Login

MET


Comune di Firenze
Firenze. ‘Per un nuovo cominciamento’, incontro in rete per portare avanti e diffondere l’eredità di Anna Costanza Baldry
L’evento, in programma sabato 16 maggio dalle 17 alle 19, è promosso dall’associazione il Palmerino ed è curato da Federica Parretti per Il Palmerino e da Francesca Baldry per la famiglia di Anna Costanza Baldry
Un incontro virtuale per portare avanti e diffondere l’eredità di Anna Costanza Baldry, che il prossimo 16 maggio avrebbe compiuto 50 anni. Una vita dedicata alle persone fragili e prive di strumenti legali per difendersi. L’evento, in programma sabato 16 maggio dalle 17 alle 19, è promosso dall’associazione il Palmerino ed è curato da Federica Parretti per Il Palmerino e da Francesca Baldry per la famiglia di Anna Costanza Baldry.

Inizialmente concepita come una giornata di studio sulla sua figura di portata internazionale e di verifica dell’operato portato avanti sulla sua scia, l’emergenza e il lockdown legato al Covid-19 hanno costretto l’associazione a rimandare l’evento a maggio 2021, ma senza rinunciare a un incontro in videoconferenza con coloro tante persone che la conoscevano, tra le quali l’assessore all’Urbanistica e ambiente Cecilia Del Re e che hanno condiviso con lei pezzi di vita, studi, lavoro e collaborazioni portando avanti battaglie in tema di bullismo, violenza sulle donne, prevenzione del femminicidio, orfani vittime di femminicidio.

Tra i presenti, docenti universitari e direttori corsi di Laurea, associazioni di prevenzione e aiuto per le donne, come la rete DiRE, ma anche famiglie che hanno accolto orfani speciali, professori di liceo, magistrati, avvocati, rappresentanti dei tribunali dei minori, di case di reclusione, forze dell’ordine, famiglie e amici. Il gruppo lancerà anche progetti da concretizzare nel corso dell’anno, come il lavoro corporeo/teatrale che l’associazione Il Palmerino intende realizzare al fianco di un’organizzazione fiorentina del settore.

Anna Costanza Baldry (16.5. 1970 - 9.3.2019) ha dedicato tutta la vita alle persone fragili, che non avevano strumenti legali per difendersi. Temi studiati e affrontati sul campo in contatto con scuola, polizia, sportelli sul territorio, stampa, televisione e organi parlamentari dal suo studio a Roma, Olanda e Cambridge, per oltre vent’anni. Meno conosciuta a Firenze, dove ha vissuto gli otto anni delle medie e del liceo.

Anna Costanza Baldry, PhD

Major: Forensic Psychology, Victimology & Criminology

2015 Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana

Professore Ordinario in Psicologia Sociale, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

14/05/2020 16.55
Comune di Firenze


 
 


Vai al contenuto