Login

MET


Comune di Fucecchio
"La Commissione Sicurezza approvata dal Consiglio Comunale è assolutamente legittima, la Lega-Salvini continua a mentire ai cittadini"
Il sindaco Alessio Spinelli smentisce i consiglieri comunali Pilastri e Porciani: “Interpretazione volutamente distorta a fini propagandistici del documento della Prefettura"
"Capisco che per la Lega-Salvini sia difficile accettare che un'amministrazione di centro-sinistra si impegni con forza su un tema che ritengono di loro esclusiva proprietà come quello della sicurezza ma prima o poi dovranno farsene una ragione”. Il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli smentisce i consiglieri comunali Pilastri e Porciani. "Travisano palesemente la realtà a fini propagandistici: hanno dato un'interpretazione volutamente distorta del documento della Prefettura, usandolo per una battaglia politica. E’ un fatto gravissimo".

La Commissione Sicurezza rientra nella tipologia delle commissioni comunali facoltative di cui “composizione e funzionamento – come si legge nella nota della Prefettura - si riconducono perlopiù alla fonte normativa che le istituisce e, quindi, alle disposizioni di legge o di regolamento ovvero degli statuti locali. E’ pertanto, a tali previsioni, che occorre fare riferimento per dirimere le questioni quali quella in esame”. Pertanto, poiché la commissione in esame è disciplinata da regolamento comunale, nel rispetto del quale ha sempre operato, alla luce della richiamata nota prefettizia è inequivocabilmente legittima.

I consiglieri della Lega-Salvini avevano già in passato contestato la legittimità della Commissione Sicurezza, approvata in Consiglio Comunale anche con i voti di Forza Italia.

“Il tema della sicurezza, considerata a 360 gradi e non intesa come militarizzazione di un territorio – prosegue Spinelli - è un tema che sta a molto a cuore a questa amministrazione e lo riteniamo uno di quelli su cui lavorare costantemente, come abbiamo fatto fino ad oggi insieme alle Forze dell'Ordine presenti sul territorio. Abbiamo deciso di impegnarsi con grande decisione su questo fronte: il Comune di Fucecchio, forte di quella decisione del Consiglio Comunale, ha mostrato la volontà di affrontare la questione mettendo in campo tutti gli strumenti possibili, dalle molteplici riunioni sul controllo di vicinato, da cui è scaturito anche un protocollo di intesa con la Prefettura di Firenze, alla lotta allo spaccio nei boschi delle Cerbaie, passando per la realizzazione della sede che ospiterà la nuova Tenenza dei Carabinieri, approvata anche dai vertici nazionali dell'Arma e attualmente oggetto di lavori, la creazione di un sistema di videosorveglianza, vari incontri con i Prefetti di Pisa e di Firenze per contrastare le infiltrazioni mafiose sul territorio e tante altre iniziative. La Commissione Sicurezza è uno strumento ulteriore che abbiamo messo in campo, sempre per volontà del consiglio comunale, e senza addentrarci in tecnicismi dico soltanto ai cittadini che si tratta di un gruppo di lavoro che, senza compensi economici, si occupa in maniera specifica di tutti i temi che riguardano la tutela della legalità e la sicurezza urbana e sociale del nostro territorio. Non è assolutamente vero quello che dicono i consiglieri Pilastri e Porciani, e cioè che la Commissione Sicurezza è stata dichiarata illegittima. E' una falsità assoluta. La Prefettura ha soltanto ribadito che si tratta di una Commissione Comunale e non di una Commissione Consiliare, peraltro cosa nota fin dal momento della sua costituzione; una precisazione formale che noi per primi abbiamo sostenuto e che non cambia il senso della Commissione. I consiglieri comunali della Lega-Salvini non possono permettersi di scrivere che è stata dichiarata illegittima perché questo non è assolutamente vero, come ben sanno anche loro. Non si possono prendere in giro i cittadini in questo modo solo per fini elettorali. Confido nell'intelligenza dei cittadini fucecchiesi, anche di quelli che hanno votato per la Lega-Salvini. A loro vorrei dire che la battaglia politica può essere fatta nei modi che ognuno ritiene più opportuni ma non accetto che venga distorto totalmente il contenuto degli atti ufficiali. E' l'ora di mettere un freno a questi modi truffaldini di fare politica, ci vuole più rispetto degli elettori. Oltretutto tra i consiglieri d'opposizione c'è anche qualcuno che si definisce continuamente Servitore dello Stato, evidentemente c'è modo e modo di servire lo Stato. Detto questo, quindi, confermo che la Commissione comunale per la Sicurezza Urbana rimarrà al suo posto fin quando ci sarà questa amministrazione”.

27/07/2020 18.02
Comune di Fucecchio


 
 


Vai al contenuto