Login

MET


Provincia di Pistoia
Provincia di Pistoia. Progetto scenario del XX secolo
Nuovo appuntamento in occasione del Giorno della Memoria
Un nuovo appuntamento per le scuole del territorio con il progetto “Scenari del XX secolo”, il progetto di approfondimento della storia del ‘900, realizzato in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Pistoia, nato nell’a.s. 1999/2000 e che ogni anno coinvolge numerosi Istituti Superiori. Per l’occasione il progetto si inserisce nelle celebrazioni del Giorno della Memoria 2020.
Giovedì 30 gennaio 2020 alle ore 10,30 presso il teatro Pacini di Pescia, è in programma un incontro durante il quale interverrà, in qualità di relatore, la dott.ssa Marta Baiardi sulla tematica “Le famiglie ebree fra persecuzione e assistenza” [Marta Baiardi è collaboratrice presso l’Istituto storico della Resistenza in Toscana; ha svolto attività di ricerca sulle persecuzioni antiebraiche in Italia con particolare riferimento al periodo dell’occupazione tedesca e della RSI, la problematica dei salvataggi degli ebrei in Italia tra memoria e storia, la deportazione femminile, le fonti orali e storiografia, memorialistica e letteratura concentrazionaria italiana; collabora con l’Istituto Nazionale Ferruccio Parti. Tra le numerose pubblicazioni “I giusti e la storiografia. Qualche riflessione sul salvataggio degli ebrei in Italia, in In viaggio. Dentro al cono d’ombra” (a cura di S. V. Di Palma, S. Bartolini), “Donne in guerra scrivono. Generazioni a confronto tra persecuzioni razziali e Resistenza (1943-1944)”; “Vite allo specchio. Memorie ebraiche a Firenze (e dintorni)”, in La Chiesa fiorentina e il soccorso agli ebrei. Luoghi, istituzioni, percorsi (1943-1944); “La tela di Sonia. Affetti, famiglie, arte nelle memorie di una maestra ebrea”].
La testimonianza diretta sarà portata dalla sig.ra Vera Vigevani Jarach [di famiglia ebrea, Vera fugge dall’Italia nel 1938 per scampare alle leggi razziali e si rifugia in Argentina. Lì costruisce la sua nuova vita, si sposa ed ha una figlia: Franca, la quale, a causa del suo impegno sociale, finisce nella lista nera della dittatura civile-militare argentina, viene rapita e poi uccisa dal regime a soli 18 anni. La storia di Vera, quindi è segnata da due genocidi, e, come appartenente al Movimento delle madri di Plaza de Mayo, da molti anni si impegna a trasmettere con energia e passione la propria testimonianza, nella speranza che crimini come quelli che hanno caratterizzato la sua vita, non si ripetano]. Coordinerà l’incontro la dott.ssa Daniela Faralli, ricercatrice dell’Istituto Storico della resistenza di Pistoia.
Porteranno i saluti istituzionali rappresentanti della Provincia di Pistoia, dell’Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Pistoia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e del Comune di Pescia.
Saranno presenti circa 450 studenti degli Istituti Superiori: “B. De Franceschi/A. Pacinotti” e “Scuole Mantellate” di Pistoia, “A. Capitini” di Agliana, “F. Martini” di Montecatini, “G. Sismondi/A. Pacinotti” e “C. Lorenzini” di Pescia.
Lo scopo generale dell’iniziativa è quello di promuovere la ricerca su temi quali la memoria, la conoscenza e l’interazione con altre culture, il valore della solidarietà e l’educazione alla tolleranza. Gli approfondimenti vengono realizzati mediante conferenze, mostre documentarie, seminari, convegni di studio e corsi di aggiornamento per docenti. Sono molte le tematiche affrontate nel corso degli anni; oggetto di approfondimento storico per quest’anno scolastico è “Effetto ‘68. Movimenti giovanili, cultura e politica in Italia e nel mondo”, ma si propongono anche iniziative dedicate alla “Giornata del Ricordo”, al “Giorno della Memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi e al “Giorno della Liberazione”.
Si precisa che il progetto è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e che l’evento in questione è stato patrocinato dal Comune di Pescia.

27/01/2020 18.05
Provincia di Pistoia


 
 

Google


Vai al contenuto