Login

MET


Comune di Castelfiorentino
Castelfiorentino: La via Francigena in Valdelsa. Storie, leggende, misteri
Da stasera fino a domenica 3 ottobre entra nel vivo a Castelfiorentino (FI) la manifestazione lungo l’antico tracciato. Escursioni a piedi, in bici (anche e-bike) e a cavallo. A Coiano e Castelnuovo d’Elsa spettacoli teatrali e rievocazione storica. Domenica in festa nelle vie del borgo di Castelnuovo.
La via Francigena fra storie, leggende e misteri. Fra le oscure vicende che coinvolgono una comunità di monaci e la rievocazione del terribile A.D. 1260, in cui la Francigena venne scossa da uno dei conflitti più sanguinosi della Toscana medioevale, come la sanguinosa battaglia di Montaperti. E poi la riscoperta dell’ antico tracciato dei pellegrini, meta imperdibile per gli escursionisti di ogni epoca, desiderosi di percorrerla a piedi, in bici oppure a cavallo. E’ questo il biglietto da visita della “Via Francigena in Valdelsa”, che si apre ufficialmente stasera ed entrerà nel vivo con il ”Francigena Bike Camp” e i 4 giorni di festa da giovedì 30 settembre a domenica 3 ottobre.
Il programma della manifestazione è stato illustrato stamani al Chiosco ai Renai (via Vallone) dal Sindaco, Alessio Falorni, dal Vicesindaco con delega al Turismo, Claudia Centi, e dai rappresentanti delle numerose associazioni che hanno collaborato alla organizzazione delle iniziative contemplate dal programma.
Avvio già a partire da stasera al Chiosco ai Renai con la cena-concerto di “Progetto Italiano”, cui seguirà mercoledì sera al Ridotto del Teatro (piazza Gramsci, ore 21.00) una conferenza spettacolo di Filippo Arcelloni nell’ambito del Gran Tour Francigena 2021, un progetto artistico che fonde l’agilità della conferenza con il rigore della scrittura teatrale. Da giovedì e fino a domenica 26 quattro giorni dedicati al Francigena Bike Camp, un’esperienza unica per gli amanti delle due ruote tra cicloturismo, pedalate in libertà e il “Gravel Francigena Valdelsa” (3° edizione), che affronterà diversi itinerari alternando le pedalate (su bici “gravel”) alle visite al “Museo dei telai Simoncini” e allo spettacolo teatrale di sabato 26 a Castelnuovo d’Elsa, dedicato alla storia di Marco Pantani.
Dalla prossima settimana, prenderanno il via gli appuntamenti dedicati agli escursionisti. Si comincia giovedì 30 con gli itinerari proposti agli studenti dell’Istituto Comprensivo e all’Istituto “F. Enriques”, cui seguiranno le escursioni adatte a tutte le età e pienamente “accessibili” (nei giorni tra venerdì e domenica).
Venerdì 1 ottobre (ore 20.30, repliche alle 21.30 e 22.30) uno spettacolo teatrale denso di suspense alla Pieve di Coiano, una delle “soste” descritte da Sigerico nel suo diario. “Finis Africae. I misteri di Coiano” è il titolo di questo “giallo” (a cura di Trivia APS) liberamente ispirato al celebre romanzo “Il nome della Rosa” di Umberto Eco, tra brivido, mistero e imprevedibili colpi di scena (prenotazione obbligatoria ufficio turistico 0571.629049; ufficioturistico@comune.castelfiorentino.fi.it.)
Per i meno allenati, sabato 2 ottobre è prevista un’escursione in e-bike, biciclette dotate di pedalata assistita, con due possibilità: percorso lungo (km 53) e breve (km 35). Le e-bike sono messe a disposizione da Pro Loco e Toscana by Bike (contributo 10 euro). Nel pomeriggio viene proposto invece un itinerario tra paesaggio e gastronomia (“Mangia e cammina” ore 14.30, a cura Associazione Agricoltori Castelfiorentino e Associazione Archeologica Valdelsa Fiorentina) con doppia degustazione di prodotti tipici e di eccellenze gastronomiche del territorio; in serata, alle 18.30, “La via Francigena al tramonto”, suggestiva camminata di circa un’ora e mezza alla scoperta dei luoghi panoramici delle colline circostanti.
Tre itinerari di grande interesse naturalistico sono previsti la domenica mattina (3 ottobre), organizzati da Toscana Hiking Experience con animazione teatrale di Trivia APS: “Da San Genesio a Coiano” (km 11), “Dal borgo alla Francigena, fino a Coiano” (km 14), “Da Montaione a Coiano” (km 11,5). A fine mattinata, incontro di tutti i gruppi alla Pieve di Coiano per poi prendere la strada maestra che conduce al piccolo borgo di Castelnuovo.
Tra sabato e domenica, una cinquantina di Cavalieri provenienti da varie località della Toscana percorreranno la via Francigena con un itinerario di due giorni, con partenza il sabato da Fucecchio, tappa e pernottamento a San Miniato, arrivo la domenica all’ora di pranzo a Castelnuovo d’Elsa; un percorso di straordinario valore paesaggistico predisposto dall’associazione “I Cavalcanti del Padule”.
