Login

MET


Uncem
Uncem. Mascherine all'aperto, Bussone: "In montagna e nei comuni piccoli situazione diversa da città e aree con grandi flussi di persone"
"La mascherina all'aperto finirebbe per essere un obbligo da una parte difficile da controllare, dall'altra inutile"
Mascherina (foto archivio Antonello Serino)
"Sull'obbligo di mascherine da introdurre anche all'aperto ovunque, voglio evidenziare una profonda differenza tra le città dove le prossime settimane ci saranno flussi importanti di persone, in crescita per via del Natale, tra acquisti e manifestazioni, e i piccoli Comuni ovvero le aree montane e rurali italiane. Dove il distanziamento è da sempre realtà. Non solo a causa della pandemia. E dove la mascherina all'aperto finirebbe per essere un obbligo da una parte difficile da controllare, dall'altra inutile. Perché se esco in strada o nella piazza a Balme, Dossena, Sante Marie o Capracotta, probabilmente per diverse centinaia di metri incontro nessuno. E comunque, a normativa vigente, già oggi in caso di assembramenti vi è l'obbligo di indossare mascherine anche all'aperto. In situazioni 'ordinarie', normali, senza manifestazioni o eventi all'aperto, la mascherina nei piccoli Comuni, nei paesi e nei borghi rurali e montani, dell'Italia interna, all'aperto non ritengo debba essere resa sempre e comunque obbligatoria".

Lo afferma Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem.

30/11/2021 11.41
Uncem


 
 


Met -Vai al contenuto