Login

MET


Comune di Fucecchio
Test rapidi anti Covid in vista del rientro a scuola, il via questa mattina a Fucecchio
L'iniziativa di comuni e istituti scolastici è stata finanziata dalla Fondazione CARISMI
Sono iniziati questa mattina all'Istituto Checchi di Fucecchio i test rapidi per individuare eventuali positività al Covid tra gli studenti delle scuole superiori, in vista del rientro in classe di lunedì prossimo. L'iniziativa riguarda i tre istituti superiori del Comprensorio del Cuoio: oltre ai circa 1200 del Checchi, ci sono altri 1400 studenti suddivisi tra il Cattaneo e il Marconi di San Miniato che partiranno con i test nei prossimi giorni. Lo screening di massa, che riprende le indicazioni sull'importanza del tracciamento della delibera regionale del 21 dicembre scorso, è stato promosso dalle amministrazioni comunali di Fucecchio e San Miniato e dai dirigenti scolastici. Per poterlo organizzare e per realizzarlo sono stati fondamentali il finanziamento in toto erogato dalla Fondazione CARISMI e la collaborazione di Farm@Rete, Cooperativa Colori e Istituto Sant'Andrea di Empoli.
Su base volontaria questa mattina tantissimi studenti dell'Istituto Checchi si sono presentati nella sede del Liceo per effettuare il test col personale medico. L'avvio di questo screening è avvenuto nella massima tranquillità grazie all'organizzazione garantita dal personale scolastico, dal fondamentale supporto dei volontari della Croce Rossa e dal personale del Comune.
"Siamo riusciti a organizzare questa importantissima iniziativa in maniera egregia - ha commentato il sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli -. E' stata ideata da tempo e permetterà di rientrare a scuola con una maggiore tranquillità, consapevoli della negatività al test degli studenti. La collaborazione tra pubblico e privato ancora una volta sta dando dimostrazione di efficienza mettendo in evidenza il nostro territorio come un luogo all'avanguardia da questo punto di vista. I test che abbiamo iniziato questa mattina permetteranno di individuare eventuali studenti positivi asintomatici e quindi evitare il propagarsi del contagio alla ripresa delle lezioni in presenza. A Fucecchio i test si svolgeranno in due giornate distinte: il secondo appuntamento è previsto per venerdì 8 gennaio. Ho visto già stamani grande partecipazione da parte di studenti e famiglie e questo mi fa ben sperare. Chi non è potuto venire stamattina a fare il test potrà farlo venerdì prossimo".
"Siamo felici che ci sia questo progetto e per questo desidero ringraziare la Fondazione CARISMI e la Crédit Agricole che dimostrano, ancora una volta, la loro vicinanza ai nostri territori - dichiara il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli -. Fare test rapidi è importante in vista della ripresa delle scuole superiori che, dall'11 gennaio, torneranno in classe, dopo lo stop forzato dal mese di dicembre, un modo efficace per poter intercettare gli asintomatici e avere un ampio tracciamento, una delle principali armi nella lotta al Covid".
"Sosteniamo convintamente questa iniziativa che tutela la salute di studenti e famiglie - ha aggiunto il Presidente della Fondazione CARISMI, Antonio Guicciardini Salini-. La finalità della nostra Fondazione sono principalmente quelle del sostegno all'arte e alla cultura ma da quando è scoppiata questa pandemia abbiamo iniziato a supportare anche le iniziative di carattere sanitario e sociale. Siamo giunti al terzo intervento in questo senso: abbiamo iniziato con le donazioni di ventilatori polmonari agli ospedali di Empoli e di Fucecchio, poi al sostegno alle associazioni di volontariato con beni di prima necessità e con una cospicua fornitura di tablet e adesso aiutiamo il mondo della scuola con questa campagna di controllo organizzata insieme agli istituti superiori e ai sindaci di Fucecchio e San Miniato. Tutto questo è possibile grazie al contributo e al sostegno che ci viene garantito da Crédit Agricole. Noi come Fondazione CARISMI conosciamo a fondo il territorio e Crédit AGricole ci garantisce la possibilità di sostenerlo con importanti contributi economici".
La notizia che il rientro a scuola per gli studenti delle scuole superiori, è stato posticipato all'11 gennaio dal Governo è stata commentata dalla dirigente scolastica dell'Istituto Checchi, Genny Pellitteri. "E' un cambiamento che abbiamo appreso da poche ore - ha detto - e siamo già al lavoro per modificare nuovamente tutta l'organizzazione delle nostre scuole superiori. Oramai siamo abituati a lavorare nell'emergenza, è un anno che lo stiamo facendo dando prova di grande professionalità e di capacità organizzative e di adattamento. Certo la situazione sta diventando un po' pesante anche perché le famiglie con questi continui cambiamenti sono disorientate, anche loro sono costrette, come la scuola, a rivedere sempre la propria organizzazione. L'importanza di questi test credo comunque che rimanga intatta nonostante lo slittamento della ripresa delle lezioni in presenza. Il tracciamento dei casi ci permette di avere nuovamente il polso della situazione. Praticamente, anche in accordo anche col sindaco Spinelli, abbiamo pensato con questa campagna di controlli di creare una sorta di "punto zero" dal quale ripartire per riprendere il monitoraggio dei contagi".

05/01/2021 18.19
Comune di Fucecchio


 
 


Vai al contenuto