Fondazione Solidarieta` Caritas onlus, il Centro Missionario Medicinali onlus e la Misericordia di Firenze domenica 17 novembre saranno in Piazza Santissima Annunziata dalle 11 alle 17 per lanciare la campagna "Scaldiamo l'inverno di chi è senza dimora": una raccolta di indumenti, oggetti per l'igiene e altri accessori specifici. Si raccoglierà con l’obiettivo di consegnare dei KIT specifici utili a chi vive in strada.

15/11/2019 13.15
Arcidiocesi di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto