Login

MET


Comune di Scandicci
27 gennaio, Giorno della Memoria: Scandicci celebra con la testimonianza di Liliana Segre, il concerto di ReMuTo, i “Numeri di Auschwitz”, l’Operina Brundibar, Vercelli e lo speciale Libro della Vita
Il programma di iniziative per il Giorno della Memoria è promosso dal Comitato della Memoria del Comune in collaborazione con Anpi, Orchestra regionale ReMuTo, i tre Istituti Comprensivi scolastici, la Scuola di Musica di Scandicci, Gams Ensemble e Biblioteca
"Celebrare il Giorno della Memoria il 27 gennaio serve a rinnovare il ricordo della Shoah, e a trasmettere le testimonianze soprattutto ai giovani. E’ il modo migliore che abbiamo per evitare che quei fatti si ripetano, è per questo motivo che tutta la città di Scandicci, il Comune, le scuole, le associazioni, il mondo civile si impegnano per vivere al meglio questa giornata nonostante il periodo, organizzando un programma di iniziative nel rispetto delle norme anticovid”. Con queste parole la Presidente del Comitato della Memoria di Scandicci Loretta Lazzeri presenta le iniziative del Giorno della Memoria in città, promosse dal Comune in collaborazione con Anpi sezione di Scandicci, Orchestra regionale ReMuTo, i tre Istituti Comprensivi scolastici, la Scuola di Musica di Scandicci, Gams Ensemble e la Biblioteca (come fissato dall’atto istitutivo, la Presidenza del Comitato della Memoria è assunta dal Presidente del Consiglio Comunale). Le iniziative del Giorno della Memoria 2021 sono il Concerto live streaming dell’Orchestra Senior Scolastica Regionale e della Silent king big band della ReMuTo (mercoledì 27 gennaio 2021, ore 18) con la partecipazione straordinaria di Paolo Hendel, l’attività di sensibilizzazione nella scuola secondaria di primo grado Spinelli di San Giusto “I numeri di Auschwitz: ieri e oggi”, lo speciale Libro della Vita con il professor Claudio Vercelli in streaming sui canali ufficiali del Comune domenica 31 gennaio 2021 alle 11, la pubblicazione online sui canali del Comune di un video sui 15 anni dell’Operina Brundibar di Hans Krasa, rappresentata dal 2005 al 2020 dal Coro di Voci Bianche di Firenze e Scandicci diretto da Lucia De Caro, in collaborazione con il Maestro Volfango Dami, l'Orchestra Gams Ensemble e l'Orchestra Scolastica Regionale Toscana ReMuto. L’Associazione nazionale Partigiani d’Italia Anpi sezione Sergio Fallani di Scandicci nei giorni precedenti al 27 gennaio distribuisce alle terze medie cittadine il dvd “Ho scelto la vita”, l’ultima testimonianza pubblica sulla Shoah di Liliana Segre.
“Le realtà culturali cittadine danno il proprio contributo con grande impegno a favore della città, dei giovani, delle scuole – dice l’assessora alla Cultura Claudia Sereni – celebrare il Giorno della Memoria è un momento fondamentale della vita civile cittadina, quest’anno l’attenzione delle tante associazioni, della Biblioteca, della Scuola di Musica è ancora maggiore proprio per la volontà di testimoniare l’Olocausto con la stessa forza nonostante le difficoltà del periodo. Come Comune ringraziamo di cuore tutti quanti hanno collaborato a questo programma”.

Di seguito il programma completo.

Mercoledì 27 gennaio ore 18 - Concerto live streaming dal Centro Rogers di Scandicci
Mercoledi 27 gennaio 2021 alle 18, dall'Auditorium del Centro Rogers di Scandicci, l'Orchestra Senior Scolastica Regionale e la Silent King Big Band della ReMuTo presentano “Il concerto della Memoria 2021”; direttori delle due orchestre Volfango Dami, Alberto Solari e Luca Marino coordinatore della ReMuTo, con la partecipazione straordinaria del Maestro Remo Vinciguerra e dell'attore Paolo Hendel. Il concerto è organizzato dalla ReMuTo con il progetto La scuola Toscana tra i suoni, finanziato dalla Regione Toscana e patrocinato dal Comune di Scandicci.

