Login

MET


Regione Toscana
Regione. Cultura: sostegno ai lavoratori dello spettacolo
La commissione Istruzione, formazione, beni e attività culturali, presieduta da Cristina Giachi (Pd), ha espresso parere positivo, all’unanimità, sulle “Misure di sostegno ai lavoratori autonomi dello spettacolo a seguito emergenza Covid-19” . Stanziamento di un milione di euro per contributi una tantum fino a un massimo di 2mila euro ciascuno
“Questa proposta di legge, nata trasversalmente nell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, e che ha ottenuto l’unanimità anche in commissione Cultura per approdare all’aula, è un segnale importante per i lavoratori dello spettacolo”. Così la presidente della commissione Istruzione, formazione, beni e attività culturali, Cristina Giachi (Pd), sulla proposta di legge recante “Misure di sostegno ai lavoratori autonomi dello spettacolo a seguito emergenza Covid-19”. “Il testo potrà essere oggetto di miglioramenti in sede di approvazione in aula – ha affermato - ma abbiamo ritenuto fondamentale farlo procedere decisamente verso l’aula per dare un messaggio significativo a questa categoria di professionisti, messi a dura prova dalla pandemia; benché la somma non sia ingentissima è indicativo che il Consiglio regionale abbia deciso di destinare il proprio avanzo di bilancio a questi lavoratori”, ha concluso la presidente.

La proposta di legge, di iniziativa dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, ha come obiettivo il sostegno dei lavoratori autonomi dello spettacolo, fortemente penalizzati dalla perdurante interruzione delle attività di spettacolo, determinatasi a seguito della pandemia. La proposta, composta da 7 articoli, prevede interventi una tantum, a sostegno dei lavoratori dello spettacolo, anche a fronte di iniziative culturali per la valorizzazione dell’identità toscana. I beneficiari, che potranno ottenere contributi nel limite massimo di 2mila euro ciascuno, saranno individuati mediante un avviso pubblico, previa deliberazione di indirizzo dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea toscana, che dovrà individuare le tipologie dei beneficiari mediante i relativi codici Ateco, le modalità per l’accesso al contributo, la quota e i criteri da adottare per individuare le premialità delle proposte. La dotazione finanziaria è pari a 1milione di euro, con affidamento dell’istruttoria delle domande di concessione di contributo a Sviluppo Toscana Spa, per un costo complessivo di 50 mila euro.

21/01/2021 13.35
Regione Toscana


 
 


Vai al contenuto