Login

MET


Questura di Firenze
Rapinatore tradito dalla passione per i “gratta e vinci”: arrestato dalla Polizia di Stato
Rapina in farmacia all’Isolotto: coppia di rapinatori arrestata dalla Polizia di Stato
Sarebbe stata propria la passione per i gratta e vinci a tradire il rapinatore arrestato ieri mattina dalla Polizia di Stato al termine di una rapida ma complessa indagine dei “Falchi” della Squadra Mobile fiorentina.

In manette con l’accusa di rapina aggravata è finito un cittadino italiano di origine straniera di 28 anni.

Intorno alle 9.00 la Polizia è intervenuta nei pressi di una sartoria in via Baracca dove si era appena consumata una rapina a mano armata: i Poliziotti hanno immediatamente ricostruito la vicenda ascoltando vittima e testimoni.

Il titolare dell’attività ha raccontato che un uomo, con il casco calzato, era entrato nel suo negozio con la scusa di farsi ricucire una tasca della giacca; improvvisamente il malvivente avrebbe impugnato una pistola ordinando alla vittima di consegnargli l’incasso. Una volta aperta la cassa il rapinatore avrebbe infine afferrato un centinaio di euro per poi darsi alla fuga verso piazza Puccini a bordo di uno scooter.

Gli investigatori hanno subito ricostruito tutti i suoi spostamenti tramite il sistema di videosorveglianza cittadino, senza mai perderlo d’occhio.

Poco dopo il colpo, l’uomo è entrato in un bar della zona dove le telecamere interne lo hanno ripreso con la mascherina abbassata a comprare e grattare, per una 40ina di minuti, una serie di tagliandi della lotteria istantanea.

Grazie ad una serie di accertamenti i poliziotti hanno identificato il 28enne, già noto alle Forze di Polizia, e sono andati ad aspettarlo sotto casa, sempre nella zona di Novoli.

Appena è rientrato alla base è stato fermato dai “Falchi” che nel sottosella dello scooter hanno recuperato la replica di una pistola a tamburo priva di tappo rosso.

Rapina in farmacia all’Isolotto: coppia di rapinatori arrestata dalla Polizia di Stato

Ieri sera poco dopo le 19.00 la Polizia di Stato ha arrestato una coppia di rapinatori che aveva appena messo a segno un colpo nella farmacia di via Pio Fedi.

In manette sono finiti un uomo di 51 anni originario di Viareggio e una sua coetanea fiorentina.

La Squadra Mobile ha recuperato il bottino del colpo - oltre 400 euro in contanti - e un coltello da caccia utilizzato per la rapina.

Già dal tardo pomeriggio i “Falchi” della Squadra Mobile erano impegnati in uno specifico servizio di contrasto ai reati predatori nella zona quando, intorno alle 18.45, la loro attenzione è stata attirata da un uomo e una donna fermi nei pressi della farmacia che di lì a poco sarebbe diventata il loro obiettivo.

La coppia ha fatto anche una sorta di ricognizione intorno al palazzo come a sincerarsi dell’eventuale presenza delle forze dell’ordine.

Poco dopo i due sono entrati in azione: la donna è rimasta vicina ad uno scooter, controllando la strada e facendo quindi da palo, l’uomo, a passo spedito, è entrato nella farmacia per riuscire dopo alcuni istanti.

Quest’ultimo si è infine messo alla guida del mezzo e, a fari spenti, si è dato alla fuga insieme alla complice dirigendosi verso il centro cittadino.

La loro corsa non è durata molto: inseguiti dai Falchi lungo le vie del quartiere sono stati raggiunti e bloccati in via Modigliani e sono finiti in manette.

La farmacia è rientrata subito in possesso del maltolto mentre gli arrestati sono finiti al Carcere di Sollicciano.

Arrestato dopo un furto con scasso in un negozio di abbigliamento sportivo a Novoli: la Polizia di Stato recupera oltre 700 euro di merce

Ieri sera la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino indiano di 21 anni ritenuto responsabile, in concorso con almeno un complice al momento rimasto ignoto, di un ingente furto con scasso messo a segno in un negozio di abbigliamento sportivo a Novoli.

Poco dopo le 23.00 le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana sono intervenute per nei pressi dell’esercizio commerciale dove era scattato l’allarme intrusione: i ladri avevano forzato la serranda dell’ingresso principale - che era stata completamente divelta - aperto la porta scorrevole, asportato merce e forzato un registratore di cassa.

Gli agenti si sono subito messi sulle tracce degli autori del furto, rintracciando subito un cittadino straniero all’angolo tra via Pertini e via Maranini.

Vicino all’uomo, già noto alle Forze di Polizia, c’erano due grosse buste nere che coprivano capi d’abbigliamento, ancora muniti di stampelle, etichette e placche antitaccheggio, oltre al cassetto di un registratore di cassa vuoto.

Tra la refurtiva la Polizia ha recuperato anche una tenaglia di ferro e un martello, strumenti verosimilmente utilizzati per forzare la serranda del negozio appena saccheggiato.

Gli investigatori ipotizzano la presenza di almeno un’altra persona sul luogo del delitto che tuttavia sarebbe riuscita a far perdere le proprie tracce abbandonando la refurtiva; il 21enne non avrebbe invece rinunciato al bottino del colpo, successivamente quantificato in oltre 700 euro di vestiario.

Il giovane è finito in manette per furto aggravato con persona rimasta ignota; la merce è stata invece restituita al titolare del negozio.

03/03/2021 12.54
Questura di Firenze


 
 


Met -Vai al contenuto