Da sabato pomeriggio (e fino a domenica), Castelnuovo d’Elsa sarà animato da un green market, cui seguirà la cena alla mensa del pellegrino (prenotazione entro lunedì 27 settembre 339.2202877) preparato dal Circolo Arci e dal Comitato festaiolo di Castelnuovo d’Elsa. Dopo cena, “Notte teatrale” nel centro storico di Castelnuovo, dedicata alla rievocazione dell’atmosfera vissuta all’epoca dalla popolazione durante la famosa battaglia di Montaperti (4 settembre 1260), che si concluse con “i’ grande scempio che fece l’Arbia colorata in rosso” (Canto X dell’Inferno Dantesco). Intrighi, complotti e tradimenti sono al centro della vicenda interpretata dall’associazione teatrale Gat, attraverso circa 60 tra attori e figuranti disseminati in sette postazioni teatrali (partenze a gruppi di massimo 40 persone, ogni 30 minuti, prenotazione obbligatoria ufficio turistico fino alle 18.30 di sabato, oppure in loco presso il Gat – per i posti rimasti disponibili - prima dell’inizio degli spettacoli)
Domenica 3 ottobre la festa inizierà di buon mattino con le escursioni trekking e il green market nel centro di Castelnuovo d’Elsa. Alle ore 12.30 pranzo alla “mensa del pellegrino” (prenotazione entro lunedì 27 settembre 339.2202877). Nel pomeriggio il gran finale con “Un borgo in festa”: dalle ore 15.00 (parcheggio via Roma) spazio dedicato ai bambini con i “giochi medioevali” e, a seguire (dalle ore 15.30), due spettacoli teatrali: “Anche io camminavo la Francigena”, dell’associazione teatrale “Passi di Luce”, dialogo su una panchina tra alcuni anziani che riescono a “materializzare” i personaggi dei loro ricordi, e “l’Altro Dante” dell’associazione teatrale Gat, una carrellata di personaggi danteschi declinati in chiave critica e comica, attraverso cinque postazioni (prenotazione obbligatoria tramite ufficio turistico, e in loco direttamente presso le associazioni teatrali dalle 13.00 di domenica, per i posti rimasti disponibili).
“Quest’anno la Via Francigena in Valdelsa – sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni – sarà una festa particolarmente ricca e diversificata, che da stasera e fino a domenica 3 ottobre offrirà ai turisti, ai visitatori e agli appassionati dell’antico tracciato un’ampia scelta di spettacoli e serate all’insegna della musica e del teatro, nonché itinerari da percorrere a piedi, in bici e a cavallo. Per arrivare a questo risultato, abbiamo profuso un grande impegno che ha coinvolto il nostro personale ma anche e soprattutto le numerose associazioni che hanno concretamente realizzato i singoli eventi, presentando numerose novità davvero degne di rilievo. Per questo ringrazio tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato alla organizzazione della festa, sicuramente l’appuntamento di maggior rilievo della stagione estiva”.
Come lo scorso anno, per raggiungere il borgo collinare di Castelnuovo è stato predisposto un servizio gratuito di navetta con partenza dal capoluogo di Castelfiorentino (piazza Berlinguer – sede centrale delle Poste) ogni 40 minuti. Esso effettuerà fermate intermedie all’Ostello “Locanda d’Elsa” e alla frazione di Dogana (Via Sanminiatese/via Deledda). Gli orari sono i seguenti: sabato 2 ottobre dalle 16.00 alle 24.00, domenica 3 ottobre dalle 11.00 alle 20.00. Non occorre prenotazione.
Si precisa che, in ottemperanza alle misure di contenimento dell’epidemia Covid 19, l’accesso alle varie iniziative sarà consentito secondo le vigenti normative e che gli spettacoli sono tutti a prenotazione obbligatoria tramite Ufficio Turistico (0571.629049, ufficioturistico@comune.castelfiorentino.fi.it. Alcune ore prima dell’inizio degli spettacoli i posti rimasti disponibili possono essere prenotati direttamente in loco dalle singole associazioni teatrali)
La manifestazione “Via Francigena in Valdelsa” è promossa dal Comune di Castelfiorentino e gode del patrocinio dell’AEVF (Associazione Europea delle Vie Francigene), della Regione Toscana, della Città Metropolitana di Firenze, dell’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa, e di diciassette Comuni della Toscana centrale.
Hanno collaborato le seguenti associazioni: Pro Loco Castelfiorentino, Associazione Culturale Teatrale GAT, Circolo Arci e Comitato Festaiolo Castelnuovo d’Elsa, Compagnia Teatrale “Passi di Luce”, Toscana Hiking Experience, Associazione Cetra, Associazione “Senza Barriere” onlus, Associazione “Terra e Passi”, Associazione “Comunità Castellana per il Ciclismo Popolare”, Toscana By Bike, Compagnia Trivia APS, Associazione Agricoltori Castelfiorentino, Associazione Archeologica Valdelsa Fiorentina, Associazione “I Cavalcanti del Padule di Fucecchio” e “I Butteri delle Valli di Broccolino”, Gruppo Fotografico “Giglio Rosso”, Istituto Comprensivo, Istituto Superiore “F. Enriques”, Prociv Arci, Rav, Misericordia Castelfiorentino, Ostello “Locanda d’Elsa”.
Per informazioni: www.comune.castelfiorentino.fi.it e www.visitcastelfiorentino.it, la pagina FB e di Instagram del Comune di Castelfiorentino dove è possibile scaricare il programma completo.

20/09/2021 13.23
Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino


 
 


Met -Vai al contenuto