Login

MET


Comune di Pistoia
Pistoia. Sabato presentazione del libro “Il Cipresso di Poggio alla Guardia” di Sirio Balleri e Rossana Piccioli
Appuntamento alle 16 nella sala Maggiore del Palazzo comunale. Nel volume gli scrittori ricostruiscono le origini, la storia e le vicende legate ai personaggi della nobile famiglia de Franceschi di Montebuono di Pistoia
Sabato 16 ottobre alle ore 16 nella sala Maggiore del Palazzo comunale sarà presentato il libro Il cipresso di Poggio alla Guardia. La famiglia del generale napoleonico Giovan Battista de Franceschi di Montebuono (Pistoia) scritto da Sirio Balleri e Rossana Piccioli.

All'iniziativa parteciperanno il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, il sindaco di Serravalle Pistoiese Piero Lunardi, l'onorevole Roberto Barontini presidente onorario dell'Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea, il professore Giorgio Petracchi, gli autori del volume e rappresentanti dell'Associazione culturale La Fenice. La presentazione è affidata all'onorevole Renzo Innocenti.

Il libro ripercorre duecento anni di storia, a partire dal 1796 quando Napoleone Bonaparte, di origini toscane, per la prima volta arrivò a Pistoia passando dall'Abetone con le sue truppe formate da 14.000 soldati, accampandosi nella zona di Porta San Marco prima di proseguire a San Miniato e successivamente Livorno. Tra gli ufficiali francesi che arrivano a Pistoia figura anche il generale Giovan Battista de Franceschi, che nel 1811 acquista la villa di Montebuono a Spazzavento (dalla famiglia pistoiese dei Panciatichi) e la fattoria Poggio alla Guardia di Serravalle Pistoiese. Purtroppo ne rimarrà proprietario per pochi anni: il nobile, destinato a una brillante carriera, muore a Danzica nel 1813, durante la ritirata della campagna di Russia. In sua memoria la moglie, la baronessa Maria Clorinda de Franceschi, fa piantare dei cipressi sulla collina di Poggio alla Guardia (da qui trae spunto il titolo del libro).

Partendo da questi fatti storici, gli scrittori Balleri e Piccioli ricostruiscono le origini, la storia e le vicende legate ai personaggi della nobile famiglia de Franceschi. L'istituto agrario di Pistoia è intitolato al barone Carlo De Franceschi, nipote del generale napoleonico Giovan Battista, che ricoprì diversi incarichi a Pistoia.

L'iniziativa ha il patrocinio dei Comuni di Pistoia, Serravalle Pistoiese, Pieve a Nievole e Provincia di Pistoia e il contributo di Fondazione Conservatorio San Giovanni Battista, Fondazione Giorgio Tesi Onlus e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

14/10/2021 11.24
Comune di Pistoia


 
 


Met -Vai al contenuto