“I numeri di Auschwitz: ieri e oggi” - Attività di sensibilizzazione nella Scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli a cura della professoressa Barbara Trevisan.
In occasione del Giorno della Memoria le classi terze della scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli affronteranno "il tema dei tatuaggi", "I numeri di Auschwitz: ieri e oggi." I numeri sulla pelle dei nipoti di Auschwitz: una nuova generazione ricorda i parenti deportati tuatuandosi sul braccio il loro numero. Un modo, dicono, per salvarli dall'oblio anche se non tutti i sopravvissuti sono d'accordo. Lettura di articoli inerenti all'argomento e visione del documentario "Numbered".


“Ho scelto la vita” - la testimonianza di Liliana Segre in dvd per gli studenti delle terze medie, da Anci Toscana
L’Associazione nazionale Partigiani d’Italia Anpi, sezione Sergio Fallani di Scandicci, nei giorni precedenti al 27 gennaio distribuisce alle classi terze medie delle scuole cittadine il dvd “Ho scelto la vita”, l’ultima testimonianza pubblica sulla Shoah di Liliana Segre, superstite dell’Olocausto, Senatrice a vita e Cittadina onoraria di Scandicci. Il dvd viene distribuito alle insegnanti e verrà fatto vedere ai ragazzi il 27 gennaio, Giornata della Memoria; oltre al discorso di Liliana Segre il dvd si compone anche di diapositive sui campi di sterminio, accompagnate da brani musicali. L'intervento di Liliana Segre è stato registrato a Rondine, città della pace.

Domenica 31 gennaio ore 11 speciale Libro della Vita con Claudio Verdelli; in diretta sui canali ufficiali del Comune.
In occasione del giorno della Memoria, in attesa della nuova stagione d’incontri de Il libro della Vita che prenderanno avvio in primavera, la Biblioteca di Scandicci presenta un incontro speciale per il Giorno della Memoria, con il professor Claudio Vercelli, storico contemporaneista esperto di storia europea del Novecento, intervistato da Raffaele Palumbo.

Mercoledì 27 gennaio – Quindici anni di rappresentazione dell’Operina Brundibar di Hans Krasa
Nella giornata di mercoledì 27 gennaio 2021 sui canali istituzionali del Comune la pubblicazione di un video che ripercorre le edizioni dell'operina Brundibar di Hans Krasa, rappresentata dal 2005 al 2020 dal Coro di Voci Bianche di Firenze e Scandicci diretto da Lucia De Caro, in collaborazione con il Maestro Volfango Dami e l'Orchestra Gams Ensemble e con l'Orchestra Scolastica Regionale Toscana ReMuto.
Il testo di Adolf Hoffmeister è stato tradotto in italiano ed adattato da Norma Lelli. Più volte messa in scena presso il Teatro Studio di Scandicci e il Centro Rogers l'operina è stata rappresentata anche a Pistoia, Arezzo, Siena, Monsummano, Firenze, Bagno a Ripoli. Nel 2006 sono state coinvolte nella produzione anche diciotto classi delle scuole primarie di Scandicci e Firenze che hanno messo in scena Brundibar presso il Teatro della Pergola e il Teatro Aurora di Scandicci. L’Opera incisa su cd è presente all’interno di numerosi musei e istituti di ricerca e documentazione dell’Olocausto.
Hans Krasa la rappresentò per la prima volta all'interno del campo di Terezin nel 1943 con i bambini e i musicisti detenuti e lì fu replicata per 55 volte. L'operina Brundibar è una metafora del bene e del male, è l’anelito di vittoria contro la prepotenza e la malvagità, la speranza di giustizia e di libertà. Come ha scritto un sopravvissuto al campo di Terezin "Brundibar fu per noi un sogno più vivo della sofferenza quotidiana, una luce nell'oscurità della prigionia, un barlume di speranza nella libertà malgrado i reticolati. Ancor oggi l'opera Brundibar rappresenta una vera speranza per l'avvenire dei nostri bambini". Nel corso degli anni la rappresentazione "da protagonisti" di questa operina ha dato modo ai tanti bambini e ragazzi che l'hanno interpretata di crescere nella conoscenza di un passato da non dimenticare, ma da trasformare in concreta speranza e certezza di un mondo migliore.

20/01/2021 17.52
Comune di Scandicci


 
 


Vai al contenuto