Login

MET


Regione Toscana
Festa della Toscana: Premio il Ceppo, ecco la Medusa di Marion Poschmann
La vincitrice della 64esima edizione Premio Ceppo Internazionale Poesia “Piero Bigongiari” ha tenuto la Lettura dal titolo “Animale araldico: Medusa”. Autrice di romanzi, poesie e saggi, la Poschmann il 15 febbraio sarà premiata a Pistoia. I vincitori dei “Premi Speciali” e la terzina finalista vincitrice del Premio Ceppo Racconto
Torna ilPremio Letterario Internazionale Ceppo, protagonista a Pistoia e a Firenze dal 14 febbraio al 15 marzo nella manifestazione “Ceppo Biennale Racconto 2020”.

Per la 64esima edizione sono risultati vincitori dei “Premi Speciali Ceppo” Georgi Gospodinov, Premio Ceppo Internazionale Racconto; Luisa Mattia, Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza; Marta Morazzoni, Premio Ceppo Letteratura e Vita Leone Piccioni e, appunto, Marion Poschmann, scrittrice e poetessa di primo piano nel panorama tedesco, Ceppo Internazionale Poesia Piero Bigongiari 2020.

“La poesia di Marion, particolarmente attenta alla natura e al paesaggio ben si coniuga con la Toscana, dove ogni angolo racconta l’identità di una terra dove lingua, cultura, storia e bellezze naturali si fondono e raccontano una realtà da apprezzare e scoprire ogni giorno”, così il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, ha accolto Marion Poshmann, che oggi, venerdì 14 febbraio, nella sala del Consiglio di palazzo del Pegaso,nell’ambito della Festa della Toscana, ha tenuto la Letturadal titolo Animale araldico: Medusa. Il premio, come ricordato, viene assegnato “per la sua poesia in costante tensione fra il racconto e il saggio, la lirica e la riflessione, il pensiero filosofico e la poesia della natura, la passione per l’arte (dal Rinascimento fiorentino all’espressionismo astratto) e la coscienza dei relitti della Storia (passata e contemporanea)”.

Nata nel 1969 a Essen, Poschmann vive e lavora a Berlino ed è autrice di romanzi, poesie e saggi. Dal 1989 al 1992 ha studiato letteratura e filosofia tedesca e slava all'Università di Bonn e dal 1992 al 1995 si è specializzata a Berlino. E’ membro dell'Accademia delle scienze e della letteratura, dell'Accademia tedesca di lingua e letteratura, dell'Accademia delle arti libere di Amburgo e del Centro PEN Germania. Nel 2018 ha vinto il Berliner Literaturpreis e l'anno successivo è entrata nella shortlist del Man Booker International Prize con il romanzo Le isole dei pini (Bompiani 2018).

Il 15 febbraio la scrittrice sarà premiata a Pistoia (alle 10, presso la Biblioteca San Giorgio - Auditorium Terzani, Via Sandro Pertini). Nell’occasione, per il Premio Ceppo Giovani, si terrà la premiazione delle recensioni degli studenti ai libri e alle poesie della Poschmann. Presenta Paolo Fabrizio Iacuzzi, presidente del Premio Ceppo e interviene Paola Del Zoppo, germanista e traduttrice. Sempre a Pistoia, sabato 15 febbraio, alle 18 alla Libreria Lo Spazio di Via dell'Ospizio, si terrà l’incontro con Marion Poschmann “Poesia e Paesaggio” (conduce Paolo Fabrizio Iacuzzi; presentazione di "Paesaggi in prestito" a cura di Paola Del Zoppo; intervengono con domande e recensioni per il Progetto alternanza scuola-lavoro gli studenti del Liceo Pacini e del Liceo Mantellate).

Georgi Gospodinov è pubblicato dalla casa editrice Voland che pubblicherà a marzo la nuova raccolta di racconti Tutti i nostri corpi. È su questo nuovo libro che Gospodinov terrà la sua Lettura, Ceppo Regione Toscana Lecture, dal titolo Sulla malinconia, le paure, l’infanzia e altre storie: il 13 marzo alle 16 a Firenze, presso il Consiglio Regionale della Toscana, nell’ambito della Festa della Toscana.

Luisa Mattia, romana, è premiata “per la capacità di confrontarsi con differenti temi e generi che riguardano i ragazzi”, come con i temi della famiglia, la mafia e il bullismo. La sua Lettura, Ceppo Ragazzi Lecture, dal titolo Libertà per i pensieri e l’immaginazione, si terrà il 20 febbraio alle 11 in Consiglio regionale, nell’ambito della Festa della Toscana.

Marta Morazzoni , vince il Premio Ceppo Letteratura e Vita Leone Piccioni, sostenuto dall’associazione Amici di Leone Piccioni “per le alte doti narrative della sua scrittura, espresse nella capacità di esplorazione di coinvolgenti personaggi, nelle sfumature stilistiche nella forza poetica delle descrizioni”. Terrà la prima delle Leone Piccioni Lecture, dal titolo Alla ricerca della voce, il 14 marzo alle 17 a Pistoia (Biblioteca San Giorgio, Auditorium Terzani).

Il Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia è presieduto e diretto dal 2006, anno della trasformazione da nazionale a internazionale, da Paolo Fabrizio Iacuzzi, poeta e critico, editor ed educatore. È diventato un progetto culturale che dura tutto l’anno, collegato a un progetto educativo che prevede laboratori di lettura e scrittura in presenza degli scrittori dedicati ai ragazzi e ai giovani.

La Giuria della 64 edizione del Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia, su oltre cento libri partecipanti, editi negli ultimi due anni, ha definito la rosa degli scrittori finalisti del Premio Ceppo Racconto. La terzina finalista vincitrice è composta da Loredana Lipperini, Magia nera, Bompiani: Massimo Onofri, Isolitudini, La nave di Teseo e Federico Pace, Scintille, Einaudi.

Per il Premio Ceppo Racconto Under 35 è stato premiato Marco Marrucci, con Ovunque sulla terra gli uomini, Racconti Editore.

14/02/2020 17.49
Regione Toscana


 
 


Vai al contenuto