Login

MET


Comune di San Casciano
Comune I Care. Studenti delle primarie a tu per tu con il sindaco e il presidente del Consiglio comunale di San Casciano
Primo appuntamento dell’iniziativa “Un giorno in Comune” dedicata ai piccoli cittadini, organizzata dal Comune in collaborazione con l’Istituto comprensivo. Tra le proposte più interessanti il cestino europeo e il ritorno ai giochi di una volta

Come funziona la ‘macchina’ di un Comune, qual è il ruolo del sindaco, della giunta e del consiglio comunale? A San Casciano le risposte destinate ai piccoli cittadini si traducono in un’esperienza in presa diretta, accompagnate da visite tra gli uffici e dialoghi a tu per tu con gli amministratori. Nata nel segno della partecipazione e dell’informazione trasparente, l’opportunità del Comune è un progetto educativo, ideato dall'assessorato all’Istruzione, rivolto agli studenti delle primarie in collaborazione con l’Istituto comprensivo Il Principe di San Casciano. L’iniziativa ha preso il via con il primo incontro, nella sala del Consiglio comunale di San Casciano, in cui i ragazzi della quinta della scuola primaria Carlo Collodi di Mercatale hanno potuto confrontarsi, seduti tra i banchi del Consiglio comunale, con il sindaco Roberto Ciappi, la vicesindaco Elisabetta Masti e il Presidente del Consiglio comunale Francesco Volpe.

“Per promuovere un percorso di educazione partecipata – spiega la vicesindaca – abbiamo scelto la formula della conoscenza diretta attraverso la quale i ragazzi possano apprendere le informazioni essenziali sul funzionamento dell’amministrazione comunale e sulle sue articolazioni. L’intento è quello di simulare con le classi che entreranno nel palazzo di via Machiavelli la seduta di un Consiglio comunale e la discussione di atti, mediante la partecipazione a dibattiti e votazioni. E’ importante che gli studenti comprendano i meccanismi che stanno alla base della vita pubblica e delle decisioni che, di volta in volta, si prendono nell’interesse della comunità”.

Il battesimo di “Un giorno in comune” ha soddisfatto tutti, adulti e bambini. La curiosità è il primo motore che ha spinto i piccoli consiglieri a saperne di più della vita da sindaco. Le emozioni del primo giorno, i risultati più gratificanti e i percorsi più difficili compiuti fino ad ora, cosa pensano i familiari di questa sua scelta. E dopo le raffiche di domande, alle quali il primo cittadino ha risposto puntualmente, con il sorriso e l’entusiasmo di ricevere una platea così stimolante, sono partite le proposte della San Casciano ideale. “I ragazzi hanno mostrato interesse, voglia di esserci e di esprimersi - continua la vicesindaca - motivati dalla voglia di contribuire a migliorare gli spazi pubblici che vivono nella quotidianità”. Ambiente, patrimonio e decoro sono stati i temi su cui hanno puntato i riflettori. “Abbiamo affrontato insieme alcuni importanti aspetti della vita di una comunità – aggiunge il presidente del Consiglio comunale Francesco Volpe – la questione della cultura sostenibile è passata attraverso il rispetto delle aree pubbliche. Interessanti le proposte di ridurre l'uso del mezzo privato e di incentivare la fruizione del pedibus, già attivo a Mercatale, e di rendere i cestini di piazza del Popolo a misura di bambino europeo con elementi grafici costruiti ad hoc per l'identificazione dei rifiuti e testi in lingua inglese”. Quanto al decoro degli ambienti scolastici, i piccoli cittadini hanno lanciato l’idea di arricchire il giardino della primaria di Mercatale disegnando sul piazzale alcuni dei giochi di una volta, il salto a campana, la dama, impiegando materiali ecologici permanenti. Tra le priorità degli studenti anche il tema della partecipazione e della cittadinanza attiva. “Ho apprezzato molto – conclude la vicesindaca Elisabetta Masti - la proposta di esporre all’esterno della scuola una cassetta, destinata a raccogliere le proposte dei piccoli e grandi cittadini, è un segno vitale, la testimonianza di volersi prendere cura, da protagonisti, delle necessità che esprimono la comunità e il territorio e di sentirsene parte. Un ringraziamento alle insegnanti che hanno valorizzato il progetto preparando i ragazzi all'incontro e condiviso con loro entusiasmo e creatività”. Gli studenti hanno concluso la loro visita recandosi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di San Casciano.

14/02/2020 17.56
Comune di San Casciano


 
 

Google


Vai al contenuto